Notizie Fiscali

  • Ricerca

Equitalia: riammissione alla rateazione entro 31 maggio

I contribuenti decaduti da precedenti rateazioni equitalia possono essere riammessi al beneficio della dilazione pagando la 1° rata scaduta entro il 31 maggio. Effettuato il pagamento, il contribuente, nei dieci giorni successivi, dovrà trasmettere all’ufficio che ha emesso il provvedimento di rateazione copia della relativa quietanza, tramite consegna diretta oppure per posta elettronica ordinaria o certificata. L’eventuale omissione non incide sulla validità del procedimento, ma è da tener presente che l’ufficio potrà sospendere i carichi eventualmente iscritti a ruolo e rielaborare il piano di ammortamento solo dopo aver ricevuto la quietanza.

 

venerdì 27 maggio 2016

Superammortamento illustrato dalla circolare 23/E

La legge di Stabilità 2016 ha previsto la possibilità di usufruire di una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione sostenuto per gli investimenti in beni strumentali materiali nuovi effettuati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. La disciplina dell’agevolazione, relativa alle imposte sui redditi e riferita esclusivamente alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing, è illustrata dalla circolare Agenzia delle Entrate n. 23/E del 26 maggio 2016. Possono beneficiare dell’agevolazione anche i contribuenti in regime dei minimi o di vantaggio. Sono esclusi, invece, i contribuenti forfetari.

venerdì 27 maggio 2016

Privacy : in vigore il nuovo regolamento europeo

Con comunicato del  24 maggio 2016, il Garante privacy  ha reso noto che dal 25 maggio 2016 è in vigore il nuovo Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Il Regolamento è parte del cosiddetto Pacchetto protezione dati, l’insieme normativo che definisce un nuovo quadro comune in materia di tutela dei dati personali per tutti gli Stati membri dell’UE e comprende anche la Direttiva in materia di trattamento dati personali nei settori di prevenzione, contrasto e repressione dei crimini. La Direttiva, pubblicata in GUUE insieme al Regolamento e vigente dallo scorso 5 maggio, dovrà essere recepita dagli Stati membri entro 2 anni. Sul sito del Garante per la privacy – www.garanteprivacy.it/pacchettoprotezionedati – è disponibile una pagina informativa che illustra l’iter normativo del Pacchetto e che sarà progressivamente arricchita con aggiornamenti e materiali informativi e di approfondimento.

venerdì 27 maggio 2016

Le novità TASI 2016

Tra le principali novità TASI per il 2016 si elencano: la riduzione per contratti a canone concordato; aliquota 1 per mille per i beni merce, cioè gli immobili fabbricati e costruiti dall’impresa costruttrice e destinati alla vendita. L’aliquota può essere aumentata fino al 2,5 per mille o azzerata in  base alle delibere dei Comuni; i Comuni non possono aumentare le aliquote previste per la TASI per il 2016. Pertanto, salvo casi particolari, non sarà possibile aumentare l’aliquota TASI a meno che l’aumento delle aliquote non fosse già deliberato e in vigore per il 2015.

venerdì 27 maggio 2016

Istituito il codice tributo per la procedura di negoziazione assistita

E’ stato istituito il codice tributo da utilizzare per compensare il credito d’imposta riconosciuto sui compensi corrisposti agli avvocati e agli arbitri nei procedimenti di negoziazione assistita. La risoluzione 40/E del 20 maggio 2016 comunica che il codice tributo da utilizzare è “6866”. Il bonus è stato introdotto dal Dl n. 83/2015 e reso strutturale dalla Stabilità 2016; può essere utilizzato dalle parti, per le spese di patrocinio, in caso di successo della negoziazione o di conclusione dell’arbitrato con lodo, fino a concorrenza di 250 euro, a decorrere dal 1° gennaio 2016. Il credito d’imposta, utilizzabile in compensazione presentando il modello F24 tramite i servizi Entrate e Fisconline, non deve eccedere l’importo previsto dal ministero della Giustizia, pena lo scarto dell’operazione. In alternativa, le persone fisiche non titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo possono utilizzare il credito spettante, in diminuzione delle imposte dovute in base alla dichiarazione.

venerdì 27 maggio 2016

5 per mille 2016: sono online gli elenchi definitivi degli iscritti

Sono stati pubblicati gli elenchi definitivi degli iscritti al 5 per mille 2016. Ora è necessario che i legali rappresentanti dei soggetti inclusi nelle liste presentino, entro il prossimo 30 giugno, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per attestare il possesso dei requisiti di ammissione. Gli enti del volontariato dovranno inviarla alla direzione regionale delle Entrate del luogo dove hanno sede, le associazioni sportive dilettantistiche alla struttura del Coni competente per territorio. Il modello da utilizzare deve essere conforme a quello pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate e, a esso, occorre allegare copia del documento di riconoscimento del legale rappresentante che sottoscrive.

 

venerdì 27 maggio 2016

Lavoro: in arrivo un accordo che mira a stroncare il caporalato

Domani, a cura dei ministri Giuliano Poletti, Angelino Alfano e Maurizio Martina, sarà siglato un grande accordo per accogliere i migranti, gestire l’intermediazione tra domanda e offerta di lavoro ed evitare che i profughi finiscano nelle mani dei caporali, per essere sfruttati a nero nei campi di raccolta dell’ortofrutta o nella lavorazione dei terreni agricoli. Il protocollo d’intesa sarà valido fino al 31 dicembre 2017, ma è rinnovabile ed estendibile territorialmente. Per il momento attiverà interventi nei territori di competenza delle prefetture di Bari, Caserta, Foggia, Lecce, Potenza, Ragusa e Reggio Calabria.

giovedì 26 maggio 2016

Enti non profit: in arrivo il codice del terzo settore

E’ in arrivo il codice del terzo settore che regolamenterà la normativa in materia di non profit, coordinando le disposizioni esistenti e abrogandone altre. Le imprese sociali potranno distribuire dividendi; il divieto, che resta in piedi per gli enti non profit, non si applicherà alle imprese private che operano per finalità di interesse generale. La remunerazione del capitale sociale e la ripartizione degli utili saranno assoggettate a condizioni e limiti massimi, differenziabili anche in base alla forma giuridica adottata dall’impresa, in analogia con quanto disposto per le cooperative a mutualità prevalente. Gli enti non profit dovranno essere “trasparenti” sull’utilizzo dei fondi del 5 per mille, e potranno finanziarsi con la raccolta di capitali di rischio, anche attraverso l’assegnazione di immobili pubblici inutilizzati.

 

giovedì 26 maggio 2016

Agenzia delle Entrate: chiarimenti in merito reverse charge console, tablet PC e laptop

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 21/E del 25 maggio 2016, fornisce chiarimenti in merito il reverse charge su console, tablet PC e laptop. Come si legge: l’applicazione del meccanismo del reverse charge comporta che il destinatario della cessione territorialmente rilevante, se soggetto passivo d’imposta, è obbligato all’assolvimento dell’imposta, in luogo del cedente”. Riguardo i  soggetti esclusi, “si ritiene che l’obbligo del meccanismo dell’inversione contabile alle fattispecie in esame, ai sensi del citato articolo 17, comma 6, lett. c), del D.P.R. n. 633 del 1972, trovi applicazione per le sole cessioni dei beni effettuate nella fase distributiva che precede il commercio al dettaglio”.

giovedì 26 maggio 2016

Fatture: quando applicare la marca da bollo?

Quando sulle fatture va applicata la marca da bollo da 2 euro? In base all’art. 6 dell’allegato B del DPR n. 633/1972, l’imposta di bollo va assolta su tutte quelle fatture in cui non è assolta l’IVA. La marca da bollo ha un importo di 2 euro e va assolta qualora l’importo della fattura sia superiore ad euro 77,47 euro. La marca deve avere la stessa data della fattura o al massimo la data antecedente la fattura. L’obbligo interessa anche i contribuenti che operano in regimi agevolati i quali non prevedono l’applicazione dell’IVA: regime di vantaggio e regime forfettario. Sono invece escluse dall’applicazione del bollo (anche se la fattura è d’importo superiore a 77,47 euro) le operazioni in reverse charge (circolare n. 37/E/2006); le fatture con IVA assolta all’origine; le fatture relative ad esportazioni di merce e cessioni intracomunitarie di beni. In quest’ultimo caso fanno eccezione i soggetti che operano in regime forfettario, poiché per essi le cessioni intracomunitarie di beni, sono considerate cessioni interne e, pertanto, l’imposta di bollo va assolta (circolare n. 10/E/2016).

giovedì 26 maggio 2016

Circolare AE n. 20/E: la detrazione 65% per la domotica

Nella circolare dell’Agenzia delle Entrate 20/E del 18 maggio 2016 è chiarito che la detrazione dall’IRPEF e dall’IRES del 65% delle spese sostenute per interventi relativi all’acquisto o installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o climatizzazione spetta anche se questi lavori sono effettuati successivamente o anche senza interventi di riqualificazione energetica. La detrazione spetta con riferimento alle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016.

