Le cause di esonero dalla redazione del bilancio consolidato

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 26 marzo 2013

la redazione di un bilancio consolidato è un atto molto complesso, per favorire le realtà economiche meno strutturate sono previste dalla legge alcune cause di esonero dall'obbligo di consolidamento dei bilanci

Ai sensi dell’art. 25 del D. Lgs. n. 127/1991, sono tenute alla predisposizione del bilancio consolidato le società di capitali (s.p.a., s.a.p.a. e s.r.l.) che controllano un’altra impresa, ovvero gli enti pubblici esercenti, in via esclusiva o prevalente, un’attività commerciale (art. 2201 c.c.). Allo stesso modo, sono tenute alla predisposizione del bilancio consolidato, le società cooperative e mutue assicuratrici che esercitano il controllo in una delle predette società di capitali, nonché le società di persone, i cui partecipanti illimitatamente responsabili siano esclusivamente società di capitali.

L’obbligo di redigere il bilancio consolidato è comunque subordinato alla sussistenza del presupposto del controllo che si verifica allorquando un socio disponga, alternativamente:

  • della maggioranza dei voti esercitabili nell’assemblea ordinaria di un’altra impresa, oppure di un numero degli stessi sufficienti a porre in essere un’influenza dominante