immobili & fisco


Ricerca in corso...

Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
Il caso costituito dalla rettifica della rendita catastale relativa ad un immobile e dalle relative conseguenze in materia tributaria, ovvero se si concretizzi un caso di debenza di sanzioni ed interessi in relazione ai quali sarebbero da verificare anche le modalità di calcolo, si presenta con una certa frequenza oggetto di diverse pronunce sia in sede giurisprudenziale che di dibattito in dottrina. Ci si prospetti, ad esempio, il caso di un contribuente che abbia proceduto ad accatastare un immobile la cui rendita sia stata rettificata dal Catasto entro l’anno dalla proposta. Essendo la rendita rettificata più elevata rispetto a quella proposta, il contribuente potrebbe voler sanare la propria posizione debitoria tramite ravvedimento operoso. Il problema che però si viene a porre è se, nel “quantum” dovuto, debbano essere conteggiati, oltre alla differenza di imposta, anche sanzioni e interessi. Partiamo quindi dall’esame del dettato normativo...

Fisco & risparmio energetico News Fiscali - Commercialista Telematico
L’Agenzia delle Entrate si esprime in merito alle possibili agevolazioni relative a nuovi interventi, posti in essere con scopi antisismici, eseguiti su immobili che già erano stati oggetto di lavori di ripristino e riparazione

Fisco & risparmio energetico
Per poter fruire delle detrazioni fiscali previste dal cosiddetto “Sismabonus” è necessario che, su iniziativa del contribuente, le procedure autorizzatorie dell'intervento agevolato siano state avviate a partire dal 1° gennaio 2017. Tuttavia, nei casi più incerti di procedimenti presentati a fine 2016 ed integrati nel 2017, è possibile richiedere all'ufficio tecnico comunale l'attestazione in merito all'effettiva data di inizio della procedura. Inoltre, nell’ipotesi di interventi di ristrutturazione posti in essere in chiave antisismica, che comportino anche una variazione del numero delle unità immobiliari di cui è composto l'edificio, il limite massimo delle spese detraibili, che è pari a 96.000 euro, deve riferirsi alla situazione antecedente ai lavori per i quali il contribuente chiede l’agevolazione. Questi, in estrema sintesi, i principali chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate...

Gli accordi di separazione fra coniugi, anche quando l'immobile viene trasferito, non impediscono il godimento dei benefici prima casa. Sono queste le conclusioni raggiunte dalla Corte di Cassazione con recente ordinanza

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione)
La Legge di Bilancio ha riaperto i termini per beneficiare dell’estromissione agevolata degli immobili strumentali da parte degli imprenditori individuali. L’eventuale plusvalenza sarà soggetta all’applicazione dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e dell’IRAP (e addizionali) nella misura dell’8%. Uno dei punti più delicati dell’intera disciplina riguarda le modalità di determinazione della plusvalenza. I contribuenti potranno adottare criteri alternativi da verificare con attenzione anche in un’ottica prospettica, pianificando, quindi, eventuali successive cessioni degli immobili in precedenza estromessi

IRES
A partire dal 2019 anche gli interessi passivi relativi a finanziamenti contratti per la costruzione o ristrutturazione degli ''immobili merce'' delle imprese edili potranno essere dedotti dal risultato imponibile dell’esercizio esclusivamente entro i limiti del 30% del ROL (Risultato Operativo Lordo) di periodo. Resta invece ferma la piena deducibilità degli interessi passivi connessi all’accensione di mutui ipotecari, stipulati da società di gestione immobiliare su immobili destinati alla locazione

Fisco & risparmio energetico News Fiscali - Commercialista Telematico
I contribuenti che hanno posto in essere interventi di recupero edilizio e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare sono tenuti, entro i 90 giorni dalla conclusione dell’intervento, ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dai lavori realizzati dal contribuente derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Attenzione alla scadenza di giovedì 21 febbraio entro la quale vanno comunicati all'ENEA gli interventi chiusi entro la data del 21 novembre 2018!