giovedì 26 maggio 2016

Equitalia: in arrivio la riammissione per i debiti decaduti

Per i debitori decaduti dai piani di rateazione prima del 22 ottobre 2015 si profila una riammissione veloce ai piani rateali. Al fine è stata approvata dalla commissione finanze della camera una risoluzione ad hoc. Con il provvedimento il governo si impegna a prevedere una norma che consenta a coloro che sono decaduti dai piani di rateazione prima dell’entrata in vigore della riforma della riscossione la concessione di un nuovo piano di rateizzazione senza necessità di pagare le rate scadute; a prevedere che le disposizioni di cui all’articolo 19, comma 3, lettera c), del DPR n. 602 del 1973 si applichino anche ai piani di dilazione concessi ai sensi dello stesso articolo 19 del DPR n. 602, in data antecedente all’entrata in vigore del Dl n. 159 del 2015, per i quali, alla data di entrata in vigore della nuova norma, non si sia già verificata la decadenza, saldando, contestualmente alla presentazione di una richiesta apposita, tutte le rate precedentemente scadute; e a prevedere che i contribuenti decaduti dai piani di rateazione in data successiva al 15 ottobre 2015, nelle ipotesi di definizione degli accertamenti, o di omessa impugnazione degli stessi, alla data di entrata in vigore della nuova norma possano ottenere, a semplice richiesta, da presentare entro 60 gg dalla stessa data, la concessione di un nuovo piano di rateizzazione, senza necessità di pagare le rate scadute.

giovedì 26 maggio 2016

Bando ISI 2015 – attenzione alla scadenza di domani

Dalle ore 16 alle ore 16,30 del 26 maggio prossimo le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo utilizzando il codice identificativo attribuito mediante la procedura di download.
E’ disponibile il documento “Regole tecniche e modalità di svolgimento” con le istruzioni per la procedura di invio della domanda online (inoltro del codice identificativo, art. 12 dell’avviso pubblico quadro 2015).

mercoledì 25 maggio 2016

Equitalia: rate “facili”

Equitalia dà il via al progetto “rate facili”. Per le posizioni debitorie fino a 50 mila euro, la cartella di pagamento includerà già tra gli allegati un piano di rateazione a disposizione del contribuente. E il taglio minimo della rata mensile scende da 100 a 50 euro, sempre per carichi iscritti a ruolo inferiori a tale soglia. La sperimentazione, già attivata nelle province di Varese, Firenze e Lecce, dovrebbe essere gradualmente estesa al resto del territorio nazionale.

 

mercoledì 25 maggio 2016

IMU: esenzione per i coadiuvianti agricoli

Il Ministero dell’Economia, con la nota n. 20535, emanata lo scorso 23 marzo, ha dato il via libera all’esenzione IMU per i terreni agricoli a favore del familiare coadiuvante del coltivatore diretto. Rientrano nel beneficio concesso dalla Stabilità 2016 anche il familiare coadiuvante del coltivatore diretto, le società agricole imprenditori agricoli professionali (Iap) e le persone fisiche, iscritte nella previdenza agricola, che abbiano costituito una società di persone alla quale hanno concesso in affitto o in comodato il terreno di cui mantengono il possesso, ma che, in qualità di soci continuano a coltivare direttamente.

mercoledì 25 maggio 2016

INPS: l’omesso versamento di due rate consecutive sospende la rateazione

L’INPS, con messaggio n. 2312 del 24 maggio 2016, ha comunicato che verrà sospesa la rateazione dei debiti contributivi in fase amministrativa in caso di mancato pagamento di due rate mensili consecutive. Per consecutività si deve intendere anche il mancato pagamento di due rate non aventi tra di esse scadenza in successione temporale nell’ambito del piano di ammortamento accordato.

mercoledì 25 maggio 2016

IMU e TASI: delibere ancora incerte

Il prossimo 16 giugno è il termine entro il quale i possessori di immobili sono chiamati a determinare l’acconto IMU e TASI 2016. La legge di stabilità 2016 ha stabilito che non pagheranno IMU e TASI i possessori delle abitazioni principali non di lusso e relative pertinenze; si continuerà a pagare, invece, per le abitazioni principali di lusso e relative pertinenze. L’IMU agricola è dovuta solo dai possessori di terreni agricoli che non sono coltivatori diretti o IAP ed il cui terreno non ricade in uno dei comuni compresi tra quelli elencati nella Circolare del Ministero delle Finanze n. 9 del 14 giugno 1993 o in un comune delle isole minori di cui all’allegato A annesso alla Legge 28 dicembre 2001, n. 448. Ma quale aliquota applicare per la determinazione dell’acconto in scadenza? In assenza di delibera comunale bisogna applicare l’aliquota IMU e TASI in vigore per l’anno precedente e poi effettuare il conguaglio in sede di saldo a dicembre.

mercoledì 25 maggio 2016

Agevolazioni Start up: dati da riportare in Unico

I soggetti che hanno effettuato investimenti in start up innovative per l’ottenimento del beneficio previsto dalla normativa fiscale devono riportare i relativi dati nel quadro RP di Unico 2016. La detrazione compete ai soggetti IRPEF ed è pari al 19% dei conferimenti rilevanti effettuati in una o più start-up, per un importo non superiore ad 500.000 euro nei tre periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2012. Ai fini del riconoscimento del beneficio è necessario compilare il rigo RP80 del quadro RP di UnicoPf.

mercoledì 25 maggio 2016

Agevolazioni: vademecum per richiedere il bonus erogazioni alle scuole

Per fruire del credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni liberali effettuate in favore di tutti gli istituti del sistema nazionale di istruzione (scuole statali, paritarie private e degli enti locali), per la realizzazione di nuove strutture scolastiche, la manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti e per il sostegno a interventi che migliorino l’occupabilità degli studenti, occorre versare le somme, distintamente per ciascuna istituzione scolastica beneficiaria, all’entrata del bilancio dello Stato sul capitolo n. 3626, denominato “Erogazioni liberali in denaro per gli investimenti in favore degli istituti del sistema nazionale di istruzione, per la realizzazione di nuove strutture scolastiche, la manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti e per gli interventi a sostegno dell’occupabilità degli studenti da riassegnare ad apposito fondo del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ai sensi dell’art. 1, comma 148, della legge 13 luglio 2015, n. 107”, codice IBAN: IT40H0100003245348013362600. Nella causale deve essere riportato, secondo il seguente ordine: il codice fiscale delle istituzioni scolastiche beneficiarie; il codice della finalità alla quale è vincolata ciascuna erogazione:
C1 per la realizzazione di nuove strutture scolastiche; C2 per la manutenzione e potenziamento di strutture scolastiche esistenti; C3 per il sostegno a interventi che migliorino l’occupabilità degli studenti; il codice fiscale delle persone fisiche o degli enti non commerciali o dei soggetti titolari di reddito d’impresa.

 

mercoledì 25 maggio 2016

Unico 2016: superammortamento in LM per i contribuenti minimi

I superammortamenti sono da indicare separatamente anche dei contribuenti minimi nel quadro LM. Il provvedimento delle Entrate 31 marzo 2016, n. 47207, modifica modelli e istruzioni di Unico PF, intervenendo, anche, sul quadro LM. Al fine è prevista una colonna interna al rigo LM5; è, altresì chiarito che, come tutti gli altri contribuenti, anche i minimi devono calcolare gli acconti 2016 senza considerare l’effetto dell’agevolazione (ampliamento delle istruzioni riferite al rigo LM42).

martedì 24 maggio 2016

Fisco: Gerico severo con le immobiliari

Gli studi di settore per il campo immobiliare sono più severi. È il risultato derivante dalle simulazioni con Gerico 2016 applicato alle società di locazione (studio WG40U). Le casistiche esaminate applicando il nuovo strumento evidenziano che in molte situazioni concrete si riscontra un progressivo innalzamento delle soglie di congruità rispetto al 2014 (studio VG40U).

 

martedì 24 maggio 2016

Interpelli sui nuovi investimenti: sbloccata la presentazione delle istanze

Possono partire gli interpelli sui nuovi investimenti introdotto dal Decreto Internazionalizzazione (Dl n. 147/2015). Le istanze devono essere presentate alla Direzione Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, Ufficio Interpelli Nuovi Investimenti; coloro che sono stati ammessi al regime dell’adempimento collaborativo (cooperative compliance), dovranno indirizzarle alla Direzione Centrale Accertamento.

martedì 24 maggio 2016

E’ arrivato il codice tributo per pagare la Siiq

Le società di investimento immobiliare quotate possono ora procedere con il versamento di una somma del 20% calcolata sul reddito d’impresa in luogo delle imposte sui redditi e dell’Irap: la risoluzione Agenzia delle Entrate 41/E del 20 maggio 2016 ha istituito il codice tributo: “1136”   denominato “Imposta sostitutiva delle imposte sul redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa alle Siiq – articolo 1, comma 141-bis, della legge 27 dicembre 2006, n. 296”.

martedì 24 maggio 2016

Il CNDCEC chiede di rinviare l’entrata in vigore del Dl n. 59/2016

Il CNDCEC chiede il rinvio del Dl n. 59/2016 recante disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche di liquidazione. Tra le varia osservazioni, il CNDCEC ha chiesto l’eliminazione della disposizione che prevede, quale ulteriore ipotesi di revoca per giusta causa del curatore, il mancato rispetto dell’obbligo di presentare un progetto di ripartizione delle somme disponibili ogni quattro mesi a partire dalla data di emissione del decreto di esecutività dello stato passivo.

