L’incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati fiscali vale per tutti – Diario Quotidiano del 26 Aprile 2022

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 26 aprile 2022

Nel DQ del 26 Aprile 2022:
1) Precompilate ISA 2022: approvate le specifiche tecniche ad uso intermediari
2) Trasmigrazione dei dati delle ODV e delle APS nel RUNTS: chiarimenti sulla verifica dei requisiti per l’iscrizione
3) Modello Redditi PF 2022: aggiornati modelli ed istruzioni
4) Nuove norme sull’uso di strumenti e processi digitali nel diritto societario
5) Dichiarazioni Redditi dell’anno 2022, 730, 770, Irap: restyling di modelli e istruzioni
6) Nel 2021 cresciuto l’imponibile IVA tramite la fatturazione elettronica
7) Dichiarazioni annuali per l’accisa sull’energia elettrica e sul gas naturale: termine telematico differito al 2 maggio 2022
8) Regime speciale Iva editoria: resa al 95% per tutto il 2021
9) Istituito il codice tributo per l’utilizzo con F24 del credito d’imposta a favore delle imprese editrici di quotidiani e di periodici
NOTIZIA IN EVIDENZA - 10) L’incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati fiscali vale per tutti
11) Interpelli di fisco del giorno

L’incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati fiscali vale per tutti

diario privacyIl Garante della privacy non ha delimitato il trattamento dei dati ai contribuenti già sottoposti a controllo fiscale. Ecco che, quindi, l’analisi del rischio fiscale con database (cioè con incrocio delle banche dati fiscali) si applica per tutti i contribuenti.

Lo ha precisato il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con la risposta n. 5-07904 del 20 aprile 2022 ad una interrogazione parlamentare.

 

Banche dati fiscali e privacy