Notizie Fiscali

  • Ricerca

Studi di settore: le novità in tema di sanzioni

Altra novità riguardante gli studi di settore riguarda le sanzioni applicabili dopo le modifiche apportate dal Dl n. 158/2015. L’Agenzia ricorda che a far data 1° gennaio 2016, con efficacia retroattiva in applicazione del principio del “favor rei”, le violazioni formali in materia di compilazione del modello studi di settore comportano una sanzione che va da 250 a 2.000 euro; per l’omessa presentazione degli studi di settore la sanzione è pari a 2.000 euro se il contribuente non provvede a tale adempimento anche a seguito dell’invito da parte dell’Ufficio.

venerdì 24 giugno 2016

Studi di settore: regime premiale allargato

Con il provvedimento n. 53376/2016 dell’Agenzia delle entrate, si amplia la platea dei soggetti coinvolti dal regime premiale degli studi di settore. Aumentano le categorie economiche ammesse a 159 (rispetto alle 157 previste per l’anno 2014) e si riconferma l’esclusione dal regime per le categorie professionali. Il regime premiale è fruibile dai soggetti potenzialmente accertabili sulla base degli studi di settore; sono esclusi tutti quei contribuenti che presentano cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi, compresi quelli nei cui confronti lo strumento accertativo non si rende applicabile ai sensi del dm dell’11 febbraio 2008 (cm n. 8/2012).

 

venerdì 24 giugno 2016

IVA: spedizioni di piccolo valore esenti

Per effetto del decreto n. 96/2016 sui servizi accessori, dal 22 giugno 2016 le operazioni relative a spedizioni di modico valore sono esenti dal pagamento dell’Iva con riferimento non solo ai beni importati, ma anche ai relativi servizi accessori, con particolare riguardo ai costi di trasporto. Viene così data piena attuazione alla disciplina comunitaria in materia di imposta sul valore aggiunto gravante sulle importazioni di merci in franchigia, piccole spedizioni prive di carattere commerciale e spedizioni di valore trascurabile.

 

venerdì 24 giugno 2016

Professioni: la pubblicità possibile per gli studi

Meno vincoli alla pubblicità per i commercialisti. Nel Pronto Ordini n. 156/2016 dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti è stato chiarito che il professionista può effettuare pubblicità a inviando invito a mezzo lettera al potenziale cliente a presentarsi in studio per raccogliere le informazioni sui servizi offerti. La lettera, che non contiene l’offerta economica, non viola i requisiti richiesti ai contenuti informativi dal d.lgs. 145/2007 sulla pubblicità ingannevole e dall’art. 44 del Codice deontologico del CNDCEC che disciplina le forme di pubblicità consentite ai Commercialisti.

venerdì 24 giugno 2016

IVA: applicabile all’autoconsumo in caso di cessazione attività

Si applica l’IVA sull’autoconsumo di beni per cessazione dell’attività. Tanto è affermato nella causa C-229/15 del 16 giugno 2016, dove la Corte di giustizia Ue è stata interpellata a dirimere una controversia tra un notaio polacco e la propria Amministrazione finanziaria, circa l’assoggettamento a imposta dell’autoconsumo di un bene durevole in sede di cessazione dell’attività; trattasi di un immobile, adibito ad abitazione e a uso ufficio, costruito da oltre 10 anni, sui cui avevano operato le ordinarie detrazioni dell’imposta sulle relative spese afferenti alla sfera professionale. Secondo il professionista, decorso il periodo decennale di osservazione previsto in Polonia per la rettifica della detrazione sugli immobili, il valore del bene era da considerarsi interamente “consumato” nell’impresa; secondo l’Amministrazione polacca, l’imponibilità IVA dell’operazione di autoconsumo è volta a garantire la neutralità dell’imposta, mediante l’applicazione della rivalsa e della detrazione fino all’immissione in consumo del bene. In quest’ultimo caso la base imponibile ai fini IVA sarebbe costituita dal valore residuo del bene al momento della cessazione dell’attività.

venerdì 24 giugno 2016

Rimborsi 730: controlli mirati

In tema di rimborsi 730, le Entrate starebbero studiando un sistema di controlli mirati sulle posizioni più sospette, si parla di 20mila verifiche. Tutto nasce dalla norma introdotta dalla legge di Stabilità 2016, che dà alle Entrate la possibilità di controllare in via preliminare i modelli 730 che generano un rimborso superiore a 4.000 euro o che presentano “elementi di incoerenza” rispetto ai criteri fissati dalla stessa Agenzia. In questo caso, il rimborso non arriva busta paga, ma è versato dalle Entrate entro sei mesi dal termine per l’invio della dichiarazione.

