Jus novarum in appello: eccezioni e mere difese

All’Amministrazione finanziaria non è preclusa la possibilità di proporre in grado di appello le contestazioni circa il merito della debenza del rimborso richiesto dalla parte, anche se nel primo grado si è limitata a eccepire soltanto la decadenza del contribuente dall’istanza di rimborso. Ciò in virtù del fatto che il divieto legislativo dello ius novarum del giudizio di appello non riguarda anche le eccezioni di mera difesa processuale. L’Ufficio, pertanto, in sede di gravame, è legittimato a dedurre in merito alla effettiva sussistenza dei requisiti legittimanti il riconoscimento del diritto al rimborso…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it