Fino a quando è emendabile, rettificabile, la dichiarazione presentata, da parte del contribuente?

Con l’ordinanza n. 3754 del 18 febbraio 2014 (ud. 6 febbraio 2014) la Corte di Cassazione ha confermato l’emendabilità della dichiarazione in sede contenziosa.
 
Il principio
La Corte sottolineare che, in adesione all’art. 53 Cost., in tema di imposte sui redditi, “la possibilità per il contribuente di emendare la dichiarazione allegando errori di fatto o di diritto commessi nella sua redazione, ed incidenti sull’obbligazione tributaria, è esercitabile non solo nei limiti in cui la legge prevede il diritto al rimborso, ai sensi del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, art. 38 ma anche in sede contenziosa per opporsi alla maggiore pretesa tributaria dell’amministrazione finanziaria (Sentenza n. 2226 del 31 gennaio 2011; nonchè ordinanza 19661 del 27 agosto 2013)”.

Brevi riflessioni giurisprudenziali
Sono diversi gli interventi …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it