 

venerdì 24 giugno 2016

Unico 2016: il credito d’imposta IRAP per le aziende senza dipendenti

Ricordiamo che la Legge di stabilità 2015 ha istituito un credito d’imposta IRAP del 10%, a favore dei soggetti che non impiegano lavoratori dipendenti – attenzione a non perdere l’opportunità

giovedì 23 giugno 2016

Fisco: attenzione puntata sulle compravendite immobiliari

Il Fisco è sempre al setaccio dei furbetti delle compravendite immobiliari, al fine di stanare eventuali evasioni di imposta. Se il venditore dell’immobile è un’impresa di costruzione, l’acquirente è tenuto a corrispondere all’impresa venditrice l’Iva sul prezzo di acquisto. In tal caso, i controlli sono rivolti soprattutto ai venditori per verificare se, in sede di atto, sono stati occultati corrispettivi e accertare eventualmente maggiore Iva, con la conseguente comminazione di sanzioni e relativi interessi. Se le vendite di immobili sono effettuate tra privati, l’acquirente può scegliere di calcolare l’imposta di registro sul valore catastale del fabbricato anziché sul prezzo di acquisto, a condizione però che nell’atto sia indicato l’effettivo importo pattuito per la cessione.

giovedì 23 giugno 2016

Quote e terreni: rivalutazioni entro il 30 giugno

Entro il 30 giugno 2016 si possono rivalutare quote e terreni come previsto dalla Legge di Stabilità 2016. Entro tale data è infatti necessario far redigere e asseverare la perizia giurata di stima e versare la prima o unica rata dell’imposta sostitutiva sul valore rideterminato nella perizia. L’aliquota dell’imposta sostitutiva è pari all’8%.

giovedì 23 giugno 2016

F24: causale contributi Ebins

Il 9 giugno 2016 è stato affidato all’Inps il servizio di riscossione, tramite il modello F24, dei contributi per il finanziamento dell’Ente bilaterale nazionale scuola “Ebins”. L’Agenzia delle Entrate ha istituito, con la risoluzione 47/E del 22 giugno 2016, la causale contributo “EBNS”. Deve essere riportata nel campo “causale contributo” della sezione “Inps” dell’F24, in corrispondenza della colonna “importi a debito versati”, indicando: nel campo “codice sede”, il codice della sede Inps competente; nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola Inps dell’azienda; nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo (la colonna “a mm/aaaa” non va compilata).

giovedì 23 giugno 2016

Cassazione: il lavoratore autonomo che si avvale della collaborazione di un familiare è soggetto passivo IRAP

La Corte di Cassazione ha affermato, nella sentenza n.12616 del 17 giugno 2016, che la collaborazione di un familiare nello svolgimento di un’attività commerciale è presupposto sufficiente all’applicazione dell’IRAP in capo al lavoratore autonomo. La collaborazione del familiare genera un valore aggiunto rispetto alla ricchezza conseguibile esclusivamente con il lavoro dell’imprenditore. Secondo la Corte, la presenza di un collaboratore familiare, cui viene corrisposto il 47% del reddito d’impresa è sufficiente per configurare un’attività imprenditoriale assoggettabile ad IRAP, sebbene il presupposto non sia espressamente richiamato dal D.Lgs. n.446/19.

giovedì 23 giugno 2016

Società: la costituzione delle Srl resta ai notai

Salta dal disegno di legge concorrenza la misura che permetteva la costituzione di Srl anche con una semplice scrittura privata, senza ricorrere al notaio. Sulla misura, contenuta nell’art. 44 del ddl, il governo si è rimesso all’orientamento della commissione industria del senato che ne ha approvato la soppressione.

