Armonizzazione contabile: alcune risposte dai giudici contabili

di Vincenzo Giannotti

Pubblicato il 18 giugno 2015

pubblichiamo tre pratiche risposte della Corte dei Conti in tema di armonizzazione contabile

La difficoltà da parte degli Enti Locali al passaggio ai nuovi principi della contabilità finanziaria potenziata, continua a creare problemi e dubbi sulla corretta applicazione dei nuovi principi. Iniziano, pertanto,  le questioni sollevate innanzi la magistratura contabile al fine di avere corrette interpretazioni di come operare. Benché depositata in data 22/04/2015, la deliberazione n.167 della Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Regione siciliana, è stata pubblicata sul sito solo in data 09/06/2015. La citata deliberazione risponde ai seguenti tre quesiti sollevati dal Comune istante.



QUESITO N.1

Se durante l’esercizio 2015, pur trovando applicazione il bilancio autorizzatorio di cui al DPR 194/1996, trova applicazione integralmente il principio contabile applicato delle contabilità finanziaria (all. 4/2), posto che il comma 11 dell’art. 3 fa riferimento per l’anno 2015 soltanto al principio generale n. 16, contenuto nell’allegato 1.

Al fine di rispondere al citato quesito, il Collegio contabile siciliano parte da una lettura integrata e sistematica dei commi 1 e 11 dell’art. 3 nonché del comma 12 dell’art. 11 del d.lgs. 118 del 2011. L’art. 3 sopra menzionato, nei commi che qui interessano, stabilisce che: “1. Le amministrazioni pubbliche di cui all'art. 2, conformano la propria gestione ai principi contabili generali contenuti nell'allegato 1 ed ai seguenti principi contabili applicati, che costituiscono parte integrante al presente decreto:

a) della programmazione (allegato n. 4/1);

b) della contabilità finanziaria (allegato n. 4/2);

c) della contabilità economico-patrimoniale (allegato n. 4/3);

d) del bilancio consolidato (allegato n. 4/4)

11. Il principio generale n. 16 della competenza finanziaria di cui all'allegato n. 1 è applicato con riferimento a tutte le operazioni gestionali registrate nelle scritture finanziarie