Possibile dichiarazione di dissesto a seguito della verifica semestrale del piano di riequilibrio pluriennale

di Vincenzo Giannotti

Pubblicato il 15 ottobre 2014

la Corte dei Conti, in virtù dei suoi poteri di controllo dei piani di riequilibrio dell'ente locale, può decretarne il dissesto se verifica che il piano è inattuabile?

Alla Corte dei Conti, spetta la verifica semestrale e il controllo dello stato di avanzamento dei risultati intermedi raggiunti, per gli enti che abbiano attivato la procedura di riequilibrio finanziario ai sensi dell’art.243-bis e ss. TUEL, e qualificare come “grave” le deviazioni previste dal piano di riequilibrio, con possibile successiva attivazione delle procedure di dichiarazione di dissesto. Tale situazione è rinvenibile nella deliberazione n.164, depositata in data 25/09/2014, dalla Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per la Puglia.



L’APPROVAZIONE DEL PIANO DI RIEQUILIBRIO

Un Comune pugliese, in data 17 gennaio 2013 approvava, con deliberazione del Consiglio Comunale, il piano di riequilibrio finanziario pluriennale.

La sezione regionale di controllo, a seguito delle verifiche anche da parte della Commissione di Stabilità finanziaria degli enti locali, procedeva all’approvazione del piano presentato dal comune depositando in data 21/10/2013 la deliberazione di approvazione. L’approvazione del piano da parte del comune avveniva prima dell’approvazione del conto consuntivo 2012. Il piano si basava essenzialmente su una consistente stima di avanzi di part