Esonero contributivo NEET prorogato per il 2019

di Antonella Madia

Pubblicato il 16 gennaio 2019

Prorogato anche per il 2019 lo sgravio contributivo a favore delle aziende che assumono NEET, ossia soggetti giovani che non sono coinvolti in progetti lavorativi o di studio. Per godere dell’incentivo ci sono regole e iter particolari, ma i benefici per i datori di lavoro possono essere davvero vantaggiosi

Esonero contributivo NEET prorogato per il 2019Il Decreto n. 581/2018 dell’ANPAL proroga anche per il 2019 l'esonero contributivo a favore delle aziende che assumono NEET ossia soggetti giovani che non sono coinvolti in progetti lavorativi o di studio. Per godere dell’incentivo ci sono regole e iter particolari, ma i benefici per i datori di lavoro possono essere davvero vantaggiosi.

Incentivo Neet prorogato per il 2019

È stato recentemente pubblicato il Decreto ANPAL n. 581 del 28 dicembre 2018, con il quale l'Agenzia Nazionale per le politiche attive del lavoro ha prorogato la misura Incentivo Occupazione NEET” a valere sul programma operativo Nazionale “Iniziativa Occupazione Giovani”, il quale sarà ora utilizzabile anche per le assunzioni effettuate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019 con una dotazione finanziaria di 60 milioni; esso potrà essere fruito dai datori di lavoro entro il 28 febbraio 2021. Al fine di comprendere le caratteristiche del bonus, prorogato anche per l’anno appena iniziato, si riepilogano brevemente le regole per godere dell’Incentivo Occupazione Neet.

Chi può accedere

Si comincia col dire che le regole per accedere all’Incentivo Occupazione Neet sono contenute nei Decreti Direttoriali nn. 3/2018 e 83/2018 dell’ANPAL, ai quali è seguito un documento di prassi Inps – Ci