giovedì 23 giugno 2016

Confedilizia: niente tassa sugli ascensori

Lo schema di regolamento in materia di ascensori, approvato lunedì dal Cdm, non contiene la norma, che era invece presente nel testo proposto qualche mese fa dal ministero dello sviluppo economico con la quale si prevedeva l’obbligo di eseguire una serie di costosi interventi su tutti gli ascensori costruiti prima del 1999. A renderlo noto è Confedilizia che aveva individuato e fortemente contestato la disposizione, chiedendone l’eliminazione. Quindi niente tassa sugli ascensori.

 

giovedì 23 giugno 2016

Ordini professionali: in pubblicazione le nuove linee guida

Sono in pubblicazione da parte dell’Anac le nuove linee guida anticorruzione per gli ordini professionali. Serviranno ai Consigli nazionali e a quelli locali per attuare il Dl n. 97 del 25 maggio 2016, che rivede e semplifica le disposizioni contenute nel Dl n. 33/2013 in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, e che entrerà in vigore domani. Gli ordini, e in generale le pubbliche amministrazioni alle quali si rivolge la normativa, avranno sei mesi di tempo per adeguarsi.

mercoledì 22 giugno 2016

Canone Rai in bolletta: altri chiarimenti nella circolare 29/E

Nella circolare n. 29/E del 21 giugno 2016, l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti sul pagamento del canone Tv, con particolare riguardo all’individuazione delle utenze addebitabili e alla determinazione degli importi. Le utenze addebitabili si rintracciano in base alla residenza anagrafica, che costituisce presupposto dell’obbligo di pagamento del canone. Il canone ammonta a 100 euro annui. Per gli utenti di energia elettrica residenziale, il pagamento avviene in dieci rate mensili. Il contribuente che ha dichiarato all’Agenzia delle Entrate, tramite l’apposito modello, la sussistenza di altra utenza elettrica pagante, non dovrà pagare alcun canone.

mercoledì 22 giugno 2016

Scadenze fiscali: comunicazione INPGI

I giornalisti free lance devono, entro l’1 agosto 2015 (il 31 luglio cade di domenica), inviare telematicamente all’INPGI la comunicazione reddituale dell’anno 2015, contenente i dati utili a calcolare quanto dovuto a titolo di contribuzione. A darne notizia è stato l’INPGI con la consueta circolare annuale (n. 5/2016).

 

mercoledì 22 giugno 2016

Fisco: nuovi alert per anomalie nelle dichiarazioni

Sono in arrivo nuovi avvisi dall’Agenzia delle Entrate riguardanti possibili anomalie presenti nelle dichiarazioni dei redditi.
I destinatari sono coloro che hanno percepito indennità e compensi legati alla cessazione di un rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa di ammontare eccedente il milione di euro. Per tali somme, con diritto alla percezione maturato dal 1° gennaio 2011, il “decreto salva Italia” ha previsto l’assoggettamento a tassazione ordinaria invece che separata.

 

mercoledì 22 giugno 2016

Agricoltura: aiuti in caso di choc di prezzo e calamità

Parte il riconoscimento, la costituzione e la gestione dei fondi di mutualizzazione in agricoltura; si potrà beneficiare dei fondi previsti nell’ambito del programma di sviluppo rurale nazionale, fino al 2020. Si tratta di nuovi strumenti di gestione del rischio: i fondi di mutualizzazione per le perdite economiche causate da avversità atmosferiche, insorgenza di focolai di epizoozie, fitopatie, infestazioni parassitarie, da un’emergenza ambientale, e i fondi per le perdite causate da un drastico calo del reddito. Le disposizioni sono contenute nel decreto del 5 maggio 2016 delle politiche agricole (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 giugno 2016 n. 141).

