Legge di Bilancio 2023: stralcio dei debiti fino a mille euro – Diario quotidiano del 9 gennaio 2023

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 9 gennaio 2023

Nel DQ del 9 Gennaio 2023:
1) F24: Bonus per le imprese editrici: istituito il codice tributo
2) Immobile ereditato e in parte locato: in standby le rate residue non godute
3) Telematizzazione delle domande presentate dal lavoratore: rilascio del certificato portatile A1
4) Formazione calcistica under 12: attività senza Iva a certe condizioni
5) Welfare aziendale: nuove misure per l’esposizione in Uniemens
6) Somme premio di Stati esteri, non hanno rilevanza reddituale
7) Tempi più rapidi per i rimborsi fiscali
8) Cessione del quinto delle pensioni: aggiornamento tassi per il primo trimestre 2023
9) Contribuzione di finanziamento dei trattamenti di integrazione salariale nel settore agricolo afferente ai lavoratori assunti con contratto di apprendistato
10) Modifica del saggio degli interessi legali: variazione al 5% in ragione d’anno del saggio di interesse legale dal 1° gennaio 2023. Riflessi sul calcolo delle somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali
11) Le novità della Legge di Bilancio 2023: "Stralcio" dei debiti fino a mille euro
12) Definizione agevolata

La “Legge di Bilancio 2023” (Legge n. 197/2022), recante “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025”, ha stabilito importanti novità in materia di riscossione. La disposizione normativa prevede lo “Stralcio” dei debiti di importo residuo fino a mille euro, affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015, e la “Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022”.

 

Stralcio dei debiti fino a mille euro

stralcio debiti mille euroL’articolo 1, commi 222-23