Attivazione della licenza GRATUITA Power BI Cloud

di Francesco Bergamaschi

Pubblicato il 17 gennaio 2023

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta di Power Bi: come ottenere la licenza gratuita? Come condividere efficacemente i report?

licenza gratuita power biNel precedente articolo ("Power BI: la scoperta dei calcoli non additivi"), Luca è riuscito a comprendere i risultati di alcuni calcoli non additivi presenti nel primo report da lui creato con Power BI Desktop.

Si stente pronto, adesso, (anzi sente un certo senso di urgenza dovuto all’eccitazione di fare qualcosa di nuovo e diverso dal solito) ad informare i suoi soci di studio dei suoi risultati. Vuole, dunque, che i suoi colleghi vedano quanto ha fatto.

Allo stesso tempo, percepisce quanto sia importante che i suoi soci possano usare il report, toccandolo con mano, perché possano comprenderne la facilità ed immediatezza d’uso e discutere insieme a lui il potenziale impatto sui clienti di un tale tipo di prodotto/servizio erogabile dallo studio associato di cui fanno parte e che, fino ad ora, si è sempre occupato principalmente di fiscalità.

 

Come gestire il report in Power BI?

Come fare? Non vuole che si generino repliche del file .pbix (il report che ha creato di chiama MonitorStudio.pbix) in giro per lo studio, col rischio di modifiche non volute da parte di chi aprisse il file, che è un file di progetto.

Ha già avuto esperienza con Excel di questo problema.

Spesso, nei meeting, succedeva che diverse persone avessero diverse versioni di un file Excel, con diversi numeri a causa di modifiche fatte da ognuno.

I meeting diventavano spesso caotici. Inoltre, si rende conto che lo stesso problema si porrà con i clienti; dunque, è bene comprendere ben cosa Power BI offra come soluzione.

Si documenta su Internet e trova diverse sorgenti di informazione a riguardo. Scopre che Power BI Desktop ha un pulsante, Pubblica, che permette di spostare il file MonitorStudio.pbix sul cloud di Power BI.

 

Power Bi e la licenza gratuita

Scopre anche che, per farlo, deve attivare una licenza gratuita di Power BI Cloud sul dominio della sua organizzazione (StudioAssociatoPacioliEPartner.it) usando la sua mail (Luca.Pacioli@ StudioAssociatoPacioliEPartner.it).

No, non una licenza di Power BI Desktop, quel software è gratuito e senza licenza. Il cloud di Power BI, invece, necessita di una licenza, anche gratuita, per potere accogliere la pubblicazione da Power BI Desktop.

Da quanto legge su Internet, dal cloud sarà poi possibile condividere il report con i colleghi della stessa organizzazione (il suo studio associato) in modo da evitare che circolino i file di progetto.

I suoi colleghi, in altri termini, potranno accedere al cloud di Power BI da un qualunque browser Internet (Firefox, Chrome o qualunque altro) e visionare il report condiviso da Luca, senza avere accesso al file .pbix e, dunque, senza duplicazioni.

Luca crea questo disegno per chiarirsi le idee, non sembra poi così complesso!

 

Immagine 1

licenza gratuita power bi

 

Adesso Luca si preoccupa di attivare la licenza cloud gratuita per se stesso. Cerca powerbi.com su Google e trova subito il cloud di Power BI, clicca il primo link e arriva alla pagina del cloud.

Immagine 2

licenza gratuita power bi

 

Segue quanto trovato in Internet e clicca “Prova Power BI gratuitamente”

Immagine 3

 

Nella maschera che ottiene, inserisce la sua mail e clicca Avanti.

Immagine 4

 

Gli viene chiesta una password. Per semplicità, Luca inserisce quella che usa per accedere al PC e ad Outlook. Conserva poi queste credenziali. Ottiene un messaggio che gli dice che la licenza è stata attivata.

Luca torna su Power BI Desktop e clicca su Accedi, inserendo poi la sua mail e la password.

 

Immagine 5

 

Adesso, su Power BI Desktop, compare il suo nome in alto a destra e non più la scritta Accedi. Luca preme, dunque, senza ulteriori esitazioni, sul tasto Pubblica.

Nel prossimo articolo vedremo cosa succede all’atto della pressione del tasto Pubblica e come Luca riuscirà con successo a convocare il meeting con i suoi colleghi!

 

A cura di Francesco Bergamaschi

Martedì 17 gennaio 2023

 

POWER B.I.

Controllo di gestione con la business intelligence per le aziende

PERCORSO ONLINE ON DEMAND
OLTRE 14 ORE DI LEZIONE DIVISE IN 5 MODULI TEMATICI
Introduzione al corso

power biUn percorso alla scoperta di POWER BI, l’ecosistema di Microsoft per la Business Intelligence.

Una guida pratica e operativa per apprendere come gestire e diventare autonomi in tutto il flusso di lavoro.

Passo dopo passo, partendo da zero, si esplorerà dettagliatamente sia la parte Desktop (per la connessione ai dati, la modellazione e la creazione dell’analisi) che la parte del Cloud (pubblicazione, condivisione, gestione delle aree di lavoro, implementazione della sicurezza e dei ruoli).

Il Corso prevede oltre 14 ore formative suddivise in 5 moduli tematici e può essere fruito on demand, dove e quando vuoi.

SCOPRI DI PIU' >