Inglese per commercialisti: 10 consigli per migliorarlo

di Redazione

Pubblicato il 21 settembre 2021



La conoscenza della lingua inglese è oggi di fondamentale importanza, anche per i commercialisti.
Ecco 10 utili consigli per migliorare il proprio Business English e il proprio inglese in generale.

inglese per commercialistiMagari non è proprio il caso di interrompere bruscamente il cliente londinese insolitamente chiacchierone con un “let’s cut to the chase” (arriviamo al dunque). Oppure non serve essere così bravi da usare un’espressione come “red tape”, letteralmente tappeto rosso, per indicare lungaggini burocratiche frequenti in Italia. Però conoscere l’inglese ormai è necessario in qualsiasi settore, anche per i commercialisti.

Ci sono tante opportunità: App che promettono di ricordarti l’ora dell’esercizio, corsi online, video più disparati.

Anche se – gli esperti lo confermano - il modo più veloce per imparare la lingua della Regina Elisabetta passa sicuramente da lezioni private d’inglese; queste permettono di avere un tutor dedicato ed un confronto one-to-one, con orari concordati e possibilità di essere seguiti passo passo.

Nulla toglie comunque di provare ad impegnarsi anche da soli per poter capire e farsi capire.

Ecco 10 consigli (quasi) infallibili per migliorare il proprio Business English, oltre che il proprio inglese in generale.

 

1. Costanza grazie alle app

Il primo consiglio è generico ma molto utile: scaricare qualche app per l’esercizio quotidiano.

Certo non si raggiunge un livello da madrelingua, ma aiutano a focalizzare l’obiettivo e a puntare su una qualità determinante: la costanza.

Inutile dedicare 4 ore la domenica e poi non fare più nulla per due settimane; una app può aiutarvi a fare poco ma ogni giorno.

 

2. L’insegnante giusto

Quando avete deciso che è il momento di andare a lezione, scegliere l’insegnante giusto.

Siete dei professionisti con delle necessità ben precise; non vi basta cavarvela in un viaggio, ma neppure saper chiacchierare al ristorante.

Dovete parlare un inglese tecnico, che vi faccia muovere nel vostro settore.

Un insegnante bravissimo ma con scarse conoscenze nel campo finanziario e tributario – in qualsiasi lingua – potrebbe non essere ci che fa per voi.

 

3. Certificazioni di livello di inglese

Avere una certificazione o un diploma riconosciuto ufficialmente può essere molto importante, soprattutto se cercate lavoro presso altre aziende o volete inviare curriculum.

Però non è obbligatorio; se volete presentarvi come liberi professionisti, e cercate clienti di lingua inglese o all’estero, la vostra conoscenza e competenza non deve per forza essere certificata.

Basterà come vi fate conoscere e come vi ponete.

 

4. Rapporti con i colleghi stranieri

L’unione fa la forza vale anche in questo caso.

Voi avete bisogno di conoscere espressioni e parole inglesi per trattate fatture e tributi di clienti che parlano inglese; qualche vostro collega inglese dovrà trattate con qualche cliente italiano.

Provate a cercarlo online, magari contattando qualche studio in Inghilterra e offrendo una mutua collaborazione.

Oppure cercate qualche commercialista madrelingua inglese che si sta trasferendo in Italia; è un buon modo per avere aiuto.

 

5. Imparate parole e frasi più utilizzate

Non intendiamo le frasi di uso quotidiano, ma quelle della vostra professione.

Cominciate a fare un elenco di tutte le parole che più usate nel vostro lavoro, e cercate il – corretto! - corrispettivo inglese.

Ricordate che i clienti saranno più che comprensivi se sbagliate grammatica o tempi verbali, molto meno se non conoscete le parole più utili nel vostro settore. 

 

6. Film in lingua originale

Ci sono anche dei modi divertenti per imparare l’inglese per i commercialista, ovviamente sempre tenendo di vista il vostro lavoro.

Potreste quindi scegliere film o serie tv nelle quali si parla di finanza o economia.

Potreste incappare in modi di dire che non troverete sui libri, ma che vengono usate nella quotidianità.

 

7. Parlare a voce alta

Questo vale per chiunque voglia imparare a parlare.

E’ il passaggio che più fa paura, ma di qui bisogna passare. Esercitatevi con i vostri collaboratori, con i familiari, oppure da soli.

In quest’ultimo caso, potete sfruttare il registratore o i messaggi WhatsApp da inviare a un collega.

Se in futuro dovrete farlo con i clienti, tanto vale iniziare subito.

 

8. Leggere documenti

Visto che il vostro è un lavoro d’ufficio, sicuramente passate molto tempo a leggere documenti.

Cominciate a farlo in inglese, anche quelli tecnici.

Magari all’inizio sarà difficile, ma poi comincerà a essere più scorrevole.

 

9. Un vocabolario sottomano

Tenete sempre a portata di mano il caro e vecchio vocabolario.

Oggi poi ci sono le versioni online, come Wordreference e il Merriam-Webster, con tanto di pronuncia.

Lasciate perdere il traduttore di Google, basta fare una piccola verifica sui siti citati prima per accorgersi che certe traduzioni vi faranno fare la figura di Totò e Peppino nel film “Malafemmina”.

 

10. Video corsi in inglese

Il web è pieno di risorse gratuite per i commercialisti. In italiano, qui da noi; ma la stessa cosa capita all’estero.

Scegliete queste risorse e cominciate ad ascoltarle, per abituare l’orecchio alla pronuncia e scoprire frasi e parole tecniche che vi torneranno utili.

 

Redazione

Martedì 21 settembre 2021