Notizie Fiscali

  • Ricerca

INPS: circolare del 29 maggio a conferma dei bonus

L’INPS, facendo seguito a quanto disposto dal decreto Rilancio, con la circolare n. 66 del 29 maggio 2020, conferma il riconoscimento dei bonus 600 e 1.000 euro. Il primo, come ormai noto, è riconosciuto in automatico, il secondo sarà anticipato da una nuova domanda con autocertificazione di calo del fatturato o cessazione attività. I beneficiari: liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; lavoratori titolari di rapporti di co.co.co. iscritti alla gestione separata INPS non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, non titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, né di NASPI.

giovedì 4 giugno 2020

INT: modifiche al bonus professionisti

L’INT suggerisce al Governo modifiche al bonus professionisti, in primo luogo chiede di poter anche accedere al contributo a fondo perduto e di calcolare la spettanza del bonus sui compensi e non sui redditi. Tra le altre proposte la richiesta di rinvio delle scadenze dei versamenti relativi alle imposte autoliquidate: al 30 settembre per i saldi 2019 e al 30 novembre per gli acconti 2020 in unica soluzione.

giovedì 4 giugno 2020

INAIL: revocato il bando ISI

L’INAIL ha comunicato la revoca del bando ISI 2019 disposta dal decreto Rilancio.  Le risorse originariamente previste per il bando – si legge – saranno destinate al finanziamento di misure finalizzate al contenimento e al contrasto della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

giovedì 4 giugno 2020

INPS: ISEE precompilato online

L’ISEE precompilato è online. Il modello incrocia i dati dei documenti presentati negli anni precedenti con quelli a disposizione delle banche dati dell’Agenzia delle Entrate. Sul sito dell’Istituto all’interno dell’apposito servizio “ISEE precompilato”, oltre a poter acquisire la propria dichiarazione, è disponibile una nuova guida con la sintesi delle novità per l’anno in corso, i vantaggi, la descrizione delle due fasi necessarie per richiedere l’attestazione ISEE tramite dichiarazione precompilata e i dati necessari di riscontro relativi al patrimonio e per le deleghe da fornire.

giovedì 4 giugno 2020

Tax credit vacanze: le misure del bonus

Il bonus vacanze introdotto dal decreto Rilancio è articolato in tre importi. Il credito spetta alle famiglie con ISEE in corso di validità fino a 40.000 nella misura di: 150 euro per i nuclei composti da 1 sola persona; 300 euro per i nuclei composti da 2 persone; 500 euro per i nuclei composti da più di 2 persone. Lo si può utilizzare in due modi: l’80% come sconto in fattura dal corrispettivo dovuto; il 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi. Per ottenere lo sconto sarà necessario essere in possesso dello SPID che, abbinato ad una APP genererà un QR code che renderà operativo il bonus presso le strutture aderenti.

giovedì 4 giugno 2020

Bonus sportivi: richiesta a partire dall’8 giugno

Il decreto Rilancio ha destinato anche per i mesi di aprile e maggio il bonus agli sportivi (collaboratori sportivi di enti, federazioni, società e associazioni). Il pagamento è automatico per chi ha presentato la domanda per il bonus di marzo, chi non l’avesse presentata potrà dall’8 giugno fare richiesta dei suddetti bonus, collegandosi al sito di sportesalute.eu.

giovedì 4 giugno 2020

Misure di sostegno al reddito: bonus asili nido 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha stabilito che i bonus asili nido 2020 saranno erogati secondo le caratteristiche che seguono: bonus nido fino a 3.000 euro per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro; bonus nido fino a 2.500 euro per le famiglie con ISEE da 25.001 euro a 40.000 euro; bonus nido fino a 1.500 euro per le famiglie con ISEE da 40.001 euro in su. Il bonus è cumulabile con il bonus baby sitter 2020.

