Anche per Cliclavoro ora si accede con SPID

Dopo la dismissione delle credenziali INPS in favore dello SPID, in pensione anche le credenziali d’accesso al sito Cliclavoro, le quali verranno presto sostituite dall’accesso esclusivo con le credenziali del sistema pubblico di identità digitale.

La dismissione delle credenziali “normali”

cliclavoro spidIl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in data 1° settembre 2020 comunica, con la Circolare n. 2721/2020, che sarà presto dato avvio all’utilizzo delle credenziali SPID (sistema pubblico di identità digitale) anche per l’accesso al sito Cliclavoro, del Ministero del Lavoro.

Ciò comporterà lo “switch-off” delle credenziali precedenti, previste fino a tale momento per l’accesso al sito.

Con il nuovo sistema di identificazione, il cittadino ha infatti la possibilità di accedere non ad un solo sito, bensì a tutti i siti della Pubblica amministrazione, con uniche credenziali ma con strumenti di protezione avanzata della propria identità.

Per rimanere in linea con la necessità di innovazione e di allineamento con tutte le altre articolazioni della PA, dopo l’INPS anche il Ministero del Lavoro prevede così la dismissione delle “semplici” credenziali, in favore dell’accesso con SPID, il quale – è bene ricordarlo – a partire dal 28 febbraio 2021 diverrà l’unico strumento per accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione (esso infatti rispetta anche le disposizioni del Regolamento (UE) n. 910/2014.

(Per approfondire…“INPS: PIN in soffitta, SPID per tutti”)

 

SPID sempre più in primo piano

Rende noto il Ministero che tale evoluzione digitale avrebbe dovuto prendere il via già con i primi mesi del 2020, ma che il rallentamento dell’avvio dovuto all’emergenza sanitaria in corso; l’emergenza ha al contempo dimostrato come l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione debba essere quanto più telematico e snello possibile.

A riprova di ciò, anche il Decreto Semplificazioni (D.L. n. 76/2020) ha chiarito con l’art. 24 l’importanza dello SPID, strumento idoneo a garantire gli standard di sicurezza in quanto:

“attesta gli attributi qualificati dell’utente, ivi compresi i dati relativi al possesso di abilitazioni o autorizzazioni richieste dalla legge ovvero stati, qualità personali e fatti contenuti in albi, elenchi o registri pubblici o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche, secondo le modalità stabilite da AgID con Linee guida”.

 

Il passaggio a SPID per Cliclavoro

Il Ministero del Lavoro, fatte le opportune valutazioni, ha così previsto una data dalla quale è previsto il passaggio dalle credenziali Cliclavoro alle credenziali SPID.

A partire dal 15 novembre 2020 non sarà più possibile accedere ai servizi digitali del Ministero utilizzando strumenti di autenticazione diversi dallo SPID (quali user ID e password, oppure PIN Inps).

La data è stata fissata tenendo conto che anche gli intermediari abilitati sono ora tutti in possesso di SPID a seguito del passaggio a tale strumento di autenticazione da parte dell’INPS.

 

Assistenza all’uso

Qualora ci si trovasse in difficoltà, il Ministero specifica che lo “switch-off” delle credenziali Cliclavoro e il passaggio all’identificazione “SPID only”, sarà supportata dal servizio UrpOnLine, al quale ci si potrà rivolgere per quesiti, informazioni ma anche supporto all’accesso al sito.

 

A cura di Antonella Madia

Giovedì 10 settembre 2020

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it