Il diniego del rimborso è nullo se emesso prima di 60 giorni

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 24 gennaio 2015

è nullo l’atto di diniego di rimborso emesso dall’ufficio prima della scadenza del termine dilatorio di sessanta giorni previsto dallo Statuto del contribuente

E’ nullo l’atto di diniego di rimborso emesso dall’ufficio prima della scadenza del termine dilatorio di sessanta giorni di cui all’art. 12 della legge n. 212/2000.

Il principio è contenuto nella sent. n. 24567/2014 della Corte di Cassazione da cui emerge che il mancato rispetto del termine dilatorio vale non solo per l’accertamento ma anche per le ipotesi di attività istruttoria nonché per l’avviso di recupero di credito di imposta.

L’art. 12, c. 7, della legge n. 212/2000 (statuto del contribuente), riconosce una garanzia al contribuente sottoposto a verifica fiscale prevedendo che lo stesso instauri un contraddittorio comunicando, entro sessanta giorni, osservazioni e richieste, che dovranno essere valutate dall’ufficio impositore. L’