 

martedì 24 maggio 2016

Bando ISI 2015: al via le domande

Le domande per accedere ai benefici del bando ISI 2015 si possono inviare. Il click day è  il 26 maggio 2016 dalle ore 16.00 alle ore 16.30, e sarà operativo sul sito dell’INAIL.

martedì 24 maggio 2016

Con Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 95442 del 15 aprile 2016, in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sono stati definiti i criteri per l’approvazione dei programmi di cassa integrazione guadagni ordinaria. In particolare, il Decreto fornisce indicazioni relativamente all’esame delle domande e disciplina le singole fattispecie che integrano le causali di intervento della CIGO. (Anna Maria Pia Chionna)

martedì 24 maggio 2016

Fisco: il modello IPEA per lo scomputo delle perdite pregresse

L’articolo 25 del Dl n. 158/2015 ha introdotto la possibilità per tutti i contribuenti di utilizzare le perdite pregresse ancora disponibili a scomputo delle maggiori imposte subite a seguito di accertamento. Le nuove regole decorrono dal 1° gennaio 2016, con riferimento ai periodi d’imposta per i quali, alla predetta data, sono ancora pendenti i termini per l’accertamento di cui all’art. 43 del D.P.R. 600/1973. Al fine di ottenere lo scomputo il contribuente deve presentare il nuovo modello IPEA entro i termini di proposizione del ricorso (60 giorni dalla notifica dell’atto di accertamento). In attesa del provvedimento che ne stabilisca le modalità d’invio telematico, per ora, il modello, approvato con il provvedimento dell’8 aprile scorso, va trasmesso, unitamente alla copia di un documento d’identità del firmatario dell’istanza, all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’Ufficio competente.

lunedì 23 maggio 2016

Commercialisti: sospensione per chi non adempie agli obblighi formativi

E’ prevista la sospensione da sei mesi a un anno al commercialista che non rispetta gli obblighi formativi e fino a due anni se riceve dal cliente i soldi per il versamento di imposte, tasse e contributi e non lo effettua. La radiazione è la più severa delle sanzioni e scatta solo in presenza di aggravanti, come il dolo, la gravità della violazione e il comportamento recidivo. La stretta sanzionatoria è contenuta nel Codice delle sanzioni disciplinari che il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili.

 

lunedì 23 maggio 2016

Agenzia delle Entrate: l’Irap dei medici

Nella circolare 20/E Agenzia delle Entrate del 18 maggio 2016, si spiega l’applicazione dell’Irap ai medici di base. I presupposti applicativi dell’imposta regionale sono definiti dall’articolo 2, comma 1, del Dl n. 446 del 1997, integrato dal comma 1-bis secondo il quale: “non sussiste autonoma organizzazione ai fini dell’imposta nel caso di medici che abbiano sottoscritto specifiche convenzioni con le strutture ospedaliere per lo svolgimento della professione all’interno di tali strutture, laddove gli stessi percepiscano per l’attività svolta presso le medesime strutture più del 75% del proprio reddito complessivo. Sono in ogni caso irrilevanti, ai fini della sussistenza dell’autonoma organizzazione, l’ammontare del reddito realizzato e le spese direttamente connesse all’attività svolta. L’esistenza dell’autonoma organizzazione è comunque configurabile in presenza di elementi che superano lo standard e i parametri previsti dalla convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale”.

lunedì 23 maggio 2016

Società agricole: l’affitto è reddito

I ricavi delle locazioni di terreni e fabbricati rurali sono reddito per le società agricole. Nelle istruzioni al modello Unico si precisa che devono essere esclusi dal totale dei ricavi portati in diminuzione del reddito, quelli derivanti dalla locazione o dall’affitto di fabbricati a uso abitativo nonché di terreni e di fabbricati a uso strumentale alle attività agricole qualora siano marginali (in quanto non possono superare il 10% dei ricavi complessivi) rispetto a quelli derivanti dall’esercizio dell’attività agricola esercitata.

lunedì 23 maggio 2016

Legge di stabilità 2016: le Entrate precisano le possibilità di utilizzo del credito Iva per acquisto prima casa

Nella circolare n. 20/E del 18 maggio 2016, l’Agenzia delle Entrate riguardo l’Iva corrisposta in relazione ad acquisti di abitazioni di classe energetica A e B effettuati entro il 31 dicembre 2016, precisa che il beneficio fiscale si applica anche “nel caso di imprese di “ripristino” o “ristrutturatrici” che hanno eseguito, anche tramite imprese appaltatrici, interventi di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o ristrutturazione urbanistica”: viene dunque ampliata la portata letterale della norma, sulla scorta del fatto che l’agevolazione “mira a favorire la ripresa del mercato immobiliare”.

 

lunedì 23 maggio 2016

Studi di settore: il 64% dei contribuenti allertati ha accolto l’invito del Fisco

Delle 190.000 comunicazioni inviate dal Fisco riguardo anomalie da studi di settore, il 64% (75.066) ha accolto l’invito delle Entrate a regolarizzare la propria posizione rimediando preventivamente ad eventuali errori od omissioni oppure fornendo ulteriori chiarimenti all’Agenzia; il 36% (42.306) ha reiterato il comportamento anomalo. I dati sono stati illustrati ieri in videoconferenza agli Osservatori regionali sugli studi di settore, organismi composti da rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate, delle Organizzazioni di categoria e dell’ANCI. Dai primi di giugno le comunicazioni relative alle anomalie riscontrate negli studi di settore saranno disponibili sul Cassetto fiscale.

lunedì 23 maggio 2016

Circolare omnibus Agenzia delle Entrate: novità in materia di agevolazioni

Le novità della legge di stabilità nella circolare 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate: riguardo la fruizione dello school bonus da parte dei soggetti titolari di reddito di impresa, in assenza di una contraria previsione di legge, si applica il limite annuale di utilizzo di 250mila euro; l’art bonus, ovvero il regime fiscale agevolato che prevede un credito di imposta in favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo, è permanente; il credito di imposta per la ristrutturazione degli alberghi spetta, nella misura del 30%, alle imprese alberghiere esistenti alla data del 1° gennaio 2012 che abbiano sostenuto spese dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, fino a un massimo di 200mila euro.

venerdì 20 maggio 2016

Circolare sulle novità fiscali: IRAP e lavoratori stagionali

Le novità della legge di stabilità nella circolare 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate: introdotta la deducibilità Irap al 70% delle spese per i lavoratori stagionali assunti con contratto a tempo determinato per lo svolgimento di attività stagionali ricorrenti; i lavoratori stagionali devono essere impiegati effettivamente per almeno 120 gg nell’arco di due periodi d’imposta successivi, anche non consecutivi, a partire dal secondo contratto stipulato col medesimo datore di lavoro entro il secondo anno successivo alla data di cessazione del primo contratto utile ai fini del computo dei giorni lavorativi richiesti. Vanno considerati anche i contratti stipulati nel corso del 2015.

 

 

 

venerdì 20 maggio 2016

Circolare novità fiscali: le agevolazioni per il settore cinematografico

Le novità della legge di stabilità nella circolare 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate: per le agevolazioni previste per il settore cinematografico, cambiano alcune misure del beneficio, da fisse a variabili; viene ampliato l’ambito oggettivo dell’agevolazione, originariamente limitato alla produzione delle opere cinematografiche riconosciute di nazionalità italiana, adesso anche per la loro distribuzione in Italia e all’estero, prevedendo a carico delle imprese destinatarie degli apporti alla produzione l’obbligo di utilizzare l’80% di questi ultimi alla produzione nel territorio nazionale, impiegando mano d’opera e servizi italiani e privilegiando la formazione e l’apprendistato.

 

venerdì 20 maggio 2016

Circolare novità fiscali: IRAP e medici

Le novità della legge di stabilità nella circolare 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate: sono esclusi da Irap, in quanto nella fattispecie non sussiste il presupposto dell’autonoma organizzazione, i medici convenzionati con strutture ospedaliere per lo svolgimento della professione all’interno di tali strutture, qualora da quell’attività percepiscano più del 75% del proprio reddito complessivo.

 

venerdì 20 maggio 2016

Circolare novità fiscali: IRAP e imprenditori agricoli

Le novità della legge di stabilità nella circolare 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate: dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2015 sono esclusi dall’Irap i soggetti che esercitano un’attività agricola, le cooperative e i loro consorzi che forniscono in via principale, anche nell’interesse di terzi, servizi nel settore selvicolturale  e le cooperative della piccola pesca e loro consorzi. In altre parole le attività per le quali fino allo scorso anno era prevista l’applicazione dell’aliquota dell’1,90%.

venerdì 20 maggio 2016

Circolare novità fiscali: l’avviamento

Nella circolare n. 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate, nell’ambito delle disposizioni a favore delle imprese, ha parlato del riallineamento dell’avviamento, dei marchi d’impresa e delle altre attività immateriali nelle operazioni straordinarie (fusione, scissione e conferimento d’azienda). Il riconoscimento fiscale dei maggiori valori contabili iscritti in bilancio si ottiene con il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’imposta sui redditi e dell’Irap, con aliquota del 16%. Riguardo gli ammortamenti, in base alle versione precedente della disposizione normativa (articolo 15, comma 10, Dl 185/2008), la deduzione del maggiore valore poteva avvenire in misura non superiore a un decimo. La Stabilità 2016 rende più conveniente l’opzione per il regime di imposizione sostitutiva, innalzando a un quinto il limite massimo della quota di ammortamento deducibile in ciascun periodo d’imposta dei maggiori valori affrancati di avviamento e marchi d’impresa, per le operazioni di aggregazione aziendale poste in essere a decorrere dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2015. Per le altre attività immateriali, invece, le quote sono deducibili nel limite della quota imputata a conto economico.

