Buste paga: il trattamento della festività 4 novembre

In occasione della compilazione del LUL relativo al mese novembre i datori di lavoro, i responsabili del personale, i consulenti del lavoro e i centri di elaborazione dati sono chiamati a gestire il trattamento economico riferito alla festività abolita del 4 novembre.

In linea generale, la maggioranza dei CCNL hanno previsto la corresponsione ai dipendenti di un trattamento economico pari a quello previsto per le festività cadenti di domenica.

Per la remunerazione delle festività cadenti di domenica è bene distinguere il quadro normativo da quello contrattuale.

 

Livello normativo

L’articolo 5, comma 3, secondo periodo, della legge n. 260/1949 (modificata dalla legge n. 90/1954), prevede che: “qualora la festività ricorra nel giorno di domenica, spetterà ai lavoratori stessi, oltre la normale retribuzione globale di fatto giornaliera, compreso ogni elemento accessorio, anche una ulteriore retribuzione corrispondente all’aliquota giornaliera”. Sul punto la Corte di Cassazione (sentenza n. 11117/1995 – sezione lavoro) ha chiarito che la regola deve valere esclusivamente per le festività indicate dallo stesso articolo 5, cioè 2 giugno (Festa della Repubblica), 25 aprile (Festa della Repubblica) e 1° maggio (Festa del Lavoro).

 

Lavoratori con paga mensile

Qualora la festività coincida con la domenica, ai lavoratori con paga mensile il datore di lavoro deve corrispondere un’ulteriore quota giornaliera di retribuzione, generalmente pari a 1/26 della paga mensile.

 

Lavoratori con paga a ore

Ai lavoratori pagati ad ore, in caso di coincidenza della festività con la domenica, spetta invece il trattamento retributivo corrispondente ad 1/6 dell’orario settimanale.

Sono comunque fatti salvi eventuali diversi criteri adottati dalla contrattazione collettiva del settore di appartenenza.

 

Livello contrattuale

Nel tempo, attraverso lo strumento della contrattazione collettiva, si sono sviluppati trattamenti differenti, la cui introduzione ha tenuto conto di esigenze meno generali, di settore oppure aziendali.

  

CCNL abbigliamento e confezioni industria:

il compenso, pari a 1/26 della retribuzione lorda mensile, previsto dal contratto per la festività nazionale del 4 novembre, anziché essere corrisposto nel periodo di paga di novembre, verrà corrisposto in occasione del godimento delle riduzioni di orario.

 

CCNL chimica industria:

il contratto prevede un diverso trattamento, in relazione al settore di appartenenza. I lavoratori cui non si applichino il comma 3 e i commi 13, 14, 15 e 16 dell’articolo 21, CCNL 12 ottobre 1994, hanno diritto di godere annualmente 4 giornate di riposo in sostituzione di quanto previsto dall’accordo interconfederale 26 gennaio 1977 per le 4 ex festività religiose. In occasione del pagamento della retribuzione del mese di agosto, a fronte della ex festività del 4 novembre e in sostituzione del trattamento per detta festività previsto dal precitato accordo interconfederale, verrà erogato un trattamento aggiuntivo complessivo pari a 8/173 della retribuzione di fatto.

Per gli altri settori il trattamento economico riferito al 4 novembre è assorbito dai permessi.

 

Trattamento economico alternativo

Ove la contrattazione collettiva prevede la possibilità di gestire il trattamento della festività del 4 novembre attraverso strumenti economici alternativi, la cui scelta viene in genere delegata al datore di lavoro, si verificano diverse situazioni. Per esempio nel CCNL Turismo: “al lavoratore chiamato a prestare servizio nella predetta giornata spetta oltre al trattamento economico mensile, la retribuzione per le ore di servizio effettivamente prestato senza alcuna maggiorazione ovvero, in alternativa, il godimento del corrispondente riposo compensativo, che verrà subordinato, stante la precedente normativa del settore, alle esigenze aziendali. In questo ultimo caso la relativa comunicazione sarà data al lavoratore con congruo anticipo. Nessuna detrazione sarà effettuata sulla normale…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it