Il Fisco può negare la detrazione dell’IVA in caso di fattura “incompleta” nel rispetto della neutralità dell’imposta?

 

Introduzione.

La Corte di Giustizia europea è recentemente intervenuta, con la sentenza dell’8 maggio 2013, nella causa n. 271/12, a seguito di domanda di pronuncia pregiudiziale sollevata da un giudice belga, nell’ambito di una controversia in merito al rifiuto da parte dell’Amministrazione finanziaria di concedere alla società ricorrente il diritto di detrazione dell’IVA per le prestazioni di servizi forniti all’interno di un gruppo societario1.
La domanda di pronuncia pregiudiziale verte, in buona sostanza, sulla corretta interpretazione della sesta direttiva 77/388/CEE del Consiglio, del 17 maggio 1977, in materia di armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative al sistema comune di imposta sul valore aggiunto.
 

La normativa comunitaria.

Come detto, la questione verte sulla corretta …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it