mercoledì 3 giugno 2020

INPS: possibile richiedere la NASPI per i licenziamenti sospesi

L’INPS, con il messaggio n. 2261 del 1° giugno 2020, chiarisce che si può chiedere la NASPI anche dopo un licenziamento successivo al 17 marzo 2020, data in cui il decreto Rilancio ha sospeso i licenziamenti. Ovviamente se il lavoratore licenziato è reintegrato, l’indennità andrà restituita.

mercoledì 3 giugno 2020

INPS: riesame delle domande di bonus rigettate

L’INPS, nel messaggio n. 2263 del 2020, traccia le linee guida per la richiesta del riesame delle domande di bonus rigettate in prima istanza. Entro il 21 giugno, gli interessati che possono dimostrare le condizioni di spettanza del bonus, devono chiedere il riesame della pratica. Attraverso la funzione “Esiti” sono consultabili le domande presentate con le motivazioni (eventuali) del rigetto.

mercoledì 3 giugno 2020

INPS: istruzioni per il bonus baby sitting

L’INPS sta implementando la procedura telematica per la richiesta del bonus baby-sitting entrate in vigore il 19 maggio 2020 con l’articolo 72 del decreto Rilancio. Nel messaggio n. 2209 del 27 maggio 2020 riepiloga che i bonus (uno o più di uno) possono essere erogati per l’acquisto di servizi di baby-sitting, fino al 31 luglio 2020, per un importo complessivo massimo pari a 1.200 euro per i lavoratori dipendenti del settore privato, per i lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, per i lavoratori autonomi iscritti all’Inps e alle casse professionali. Per i comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico e per il settore sanitario, pubblico e privato accreditato, il limite massimo è aumentato a 2.000 euro. Il bonus, in alternativa, può essere erogato direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

mercoledì 3 giugno 2020

Pagamenti PA: sospensione fino al 31 agosto del blocco per cartelle scadute

Il decreto Rilancio ha sospeso fino l 31 agosto 2020 la procedura di blocco dei pagamenti delle PA nei confronti dei soggetti che risultino debitori di una o più cartelle di pagamento scadute per un importo superiore a 5.000 euro.

mercoledì 3 giugno 2020

IMU: arrivano le istruzioni e i codici di versamento F24EP

Ecco i codici per il versamento tramite F24EP del primo acconto IMU 2020: “350E” denominato “IMU – imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale – COMUNE”; “351E” denominato “IMU – imposta municipale propria per i terreni – COMUNE”; “353E” denominato “IMU – imposta municipale propria per le aree fabbricabili – COMUNE”; “355E” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli altri fabbricati – COMUNE”; “357E” denominato “IMU – imposta municipale propria – INTERESSI DA ACCERTAMENTO – COMUNE”; “358E” denominato “IMU – imposta municipale propria – SANZIONI DA ACCERTAMENTO – COMUNE”; “359E” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO”; “360E” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE”.

mercoledì 3 giugno 2020

Lavoro: regolarizzazione braccianti, colf e badanti

E’ stato pubblicato sulla GU del 29 maggio 2020 il DM del datato 27 maggio 2020 che definisce le procedure per la regolarizzazione braccianti, colf e badanti. I datori di lavoro interessati che intendono stipulare un nuovo contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale o far emergere un rapporto di lavoro irregolare, in corso, sia con cittadini italiani sia con cittadini stranieri, devono presentare istanza dal 1° giugno al 15 luglio 2020. E’ previsto il versamento di un contributo forfettario di 400 euro a copertura degli oneri connessi all’espletamento della procedura di emersione, nonché uno scudo penale, se la procedura va a buon fine, dei procedimenti penali e amministrativi per l’impiego in nero dei lavoratori.

lunedì 1 giugno 2020

Bonus 600 di aprile: automatico ma non per tutti

L’INPS, con la circolare n. 66 del 29 maggio 2020, ha specificato che il bonus partite IVA di 600 euro non sarà in automatico per tutti: l’automatismo interessa solo chi ha già presentato la domanda per il bonus di marzo. Chi non l’ha presentata ha tempo fino al 3 giugno per presentarla.

