Aspetti fiscali della previdenza complementare

PREMESSA

In seguito al passaggio da un sistema pensionistico esclusivamente pubblico ad uno multi pilastro pubblico- privato derivante dalla c.d. Riforma Amato (D.L. 503/1992), la previdenza complementare, disciplinata per la prima volta in modo organico dal D.L. 124/1993, ha assunto anche nel nostro Paese una grande rilevanza.

Al fine di incentivare l’adesione volontaria il legislatore è intervenuto con il D.L. 47/2000 e successivamente con il D.L. 252/2005 (anticipandone l’entrata in vigore al 1°gennaio 2007 con la L. 256/2006) che hanno introdotto un regime fiscale agevolato riguardo a contributi, rendimenti e prestazioni delle forme pensionistiche complementari.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it