Processo troppo lungo: rimborso salvo

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 4 ottobre 2012

anche in assenza di apposita normativa, il contribuente può ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale quando la causa dinanzi al giudice tributario avente ad oggetto un rimborso d’imposta si protrae per troppo tempo

Il contribuente può ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale quando la causa dinanzi al giudice tributario avente ad oggetto un rimborso d’imposta si protrae per troppo tempo.

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 16212 del 24 settembre 2012, ha affermato che non spetta alcuna equa riparazione in caso di lite sull’accertamento mentre è ammesso un risarcimento del rimborso di imposta se il processo è durata troppo tempo.

 

Il principio di un termine ragionevole di durata dei processi

E’ contenuto nell’art. 3 della legge 24 marzo 2001, n. 89 (legge Pinto), e non trova applicazione nel processo tributario, eccezion fatta per le liti di natura civilistica che non attengono, quindi, all'ammontare del tributo ma solo ad aspetti consequenziali o di natura penale. Pertanto, l'equa riparazione contenuta nella legge nazionale per