lunedì 1 giugno 2020

IMU: arrivano le istruzioni e i codici di versamento F24

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 29/E del 29 maggio 2020, detta le istruzioni per i versamenti IMU di prossima scadenza. Non vengono inseriti nuovi codici, ma confermati i vecchi istituiti con le risoluzioni nn. 35/2012 e 33/2013. In breve: “3912”; “3913”; “3914”; “3916”; “3918”; “3923”; “3924”; “3925”; “3930”. Viene istituito un nuovo codice “3939” relativo al pagamento dell’Imu dei fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (articolo 1, comma 751, legge n. 160/2019).

lunedì 1 giugno 2020

IRAP: chiarimenti dall’Agenzia sulla cancellazione

La risoluzione AE n. 28/E del 29 maggio 2020 fornisce chiarimenti sulla cancellazione dei versamenti Irap introdotta dal decreto Rilancio. Si legge: “non è dovuto il versamento del saldo dell’IRAP relativa al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019, fermo restando il versamento dell’acconto dovuto per il medesimo periodo di imposta. Non è dovuto il versamento della prima rata dell’acconto IRAP relativa al periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019; l’importo di tale versamento è comunque escluso dal calcolo dell’imposta da versare a saldo per lo stesso periodo d’imposta”. La norma non trova applicazione per alcune categorie di soggetti: coloro che determinano il valore della produzione netta secondo gli articoli 7 e 10-bis del Dl n. 446/1997; i soggetti indicati nell’articolo 162-bis del Tuir; i soggetti con volume di ricavi o compensi superiori a 250 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto Rilancio.

lunedì 1 giugno 2020

Tax credit sale cinematografiche: ultimo elenco con i nuovi ammessi

L’elenco degli ammessi al Tax Credit Sale Cinematografiche è stato pubblicato sul sito del MIBACT (decreto direttoriale del 27 maggio 2020). Si tratta dell’ultima lista delle imprese per le quali l’istruttoria si è conclusa positivamente. Nell’allegato al decreto, per ciascun destinatario, sono riportati l’identificativo della domanda, il codice fiscale dell’impresa, la sua denominazione e quella della sala cinematografica, con l’ubicazione, la misura del credito assegnato e il piano di utilizzo dello stesso.

lunedì 1 giugno 2020

IMU: prima rata abolita per il Turismo

Il decreto Rilancio, per far fronte (in parte) alle necessità imposte dal Covid-19 al settore turismo, abolisce la prima rata dell’IMU 2020 sugli immobili del settore. Interessato sono: stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, immobili degli stabilimenti termali. L’agevolazione riguarda anche gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e gli immobili dell’agriturismo, di villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, B&B, residence e campeggi. Per quest’anno e per queste strutture, si verserà solo la seconda rata.

lunedì 1 giugno 2020

INPS: il recupero dei contributi sospesi dal 16 settembre

Con il messaggio n. 2162/2020, è stata pubblicata dall’INPS la circolare n. 64 con le istruzioni operative sulle modalità di sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti contributivi. I versamenti sospesi saranno da riprendere, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020.

venerdì 29 maggio 2020

Dichiarazioni Redditi: aliquote a scaglioni 2020

Per il 2020 sono confermate le aliquote a scaglioni degli scorsi anni. Gli scaglioni sono cinque, che vanno dal 23 al 43%. 1° scaglione per reddito compreso tra 0 e 15 mila euro- 23%; 2° scaglione per reddito tra 15.001 e 28.000 euro – 27%; 3° scaglione per reddito tra 28.001 e 55.000 euro – 38%; 4° scaglione per reddito tra 55.001 a 75.000 euro – 41%.; 5° scaglione per reddito oltre i 75.000 euro – 43%.

