Chi può utilizzare il modello 730/2012?

Con l’approvazione definitiva del modello 730/2012 avvenuta con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate il 16 gennaio scorso è possibile valutare anche per quest’anno quale siano i soggetti che possono utilizzare tale modello che consente per chi ha un credito, un rimborso immediato, da chi invece è obbligato ad utilizzare il più complesso modello Unico 2012.
Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati; come già anticipato utilizzare il modello 730 presenta alcuni vantaggi:

è certamente semplice da compilare e non richiede l’esecuzione di calcoli;

il contribuente non deve trasmetterlo personalmente all’Agenzia delle Entrate perché a questo adempimento ci pensano, a seconda dei casi, il datore di lavoro o l’ente pensionistico o l’intermediario abilitato (Caf e iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro);

il rimborso dell’imposta arriva direttamente in busta paga (luglio) o con la rata della pensione (agosto o settembre);

se dall’elaborazione del 730 emerge un saldo a debito, invece, le somme vengono trattenute direttamente in busta paga (luglio) o dalla pensione (agosto o settembre).

Se lo stipendio o la pensione sono insufficienti per il pagamento di quanto dovuto, la parte residua, maggiorata degli interessi mensili (0,40%), viene trattenuta dalle competenze dei mesi successivi. Il contribuente può anche chiedere di rateizzare in più mesi le trattenute, indicandolo nella dichiarazione; per la rateizzazione sono dovuti gli interessi nella misura dello 0,33% mensile.
 
Quanto c’è obbligo di presentare la dichiarazione
Il contribuente deve anzitutto controllare se è obbligato a presentare la dichiarazione o se è esonerato. È tenuto a presentarla se ha conseguito redditi nell’anno 2011 e non rientra nelle ipotesi di esonero. Il modello 730 2012 può essere utilizzato per dichiarare le seguenti tipologie di redditi:

redditi di lavoro dipendente;

redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (i.e. i redditi percepiti dai co.co.co e dai lavoratori a progetto);

redditi dei terreni e dei fabbricati;

redditi di capitale;

redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (i.e. i redditi derivanti dallo sfruttamento economico di opere dell’ingegno);

alcuni dei redditi diversi (i.e. i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);

alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (i.e. i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari).

 
La dichiarazione deve comunque essere presentata se le addizionali all’IRPEF non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta. Inoltre, la dichiarazione deve essere presentata se non è stato trattenuto il contributo di solidarietà (art. 2 c. 2 D.L. n. 138/2011).
Il Modello 730 può essere presentato, anche in caso di esonero, per dichiarare eventuali spese sostenute o fruire di detrazioni, o per chiedere rimborsi relativi a crediti o eccedenze di versamento che derivano dalle dichiarazioni degli anni precedenti o da acconti versati per il 2011.
 
Chi può utilizzare il modello 730/2012
Possono utilizzare il Modello 730 i contribuenti che nel 2012 sono:

pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);

persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (i.e. integrazioni salariali, indennità di mobilità);

soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it