mercoledì 22 giugno 2016

Scadenze fiscali: il 770/2016

La scadenza prevista per il 770/2016 è il 1° agosto (il 31 luglio è domenica). Dopo l’appuntamento del 7 marzo per le certificazioni uniche consegnate a dipendenti, lavoratori autonomi, percettori di provvigioni ecc. entro il prossimo 1° agosto, dovranno comunicare i dati relativi alle ritenute operate sui compensi già certificati di cui alle righe precedenti.

mercoledì 22 giugno 2016

Fatture elettroniche: fase sperimentale del sistema di interscambio

Dal 1° gennaio del prossimo anno, le imprese, gli artigiani e i professionisti potranno inviare le fatture elettroniche utilizzando il Sistema di interscambio (Sdi), oggi disponibile solo per le operazioni verso le PA. Tale facoltà è prevista dal Dlgs 127/2015; un provvedimento del direttore dell’Agenzia ne definirà le modalità di trasmissione e il formato delle fatture medesime.

 

martedì 21 giugno 2016

Liti tributarie pendenti: in calo del 9%

Nel primo trimestre del 2016 il numero dei nuovi ricorsi complessivamente pervenuti nelle Commissioni tributarie è pari a 64.560 controversie; nello stesso periodo sono stati definiti nell’insieme nelle Commissioni tributarie 76.790 ricorsi. Il confronto tendenziale dei dati trimestrali mostra una riduzione del nuovo contenzioso per i due gradi di giudizio del 18,4% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel periodo gennaio-marzo 2016 le liti tributarie pendenti si sono ridotte del 9% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente confermando, così, un trend positivo in atto già dal mese di giugno 2012.

 

martedì 21 giugno 2016

Agevolazioni: pubblicato il provvedimento che regola il tax credit per il cinema

E’ stato pubblicato il provvedimento che regola il tax credit per il cinema. Il tax credit, regolato dall’art. 6, comma 2-bis,Dl n. 83/2014 e interessa le PMI del settore cinematografico iscritte negli elenchi di cui all’art. 3 Dl n. 28/2004. E’ fruibile mediante compensazione in F24 presentato esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate. Riguardo l’istituzione del codice tributo da utilizzare, provvederà una prossima risoluzione.

martedì 21 giugno 2016

Equitalia: debutta il servizio over 65 in altre città

La corsia preferenziale disposta da Equitalia per gli ultra sessantacinquenni e i loro coniugi è ora presente in 53 sedi:  Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Toscana, Trentino Alto Adige e Umbria. Le nuovi sede coinvolte dall’iniziativa si sommano a quelle pilota che sperimentano il progetto già da un mese (Roma, Viterbo, Bari, Benevento, Cagliari, Campobasso, Cuneo, Firenze, Matera, Pordenone e Treviso).

martedì 21 giugno 2016

Agevolazioni: bonus mobili anche se si compra una casa ristrutturata

Tra i chiarimenti contenuti nella circolare 27/E, l’Agenzia delle Entrate ha paralto anche dei bonus mobili. Esattamente alla domanda “il bonus mobili e grandi elettrodomestici è sfruttabile anche da chi acquista un’abitazione interamente ristrutturata, beneficiando della detrazione IRPEF del 50%?” la risposta:  “come già chiarito dalla circolare n. 29/E del 2013, tra gli interventi edilizi che costituiscono il presupposto per la detrazione sono inclusi anche “gli interventi di restauro e di risanamento conservativo, e di ristrutturazione edilizia, di cui alle lettere c) e d) dell’art. 3 del D.P.R. n. 380 del 2001, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro sei mesi dal termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile”.

martedì 21 giugno 2016

Detraibilità spese biologo nutrizionista

Le prestazioni di un biologo nutrizionista possono essere portate in detrazione dall’imposta lorda. Per farlo è necessario seguire piccoli punti messi in chiaro dall’Agenzia delle Entrate. Dal documento rilasciato dal biologo che certifica la spesa sostenuta  dovranno risultare: la specifica attività professionale; la descrizione della prestazione sanitaria resa. Per tali prestazioni, come spiegato nella circolare n. 19/E del 2012, non è necessaria la prescrizione medica.

 

martedì 21 giugno 2016