Domani scade la definizione dei ruoli esattoriali - Diario Quotidiano del 30 luglio 2018

Le notizie di oggi:

1) Sul contratto di finanziamento vale sempre l’imposta di registro in misura fissa
2) Precompilata Isee passa al 2019; scompariranno i registri Iva?
3) In scadenza la definizione dei ruoli esattoriali
4) Sono disponibili i nuovi corsi per la formazione dei revisori legali
5) Adeguati gli importi del diritto di copia e di certificato
6) Consulenza tributaria solo ai professionisti abilitati
7) Fisco: 2,9 milioni di precompilate inviate dai cittadini; due nuove circolari dall’Agenzia delle Dogane
8) Persistenza del diritto alla NASpI al termine della fruizione dell’indennità di mobilità ordinaria o dei trattamenti di disoccupazione speciale per l’edilizia
9) Maternità: telematizzazione delle domande di riposi giornalieri per allattamento e di assegno di maternità dello Stato
10) Riconoscimento della contribuzione figurativa, utile ai soli fini del diritto a pensione, in favore dei lavoratori socialmente

***

La rottamazione delle cartelle esattoriali (o ruoli esattoriali)In scadenza la definizione dei ruoli esattoriali

Scade domani (31 luglio 2018) il termine per il versamento della prima e unica rata della rottamazione delle cartelle esattoriali 2017. L’appuntamento riguarda coloro che entro il 15 maggio 2018 hanno presentato all’Agenzia delle Entrate-Riscossione l’istanza per aderire alla definizione agevolata dei ruoli come prevista dalla manovra di fine anno 2017 (D.L. n. 148/2017).

Queste di seguito le scadenze e le regole sulla rateazione per le tre diverse tipologie di adesione alla rottamazione 2017 introdotte dal D.L. 148/2017, che ha offerto ai contribuenti la possibilità di presentare la definizione agevolata (c.d. “rottamazione-bis”) relativamente a tre profili di cartelle/avvisi, differenziati a seconda della data in cui è stato affidato il carico all’Agente della riscossione.

Possibilità di definizione

La definizione agevolata prevedeva, sostanzialmente, le seguenti tre possibilità:

  • rottamazione ruoli 2000-2016: con la riapertura della definizione agevolata, così come era stata prevista dalla norma originaria (art. 6 D.L. n. 193/2016), per coloro i quali, avendo carichi pendenti con l’ente della riscossione relativamente agli anni dal 2000 al 2016, non avevano presentato l’istanza di adesione;
  • rottamazione ruoli 2000-2016 in presenza di vecchie rateazioni: era la seconda possibilità che trova conferma, anche se con qualche novità in merito ai versamenti. In pratica, si ridava la possibilità di definire i ruoli pendenti a coloro i quali avevano vecchie rateazioni in corso al 24 ottobre 2016 e non avevano provveduto a versare quanto dovuto entro il 31 dicembre 2016;
  • rottamazione ruoli 2017: era possibile definire i ruoli consegnati all’Agente della riscossione nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 30 settembre 2017.

Soggetti interessati

Si tratta dei contribuenti che non avevano definito i ruoli con la precedente rottamazione.

I contribuenti che non avevano presentato (entro il 21 aprile 2017) istanza di adesione alla vecchia rottamazione, potevano presentare entro il 15 maggio 2018 un’istanza per rottamare i ruoli consegnati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2016.

Contribuenti non ammessi alla precedente rottamazione

La seconda categoria di contribuenti interessati riguardava coloro i quali non erano stati ammessi alla vecchia rottamazione per non aver versato le vecchie rate (ex art. 19 D.P.R. n. 602/1973) pendenti al 24 ottobre 2016 entro il 31 dicembre dello stesso anno. Costoro, infatti, non avendo versato il pregresso venivano automaticamente esclusi dalla vecchia rottamazione.

Contribuenti con ruoli consegnati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017

La terza categoria di contribuenti potenzialmente interessati era rappresentata da coloro i quali risultavano destinatari di carichi “affidati” nel periodo gennaio-settembre 2017 anche se non ancora notificati. A questi soggetti l’Agenzia delle Entrate-Riscossione…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it