Anche il revisore sindaco in altro Comune può percepire il compenso

Pubblicato il 8 settembre 2016

il revisore di un ente locale che diventa sindaco (carica elettiva) in un altro Comune ha diritto a percepire il compenso per l’attività professionale svolta

pagamenti-commercialista-telematico-2Secondo la Sezione Regionale di Controllo del Veneto della Corte dei Conti (parere n. 333/2016 del 23 agosto 2016) anche il revisore dell’ente che diventa sindaco in un altro comune ha diritto a percepire il compenso per l’attività professionale svolta.

Si tratta di un principio che si presenta coerente con le indicazioni tanto del Ministero dell’Interno (parere n. 10313 del 5 novembre 2015) quanto della Sezione delle Autonomie della Corte dei Conti (pronuncia n. 11/2016).

Quest’ultima, peraltro, si era soffermata sulla diversa fattispecie del revisore che riveste anche la carica di consigliere in un comune collocato in un’altra provincia, percependo, qui