poche righe, interessanti notizie...

Filtro notizie
Titolo
Testo


 
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 

Accertamento: gli avvisi bonari sono rateizzabili

Tra le principali novità che emergono dagli schemi di Dlgs attuativi della delega per le violazioni tipiche degli operatori con problemi di liquidità a causa della congiuntura, sono previste dilazioni più lunghe e sanzioni penali collegate solo alle omissioni più significative. Gli avvisi bonari, relativi alle imposte indicate in dichiarazione e non versate, fino ad oggi, possono essere rateizzati, per importi fino a 5.000 euro, in 6 rate massimo, e per importi superiori in 20 rate massimo. L'attuazione della delega prevede un'ulteriore estensione disponendo la rateazione in 8 rate trimestrali, in luogo di 6, per importi fino a 5.000 euro.

Martedì, 07 Luglio 2015

Cassazione: è valido l'accertamento su prelievi e pagamenti effettuati con POS, bancomat e carte di credito

La Cassazione, con sentenza n.13494 del 1° luglio 2015, ha ribadito la facoltà da parte dell'Amministrazione Finanziaria di utilizzare presunzioni gravi, precise e concordanti al fine di dimostrare l'esistenza di attività non dichiarate, con possibilità da parte del contribuente di fornire prova contraria. Il caso: la riscossione di crediti, da parte di una S.r.l., mediante POS e carta di credito, senza segnalare i movimenti all'interno delle scritture contabili. Anche queste movimentazioni sono paragonabili ai flussi in entrata e in uscita del conto corrente bancario.

Martedì, 07 Luglio 2015

730 online: oggi scade il termine

Scade oggi il termine per la trasmissione del modello 730 per i contribuenti che hanno deciso di compilare la dichiarazione in modo autonomo. I Caf hanno invece alcuni giorni di proroga: la scadenza è il 23 luglio, ma soltanto se sono già state inviate all’Agenzia delle Entrate almeno l’80% delle dichiarazioni lavorate.

Martedì, 07 Luglio 2015

Entrate tributarie: segnali positivi

Segnali positivi dal Bollettino mensile, pubblicato sul sito del dipartimento delle Finanze, sull’andamento delle entrate tributarie. Dagli ultimi dati disponibili, relativi ai primi cinque mesi del 2015, emerge un gettito complessivamente in salita dello 0,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Martedì, 07 Luglio 2015

Niente proroga per il durc online

L'Inps ha chiarito, al Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, che nessuna proroga è concedibile per il Durc online. Mancano sia i tempi tecnici sia le possibilità operative per far slittare la messa a regime dell'operazione al 30 settembre. Entro il 15 luglio la quasi totalità delle pratiche arretrate relative a potenziali situazioni di irregolarità di attività dovrebbe essere smaltita.

Martedì, 07 Luglio 2015

Inps: white list per le aziende virtuose

Dal prossimo 1° novembre l'Inps pubblicherà un elenco delle aziende virtuose (white list) cui concedere «enefici e agevolazioni contributive. Sulla stessa piattaforma verranno caricate tutte le richieste di Durc online. L'annuncio è stato dato dal direttore centrale dell'Istituto Gabriella Di Michele.

Lunedì, 06 Luglio 2015

Gli studi di settore continuano a non "premiare" i professionisti

Ancora una volta il legislatore "dimentica" i professionisti non includendoli nel regime premiale: per l’Amministrazione Finanziaria non sono idonei a cogliere i possibili casi di omessa fatturazione a causa delle specifiche funzioni di stima previste per la valorizzazione delle prestazioni rese. Il regime premiale prevede che ai contribuenti con ricavi/compensi almeno pari a quelli risultanti dall’applicazione degli studi di settore, che assolvono regolarmente gli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti e risultano coerenti con gli specifici indicatori previsti dai decreti di approvazione degli studi, sono: preclusi gli accertamenti analitico-presuntivi basati su presunzioni semplici; la determinazione sintetica del reddito complessivo è consentita solo se lo stesso eccede di almeno un terzo quello dichiarato; sono ridotti di un anno i termini di decadenza per l’attività di accertamento da parte dell’ufficio.

Lunedì, 06 Luglio 2015

Oggi la prima chiamata per i versamenti differiti da Unico

E' oggi la prima scadenza per versare, senza costi aggiuntivi, i tributi derivanti dalle dichiarazioni Unico e Irap 2105. Lo slittamento del termine è stato stabilito con il Dpcm 9 giugno 2015 e riguarda non solo chi esercita attività per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, compresi coloro che presentano cause di inapplicabilità o di esclusione dagli stessi, ma anche quanti partecipano, per trasparenza, a società, imprese e associazioni che svolgono attività per le quali sono previsti gli studi di settore. Per chi non effettua il pagamento entro oggi, è prevista la possibilità di versare gli importi dovuti, con l’aggiunta della maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, entro i successivi trenta giorni. Poiché il trentesimo giorno (5 agosto) cade nel periodo di “tregua” estiva (1 - 20 agosto), il versamento sarà considerato valido se effettuato entro giovedì 20 agosto.

Lunedì, 06 Luglio 2015

Welfare per professionisti

"Sono necessarie misure comuni di welfare avanzato per le Casse previdenziali italiane, in modo da aiutare i colleghi in difficoltà. L'apertura del direttore generale del ministero del Lavoro Concetta Ferrari rappresenta una novità di grande importanza". E' quanto detto da Luigi Pagliuca, presidente della Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri, nel corso del forum “Previdenza e realtà: quale futuro”, organizzato dall'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, guidato da Antonio Tuccillo.

Lunedì, 06 Luglio 2015

Corte di Cassazione: interessi anatocistici non dovuti senza i presupposti legittimanti

Nella sentenza di Cassazione n. 12512 del 17 giugno 2015, i giudici si sono espressi al riguardo degli interessi anatocistici. Gli interessi anatocistici sono dovuti solo se sono contemporaneamente dovuti anche gli interessi principali, il credito sia esigibile e il debitore sia in mora. Essenziale è la proposizione della domanda giudiziale, avente non solo il ruolo di condizione, alternativa alla convenzione tra le parti, dell’anatocismo, ma anche il ruolo di termine iniziale per la produzione di interessi secondari.

Lunedì, 06 Luglio 2015
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 
Email            Password