 

venerdì 20 maggio 2016

Circolare sulle novità fiscali: riduzione aliquota IRES

La circolare n. 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate esamina le tante novità tributarie introdotte dalla legge di stabilità per il 2016. In breve: la riduzione dell’aliquota Ires, che passa dal 27,5% al 24%, decorre dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016; estesa l’applicazione del meccanismo del reverse charge alle prestazioni di servizi rese dalle imprese consorziate ai consorzi che, risultando aggiudicatari di una commessa nei confronti di un ente pubblico; Iva ridotta al 10%, a titolo permanente, per i marina resort, cioè le strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di turisti all’interno delle proprie unità da diporto, ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato, equiparate definitivamente alle strutture ricettive all’aria aperta; per enti, associazioni o fondazioni aventi esclusivamente finalità di assistenza, beneficenza, educazione, istruzione, studio o ricerca scientifica e alle Onlus, è stato innalzato a 15mila euro (dai precedenti 5.164,57 euro) il limite del costo dei beni gratuitamente ceduti oltre il quale occorre inviare la prescritta comunicazione all’amministrazione finanziaria. La comunicazione è facoltativa, a prescindere dal valore, quando i beni ceduti gratuitamente sono facilmente deperibili (alimenti).

giovedì 19 maggio 2016

Decreto canone Rai: rinviata la pubblicazione

E’ rinviata di 10 giorni la pubblicazioni del decreto sul canone Rai per errori formali. I contribuenti che avevano interesse a autocertificare l’esenzione al pagamento del canone, dovuta principalmente al non possesso dell’apparecchio televisivo, hanno inviato, entro il 16 maggio, il modulo predisposto; i ritardatari possono farlo fino al 30 maggio. L’invio entro questa data comporta, però, il pagamento, nella bolletta di luglio, dei primi sei mesi di abbonamento 2016.

giovedì 19 maggio 2016

Circolare novità fiscali: bonus per gli interventi di domotica

La circolare n. 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate esamina le tante novità tributarie introdotte dalla legge di stabilità per il 2016. In breve: il bonus per gli interventi di “domotica” (acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative) può essere calcolato nella misura del 65% delle spese sostenute, senza alcun limite; la nuova detrazione Irpef del 50% dell’Iva pagata al costruttore in occasione dell’acquisto di unità abitative di classe energetica A o B spetta quando si compra non solo dall’impresa costruttrice, ma anche dall’impresa di “ripristino” o ristrutturatrice. Il beneficio è applicabile anche all’eventuale pertinenza, a patto che il suo acquisto sia contestuale a quello dell’appartamento e che nell’atto sia evidenziato il vincolo pertinenziale.

giovedì 19 maggio 2016

Circolare novità fiscali: esenzione Irpef delle borse di studio

La circolare n. 20/E del 18 maggio 2016 dell’Agenzia delle Entrate esamina le tante novità tributarie introdotte dalla legge di stabilità per il 2016. In breve: esenzione Irpef delle borse di studio per la mobilità internazionale erogate agli studenti delle università e delle istituzioni Afam che partecipano al programma comunitario “Erasmus2b” nonché l’esenzione Irap per i soggetti che le corrispondono; no tax area da 7.500 a 7.750 euro per i pensionati con meno di 75 anni e da 7.750 a 8.000 euro per i pensionati con più di 75 anni; aumenta la detrazione spettante ai pensionati con meno di 75 anni e reddito complessivo compreso fra 7.751 e 15.000 euro e quella spettante ai pensionati con più di 75 anni e reddito complessivo fra 8.001 e 15.000 euro; i contribuenti incampienti possono cedere la la detrazione spettante per le spese 2016 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici, sotto forma di credito in favore dei fornitori che hanno eseguito i lavori, che possono, a loro volta, decidere di accettare o meno. Nel caso di accettazione viene il credito è utilizzabile in dieci rate annuali a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui si riceve il pagamento, mentre l’eventuale quota non fruita nell’anno è sfruttabile negli anni successivi, non può essere chiesta a rimborso.

giovedì 19 maggio 2016

CNDCEC: predisposto il nuovo codice delle sanzioni

Il CNDCEC ha predisposto il nuovo codice delle sanzioni, che sarà consultabile dagli ordini territoriali fino al 30 giugno. Il codice delle sanzioni arriva a stretto giro dopo quello deontologico, che è stato approvato ed è entrato in vigore a marzo. Il nuovo codice reca: “disposizioni generali su natura e tipologia delle sanzioni nonché sulle circostanze aggravanti o attenuanti da considerare nella valutazione delle fattispecie e ulteriori disposizioni relative alle sanzioni da comminare in corrispondenza di specifiche condotte in violazione delle norme deontologiche”.

giovedì 19 maggio 2016

Finalmente esce la circolare sulla Legge di stabilità 2016

Ieri 18 maggio, è stata pubblicata la circolare che chiarisce l’applicazione di alcune delle norme contenute nella Legge di Stabilità – n. 20/E del 2016.

Si tratta di una Circolare “omnibus” per illustrare le principali novità fiscali del 2016: il documento di prassi spazia dall’Irpef all’Ires, dall’Iva all’Irap, dalle agevolazioni (come school bonus e art bonus) alle sanzioni per i Caf in caso di visto di conformità infedele, dal reverse charge all’IRAP sui lavoratori stagionali.
La circolare si articola in sei capitoli: imposte sui redditi delle persone fisiche e delle imprese, IVA, IRAP, agevolazioni fiscali e sanzioni irrogabili ai CAF nei casi in cui questi appongono visti di conformità infedeli.
giovedì 19 maggio 2016

Bocciato il Bail

Il Bail viene bocciato dalla Commissione europea perché inappropriato alla struttura bancaria. Ed ancora, Solvency II non è adattabile ad assicurazioni di dimensioni medio piccole; le disposizioni sulla rendicontazione spesso non sono calibrate per il rischio e la scarsa differenza disciplinare applicata a banche, fondi e società. Ad aggiungersi a ciò anche gli obblighi di reportistica diversificati, spesso non compatibili tra loro, che duplicano le informazioni e vincolano al dispendio di tempo e strutture informatiche contrarie all’ottimizzazione dei costi. Sono alcune delle evidenze emerse dalla consultazione pubblica sui servizi finanziari lanciata dalla Commissione europea lo scorso 30 settembre e rivolta a tutti i paesi aventi interessi entro i confini.

giovedì 19 maggio 2016

IRAP e professionista: quando chiedere un rimborso?

La richiesta del rimborso IRAP, di cui all’art. 38 D.P.R. 602/73, implica la dimostrazione in capo al professionista dell’assenza di autonoma organizzazione. L’istanza può essere presentata per i periodi di imposta  i cui pagamenti a saldo sono avvenuti nei 48 mesi precedenti alla presentazione dell’istanza a condizione che il professionista dimostri l’assenza di autonoma organizzazione facendo emergere il c.d. intuitus personae. L’istanza di rimborso deve essere presentata brevi manu o mediante raccomandata a/r all’Agenzia delle Entrate territorialmente competente.

A sostegno della suddetta istanza il contribuente deve allegare i seguenti documenti: quietanze di pagamento a saldo, registro dei beni ammortizzabili, quadri dei mod. 770 e quadro G del mod. unico a dimostrazione dell’assenza di lavoro dipendente.

L’istanza può anche essere corredata da giurisprudenza favorevole allegando le più note sentenze a favore del contribuente.

Solo dopo lo spirare del termine dei 60 giorni decorrenti dalla data di protocollazione dell’istanza, in caso di espresso diniego, o dopo 90 giorni si può adire la fase contenziosa. (Flavio Schembri)

mercoledì 18 maggio 2016

Studi di settore: correttivi anticrisi in GU

 

Con decreto del 12 maggio 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 113 del 16 maggio, sono stati approvati i correttivi anticrisi collegati agli studi di settore 2016, anno d’imposta 2015. I correttivi crisi erano già stati analizzati dalla Commissione degli esperti nelle riunioni del 2 dicembre 2015 e del 31 marzo 2016, e interessano i 204 studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2015.

mercoledì 18 maggio 2016

Canone Rai 2016: per le convenzioni internazionali la scadenza è il 23 maggio

Il modello di esenzione dal pagamento del canone Rai per i soggetti particolari, cioè quelli esenti in virtù dell’incarico che ricoprono e per via di alcune convenzioni internazionali in essere: agenti diplomatici (esenti ai sensi dell’articolo 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961), funzionari o impiegati consolari (esenti ai sensi dell’articolo 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963), funzionari di organizzazioni internazionali (esenti in base allo specifico accordo di sede applicabile), militari di cittadinanza non italiana o personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia (esenti ai sensi dell’articolo 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951), deve essere presentato entro il 23 maggio prossimo.

mercoledì 18 maggio 2016

Lavoro: al via la detassazione dei premi

Tasse azzerate sui premi di risultato erogati sotto forma di prestazioni di servizi. Il lavoratore che sceglie di ricevere il suo premio in voucher per l’acquisto di servizi per sé o i familiari (buoni pasto; contributi a fondi pensione; premi per polizze sanitarie; ticket per servizi di educazione e istruzione; borse di studio a familiari ecc.), non paga alcuna tassa, neppure quella ridotta al 10% che, invece, è dovuta sulle somme in denaro riscosse in base agli incrementi di produttività, redditività, qualità efficienze e innovazione aziendale. A stabilirlo è il decreto interministeriale lavoro ed economia del 29 aprile 2016 n. 1462 pubblicato sul sito del ministero del lavoro, sezione pubblicità legale, che dà il via libera all’incentivo per l’anno 2016.

