Accordo e un piano di risanamento: variazione IVA in aumento solo se onorato – Diario Quotidiano del 13 Gennaio 2023

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 13 gennaio 2023

Nel DQ del 13 Gennaio 2023:
1) Iva: accordo in un piano di risanamento, variazione in aumento solo se onorato
2) Bonus imprese “energivore”: limiti ben precisi all’utilizzo
3) Ecobonus per mobilità sostenibile: riaperte le prenotazioni
4) Iva al 4% per i germogli di verdure radicati e ceduti su zolle edibili
5) Operazioni straordinarie transfrontaliere, estendere la relazione giurata ai commercialisti
6) Intermediazione nella realizzazione e cessione di protesi dentarie: regime IVA e aliquota applicabile
7) Decreto “payback” dispositivi medici: tutto rinviato al 30 aprile 2023
8) Decreto sulla trasparenza del prezzo dei carburanti
9) Cinema, tax credit opere straniere: al via le richieste
10) Agenzia riscossione: online le istruzioni per gli enti creditori su stralcio debiti fino a 1000 euro
11) Trattamento Iva applicabile al servizio di trasporto e di consegna dei pasti a domicilio
12) Contratto estimatorio: momento impositivo e documentazione delle operazioni
13) Decreto Aiuti quater: approvato in via definitiva
14) Bozze dei registri IVA, liquidazioni periodiche dell’IVA: esteso il periodo sperimentale e la platea di riferimento

Iva: accordo in un piano di risanamento. Variazione in aumento solo se onorato

Soltanto l’eventuale pagamento del corrispettivo che ha costituito oggetto della precedente nota di variazione IVA in diminuzione fa sorgere l’obbligo di emettere quella in aumento.

Nell’ambito di un piano di risanamento delle imprese, il legislatore, anche per un principio di economicità, non obbliga i cedenti prestatori che abbiano emesso una nota di variazione in diminuzione ad effettuarne una in aumento per l