venerdì 29 maggio 2020

Proroghe: al 1° gennaio 2021 le procedure automatizzate per controlli e integrazioni del bollo sulle fatture elettroniche

Slitta al 1° gennaio 2021 la procedura automatizzata di controllo ed eventuale integrazione del bollo dovuto sulle fatture elettroniche transitate dal SdI (l’originaria decorrenza era il 1° gennaio 2020). La procedura era in attesa del decreto attuativo. Le tempistiche di versamento del bollo restano però invariate: la prossima scadenza è quella del 20 luglio 2020 in relazione alle fatture emesse nel secondo trimestre dell’anno, e di quelle relative al primo trimestre se il relativo ammontare non sia risultato superiore ai 250 euro.

venerdì 29 maggio 2020

INPS: indicazioni su CIGO e FIS

Con il messaggio n.2183 del 26 maggio 2020, l’INPS ha precisato che il nuovo e più ridotto termine di trasmissione delle domande e la relativa penalizzazione riguardano esclusivamente i datori di lavoro che non hanno mai fatto richiesta d’intervento di cassa integrazione ordinaria o assegno ordinario con causale “COVID-19 nazionale” per periodi di sospensione, o riduzione dell’attività lavorativa che si collocano all’interno dell’arco temporale 23 febbraio – 30 aprile 2020. Il Dl n. 34/2020 ha modificato i termini di presentazione della domanda di cassa integrazione e di assegno ordinario, disponendo  che l’istanza deve essere presentata entro la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa. L’art. 68, c. 1, lett. d), del decreto ha inserito all’art 19 del precedente decreto, il n. 18/2020, il comma 2-ter che fissa al 31 maggio il termine di presentazione delle domande riferite a periodi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa che hanno avuto inizio nel periodo ricompreso tra il 23 febbraio 2020 e il 30 aprile 2020.

venerdì 29 maggio 2020

Bonus affitti: ammessi gli enti no profit senza partita IVA

Al credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto di azienda, previsto dal decreto Rilancio sono ammessi anche gli enti no profit senza partita IVA. Per questi soggetti non è necessario dimostrare la condizione della contrazione del fatturato, perché il legislatore non ha richiesto l’osservanza di alcuna ulteriore condizione.

venerdì 29 maggio 2020

Bonus 600 euro di marzo: novità per i titolari di assegno ordinario di invalidità

I titolari di assegno ordinario di invalidità (possessori di partita IVA, CO.CO.CO, artigiani e commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri, lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori agricoli e dello spettacolo) che avevano presentato la domanda, poi respinta per incumulabilità con l’assegno, non dovranno ripresentarla, l’INPS riesaminerà d’ufficio la pratica e procederà al pagamento del bonus secondo le modalità indicate dal professionista/lavoratore all’atto della richiesta. I titolari di assegno ordinario di invalidità, sempre delle categorie di cui sopra, che non hanno ancora presentato la domanda COVID-19 di marzo possono richiederla entro il 3 giugno.

venerdì 29 maggio 2020

Bonus baby sitter 2020: domanda ancora in stand-by

L’INPS, con il messaggio n. 2209 del 27 maggio 2020, ha comunicato che ancora non è possibile presentare domanda di bonus baby sitter 2020, perché non è stata ultimata la procedura di adeguamento del portale.

giovedì 28 maggio 2020

Decreto Rilancio: i bonus richiedibili tramite SPID

I vari bonus previsti dal decreto Rilancio, 600 euro, REI ed anche bonus bici e bonus baby sitter 2020, possono essere richiesti direttamente all’INPS autenticandosi con lo SPID, il sistema pubblico dell’identità digitale. Tutti i servizi online disponibili sul sito dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate sono accessibili con lo SPID.

giovedì 28 maggio 2020

5 per mille 2020: in rete gli ammessi

Sono in rete i nuovi iscritti che potranno partecipare alla ripartizione del 5 per mille dell’Irpef 2020 (esercizio finanziario 2020, anno d’imposta 2019); prossimo step la presentazione della dichiarazione sostitutiva.