 

mercoledì 18 maggio 2016

Startup anche per la cultura

Startup innovativa anche per la cultura. Le società che hanno come oggetto sociale esclusivo la promozione dell’offerta culturale italiana potranno essere qualificate come startup innovative e accedere al particolare regime di favore a esse riservato. La nuova figura è prevista da una proposta di legge di iniziativa parlamentare, recante “agevolazioni in favore delle startup culturali e modifiche al dlgs n. 58/1998, in materia di raccolta di capitali tra il pubblico per la valorizzazione e la tutela dei beni culturali”. La proposta di legge, all’esame della commissione cultura della camera dei deputati, è finalizzata alla promozione dell’imprenditoria, in particolare giovanile, nel settore culturale e alla previsione di nuovi canali di raccolta di risorse per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. Sono qualificate come startup culturali quelle società innovative che hanno come oggetto sociale esclusivo la promozione dell’offerta culturale italiana, attraverso lo sviluppo, la valorizzazione, la produzione o la distribuzione di prodotti o di servizi innovativi ad alto valore tecnologico, anche mediante l’uso di nuove tecnologie e lo sviluppo di software originali.

mercoledì 18 maggio 2016

Canone Rai: autocertificazione “ferma” in Agenzia

L’autocertificazione di non possesso della televisione si è fermata nell’archivio dell’Agenzia delle Entrate, e nessuna notizia, ancora, sui rimborsi. Si è in attesa e del decreto del ministero dello sviluppo economico, ancora non pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che rinvia, a sua volta, a un nuovo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per la disciplina dei rimborsi. Senza il decreto i dati, necessari per la preparazione delle bollette di luglio, restano in standby all’Agenzia che non può inoltrarli a Acquirente Unico che a sua volta deve rigirarli alle società di energia elettrica.

mercoledì 18 maggio 2016

Entrate a +2% nei primi tre mesi 2016

Ancora un segno positivo per le entrate erariali. Nei primi tre mesi 2016 si segnala un +2%, corrispondente a +2.971 milioni di euro; il dato tiene conto della crescita delle entrate contributive del + 2% (+1.088 milioni di euro) e di quelle tributarie del +2,1 (+ 1.883 milioni di euro).

mercoledì 18 maggio 2016

Leasing, nuovi prospetti informativi in Nota Integrativa alla luce del D.Lgs. 139/2015

Il D. Lgs. 139/2015 sancisce una volta per tutto il principio di prevalenza sulla sostanza, che si riflette appieno anche sulle informazioni richieste circa operazioni di leasing in Nota Integrativa.

Sebbene il principi di prevalenza della sostanza sulla forma sia di respiro internazionale (vedasi per esempio IAS 17), il legislatore italiano non detta novità sul metodo di contabilizzazione, confermando ancora l’italianissimo metodo patrimoniale con iscrizione a CE dei canoni di leasing,  e iscrizione del bene tra le attività dello SP solo al momento del riscatto e al valore del prezzo di riscatto.

Ma è nella  Nota Integrativa che il legislatore introduce utili novità. Quest’anno infatti debutteranno in Nota Integrativa due prospetti univoci  che indicheranno gli effetti sul patrimonio netto e sul reddito d’esercizio del locatario delle operazione di locazione finanziaria come richiesto dall’art. 2427, comma 1, numero 22), integrando il valore informativo del bilancio nel pieno rispetto dell’OIC  12 Appendice D  e sopperire alle lacune del metodo patrimoniale, come per esempio l’indicazione delle quote di ammortamento dell’immobilizzazione in leasing. (Valentina Billero)

martedì 17 maggio 2016

Zona Franca della Lombardia: stop a nuove domande

Da ieri non si possono più presentare le istanze di accesso alle agevolazioni a favore della Zona Franca della Lombardia. Il bilancio della campagna agevolativa, già fotografato in serata dal Ministero dello Sviluppo Economico, conta 643 domande presentate e oltre 118 milioni di euro richiesti dalle imprese. Sulla base di questi risultati e della disponibilità stanziata il MISE calcola che l’agevolazione media sarà pari a circa 7.620 euro.

martedì 17 maggio 2016

Equitalia apre una corsia preferenziale per i 65enni e i loro coniugi

Negli uffici Equitalia di:  Roma (sportello di viale Togliatti), Treviso, Pordenone, Cuneo, Firenze, Cagliari, Viterbo, Benevento, Campobasso, Matera e Bari, presso lo sportello Amico, gli ultra sessantacinquenni e i loro coniugi hanno a disposizione una corsia preferenziale per ricevere assistenza più mirata alle proprie esigenze, chiarire dubbi, ottenere informazione su rateizzazioni, rimborsi, fermi o ipoteche e conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme.

martedì 17 maggio 2016

Premi di produttività: circolare dei CdL

Pubblicata, il 2 maggio scorso, dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, la circolare n. 8/2016, nella quale viene riepilogata la disciplina in materia di Detassazione dei Premi di Risultato 2016. Viene chiarito che la tassazione agevolata sarà applicabile esclusivamente a quelle somme corrisposte a titolo di “premio”, escludendo le altre somme corrisposte connesse alla gestione del rapporto di lavoro e collegate alla produttività, come ad esempio gli straordinari.

martedì 17 maggio 2016

Lavoro: Dis-Coll 2016

Il Dl n. 22/2015 ha istituito in via sperimentale per l’anno 2015, in relazione agli eventi di disoccupazione verificatisi a decorrere dall’1 gennaio 2015 e al 31 dicembre 2015, l’indennità di disoccupazione mensile (Dis-Coll). Tale indennità è rivolta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. La Legge di stabilità 2016 ha riconosciuto l’indennità anche per il 2016, in relazione agli eventi di disoccupazione verificatisi a decorrere dall’1 gennaio 2016 e al 31 dicembre 2016. Destinatari sono collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell’INPS, non pensionati e privi di partita IVA, che abbiano perso il lavoro involontariamente. La norma è estesa anche per i collaboratori delle PPAA. Sono esclusi invece gli amministratori, i sindaci o revisori di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica, i dottorandi e i titolari di borsa di studio. I requisiti fondamentali per il riconoscimento della Dis-Coll sono lo stato di disoccupazione al momento della domanda e l’accredito contributivo di almeno tre mensilità nella gestione separata presso l’INPS nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno civile precedente l’evento di cessazione dal lavoro al predetto evento.

martedì 17 maggio 2016

Camere di Commercio: nuova modulistica

La Camera di Commercio espone una nuova modulistica per gli adempimenti di pubblicità legale verso il registro delle imprese ed il repertorio delle notizie economiche ed amministrative (REA). La circolare n. 3689/C del 6 maggio 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico fornisce istruzioni di compilazione; la nuova modulistica è realizzata secondo le specifiche tecniche approvate con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 ottobre 2013, come modificato, in ultimo, con Decreti Ministeriali del 22 giugno 2015 e dell’11 aprile 2016.

martedì 17 maggio 2016

Processo tributario telematico: pubblicata circolare con le linee guida

È stata pubblicata la circolare n. 2/DF contenente le indicazioni sulle modalità di accesso e utilizzo del Sistema Informativo della Giustizia Tributaria (SIGIT) che consente alle parti del nuovo processo telematico, previa registrazione, di utilizzare la posta elettronica certificata (PEC) per la notifica dei ricorsi e degli appelli e di effettuare il successivo deposito in via telematica nella Commissione tributaria competente utilizzando l’apposito applicativo PTT. In questo primo periodo le regione interessate sono Umbria e Toscana; la circolare sottolinea la “facoltatività della scelta e la graduale estensione sul territorio nazionale delle nuove modalità di deposito degli atti processuali”.

martedì 17 maggio 2016

Rimborsi Iva veloci: precedenza ai comparti edile e pulizia

Con DM 29 aprile 2016, in G.U. n. 111/2016, sono stati ammessi ai rimborsi prioritari anche i soggetti che effettuano prevalentemente, nel periodo di riferimento della richiesta, le prestazioni di servizi indicate alla lettera a-ter) dell’art. 17, c. 6, dpr 633/72, ossia le prestazioni di pulizia, di demolizione, di installazione impianti e di completamento relative ad edifici, che la legge n. 190/2014 ha assoggettato al meccanismo dell’inversione contabile dall’1 gennaio 2015. La disposizione ha effetto dalle richieste di rimborso infrannuale del credito Iva secondo trimestre 2016, che potranno essere presentate in luglio dai creditori in possesso dei requisiti.

lunedì 16 maggio 2016

Al via gli interpelli per i nuovi investimenti

Le nuove attività economiche che si occupano di ampliamento/diversificazione della produzione/ristrutturazione di attività economiche preesistenti, operazioni aventi ad oggetto le partecipazioni in un’impresa, sono interessate alle presentazione della procedura dell’Interpello sui nuovi investimenti” introdotto dall’art. 2 del Decreto Crescita e Internazionalizzazione (Dl n. 147/2015). E’ stato pubblicato sulla GU n.110 del 12 maggio 2016) il decreto 29 aprile 2016, che individua le modalità applicative del nuovo interpello. L’istanza deve contenere le specifiche disposizioni tributarie di cui si richiede l’interpretazione o in relazione alle quali si chiede di valutare l’eventuale abusività, le specifiche disposizioni antielusive delle quali si chiede la disapplicazione e gli specifici regimi o istituti ai quali si chiede di avere accesso, con esposizione chiara e univoca del trattamento fiscale ritenuto corretto. L’amministrazione finanziaria è tenuta a rispondere, in forma scritta e motivata, entro 120 giorni dal ricevimento dell’istanza.

