Subappalti: le modifiche del 2021 valgono solo per i nuovi contratti

di Antonella Madia

Pubblicato il 1 giugno 2022

Novità dall’INL relativamente al subappalto: a seguito delle modifiche apportate con il Decreto Semplificazioni, ci si è chiesti se le regole relative all’applicazione al contratto in subappalto delle medesime garanzie previste per i lavoratori in appalto possano valere anche per contratti in corso o solamente per quelli che alla data di entrata in vigore della disposizione medesima non erano ancora stati emanati.

Novità al codice degli appalti: le conseguenze per i subappalti

modifiche subappaltiLe modifiche apportate al Codice degli Appalti comportano che il subappaltatore, per tutte quelle prestazioni che siano affidate in subappalto, debba garantire gli stessi standard qualitativi e prestazionali che sono previsti nel contratto di appalto, e riconoscere conseguentemente ai lavoratori un trattamento economico e normativo che non sia inferiore rispetto a quello che sarebbe stato garantito da parte del contraente principale.

Ciò comporta l'applicazione anche dei medesimi contratti collettivi di lavoro, se le attività oggetto di subappalto coincidono con quelle caratterizzanti l'oggetto dell'appalto medesimo, oppure se riguardano le lavorazioni relative alle categorie prevalenti e siano incluse nell'oggetto sociale dal contraente principale.

Tale provvedimento in via cautelativa va a coprire un vuoto normativo proprio allo scopo di tutelare maggiormente i lavoratori che a causa di un subappalto potrebbero ricevere de