Contratti a termine assistiti presso l’Ispettorato: necessaria la causale

di Antonella Madia

Pubblicato il 7 ottobre 2019



Si ritorna nuovamente a parlare dei contratti a termine dopo il Decreto Dignità: in particolare, l'argomento ritorna nuovamente all'attenzione dell’INL con riferimento alle causali, introdotte da parte del Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018, convertito con L. n. 96/2018), e all’eventualità di stipulare – in deroga ai 24 mesi massimi di contratto – un contratto assistito presso la Direzione territorialmente competente dell’INL.

 

Chiarimenti dell’Ispettorato sui contratti assistiti

 

La Nota n. 8120 del 17 settembre 2019 dell'Ispettorato nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti con riferimento alla possibilità, da parte del datore di lavoro, di stipulare un nuovo contratto a tempo determinato presso gli uffici territoriali dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, ex art. 19, comma 3, D.Lgs. n. 81/2015.

 

Le modifiche del Decreto Dignità sulla causale per i contratti a termine

 

Il Decreto Dignità ha apportato numerosi cambiamenti con riferimento al lavoro subordinato a tempo determinato, con la con