La legge di Bilancio 2019 ha esteso l’applicazione della cedolare secca ai contratti di locazione dei negozi e delle botteghe aventi categoria catastale C/1. In tale ipotesi, ove le parti lo riterranno conveniente, si potrà scegliere, in luogo dell’applicazione dell’IRPEF, il prelievo sostitutivo del 21 per cento. Il legislatore ha però limitato temporalmente la nuova opportunità. L’applicazione della cedolare secca è circoscritta ai contratti stipulati nell’anno 2019. Conseguentemente il beneficio fiscale non interessa né i contratti di locazione in corso al 31 dicembre del 2018, né i futuri contratti di locazione che saranno stipulati con decorrenza dal 1° gennaio 2020. Inoltre la cedolare secca si applicherà solo ai negozi di minori dimensioni, cioè la cui superficie non supera i 600 metri quadrati, escluse le pertinenze e le relative pertinenze locate congiuntamente

Fisco & risparmio energetico
In questo approfondimento, dopo un esame complessivo dell’insieme dei provvedimenti attualmente in vigore, vedremo di verificare quali siano le possibilità di risparmio fiscale per interventi contemporaneamente finalizzati alla ristrutturazione edilizia di un immobile, all’incremento del suo rendimento energetico ed al miglioramento delle sue caratteristiche di resistenza ad eventi di natura sismica

IVA IRPEF
L’elevazione del limite dei ricavi e compensi per l’applicabilità del regime forfetario dovrebbe avere interessato anche una moltitudine di imprenditori individuali che risultano utilizzare immobili strumentali di proprietà. Considerando, quindi, la riapertura del termine per effettuare l’opzione per l’estromissione degli immobili strumentali, con pagamento dell’imposta sostitutiva dell’8% sull’eventuale plusvalenza, ci si pone la questione se, per i contribuenti forfetari, una simile estromissione sia ugualmente concretizzabile a costo fiscale zero, considerato quanto prevedono le norme in materia di determinazione forfetaria dl reddito

IVA IRPEF
La legge di Bilancio 2019 estende nuovamente la procedura di estromissione agevolata, ovvero di esclusione dei beni immobili strumentali dal patrimonio dell'impresa, ai beni posseduti dagli imprenditori individuali al 31 ottobre 2018

IVA Novità legislative IRES
Abbiamo dedicato il numero di Fiscus del mese di Gennaio 2019 alla Legge di Bilancio ed alla fattura elettronica
Indice degli approfondimenti
Il debutto della “Mini Ires” con qualche complicazione di Enrico Larocca
Gli interventi della Legge di bilancio per l’anno 2019 nel settore edile ed immobiliare di Massimo Pipino
Gli interventi della Legge di bilancio per l’anno 2019 nel settore giochi di Giovambattista Palumbo
Gli interventi della Legge di bilancio per l’anno 2019 nel settore dei tabacchi lavorati di Giovambattista Palumbo
Gli interventi della Legge di bilancio per l’anno 2019 in materia di lavoro di Antonella Madia
Legge di Bilancio 2019: nuove regole per il calcolo del credito d'imposta “Formazione 4.0” di Monica Greco
Forfetari con dipendenti: il dilemma delle ritenute fiscali di Danilo Sciuto e Massimiliano De Bonis
Fattura elettronica: le regole tecniche di Claudio Sabbatini
La detrazione IVA e la deduzione delle spese relative ai carburanti di Roberto Pasquini, Massimiliano De Bonis e Danilo Sciuto
VOCI DAL FORUM: Accesso al nuovo regime forfetario possibile anche se ho già emesso scontrini?

Immobili & Imposte indirette
Ai fini delle imposte dirette l'Agenzia delle Entrate può equiparare la cessione di fabbricati da demolire alla cessione di terreno edificabile? Ai fini delle imposte indirette il trattamento è quello specifico per il bene trasferito, immobile, mentre ai fini delle imposte dirette va confermata l’impostazione “cessione di area”? Secondo il giudice di legittimità e la giurisprudenza di merito il legislatore tende ad assoggettare ad imposizione la plusvalenza che trovi origine non da un'attività produttiva del proprietario o possessore ma dall'avvenuta destinazione edificatoria del terreno in sede di pianificazione urbanistica. Gli Uffici, viceversa, sostengono la riqualificazione per gli immobili da demolire