lunedì 16 maggio 2016

5‰ del 2016: online gli elenchi degli aspiranti candidati

Sono stati pubblicati gli elenchi degli aspiranti candidati al 5‰ del 2016. Gli elenchi provvisori sono pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate e sono 50.239, 300 in più rispetto al 2015. Le richieste di ammissione al beneficio dovevano essere trasmesse telematicamente all’Agenzia entro lo scorso 9 maggio. La domanda andava rinnovata anche se già presentata negli scorsi anni.

lunedì 16 maggio 2016

Canone Tv: oggi ultimo giorno per presentare l’autocertificazione

I titolari di utenze elettriche per uso domestico, che intendono far presente che non dispongono di nessun televisore, né loro né di altro componente della famiglia anagrafica, devono trasmettere l’apposita comunicazione di non detenzione.
La dichiarazione presentata entro oggi 16 maggio avrà effetto per l’intero 2016. Quella prodotta successivamente, entro il 30 giugno, eviterà l’addebito del canone per il secondo semestre dell’anno.

lunedì 16 maggio 2016

F24: riqualificati quattro codici

Con risoluzione n. 39/E del 13 maggio, dal 1° giugno 2016, sono riqualificati i codici tributo istituiti nel 2004 per versare, con il modello F24, le somme dovute a titolo di Tosap/Cosap e dei relativi eventuali interessi e sanzioni nei confronti dei Comuni “convenzionati” con L’Agenzia. La nuova “dicitura” dei codici è: 3931 “Tassa/canone per l’occupazione permanente di spazi e aree pubbliche”; 3932 “Tassa/canone per l’occupazione temporanea di spazi e aree pubbliche”;
3933 “Tassa/canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche – interessi”; 3934 “Tassa/canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche – sanzioni”.

lunedì 16 maggio 2016

Dichiarazioni: pronti i software per Unico Sp e 770

Sono disponibili i software per trasmettere Unico Sp e 770 ordinario e semplificato. Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate i software di compilazione 2016, che permettono di predisporre sul pc i tre modelli e, in due casi, anche di verificarne la correttezza, infatti, per i  770, sia ordinario sia semplificato, sono pronti e pubblicati anche i software di controllo.

lunedì 16 maggio 2016

Crediti fiscali per la termoregolazione

A partire dal 31 dicembre 2016, condomini e singole unità immobiliari saranno obbligati a installare dispositivi specifici per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore. A prevederlo è la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica emanata dall’Unione Europea. A prima vista potrebbe sembrare un aggravio per i contribuenti, che tuttavia sarà ripagato dal risparmio energetico (ed economico) e dalle detrazioni fiscali del 50% o del 65%.

l’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 18 del 06/05/2016 ha precisato che la sola installazione di sistemi di contabilizzazione e termoregolazione del calore da diritto alla detrazione fiscale prevista per interventi di recupero del patrimonio edilizio con aliquota del 50%, in quanto non rappresentano interventi di riqualificazione energetica.

Tuttavia tali interventi sono detraibili al 65% unicamente se oltre all’installazione dei sistemi di contabilizzazione individuale si procede alla installazione di caldaie a condensazione o di pompe di calore ad alta efficienza o di impianti geotermici ad alta entalpia.

Dunque, se i sistemi di termoregolazione o contabilizzazione vengono installati senza la sostituzione totale o parziale dell’impianto di climatizzazione, oppure se l’impianto viene sostituito con un impianto diverso da quelli tassativamente previsti, si può beneficiare unicamente della detrazione del 50%. (Filippo Boron)

sabato 14 maggio 2016

Premi INAIL 2015-2016: in scadenza la seconda rata

Lunedì 16 maggio è giorno di scadenze. Iva, contributi Inps dovuti da artigiani e commercianti, Inail. Riguardo l’Inail si tratta della seconda rata del premio di autoliquidazione 2015/2016, maggiorato d’interessi calcolati con il coefficiente 0,00172603.

venerdì 13 maggio 2016

Dichiarazioni 2016: ulteriori chiarimenti sulle spese sanitarie

L’Agenzia delle Entrate (circolare n. 18/e del 6 maggio) è intervenuta con una serie di chiarimenti circa la detraibilità di specifiche voci di spesa; in particolare con riferimento alle spese sanitarie, e in particolare sugli esborsi relativi a: dermopigmentazione; crioconservazione degli embrioni; crioconservazione degli ovociti e degli embrioni all’estero; intervento all’estero nell’ambito della procreazione medicalmente assistita. L’intervento di dermopigmentazione volto a correggere almeno in parte una condizione secondaria di una specifica malattia e ad alleggerire il suo impatto psicologico può essere portato in detrazione. Le prestazioni di crioconservazione degli embrioni hanno natura sanitaria “ove ricorrano nell’ambito di un percorso di procreazione medicalmente assistita con finalità di cura o di preservazione della fertilità dell’individuo, maschio o femmina, e in tutti i casi in cui vi sia un rischio importante di perderla: patologie tumorali, chemioterapia e radioterapia, patologie immuni, urologiche e ginecologiche”. Le prestazioni di crioconservazione degli ovociti e degli embrioni effettuate all’estero sono ammesse in detrazione, allo stesso titolo di quelle sostenute in Italia, solo se eseguite per le finalità consentite in Italia e attestate da una struttura estera specificamente autorizzata ovvero da un medico specializzato italiano. L’intervento all’estero in ambito della procreazione medicalmente assistita è detraibile  in detrazione, ai sensi dell’art. 15, comma 1, lett c), del TUIR.

venerdì 13 maggio 2016

Revisori contabili: le risposte del viceministro Zanetti sull’abilitazione

Il tirocinio da revisore legale non può essere riconosciuto a posteriori. Il commercialista che svolge i 18 mesi di tirocinio e si abilita, non può ottenere il riconoscimento del tirocinio da revisore a posteriori sulla base di un’autocertificazione. E’ quanto affermato il viceministro dell’economia e delle finanze, Enrico Zanetti, in risposta a una interrogazione in commissione finanze alla camera su quale sia la procedura per sanare gli obblighi formali non adempiuti, ovvero la presentazione della documentazione che attesta la fine del tirocinio dei revisori contabili e della domanda di iscrizione all’albo, al fine di procedere all’iscrizione all’albo dei revisori.

venerdì 13 maggio 2016

Voluntary disclosure: ritorna il programma di riemersione

Il premier Matteo Renzi ha annunciato la possibilità di una riproposizione della voluntary disclosure anche per l’anno 2016. Un bis del programma collaborazione volontaria era stato preso in considerazione, il mese scorso dai tecnici che lavorano a stretto contatto con il premier. La voluntary disclosure non è un condono, non ci sono sconti sulle imposte evase e dovute, ma è un percorso regolamentato dall’Ocse. La procedura è applicata già, con risultati altalenanti, da molti stati anche in maniera permanente e l’ipotesi di una voluntary a regime potrebbe non essere esclusa anche per la nuova disposizione in preparazione per l’Italia.

venerdì 13 maggio 2016

Precompilata a quota 170.000

Sono 170.000 le precopilate già inviate all’Agenzia delle Entrate. Moltissimi accedendo al sito delle Entrate per visionarla. I dati sono state forniti dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate ascoltato in audizione presso la VI Commissione Finanze della Camera. Secondo i dati diffusi, il 57% dei contribuenti che si è collegato alla dichiarazione precompilata lo ha fatto tramite le credenziali dell’Agenzia delle entrate mentre il 35% ha utilizzato il Pin dell’Inps.

venerdì 13 maggio 2016

Compravendite immobiliari 2015: trend in ripresa

E’ stato presentato il Rapporto immobiliare residenziale 2016, realizzato dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Abi. Nel Rapporto vengono sintetizzate e analizzate le dinamiche del segmento residenziale relative al 2015 (compravendite e locazioni). Le compravendite nel 2015 registrano una crescita omogenea pari al 6,5%, quasi il doppio rispetto a quello dell’anno precedente. I dati più significativi si registrano al Nord, dove si arriva a sfiorare il 10% (Nord-Est); seguono le Isole e il Centro (unica macroarea a registrare una leggera flessione nel tasso di crescita rispetto al 2014), chiude il Meridione con un +4,1%.

venerdì 13 maggio 2016

Lavoro: domande online per il fondo garanzia Tfr

Per i fondi di garanzia Inps del Tfr e della previdenza integrativa sono previste solo domande online. L’istituto ha messo a disposizione su internet, sezione servizi online, il nuovo servizio “Domanda fondo di garanzia”, implementato di una funzione che consente di allegare la documentazione richiesta a corredo della domanda (messaggio Inps n. 2084 dell’11 maggio 2016).

