Servizi mai richiesti e richiesta di storno dell'indebito

a volte capita che venga addebitato un servizio mai richiesto, per errore o volutamente: come ci si comporta in questi casi? Quali sono i passi da seguire per disdire il servizio non richiesto e farsi riaccreditare le somme? L’articolo contiene anche un facsimile di richiesta di storno e richiesta di nota di credito

Secondo quanto previsto dalle regole dall’art. 1470 c.c., la vendita è il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa, espressamente richiesta, (o il trasferimento di un altro diritto) verso il corrispettivo di un prezzo.

Può accadere, nella prassi quotidiana, di ricevere, per errore, da un presunto fornitore fattura per servizi o abbonamenti – ad esempio da compagnie telefoniche – mai richiesti.
Sia il supposto acquirente, che ipotizziamo essere una persona fisica, ricevente la fattura che, evidentemente il fornitore, debbono porre rimedio a tale evento. Per rispettare le norme fiscali dettate in materia di inesattezze della fatturazione, colui che riceve una fattura emessa per importi non dovuti dovrà adoperarsi per la restituzione del documento fiscale al fornitore, evidenziando che l’elemento sostanziale, vale a dire, la richiesta del servizio/abbonamento non si è mai realizzato. Al fine di procedere alla regolarizzazione della propria posizione fiscale il fornitore, a sua volta, dovrà emettere una nota di accredito a storno del servizio indebitamente fatturato.

LA NORMATIVA CIVILISTICA

Secondo quanto previsto dal legislatore civilistico, ai sensi dell’art. 1470, c.c. la vendita è il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa, espressamente richiesta, (o il trasferimento di un altro diritto) verso il corrispettivo di un prezzo.

Non di rado capita di essere vittima di una pratiche commerciali scorrette, consistenti nella fornitura di beni e servizi non richiesti.
In virtù di quanto previsto dal Codice del Consumo disciplinato dal D.lgs. 06/09/2005 n. 206, l’attivazione di servizi non richiesti viola l’art. 2, che impone nell’esercizio di pratiche commerciali una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità, nonché l’osservanza dei principi di buona fede, correttezza e lealtà, nonché alla correttezza, alla trasparenza ed all’equità nei rapporti contrattuali.
La normativa vieta quindi l’esecuzione di forniture, con contestuale richiesta di pagamento, senza che vi sia stata una preventiva ordinazione da parte del consumatore.

La finalità è quella di evitare che il consumatore sia indotto a pagare servizi o beni non desiderati nella convinzione di essere costretto, tutelandolo dal rischio di essere esposto a pressioni indesiderate.

In ogni caso è anche previsto che l’assenza di una risposta da parte del consumatore in seguito a fornitura non richiesta non costituisce consenso.
Inoltre, l’art. 52 del medesimo Codice del Consumo prevede che “in tempo utile prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere una serie di informazioni” (identità del professionista, caratteristiche essenziali e prezzo del bene o del servizio, spese di consegna, modalità del pagamento…).

*****

Fac simile (da spedire tramite raccomandata A/R)

Marco ROSSI

Via Roma n. 18

10100 – TORINO

P.I. …

Spett.le X S.r.l.

Viale della Regione, 47

2 0100 – MILANO

Luogo, lì …

Oggetto: Restituzione fattura n. … del … pervenuta in data … e richiesta emissione nota di accredito

Il sottoscritto ___________________ residente in __________ codice utente ______________ fa presente che in data odierna ha ricevuto, per posta ordinaria, Vs. comunicazione, con allegata Vs. fattura n. … del … riferita da un presunto nostro ordine _______ relativo a _______ … con la quale chiedete il pagamento della di un importo pari ad € ________ A tale riguardo

a) lo scrivente osserva che alcun ordine ______________, è stato formalizzato dalla con riferimento ai beni indicati nella descrizione della fattura che debitamente vi restituiamo in allegato alla presente

ovvero

b) lo scrivente contesta l’addebito di servizi in oggetto identificati come ___________________ sotto la voce indicata nella fattura che vi restituiamo in allegato, che rappresentano costi per servizi mai richiesti…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it