Antiriciclaggio: alcuni casi problematici tra adeguata verifica e segnalazione di operazioni sospette con particolare riferimento a tre particolari situazioni: redazione delle dichiarazioni fiscali, adempimenti in materia di amministrazione del personale e contenzioso tributario

Anche ad anni di distanza la disciplina dell’antiriciclaggio per i professionisti continua a presentare aspetti poco chiari nel senso che sussistono ancora questioni che risultano essere state alquanto sottovalutate o estremamente semplificate quando, invece, continuano a rappresentare dubbi e precisi obblighi in capo al professionista.
Col presente intervento si ritiene opportuno fare il punto sui rapporti tra adeguata verifica e segnalazione di operazioni sospette relativamente a tre particolari operazioni (redazione delle dichiarazioni fiscali, adempimenti in materia di amministrazione del personale e contenzioso tributario…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it