giovedì 12 maggio 2016

Professionisti senza Irap con collaboratori: al via le istanze di rimborso

In seguito alla sentenza n. 9451/2016 della Corte di Cassazione, in merito la non assoggettabilità all’Irap per il professionista che non impiega beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile e per l’esercizio dell’attività si avvale anche di un solo collaboratore non occasionale che svolga mansioni di segreteria o generiche o meramente esecutive, possono essere avanzate le istanze di rimborso. L’istanza deve essere presentata entro 48 mesi dalla data di effettuazione del pagamento di cui si chiedere il rimborso ed è onere del contribuente dimostrare e provare i fatti che fondano il diritto al rimborso e, cioè, l’aver esercitato la professione in assenza di un’autonoma organizzazione ovvero con mezzi minimi e collaboratori addetti a mansioni meramente esecutive ed estranee al tipicum dell’attività del professionista istante.

giovedì 12 maggio 2016

Periodo feriale e avvisi bonari

I contribuenti che riceveranno dall’Agenzia delle entrate un’avviso bonario nel mese di luglio avranno 30 giorni in più di tempo (quindi fino a fine settembre) per fornire chiarimenti e dimostrare la correttezza dei dati dichiarati. Gli F24 con saldo superiore ai 1.000 euro potranno essere presentati in formato cartaceo per i contribuenti privati (non titolari di partita Iva). Le due novità entreranno nel pacchetto sulle semplificazioni che non richiedono una copertura finanziaria che verrà emanato entro il corrente mese, altre novità saranno previste nella legge di stabilità 2017.

giovedì 12 maggio 2016

F24: nuova causale Inps

Con la risoluzione n. 38/E dell’11 maggio 2016 arriva la causale Enp1 da indicare nel modello F24 per pagare i contributi all’Ente nazionale per i patti bilaterali “Enpabil”. “Enp1” va indicata nella sezione “Inps”, nel campo “causale contributo” in corrispondenza degli “importi a debito versati”. All’interno della stessa sezione, negli appositi campi, vanno riportati, inoltre, il codice della sede Inps competente, la matricola Inps dell’azienda o della filiale; infine, nella colonna “da mm/aaaa” del “periodo di riferimento”, il mese e l’anno di riscossione del contributo.

giovedì 12 maggio 2016

Approvazione bilanci d’esercizio entro 180 gg

Il bilancio d’esercizio ha come termine di approvazione 30 aprile, per le società con esercizio coincidente con l’anno solare. In molti casi, però, il rispetto dei termini previsti è difficile. Nel caso si può sfruttare il maggior termine di 180 gg. eventualmente previsto dallo statuto. A tal fine, gli amministratori dovranno indicare le motivazioni del rinvio nella Relazione sulla gestione, oppure, in mancanza della stessa, nella Nota integrativa.

giovedì 12 maggio 2016

Cassazione: niente Irap per il professionista che si avvale di un collaboratore

La Corte di Cassazione, sezioni unite, con la sentenza n. 9451/2016, attesta la non imponibilità Irap per il professionista che non impiega beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile e per l’esercizio dell’attività si avvale anche di un solo collaboratore non occasionale che svolga mansioni di segreteria o generiche o meramente esecutive.

giovedì 12 maggio 2016

Partite Iva: nuove aperture 17% stranieri

Sono 51mila le partite IVA aperte nel mese di marzo 2016, con una flessione del 2,7% rispetto all’anno precedente. È il dato riportato dal Dipartimento delle Finanze, che mensilmente aggiorna il report sull’apertura delle nuove partite IVA. Si segnala, come dato rilevante, che il 17% delle aperture è imputato da contribuenti nati all’estero.

mercoledì 11 maggio 2016

Nuova Sabatini: a chi indirizzare la domanda

Il MISE, in data 2 maggio 2016, ha pubblicato sul proprio sito alcune FAQ relative alla nuova disciplina per la concessione ed erogazione del contributo in relazione a finanziamenti bancari (Nuova Sabatini-ter – decreto interministeriale 25 gennaio 2016). Quali sono i soggetti a cui rivolgere la domanda di finanziamento? La domanda di finanziamento deve essere trasmessa via PEC a una delle banche o intermediari finanziari che hanno aderito all’addendum alla Convenzione MISE-CDP-ABI. L’elenco delle banche/intermediari finanziari aderenti è disponibile nella sezione “Beni strumentali – nuova Sabatini – del sito internet www.mise.gov.it e nel sito internet di Cassa depositi e prestiti www.cassaddpp.it, di volta in volta aggiornato.

mercoledì 11 maggio 2016

“Alert” del Fisco ai gestori di apparecchi da gioco

Sono in arrivo, via Pec, ai contribuenti titolari di reddito d’impresa che detengono macchinette distributrici di vincite in denaro, comunicazioni di anomalie nelle dichiarazioni dei compensi percepiti dagli operatori coinvolti nella filiera. Tali anomalie risultano dal confronto dei dati dichiarativi e di quelli comunicati dalle società concessionarie della rete telematica per la gestione degli apparecchi da gioco (articolo 110, comma 6, del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza). I destinatari delle comunicazioni avranno modo di valutare la correttezza dei dati ed esibire eventuali elementi, fatti e circostanze non conosciuti dal Fisco, in grado di giustificare le presunte irregolarità.

mercoledì 11 maggio 2016

Voucher baby-sitting: acquisto online

L’INPS, con la circolare n. 75/2016, ha comunicato che l’acquisto dei voucher baby-sitting si fa esclusivamente online accedendo alla voce “Committente/datori di lavoro, presente nel menù delle funzionalità del Lavoro accessorio, scegliendo di agire come “committente/persona fisica”. Per accedere alla procedura è necessario munirsi di PIN, anche nel caso in cui ci si rivolga ad un patronato. In alternativa, è possibile autenticarsi tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

mercoledì 11 maggio 2016

ASpI: sbloccate le domande per i lavoratori sospesi

L’INPS, con il messaggio n. 2050 del 9 maggio 2016, ha comunicato che sono state sbloccate le domande di ASpI lavoratori sospesi presentate dal 1° gennaio 2015 al 12 ottobre 2015.

 

mercoledì 11 maggio 2016

Antiriciclaggio: professionisti sanzionati

Sono sempre più i professionisti sanzionati per il mancato rispetto delle norme antiriciclaggio. Su 593 studi professionali ispezionati nel triennio 2013/2015, sono stati 324 i casi di violazioni riscontrate. La violazione più contestata è stata l’omessa, incompleta e ritardata registrazione, segue la mancata identificazione del cliente. Da segnalare, grazie al decreto depenalizzazione, che l’omessa, ritardata o incompleta registrazione e la mancata identificazione del cliente non costituiscono più illeciti penali, ma semplici sanzioni amministrative, variabili tra i 5.000 e i 30.000 euro.

mercoledì 11 maggio 2016

Onlus: imposta di registro in misura fissa

In caso di acquisto di immobili, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale usufruiscono di una norma agevolativa eccezionale da interpretare in senso stretto. Secondo la Corte di Cassazione, sentenza n. 7517 del 15 aprile 2016, il beneficio fiscale della registrazione in misura fissa e non proporzionale, previsto dalle disposizioni in favore delle Onlus, riguarda solo l’imposta di registro; considerata la natura di norma eccezionale, quindi di stretta interpretazione, l’agevolazione non può essere estesa alle imposte ipotecaria e catastale.

martedì 10 maggio 2016

Dichiarazioni dei redditi: le spese per mensa scolastica si detraggono

Le spese per mensa scolastica si possono detrarre in dichiarazione dei redditi. Al fine è necessario documentare la spesa con la ricevuta del bollettino postale o del bonifico bancario intestati al soggetto destinatario del pagamento (scuola, Comune o altro fornitore), avendo cura di indicare nella causale “l’indicazione del servizio mensa, la scuola di frequenza e il nome e cognome dell’alunno”. La precisazione è contenuta nella circolare n. 18/E dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 6 maggio.

martedì 10 maggio 2016

Patent-box: ridisegnata la “geografia” degli uffici competenti

Per le istanze Patent box sono individuati nuovi Uffici alla gestione delle pratiche. Dal 6 maggio, data di pubblicazione del Provvedimento delle Entrate che ridisciplina la geografia degli Uffici competenti, le istanze di accordo preventivo dovranno essere presentate: all’Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali della Direzione Centrale Accertamento, a prescindere dal domicilio fiscale, se l’impresa ha un volume d’affari o ricavi pari o superiori a 300 milioni di euro; alle Direzioni Regionali ed alle Direzioni Provinciali di Trento e di Bolzano, nel cui ambito territoriale ricade il domicilio fiscale, se l’impresa ha ricavi inferiori a 300 milioni di euro. Le istanze presentate prima del 6 maggio saranno reidirizzate, a cura delle Entrate, al nuovo Ufficio competete, la documentazione integrativa per la quale alla data del 6 maggio non sono ancora scaduti i termini di presentazione, dovrà essere inviata a cura del contribuente ai nuovi indirizzi.

martedì 10 maggio 2016

Voluntary disclosure: riflessi in Unico 2016

La voluntary ha riflessi in Unico 2016. Per i contribuenti che l’anno scorso si sono avvalsi del regime di collaborazione volontaria il prossimo quadro RW è l’ultima fase per il post disclosure. Come chiarito dalla circolare 31/E/2015, i due adempimenti, l’accesso alla procedura e la dichiarazione dei redditi rispondono a diverse e specifiche previsioni normative. Per l’anno 2015 (Unico 2016) le diverse modalità di perfezionamento della voluntary influenzano la compilazione del quadro.

