La dichiarazione d’intento 2019

di Gianfranco Costa

Pubblicato il 28 febbraio 2019

La dichiarazione d’intento è una comunicazione formale che l’esportatore abituale deve presentare al Fisco nel caso in cui effettui acquisti o cessioni senza IVA. In questo articolo segnaliamo alcuni nuovi chiarimenti forniti dal fisco dal Fisco che riguardano l'utilizzo del plafond fisso e del plafond mobile

Dichiarazione di intentoLa dichiarazione d’intento è una comunicazione formale che l’esportatore abituale deve presentare all’Agenzia delle Entrate obbligatoriamente per via telematica nel caso in cui effettua acquisti o cessioni senza IVA.

Si identifica come esportatore abituale il soggetto che nell’anno solare o negli ultimi 12 mesi ha registrato esportazioni, o altre operazioni assimilate, per un ammontare superiore al 10% del volume d’affari conseguito nello stesso periodo.

Le dichiarazioni sono numerate progressivamente per anno solare e annotate entro i 15 giorni successivi a quello di emissione in apposito registro (registro delle dichiarazioni d’intento) o in apposite sezioni dei registri IVA (vendite e corrispettivi) e devono essere consegnate prima di effettuare l’operazione al fornitore o alla Dogana.

Il fornitore o prestatore dev