Assestamento e verifica del Fondo crediti di dubbia esigibilità

di Fabio Federici

Pubblicato il 26 novembre 2015

si avvicina per responsabili dei servizi finanziari e Revisori l’appuntamento con uno degli ultimi e dei più importanti adempimenti del 2015 per gli enti locali, ossia l’assestamento di bilancio: la verifica dei crediti di dubbia esigibilità

Si avvicina per responsabili dei servizi finanziari e Revisori l’appuntamento con uno degli ultimi e dei più importanti adempimenti del 2015 per gli enti locali, ossia l’assestamento di bilancio. Il prossimo 30 novembre 2015 costituisce infatti a norma del nuovo articolo 175 della versione vigente del TUEL (D.Lgs. n. 267/2000) il termine ultimo per potere apportare variazioni al bilancio di previsione degli enti locali.

L’assestamento in via di approvazione entro fine mese costituisce una delle occasioni, espressamente citate nel Principio applicato della contabilità finanziaria armonizzata, per verificare l'adeguatezza dell'importo del Fondo crediti di dubbia esigibilità, stanziato all’inizio dell’anno secondo le nuove regole dell’armonizzazione, alla luce dell’effettivo andamento degli incassi registrati nel corso dell’esercizio.

A tal fine, nelle pro