Comunicazioni di anomalie nei dati degli ISA, triennio 2018-2019-2020 – Diario Quotidiano del 27 Giugno 2022

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 27 giugno 2022

Nel DQ del 27 Giugno 2022:
1) Incentivi per le auto green: ridenominati i codici tributo per compensare con l’F24
2) Arriva il decreto sui carburanti, sconto di 30 cent fino al 2 agosto 2022
3) Modelli redditi /Irap delle società di capitali e versamenti: circolare di Assonime
4) Approvate le tipologie di comunicazioni di anomalie nei dati degli ISA, relative al triennio 2018-2019-2020
5) Agevolazioni fiscali per tutti gli enti iscritti al Registro terzo settore
6) Maggior valore attività immateriali: istituito il codice per l’imposta sostitutiva
7) Nell’app “IO” gli utenti riceveranno l’avviso di scadenza per pagare i contributi in modo semplificato
8) Atti d’obbligo edilizio: Studio del Consiglio nazionale del notariato
9) Digital tax: entro il 30 giugno 2022 la comunicazione dei dati
10) Draghi: “Agire subito sull’energia, l’inflazione si diffonde”

Approvate le tipologie di comunicazioni di anomalie nei dati degli ISA, relative al triennio 2018-2019-2020

E’ stata approvata la specifica tecnica con cui sono individuate, per il triennio 2018-2019-2020, le tipologie di anomalie nei dati degli ISA.

I contribuenti, in relazione alle comunicazioni di anomalie, possono fornire chiarimenti e precisazioni utilizzando esclusivamente lo specifico software gratuito reso disponibile dall’Agenzia delle entrate, sul sito istituzionale.

ISA: Individuate ulteriori tipologie di “irregolarità” nei dati degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il triennio 2018-2019-2020 che saranno pubblicate nel cassetto fiscale dei contribuenti interessati

Il provvedimento direttoriale Prot. n. 2022/237932 del 23 giugno 2022 si colloca nel solco di quanto previsto dall’articolo 1, commi da 634 a 636, della legge n. 190/2014, che ha avviato un percorso di cambiamento dei rapporti tra il Fisco e i contribuenti, in cui è previsto che l’Agenzia delle entrate metta a disposizione del contribuente, ovvero del suo intermediario, anche mediante l’utilizzo delle reti telematiche e delle nuov