Equitalia, la riapertura dei termini per i contribuenti decaduti: presentazione dell’istanza, sospensione delle azioni esecutive

entro il prossimo 31 luglio i contribuenti decaduti da un piano di rateazione con Equitalia possono richiedere l’ammissione ad una nuova rateazione straordinaria: le regole da seguire per richiedere la rateazione straordinaria

 

Riapertura dei termini per accedere a un nuovo piano di rateazione dei debiti fiscali. Il decreto legge 192/2014, convertito con modificazioni dalla legge 27.02.2015, n. 11, ripropone la possibilità, per i contribuenti decaduti da un precedente piano di rateazione con l’Agente della riscossione di essere riammessi al beneficio della dilazione. In sostanza, coloro che sono decaduti dalla rateazione entro il 31 dicembre 2014, possono ritornare – in bonis – facendone richiesta entro il 31 luglio 2015 e bloccando, così, l`avvio di azioni esecutive. Il nuovo piano puo’ prevedere un massimo di 72 rate da versare mensilmente. Sul portale di EQUITALIA è stato pubblicato il fac-simile per la presentazione dell’istanza.

ITER PARLAMENTARE

Come noto, il D.L. n. 69/2013 “Decreto del fare”, convertito in legge 9.8.2013, n. 98, aveva stabilito che la decadenza dalla dilazione si verificava con il mancato pagamento di otto rate anche non consecutive, nell`ambito del piano di ammortamento prefissato.

Tale regola, secondo interpretazione della stampa specializzata e nel silenzio del legislatore, poteva essere applicata anche ai piani di rateazione in corso alla data del 22 giugno 2013, vale a dire a quei contribuenti che non avevano rispettato la precedente condizione –mancato pagamento di due rate consecutive – ma non erano incorsi nell’omesso versamento di otto rate complessive alla data di approvazione del D.L. n. 69/2013.

Su tale aspetto aveva fugato ogni dubbio l’Amministrazione finanziaria che si era pronunciata favorevolmente con la risoluzione ministeriale 19.03.2014, n. 32; la direttiva di prassi aveva esteso l`applicazione della nuova regola della decadenza dalle rateazioni nei riguardi dei piani di rientro non ancora decaduti alla data di entrata in vigore del D.L. n. 69/2013.

Tuttavia, successivamente si e’ posto il problema di verificare se la chance di beneficiare della nuova previsione potesse riguardare anche i contribuenti che non avevano potuto fruire della disciplina di maggior favore perchè gia’ decaduti da provvedimenti di rateazione alla data del 22 giugno 2013.
L`assenza di precisazioni sul punto da parte dell`Amministrazione finanziaria aveva creato ulteriore incertezza interpretativa tra gli operatori.

Con l`art. 11-bis, della legge 23.06.2014, n. 89, dettata in materia di disposizioni urgenti per la competitività, il legislatore ha rimesso in termini tutti i contribuenti decaduti al 22 giugno 2013 che quindi avrebbero potuto presentare richiesta di una nuova dilazione, sino ad un massimo di 72 rate, da presentare entro il 31 luglio 2014.

Come precisato dal Comunicato stampa apparso sul portale EQUITALIA in data 4 luglio 2014, il Legislatore aveva recepito la proposta avanzata dall`Agente della Riscossione nell`audizione del 20 marzo scorso in Parlamento, accolta con favore dal Presidente della Commissione Finanze del Senato che, fin da subito, si era impegnato a portare avanti il provvedimento nelle sedi opportune.

Durante l`audizione era stata, infatti, illustrata la possibilità di concedere una nuova chance ai contribuenti che avevano perso l`opportunità di pagare a rate prima del 22 giugno 2013, data di entrata in vigore del cosiddetto “decreto del fare” (dl 69/2013).

LE NOVITÀ DEL DECRETO <MILLEPROPROGHE>

Secondo quanto previsto dall’art. 10, co. 12-quinquies del Ddl di conversione del decreto Milleproroghe il legislatore ammette la possibilità di richiedere un nuovo piano, fino a un massimo di 72 rate, per i contribuenti decaduti entro il 31 dicembre 2014, da un precedente piano di rateazione (ivi comprese, dunque, le dilazioni straordinarie richieste ex D.L. n. 66/2014) con l’Agente della riscossione.

Presentazione dell’istanza

La domanda di <rateazione decaduta> dovrà essere presentata entro il prossimo 31 luglio (moduli disponibili nella sezione Modulistica – Rateazione del sito www.gruppoequitalia.it -…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it