Gli indennizzi percepiti dopo anni dalla calamità entrano nel reddito – Diario Quotidiano del 20 Gennaio 2023

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 20 gennaio 2023

Nel DQ del 20 Gennaio 2023:
1) Lotteria degli scontrini istantanea: introdotte le regole per adeguare i registratori
2) Gli indennizzi percepiti dopo anni dalla calamità entrano nel reddito
3) Trasferimento in Svizzera: il fisco si divide in base al domicilio
4) Altri interpelli di fisco di due giorni
5) Rilascio della nuova versione del simulatore “Pensami” (PENSione A MIsura)
6) Regime Ioss utilizzabile anche dai soggetti in regime forfettario
7) Prestazioni di servizi esenti effettuate in via occasionale: detrazione IVA
8) Riordino della disciplina dei servizi pubblici locali: circolare di Assonime
9) Fondi di solidarietà: regime e disciplina della “staffetta generazionale”
10) Cassazione: indici di subordinazione per la riqualificazione delle collaborazioni

Gli indennizzi percepiti dopo anni dalla calamità entrano nel reddito

Alle somme percepite a titolo di indennizzi per danni da calamità  si applica lo stesso trattamento fiscale delle plusvalenze e, come per queste, è possibile rateizzare la differenza tra l’indennità e il costo fiscalmente riconosciuto del bene perduto.

 

Il trattamento fiscale del contributo regionale per indennizzo post calamità

Il contributo ricevuto dalla Regione, percepito in un periodo d’imposta successivo a quello dell’evento calamitoso, che ha danneggiato impianti, magazzini e uffici di una società, in mancanza di una norma che ne dispong