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione)
L'Agenzia delle Entrate ha recentemente affrontato il tema della scissione con assegnazione di contratti di leasing immobiliare. Ha avuto modo di chiarire che tale assegnazione risulta essere fiscalmente neutra. Si tratta di una indicazione assolutamente condivisibile, anche se in passato non sono mancati profili di incertezza sul punto. Ad ogni buon conto l’assegnazione di contratti di leasing a seguito di scissione può dar luogo a dubbi non tanto sotto il profilo del trattamento fiscale, quanto piuttosto in relazione a questioni di carattere civilistico – contabile

Tasse e imposte locali (IMU, TASI, TARI)
Quando l’Amministrazione finanziaria procede ad un nuovo classamento per microzone dell’immobile deve specificare se il mutamento è dovuto ad una revisione dei parametri e indicare l’atto con cui si è provveduto alla revisione di tali parametri. L’atto di revisione, possibile nelle microzone in cui il rapporto tra il valore medio di mercato e quello catastale si discosta da quello relativo all’insieme delle microzone comunali, deve essere adeguatamente motivato nel rispetto del dettato normativo

Immobili & Imposte indirette Diritto Commerciale
I risvolti fiscali di un’operazione che è indubbiamente piuttosto diffusa nel settore immobiliare: la cosiddetta “permuta di un bene esistente” (tipicamente si tratta di un’area edificabile) con un bene futuro”, di norma una o più delle unità immobiliari facenti parte dell’edificio che verrà realizzato da parte dell’impresa edile cessionaria dell’area data in permuta

Immobili & Imposte indirette
Rapporto dei Dati Statistici Notarili: i dati del I° semestre 2018 evidenziano che le compravendite aumentano del 10%, anche se i prezzi scendono...

Novità legislative
Pubblicato l'elenco (non esaustivo) delle principali opere di edilizia libera, realizzabili senza Cila o Scia. E' diventato operativo il glossario unico per l'edilizia recante l'elenco delle opere per le quali non sarà necessario il titolo edilizio, ovvero il placet dell'ufficio tecnico del comune, nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore relative all’attività edilizia: norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, quelle relative all’efficienza energetica, alla tutela dal rischio idrogeologico, le disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio

IVA
La Corte di Cassazione chiude la querelle relativa alla detraibilità dell'IVA relativa alle spese di ristrutturazione su immobili di terzi, riconoscendone la detraibilità a condizione che sussista un nesso di strumentalità con l'attività d'impresa o professionale, anche se solo potenziale o prospettica, così adeguandosi alla giurisprudenza della Corte di Giustizia europea

IRPEF
La legge di bilancio 2018 ha previsto che, per poter fruire della detrazione IRPEF del 50% prevista per gli interventi di recupero edilizio a seguito dei quali si consegue un risparmio energetico e/o si utilizzano fonti rinnovabili di energia, è necessario inviare un’apposita comunicazione all’ENEA. Nelle scorse settimane l’Enea ha reso disponibile online un sito dedicato alla suddetta comunicazione. La comunicazione deve essere trasmessa entro 90 giorni dalla ultimazione dei lavori. In via transitoria per i lavori effettuati fino al 21/11/2018 il termine di 90 gg decorre da quest’ultima data

Tasse e imposte locali (IMU, TASI, TARI)
La seconda ed ultima rata, a saldo, dell’IMU sulle unità immobiliari residenziali è in scadenza lunedì 17 dicembre 2018 (la scadenza naturale del 16 slitta di un giorno a causa della festività domenicale), dopo che il primo appuntamento con la rata di acconto, come di consueto, è stato a giugno. Tuttavia la scadenza del saldo di dicembre 2018 (che ricordiamo essere anche quella prevista per il versamento del saldo di TASI) non coinvolgerà tutti i contribuenti perché, come ormai ben noto, IMU e TASI non sono dovute per la residenza principale

Tasse e imposte locali (IMU, TASI, TARI)
E’ in scadenza il termine per il versamento della seconda rata a saldo dell’IMU – imposta municipale - dovuta per il 2018; l’acconto era da versare entro la scadenza del 18 giugno scorso. Facciamo chiarezza su quest'altra importante scadenza

