Mancata vidimazione, tenuta e compilazione del registro degli infortuni: regime sanzionatorio in chiaro

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 2 maggio 2014

la riforma della sicurezza sul lavoro, operata dal Testo unico della sicurezza, ha previsto l'abrogazione delle disposizioni relative al registro infortuni, che però non è ancora operativa...

La riforma della sicurezza sul lavoro, operata dal Testo unico della sicurezza (D.Lgs. n. 81/2008), ha previsto l'abrogazione delle disposizioni relative al registro infortuni. Tuttavia, l’abrogazione disposta dal suddetto decreto non è ancora operativa, poiché entrerà in vigore soltanto a seguito dell’istituzione del Sinp (Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione di infortuni e malattie professionali), che disciplinerà le modalità di comunicazione degli infortuni, la cui operatività è subordinata all’emanazione di un decreto interministeriale (che doveva adottarsi entro 180 giorni dall'entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2008), ma che alla data odierna non è ancora stato emanato. Pertanto, solo decorsi sei mesi dall'entrata in vigore del Sinp, dovranno intendersi abrogati sia il registro infortuni che i connessi adempimenti: per intanto, però, sono ancora operativi gli obbli