Mancata iscrizione all’AIRE: quali rischi?

di Enrico Povolo

Pubblicato il 6 febbraio 2021

In questi tempi di pandemia, capita spesso che Cittadini Italiani residenti all'estero non si iscrivano all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'estero) per timore di perdere la "copertura sanitaria Italiana". La cosa è vera in particolare per chi si trasferisce in America, dato che negli States la copertura sanitaria è privata e spesso molto costosa.
Vediamo in questo articolo di capire i pericoli e le dinamiche di questa mancata iscrizione all'AIRE.

L'AIRE, come noto, è l'Anagrafe degli Italiani residenti all'estero: si tratta di un Registro, tenuto dal Ministero dell'Interno, dove sono raccolti tutti i dati derivanti dai vari Comuni ed in cui sono annotati i nomi dei soggetti che si trasferiscono all'estero per un periodo maggiore di 12 mesi.

Pertanto il soggetto che volesse iscriversi all'AIRE, deve recarsi presso l'ufficio Anagrafico del Comune dove risiede e chiedere la cancellazione dall'Anagrafe per trasferimento all'estero: con la cancellazione dall'Anagrafe, il soggetto è automaticamente inserito nel Registro dell'AIRE. 

Il primo concetto da mettere a fuoco riguarda il fatto che:

  • l'iscrizione all'AIRE è un OBBLIGO e non un'opzione;
  • ad essere obbligati sono solamente soggetti che siano Cittadini Italiani.

Facciamo un esempio per chiarire il punto: se un Cittadino Americano è residente in Italia per alcuni anni e poi decide di tornare in America, costui avendo solo la Cittadinanza Americana e non anche quella Italiana, NON è tenuto all'iscrizione all'AIRE.

Egli andrà a cancellare la sua posizione all'Anagrafe Italiana, ma ciò non comporterà l'iscrizione all'AIRE, visto che lui non è Cittadino Italiano.

Per contro, se sua moglie fosse una Cittadina solo Italiana, questa, al momento della cancellazione dall'Anagrafe Italiana, sarebbe automaticamente iscritta all'AIRE.

Come detto, l'iscrizione all'AIRE è un obbligo di legge e vale per queste due categorie:
  1. Cittadini Italiani che si trasferiscono dall'Italia all'estero per un periodo superiore a 12 mesi;
     
  2. Cittadini Italiani si trovano all'estero perché:
    • sono nati all'estero;
    • acquisiscono successivamente la Cittadinanza Italiana.

 

Sull'argomento abbiamo pubblicato anche:

Mancata iscrizione all’AIRE: l’immobile a Miami fa scattare il controllo

Lavoratori impatriati senza iscrizione AIRE

Decreto Crescita ed eliminazione dell’iscrizione A