Aspettativa per incarichi politici: tempo fino al 30 settembre

Resta poco tempo per la presentazione della domanda di aspettativa per incarichi politici o sindacali e per ottenere il conseguente accredito dei contributi figurativi. La domanda deve essere regolarmente presentata entro il 30 settembre dell’anno e deve essere reinviata – salvo alcuni specifici casi – ogni anno.

Aspettativa per incarichi politici: premessa

aspettativa incarichi politiciResta ormai poco tempo per la presentazione dell’istanza di aspettativa per incarichi politici o sindacali disposta dall’art. 3 del D.Lgs. 16 settembre 1996 n. 564 e art. 38 della L. n. 488 del 23 dicembre 1999: ce lo ricorda l’INPS con il Messaggio n. 3240 del 7 settembre 2020.

La data di termine per l’invio delle istanze è infatti fissata al 30 settembre 2020.

(Per approfondire…“Lavoratori impegnati nelle operazioni elettorali: retribuzione e gestione”)

 

Gli adempimenti

L’Istituto Previdenziale ricorda che entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello nel corso del quale ha avuto inizio o si sia protratta l’aspettativa di incarichi politici, i soggetti che si trovano in questa particolare circostanza, devono presentare apposita domanda di accredito di contributi figurativi, a pena di decadenza.

Quanto detto vale anche per tutta quella serie di aspettative politiche/sindacali di durata pluriennale per le quali la legge prevede che la domanda di accredito debba essere presentata ogni anno entro il 30 settembre a pena di decadenza (avendo sempre come riferimento l’anno solare precedente), ai sensi dell’art.3, comma 3, del D.Lgs. n. 564/96.

 

Tacito rinnovo

La domanda è invece tacitamente rinnovata ai sensi dell’art. 38, comma 3, della L. n. 488/1999 per i soggetti che siano lavoratori dipendenti dei settori pubblico e privato, eletti membri:

  • del Parlamento nazionale;
  • del Parlamento europeo;
  • di assemblea regionale;
  • ovvero nominati a ricoprire funzioni pubbliche;

i quali in ragione dell’elezione o della nomina maturino il diritto ad un vitalizio o ad un incremento della pensione loro spettante.

Tali soggetti potranno inviare domanda di accreditamento di contributi figurativi entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello nel corso del quale è iniziata l’aspettativa per incarichi politici, ma per gli anni successivi il rinnovo si intende tacito, salvo che il soggetto non decida in senso contrario ed esprima la propria manifesta volontà.

In tal caso ci si riferisce solo ai lavoratori dipendenti eletti nelle funzioni appena citate.

Per le altre tipologie di cariche, la domanda deve essere sempre presentata ogni anno.

 

Aspettativa per incarichi politici: l’invio delle domande

Per inviare la domanda, l’Istituto previdenziale rimanda a una serie di precedenti indicazioni fornite dall’Istituto con:

 

Circolare INPS n. 153/2017

Per gli iscritti alle Gestioni Private, inclusi il Fondo pensioni sportivi professionisti (Fpsp) e Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo (Fpls).

La domanda per tali soggetti dovrà essere inviata esclusivamente in modalità telematica, accedendo al sito internet INPS > Tutti i servizi > Accredito figurativo per aspettativa per cariche sindacali e elettorali.

L’accesso sarà possibile utilizzando sia le credenziali INPS (PIN INPS) sia con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Si coglie l’occasione per ricordare è previsto un graduale roll-out dei sistemi di autenticazione che va verso l’autenticazione esclusiva con SPID per tutti i siti della Pubblica Amministrazione nel prossimo futuro.

Alternativamente sarà possibile chiamare il Contact Center INPS o chiedere il supporto di patronati e altri soggetti abilitati all’intermediazione con l’Istituto Previdenziale.

In caso di presentazione diretta, bisognerà accedere a “Tutti i servizi” > Accredito figurativo per aspettativa per cariche sindacali e elettorali (Cittadino), e scegliere se accedere alla domanda per aspettativa sindacale o per cariche pubbliche elettive; fatto questo, dal menu dell’applicativo sarà possibile inserire, consultare le domande o scaricare il manuale utente.

 

Messaggio INPS n. 147/2018

Per gli iscritti alla Gestione dipendenti pubblici.

 

A cura di Antonella Madia

Giovedì 24 settembre 2020

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it