IVA
L’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello riguardo l’applicabilità dell’aliquota IVA al 10% ai contratti di appalto stipulati per la costruzione di immobili aventi i requisiti di fabbricati “Tupini”. L’istante è un imprenditore agricolo in possesso di una concessione edilizia per la costruzione di tre appartamenti di cui due da destinare all’attività agrituristica e uno da destinare come “prima casa” del proprietario. L’Agenzia delle Entrate ha specificato che, nel caso di acquisto o costruzione di fabbricati, immobili, case o anche porzioni di abitazioni che rispettano la Legge Tupini, si applica l’aliquota del 10% qualora l’acquirente sia una persona fisica che utilizzerà direttamente il bene

Immobili & Imposte indirette IRPEF
Un problema che si pone con una certa frequenza, nel caso in cui si intenda procedere a lavori di recupero su immobili di civile abitazione, intendendo usufruire delle detrazioni di cui all’articolo 16-bis TUIR, consiste nella possibilità o meno di estendere il trattamento agevolativo alle pertinenze dell’unità immobiliare principale. Per dare un’adeguata risposta al quesito occorre prima riassumere brevemente le norme in materia di agevolazione fiscale degli interventi in parola ovvero, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, recupero e restauro conservativo così come vengono definiti Testo Unico Edilizia

IRPEF IRES
Una società in accomandita semplice possiede un immobile ad uso civile abitazione, locato. In caso di vendita, come dobbiamo comportarci fiscalmente in relazione a plusvalenze o minusvalenze? Inoltre, sono deducibili fiscalmente le quote di ammortamento sugli immobili destinati a civile abitazione?
In questo articolo segnaliamo le regole fiscali per le società che devono vendere un immobile di proprietà, con un'analisi delle diverse casistiche possibili

Contenzioso e processo tributario
Eventuali differenze fra il prezzo dell'immobile acquistato ed il valore del mutuo concesso all'acquirente possono essere utilizzate dal Fisco in sede di accertamento? Analizziamo una sentenza di Cassazione

Contenzioso e processo tributario Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
L'indirizzo della Cassazione sulla motivazione degli atti di classamento ed attribuzione di rendita catastale conseguenti a procedura Docfa è andato consolidandosi nel senso che, l'obbligo di motivazione dell'avviso di classamento è soddisfatto con la mera indicazione dei dati oggettivi e della classe attribuita, solo se gli elementi di fatto indicati dal contribuente non siano stati disattesi dall'Ufficio e l'eventuale discrasia tra rendita proposta e rendita attribuita derivi da una valutazione tecnica sul valore economico dei beni classati

Professione Consulente Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale IVA IRPEF
In caso di acquisto dell’immobile da adibire a studio professionale da parte del libero professionista quali sono le possibilità di detrazione fiscale? Conviene l’acquisto diretto o quello tramite leasing? Nell'articolo - 12 pagine - trattiamo i riflessi a fini IRPEF, IVA ed imposta di registro delle diverse casistiche che possono riguardare l'acquisto dello studio professionale

Contenzioso e processo tributario Redditometro IRPEF
Lo strumento dell’accertamento sintetico autorizza l’amministrazione finanziaria a rettificare i redditi dei contribuenti sulla base delle spese di carattere personale e familiare compiute dagli stessi, anche quando sono riferibili ad investimenti di rilevante ammontare. In tCASO di un acquisto immobiliare, la somma pagata dal contribuente viene assunta come “sintomatica” del possesso di redditi; tuttavia il contribuente può opporsi alle presunzioni fornendo all’ufficio una puntuale dimostrazione che il prezzo differisce da quello manifestato nell’atto, o che la provvista finanziaria necessaria all’acquisto non deriva da redditi non dichiarati nel periodo di imposta in osservazione

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) Sentenze tributarie Cessione d'azienda
Segnaliamo una sentza della C.T.R. della Puglia che analizza un caso di dubbio: una cessione d'azienda può nascondere una cessione di singoli immobili?

1 2 3
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it