La delega di sostituzione del difensore in udienza tributaria

Tra le novità, aventi riflesso nel processo tributario, della riforma della professione forense va annoverata la partecipazione all’udienza di un avvocato, diverso da quello nominato dalla parte, e appositamente da questi delegato. In pratica, oggi l’avvocato che incarica un sostituto a partecipare all’udienza di trattazione della lite, grazie alla predetta riforma, non deve più provvedere a rilasciare una delega scritta e questo grazie all’art. 14 della L. 31 dicembre 2012, n. 247.
“Art. 14.
(Mandato professionale. Sostituzioni e collaborazioni)
1. Salvo quanto stabilito per le difese d’ufficio ed il patrocinio dei meno abbienti, l’avvocato ha piena libertà di accettare o meno ogni incarico. Il mandato professionale si perfeziona con l’accettazione. L’avvocato ha inoltre sempre la facoltà di recedere …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it