Le ferie arretrate 2012

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 18 giugno 2014

entro il prossimo 30 giugno scade il termine ultimo per far fruire ai lavoratori le ferie arretrate del 2012: attenzione, sono previste pesanti sanzioni in caso di mancato adempimento di tale obbligo da parte del datore di lavoro

L’art. 10 del D.lgs. n. 66 del 2003 (successivamente integrato con le disposizioni di cui al D.lgs. n. 213 del 2004) riconosce ad ogni lavoratore subordinato il diritto ad un periodo annuale di ferie retribuite non inferiore a quattro settimane.

Più nello specifico, detto periodo di sospensione retribuito dal lavoro deve essere goduto, salvo diversa previsione della contrattazione collettiva, per almeno due settimane (anche consecutive in caso di richiesta del lavoratore) nel corso dell’anno di maturazione e, per le restanti due settimane, nei 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione salvo, anche in tale circostanza, i più ampi periodi di differimento stabiliti dalla contrazione collettiva: la contrattazione collettiva può ridurre, infatti, il limite minimo delle due settimane di ferie da fruire nell’anno di maturazione purché tale riduzione sia occasionata da eccezionali esigenze di servizio o, comunque, “da esigenze aziendali serie”.

Allo stesso modo, la contrattazione collettiva può prolungare il termine di 18 mesi entro cui godere delle ferie annuali, senza però che tale rinvio ecceda un limite tale per cui la funzione delle stesse (recupero del