martedì 10 maggio 2016

Lavoro: CIG per il settore agricolo

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con circolare n.17 del 20 aprile 2016 fornisce chiarimenti in merito i beneficiari del trattamento CIG nel settore agricolo dopo l’entrata in vigore del Dl n.148/2015. L’art.8 , legge n.457/1972 ha inizialmente riconosciuto agli operai agricoli con contratto a tempo indeterminato, sospesi temporaneamente dal lavoro per intemperie stagionali o per altre cause non imputabili al datore di lavoro o ai lavoratori, un trattamento sostitutivo della retribuzione per le giornate di lavoro non prestate. Successivamente, l’art.14, co.2, legge n.223/1991 ha esteso tale integrazione salariale anche agli impiegati e ai quadri. Dopo il Dl n.148/2015 è stato abrogato l’art.14, legge n.223/1991 e sono sorti dubbi circa la possibilità per gli impiegati e i quadri di accedere al trattamento CIG per il settore agricolo. L’art.1, del Dl n.148/2015, nell’individuare i lavoratori beneficiari dei trattamenti, stabilisce che i trattamenti di integrazione salariale possono essere concessi ai lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato, ivi compresi gli apprendisti con contratto di apprendistato professionalizzante, con esclusione dei dirigenti e dei lavoratori a domicilio. Pertanto, la norma fa riferimento a tutte le categorie di prestatori di lavoro subordinato escludendo soltanto i dirigenti.

martedì 10 maggio 2016

Scadenza INPS in vista per artigiani e commercianti

Prima scadenza dell’anno 2016 per il versamento dei contributi INPS. Artigiani ed commerciantidevono versare, entro il prossimo 16 maggio, la prima rata 2016 del contributo fisso dovuto.

martedì 10 maggio 2016

Reati tributari: responsabilità del cliente o del professionista?

In tema di reati tributari, l’affidamento ad un professionista dell’incarico di predisporre e presentare la dichiarazione annuale dei redditi non esonera il soggetto obbligato (il contribuente) dalla responsabilità penale per il delitto di omessa dichiarazione. Trattandosi, infatti, di un reato omissivo proprio, la norma tributaria considera come personale ed indelegabile il relativo dovere. La prova del dolo specifico di evasione non deriva dalla semplice violazione dell’obbligo dichiarativo né da una “culpa in vigilando” sull’operato del professionista che trasformerebbe il rimprovero per l’atteggiamento antidoveroso da doloso in colposo, ma dalla ricorrenza di elementi fattuali dimostrativi che il soggetto obbligato ha consapevolmente preordinato l’omessa dichiarazione all’evasione dell’imposta per quantità superiori alla soglia di rilevanza penale. (Corte di Cassazione, IV Sez. penale, sentenza n. 18845 del 5 maggio 2016) (Valeria Nicoletti)

martedì 10 maggio 2016

Causa per nullità dell’approvazione del bilancio

La Prima Sezione ha affermato che, posta la violazione di norma imperativa come “causa petendi” dell’invocata declaratoria di nullità assoluta di una delibera di approvazione di bilancio, non configura ultrapetizione il rilievo officioso di un vizio di nullità di quest’ultima, emergente dagli atti, pur se non specificamente indicato nella prospettazione della domanda (Cass. 8795 del 4 maggio 2016) (Anna Maria Pia Chionna)it

lunedì 9 maggio 2016

Canone Rai: le vie per l’autocertificazione

La dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio tv può essere inviata online, dal sito dedicato dell’Agenzia delle Entrate, via posta a mezzo raccomandata, e anche, tramite PEC. Così è scritto nell’ultimo aggiornamento della sezione Faq sul sito delle Entrate. L’invio tramite PEC può essere effettuato purché l’autocertificazione venga sottoscritta dalla sua firma digitale. La dichiarazione digitale dovrà essere inviata all’indirizzo: p22.sat@postacertificata.rai.it e non è prevista una data di scadenza. Per tutti gli altri contribuenti, invece, la dichiarazione di non detenzione di un apparecchio tv dovrà essere presentata entro il 15 maggio 2016.

lunedì 9 maggio 2016

Tessera professionale europea per gli agenti immobiliari

Il MISE con circolare 3688/C del 3 maggio 2016 definisce le modalità di accesso da parte di cittadini comunitari e di paesi terzi all’esercizio delle attività regolamentate e il rilascio della tessera professionale europea (EPC) per lo svolgimento dell’attività di agente immobiliare. A livello comunitario è sperimentalmente soggetta alla disciplina la sola attività di real estate – agente immobiliare, secondo la nomenclatura unionale. La tessera viene rilasciata a seguito di una procedura elettronica avviata dal richiedente, esclusivamente sulla base del form compilabile online nel portale dell’Unione europea dedicato.

lunedì 9 maggio 2016

Agricoltura: le nuove aliquote di compensazione del regime speciale

L’Agenzia delle Entrate, nella circolare 19/E del 6 maggio 2016, espone chiarimenti in merito le nuove aliquote di compensazione del regime speciale agricoltura. Le aliquote sono state innalzate con decreto interministeriale del 26 gennaio 2016 per alcuni prodotti del settore lattiero-caseario e per gli animali vivi delle specie bovina e suina. Le percentuali di compensazione, in vigore dal 1° gennaio 2016, sono: a regime, 10% per le cessioni di latte fresco non concentrato né zuccherato e non condizionato per la vendita al minuto, esclusi yogurt, kephir, latte cagliato, siero di latte, latticello (o latte battuto) e altri tipi di latte fermentati o acidificati, nonché per le cessioni di latte e crema di latte freschi non concentrati né zuccherati, escluso il latte fresco non concentrato né zuccherato, destinato al consumo alimentare, confezionato per la vendita al minuto, sottoposto a pastorizzazione o ad altri trattamenti previsti da leggi sanitarie; solo per l’anno 2016, al 7,65% per le cessioni di animali vivi della specie bovina, compreso il genere bufalo; solo per l’anno 2016, al 7,95% per le cessioni di animali vivi della specie suina.

lunedì 9 maggio 2016

Lavoro: pronto il decreto anti abusi voucher

Come anticipato dal Ministero del Lavoro con il comunicato stampa del 22 marzo 2016, è in fase di emanazione il decreto correttivo sui buoni lavoro che ne modificherà la procedura d’utilizzo. Le imprese che li utilizzeranno dovranno comunicare preventivamente, in modalità telematica, il nominativo ed il codice fiscale del lavoratore per il quale verranno utilizzati, insieme con l’indicazione precisa della data e del luogo in cui svolgerà la prestazione lavorativa e della sua durata. In caso contrario, il committente sconterà una sanzione amministrativa che da 400 a 2.400 euro, per ciascun lavoratore non comunicato.

lunedì 9 maggio 2016

Unico 2016: il trattamento delle spese di rappresentanza

Riguardo le spese di rappresentanza, per il periodo d’imposta 2015, ai fini IRES/ IRPEF, valgono ancora le vecchie regole. Quindi i costi sostenuti per l’acquisto di beni destinati ad omaggio, ricompresi fra le spese di rappresentanza in base al D.M. 19 novembre 2008, sono deducibili: integralmente, se di valore unitario non superiore a 50 euro; se di valore unitario superiore a 50 euro, nell’anno di sostenimento e nel limite dell’importo annuo massimo, ottenuto applicando ai ricavi/proventile seguenti percentuali:  1,3% con ricavi proventi gestione caratteristica fino a 10 milioni di euro; 0,5% con ricavi proventi gestione caratteristica da 10 milioni di euro a 50 milioni di euro; 0,1% con ricavi proventi gestione caratteristica superiori a 50 milioni di euro. Per i lavoratori autonomi è vigente il limite dell’1% dei compensi percepiti nel periodo d’imposta, a prescindere dal valore unitario.

lunedì 9 maggio 2016

Lavoro: bonus ampi per le aziende agricole

La Commissione tributaria regionale di Firenze, con la sentenza n. 579 del 23 marzo 2016, è intervenuta sul tema della decadenza dell’agevolazione sulla piccola proprietà contadina, in presenza di una operazione di accorpamento dell’azienda agricola, eseguita con la riunione dell’usufrutto alla nuda proprietà.Esattamente, secondo la Commissione, l’accorpamento dell’azienda agricola, con il trasferimento di fondi rustici acquisiti con l’agevolazione sulla piccola proprietà contadina nel periodo di osservazione (5 anni), non comporta la decadenza del bonus fruito, se il conduttore è il medesimo e non emerge alcun intento speculativo.

lunedì 9 maggio 2016

Dis-Coll: istruzioni dell’Inps

Dis-Coll estesa quest’anno: ne possono fruire anche i collaboratori delle pubbliche amministrazioni, esclusi l’anno scorso. Al fine bastano due requisiti: la disoccupazione e tre mesi di contributi. Lo ha precisato l’Inps nella circolare n. 74 del 5 maggio 2016, dando il via libera alle domande d’indennità di disoccupazione dei collaboratori coordinati e continuativi (co.co.co.), introdotta dal Jobs act e prorogata quest’anno dalla legge Stabilità 2016.

venerdì 6 maggio 2016

Agenzia delle Entrate: pubblicata guida bonus mobili giovani coppie

In relazione al nuovo bonus mobili giovani coppie, dopo la circolare n. 7/E del 31 marzo 2016, l’Agenzia delle Entrate pubblica una guida che riassume il beneficio in modo chiaro e semplice. Tra i chiarimenti: le spese devono essere sostenute solo per arredare la propria abitazione principale, con un massimo di 16.000 euro complessivi; i mobili devono essere nuovi, e come tali si intendono necessariamente quelli acquistati nell’anno 2016.

venerdì 6 maggio 2016