Termine quinquennale di prescrizione crediti da lavoro

di Antonella Madia

Pubblicato il 24 ottobre 2022

La Cassazione ha variato il proprio orientamento relativamente al termine di prescrizione quinquennale dei crediti da lavoro.
Infatti, tenendo conto dei cambiamenti sociali ma soprattutto nomativi intervenuti nel tempo, non è più possibile che il dies a quo decorra dal momento in cui il diritto è sorto, in quanto l’affievolimento della tutela reintegratoria rende concreto il timore del lavoratore di ricevere ritorsioni per aver fatto valere il proprio diritto.

Termine quinquennale di prescrizione crediti da lavoro: le regole precedenti

termine quinquennale prescrizione crediti lavoroPer individuare il dies a quo della decorrenza del termine di prescrizione, in caso di crediti da lavoro, si è tenuto conto per moltissimo tempo di quanto stabilito dalla Cassazione.

In particolar modo, si riteneva che – avendo la diffida accertativa ad oggetto crediti certi, liquidi ed esigibili – il personale ispettivo avrebbe dovuto considerare solo i crediti da lavoro il cui termine quinquennale di prescrizione decorreva dal giorno utile per far valere il diritto di credito, anche se in costanza di rapporto