giovedì 28 maggio 2020

IMU: provvedimento delle Entrate riguardo il versamento

Le modalità di versamento dell’IMU tramite modello F24 vengono definite dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 26 maggio 2020. I titolari di partita Iva effettuano i versamenti esclusivamente con modalità telematiche. Con successiva risoluzione, l’Agenzia impartirà le istruzioni per la compilazione del modello F24.

giovedì 28 maggio 2020

Agenzia delle dogane: certificati ATR con procedura semplificata

Con nota n. 151838/RU del 22 maggio 2020, l’Agenzia delle Dogane ha fornito indicazioni riguardo il rilascio dei certificati di circolazione ATR e relativa autorizzazione all’esportatore autorizzato in questo periodo di emergenza. E’ attiva una procedura di rilascio semplificata degli ATR.  

giovedì 28 maggio 2020

Decreto Rilancio: l’Agenzia delle entrate ha pubblicato un vademecum

E’ stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate un vademecum contenente le principali misure fiscali in favore di cittadini, aziende, esercizi commerciali, previste nel decreto Rilancio (Dl n. 34/2020). Imprese e lavoratori autonomi che esercitano la loro attività in luoghi aperti al pubblico possono usufruire del credito d’imposta pari al 60% delle spese sostenute per l’adeguamento dei luoghi di lavoro alle prescrizioni sanitarie, la sanificazione degli ambienti e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. Ecobonus e sismabonus sono stati potenziati fino al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021; introdotto il bonus vacanze di importo fino a 500 euro, per i nuclei familiari con ISEE non superiore a 40mila euro. PMI e gli autonomi titolari di partita Iva, che nel mese di aprile hanno avuto un fatturato inferiore ai 2/3 rispetto all’anno precedente, possono richiedere contributi a fondo perduto, che non concorreranno alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, né alla formazione del valore della produzione netta, ai fini Irap.

giovedì 28 maggio 2020

Bonus pubblicità: l’Agenzia indica i soggetti esclusi

L’Agenzia delle Entrate, in risposta all’interpello n. 144 del 25 maggio 2020, indica i soggetti esclusi dal credito di imposta dal bonus pubblicità. Oltre ai soggetti che hanno effettuato investimenti pubblicitari inammissibili nell’anno precedente, sono esclusi anche coloro che hanno iniziato l’attività nel corso dell’anno per cui si fa domanda del credito di imposta.

giovedì 28 maggio 2020

CNDCEC: calo del fatturato per i professionisti effetto Covid-19

Il CNDCEC, con comunicato stampa del 26 maggio 2020, ha reso noti i risultati di un sondaggio condotto dall’Osservatorio Covid-19 del Consiglio e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti su un campione di 1.125 commercialisti. Da quanto si legge, i commercialisti ad aprile hanno registrato un calo del fatturato; il 54% del campione dichiara di aver subito una riduzione superiore a 1/3 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; per il 35% la flessione è stata superiore a 10.000 euro, e solo il 34% ha potuto beneficiare del bonus di 600 euro concesso dal decreto Cura Italia per il mese di marzo 2020.

mercoledì 27 maggio 2020

Misure di sostegno al reddito: Gualtieri – bonus 1.000 euro anche per i professionisti

Il bonus da 1.000 euro accordato per il mese di maggio alle imprese interessa anche i professionisti iscritti alle casse di previdenza private. Così ha chiarito il Ministro Gualtieri nell’audizione sul decreto tenutasi ieri 26 maggio. Per permettere alle Casse di erogare, prima la seconda tranche del bonus per il mese di aprile di 600 euro, e poi 1.000 euro per il mese di maggio, si attende un prossimo decreto attuativo.

