Gli obblighi relativi ai terreni agro-pastorali

di Fabio Federici

Pubblicato il 7 agosto 2014

sono state stabilite le modalità con cui i comuni sono tenuti a trasmettere i dati relativi ai terreni a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile non situati in zone montane o di collina

Con il decreto direttoriale del 29 luglio 2014, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e pubblicato sul sito del Dipartimento delle finanze, sono state stabilite le modalità con cui i comuni sono tenuti a trasmettere i dati relativi ai terreni a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile non situati in zone montane o di collina.

Va ricordato che la certificazione in commento si rende necessaria a seguito della modifica dell’art. 4, comma 5-bis, del d. l.  n. 16 del 2012, in base al quale sono state riviste le modalità di esenzione per i terreni agricoli. Il citato art. 4, infatti, pre