Il 2 per mille ai partiti politici

Nella prossima dichiarazione dei redditi (730/2014 o Unico 2014), ciascun contribuente potrà decidere (in attuazione dell’articolo 12, comma 1, del decreto-legge 28 dicembre 2013, n. 149) di destinare il 2 per mille della propria IRPEF a favore di un partito politico regolarmente iscritto in una particolare sezione del registro dei partiti politici, consultabile on line sul sito istituzionale del Parlamento italiano. Più precisamente, potranno essere destinatari del 2 per mille soltanto quelle organizzazioni politiche che sono iscritte nella seconda sezione del predetto registro: tale sezione accoglie, in estrema sintesi, i partiti politici che hanno depositato il contrassegno elettorale e partecipato a una competizione elettorale (mediante la presentazione di una lista) in occasione del rinnovo del Senato della Repubblica, della Camera dei deputati o delle elezioni dei …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it