Il contributo di solidarietà: l’Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento

di Roberto Pasquini

Pubblicato il 12 marzo 2012



le regole per l'applicazione dei contributi di solidarietà: sia per quello derivante da redditi superiori a 300.000 euro, sia per i contributi di solidarietà sui redditi dei dipendenti pubblici e dei pensionati (Maria Benedetto)

Il contributo di solidarietà è un’imposta straordinaria introdotta con quella che è stata definita “Manovra di Ferragosto” (D.L. n. 138/2011) per fare fronte all’eccezionale crisi economica del periodo e tenuto conto delle esigenze prioritarie di raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica concordati in sede europea. Il comma 1 dell’art. 1 del D.L. prevede che “a partire dal 1 gennaio 2011 e fino al 31 dicembre 2013, qualora il reddito complessivo di cui all’art. 8 del testo unico delle imposte sui redditi (TUIR)… sia superiore a 300.000 euro, è dovuto un contributo di solidarietà del 3% sulla parte di reddito che eccede il predetto importo di 300.000 euro…”

Scarica il documento