Nuovo modello per comunicare le opzioni di cessione o sconto in fattura dei bonus edilizi – Diario Quotidiano del 7 Febbraio 2022

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 7 febbraio 2022

Nel DQ del 7 Febbraio 2022:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Pronto il nuovo modello per comunicare le opzioni di cessione o sconto in fattura dei bonus edilizi
2) Detrazioni per interventi edilizi, rimodulato l’esercizio delle opzioni
3) Commercialisti strategici per la diffusione di una cultura della sostenibilità
4) Sicilia, in arrivo i nuovi bollettini della rottamazione-ter
5) Elezioni del Consiglio nazionale commercialisti: entro il 28 febbraio 2022 il deposito delle liste
6) Lavoratori autonomi esercenti attività musicali: contributo maternità
7) Reddito e Pensione di Cittadinanza: possibile variazione degli importi
8) Verifica requisiti Commercialisti: arriva dal Consiglio Nazionale il modello dichiarativo per gli iscritti
9) Fondo vittime dell’usura: regime sanzionatorio e DURC online
10) INL: condizioni per la revoca del provvedimento di sospensione
11) Interpelli di fisco
12) Tax credit teleriscaldamento: valido anche per il gestore-utente
13) Software di compilazione - Comunicazione opzioni per interventi edilizi e Superbonus

Pronto il nuovo modello per comunicare le opzioni di cessione o sconto in fattura dei bonus edilizi

Come anticipato (vedi la nostra Newsletter di sabato scorso) dal 4 febbraio 2022 gli invii per la comunicazione aggiornata;  dieci giorni in più per comunicare le opzioni del periodo “transitorio”.

È disponibile il nuovo modello, con le relative istruzioni e specifiche tecniche, che i contribuenti potranno utilizzare da domani per comunicare le opzioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi alla luce delle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2022 (legge n. 234/2021) e del decreto Sostegni Ter (Dl n. 4/2022).

A partire dal 4 febbraio 2022, una volta esaurite le operazioni di aggiornamento del software, il nuovo modello potrà essere utilizzato per gli interventi di importo complessivo non superiore a 10mila euro e per i lavori in edilizia libera, senza necessità del visto di conformità.

Inoltre, con una Faq pubblicata il 3 febbraio 2022, l’Ag