Quando il ritardato versamento è violazione sostanziale

di Davide Di Giacomo

Pubblicato il 24 marzo 2017

secondo la Cassazione il ritardato versamento del tributo (nel caso in questione l'accisa per il gas) costituisce una violazione sostanziale e non formale in quanto arreca pregiudizio all’erario

cronometroIl ritardato versamento del tributo (nel caso in esame accisa per il gas) costituisce una violazione sostanziale e non formale in quanto arreca pregiudizio all’erario.

Quanto sopra è contenuto nella sentenza n. 4960/2017 della Cassazione da cui emerge che il ritardato versamento, anche se di pochi giorni, determina una sanzione legittima.

Normativa di riferimento

Il sistema sanzionatorio generale è integrato dalle norme speciali d’imposta, che per quanto attiene l’accisa sul gas, sono contenute nell’art. 3, comma 4, del Testo Unico di cui al D. Lgs n. 504/1995 il quale stabilisce che il pagamento deve essere effettuato entro il giorno 27 dicembre, in applicazione dell’art. 28, comma 6, della legge n. 388/2000.

In particolare, il suddetto art. 3, comma 4, nel testo modificato. dalla L. n. 265/2002 e dal D.L. n. 193/2016 – art. 4 ter, dopo aver premesso, che i termini e le modalità di pagamento dell’accisa sono fissaticon decreto del Ministro dell