Struttura sanitaria privata e obbligo di riscossione accentrata

La Finanziaria 2007 – Art. 1 commi 38-42 L. 296/2006 – ha introdotto la riscossione accentrata per le Strutture Sanitarie Private per consentire il monitoraggio delle prestazioni rese dai professionisti (medici e paramedici) per contrastare il fenomeno dell’evasione.
Si riferisce a tutti i medici generici, specialisti, odontoiatri, e personale paramedico che svolgono la propria attività di lavoro autonomo all’interno di Strutture Sanitarie Private.
Prima di introdurci nel discorso bisogna capire e dettagliare il concetto di struttura sanitaria privata.
Per struttura sanitaria privata (Circolare del 15/03/2007 N. 13 Agenzia delle Entrate) si intendono le società, gli istituti, le associazioni, i centri medici e diagnostici e ogni altro ente o soggetto privato, in qualsiasi forma organizzati, che operano nel settore dei servizi sanitari e veterinari.
Quindi nel novero rientrano:
– l’immobile attrezzato e organizzato al fine di svolgere l’attività medica e paramedica;
– strutture che ospitano o mettono a disposizione dei professionisti o affittano loro i locali della struttura per l’esercizio di attività medica di lavoro autonomo;
Dunque non è rilevante la forma della loro organizzazione, possono assumere la veste di società, associazioni, centri medici diagnostici e ogni altro ente o soggetto privato che operano nel settore dei servizi sanitari e veterinari.
Ad esempio:
1. Medico che affitta ad altri colleghi una stanza del proprio immobile
2. Dentisti che fittano parte del proprio studio ad altri dentisti
3. Centri medici e dentistici
4. Poliambulatori
5. Cliniche private

Ambito di applicazione della norma

La riscossione accentrata ha per oggetto i compensi spettanti agli esercenti “attività di lavoro autonomo medica e paramedica” ossia agli esercenti arti e professioni, la cui attività dia luogo a reddito di lavoro autonomo ai sensi dall’art. 53 del testo del TUIR. La norma fa riferimento a compensi riscossi in …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it