poche righe, interessanti notizie...

Filtro notizie
Titolo
Testo


 
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 

Decreto Milleproroghe: la proroga degli sfratti

La proroga degli sfratti (prevista nel decreto milleproroghe) è stata ufficializzata con al pubblicazione in G.U. n. 49 del 28 febbraio scorso. Le ricadute del provvedimento si sintetizzano così: sfratto sospeso e fisco agevolato. In caso di finita locazione nel periodo di sospensione i canoni percepiti dai proprietari interessati non saranno imponibili ai fini delle imposte dirette (per i comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari, Napoli, Palermo, Messina, Catania, Cagliari e Trieste, nonché ai Comuni ad alta tensione abitativa con essi confinanti); il bonus fiscale non verrà tenuto in conto ai fini della determinazione della misura dell'acconto dell'Irpef dovuto per l'anno 2016.

Martedì, 03 Marzo 2015

Lavoro: nuovo adempimento a carico dei datori

Il job act porta con se un nuovo adempimento a carico dei datori di lavoro: la comunicazione della conciliazione facoltativa. Questo nuovo carico "amministrativo" è presente nello schema di Dl sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, partito lo scorso 1° marzo 2015. I datori di lavoro, oltre alla comunicazione obbligatoria telematica di cessazione del rapporto in caso di licenziamento, devono presentare un’ulteriore comunicazione, entro 65 giorni dalla cessazione del rapporto, nella quale deve essere indicata l’avvenuta ovvero la non avvenuta conciliazione. A tal fine, il modello di trasmissione della comunicazione obbligatoria di cessazione del rapporto di lavoro (Unificato Lav) è conseguentemente riformulato. Il mancato adempimento comporta una sanzione dai 100 ai 500 euro per lavoratore.

Martedì, 03 Marzo 2015

Contributi gestione separata: aliquota al 27,72%

Gli iscritti alla gestione separata INPS pagano, per il 2015, l’aliquota contributiva nella stessa misura del 2014, ossia al 27,72%. A prevederlo è il “Decreto Milleproroghe” (Dl n. 192/2014). Secondo la precedente previsione l'aliquota sarebbe salita al 30,72%.

Martedì, 03 Marzo 2015

Agevolazioni: bonus investimenti anche per i minimi

L’articolo 18 del Dl n. 91/2014 (legge n. 116/2014) attribuisce ai soggetti titolari di reddito di impresa un credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi, compresi nella divisione 28 della tabella ATECO 2007 e destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, effettuati a decorrere dal 25 giugno 2014 e fino al 30 giugno 2015. Il bonus spetta anche ai contribuenti minimi e forfettari, in quanto nella formulazione della circolare 5/E/2015 si parla di "tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale, dal settore economico in cui operano, nonché dal regime contabile adottato".

Martedì, 03 Marzo 2015

Agevolazioni: credito d'imposta per imprese agricole e ittiche

Il Dl n. 91/2014 ha stabilito un credito d'imposta a favore delle imprese agricole e ittiche al fine di per incentivare il potenziamento del commercio elettronico e lo sviluppo di nuovi prodotti. I decreti sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 di venerdì 27 febbraio. Si tratta di: un credito d’imposta per le spese per nuovi investimenti sostenuti per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché per la cooperazione di filiera nell’ambito di reti di imprese, e un credito d’imposta per le spese per nuovi investimenti sostenuti, tra il 2014 e il 2016, per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. Per ottenere i bonus, gli interessati dovranno presentare domanda in via telematica al Mipaaf, dal 20 al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti.

Martedì, 03 Marzo 2015

Cassazione: quando il professionista paga l'Irap

La Corte di Cassazione (sentenza n. 4060 del 27 febbraio 2015), accogliendo il ricorso di un professionista che svolgeva, fra l'altro, l'attività di amministratore di società, con riguardo specifico all'impiego non occasionale di lavoro altrui, costituente una delle possibili condizioni che configurano l'esistenza di un'autonoma organizzazione, ha sancito che il professionista paga l'Irap solo nel caso in cui corrisponde a terzi dei compensi elevati. È allora che scatta l'autonoma organizzazione, presupposto dell'imposta.

Lunedì, 02 Marzo 2015

Nuove soglie Isee per assegno nucleo familiare e assegno maternità concessi dai Comuni

L'Inps ha comunicato gli importi delle prestazioni sociali e i nuovi limiti di reddito applicabili per le domande per assegno nucleo familiare e assegno maternità concessi dai Comuni riferite all'anno 2014, ma presentate successivamente al 1° gennaio 2015 (circolare n.48 del 20 febbraio 2015). Le soglie Isee rivalutate si applicano esclusivamente: per i richiedenti che presentano la domanda di assegno di maternità, successivamente al 1° gennaio 2015, per i figli nati antecedentemente a tale data; per i richiedenti che presentano, dall'1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, la domanda di assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minorenni per l'anno 2014. L'assegno per il nucleo familiare per l'anno 2014, è pari, nella misura intera, a euro 141,02. Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell'indicatore della situazione economica equivalente, è pari a euro 8.538,91. L'assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dall'1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 è pari a euro 338,21 per cinque mensilità, il valore dell'indicatore della situazione economica equivalente è pari a euro 16.921,11.

Lunedì, 02 Marzo 2015

Ravvedimento operoso: risposta dell'Agenzia delle Entrate

Nella circolare 6/E l'Agenzia delle Entrate risponde in merito il nuovo ravvedimento operoso. Si era chiesto se fosse corretto ritenere che le nuove regole sul ravvedimento operoso si applicano anche alle violazioni che alla data del 1° gennaio 2015 siano già state constatate dall'ufficio ma non siano ancora state interessate da atti accertativi, liquidatori o da cartelle di pagamento. L'Agenzia ha risposto in senso affermativo.

Lunedì, 02 Marzo 2015

IVA al 10% sull'acqua ossigenata

Con la R.M. 23/E/2015 è stato chiarito che tra i beni e i servizi soggetti ad aliquota del 10% rientra anche  l’idrogeno perossido (acqua ossigenata), soluzione 3 per cento. L'aliquota IVA del 10% è applicabile alle “sostanze farmaceutiche di cui le farmacie devono obbligatoriamente essere dotate secondo la farmacopea ufficiale”.

Lunedì, 02 Marzo 2015

Bilancio d'esercizio digitale

Da domani 3 marzo sia il bilancio sia la nota integrativa dovranno essere inclusi in un unico file elaborabile Xbrl. Con il Dpcm del 10 dicembre 2008, in attuazione dell’articolo 37, comma 21-bis, del Dl 223/2006, ha avuto inizio il processo di informatizzazione strutturata del bilancio d’esercizio. Con riferimento a tale data sono sorti dei dubbi bisogna intenderla quale data di presentazione o data di approvazione. Il Consiglio direttivo dall’associazione Xbrl Italia ha precisato, nel comunicato del 17 febbraio 2015, che, a far fede, non sarà più la data di consegna del bilancio ma la data di approvazione in assemblea. Quindi, se l’approvazione avverrà entro il 2 marzo, la nota integrativa potrà essere depositata secondo il vecchio formato (Pdf/A), diversamente la nota integrativa dovrà essere depositata in formato elaborabile Xbrl.

Lunedì, 02 Marzo 2015
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 
Email            Password