mercoledì 27 maggio 2020

Interpelli: no alla detrazione lavori insonorizzazione acustica

L’Agenzia delle entrate, in risposta all’interpello n. 147 del 26 maggio 2020, espone regole chiare per l’accesso al bonus ristrutturazioni per i lavori di rimozione delle barriere architettoniche. In particolare, non è prevista alcuna detrazione sui lavori di ristrutturazione finalizzati alla rimozione dei rumori, anche se necessari per migliorare l’autonomia di un soggetto autistico portatore di handicap grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104.

mercoledì 27 maggio 2020

Decreto Rilancio: IVA agevolata su sistemi di protezione individuale

Il Dl n. 34/2020 (c.d. decreto Rilancio), ha previsto, in via transitoria fino al 31 dicembre 2020, che le cessioni di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale tali cessioni siano esenti da imposta. Dal 1° gennaio 2021, poi, a regime verrà applicata l’aliquota IVA ridotta del 5%. 

mercoledì 27 maggio 2020

REI: la procedura di richiesta

L’INPS, con messaggio n. 2131 del 22 maggio 2020, ha comunicato l’INPS l’avvio della fase di richieste del REI. Ottenere il beneficio è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del decreto Rilancio. La richiesta può essere fatta all’INPS, attraverso la piattaforma online entro il termine perentorio del 30 giugno 2020, o agli enti di Patronato.

mercoledì 27 maggio 2020

Contributo a fondo perduto ai soggetti IVA

Il decreto Rilancio, in vigore dal 19/05/2020, ha introdotto un contributo a fondo perduto destinato ai titolari di partita IVA danneggiati dall’emergenza Covid-19. La misura è rivolta ai titolari di attività di impresa (commerciale o agricola) e lavoratori autonomi la cui attività non sia cessata alla data di presentazione dell’istanza che abbiano dichiarato ricavi/compensi sul periodo d’imposta 2019 non superiori a 5 milioni di euro. Ai fini dell’ottenimento è necessario che ci sia stata una riduzione del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 per più di 1/3 rispetto al mese di aprile del 2019; l’importo è calcolato con aliquota variabile (20%, 15% o 10%) applicata alla riduzione del fatturato di cui sopra. Sono esclusi: gli enti pubblici, gli intermediari finanziari, i professionisti con o senza Cassa professionale e i lavoratori dello spettacolo che “hanno diritto” alle indennità forfettarie istituite dal DL “Cura Italia”. La richiesta va presentata in via telematica, autocertificando il possesso dei requisiti; le modalità attuative saranno individuate con apposito Provvedimento dell’Agenzia delle entrate.

mercoledì 27 maggio 2020

Il bonus sanificazione rivisitato dal decreto Rilancio

Il decreto Rilancio ha rivisto il bonus sanificazione. Il credito d’imposta concesso sale al 60%, con tetto massimo fino a 60.000 euro per beneficiario. Le spese interessate sono: acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti, dispositivi  di  protezione  individuale (mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, calzari, termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti) conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea; strumenti idonei a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, con incluse le eventuali spese di installazione. Il credito d’imposta, utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui la spesa è sostenuta o in compensazione tramite F24; non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’Irap. L’operatività è subordinata a un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.  

martedì 26 maggio 2020

Interpelli: bonus Mezzogiorno senza ricalcolo in caso di conferimento

L’Agenzia delle entrate, nella risposta n. 143 del 25 maggio 2020 riguardante il conferimento di azienda e la gestione del residuo credito d’imposta Mezzogiorno, ha chiarito che non deve essere presentata una nuova richiesta tramite il modello Cim per trasferirlo dalla vecchia alla nuova impresa. Per la comunicazione è sufficiente una corretta compilazione del modello F24, indicando il proprio codice fiscale nel campo codice fiscale, il codice fiscale della società conferente nel campo codice fiscale contribuente coobbligato, erede…, il numero “62” nel campo codice identificativo.

martedì 26 maggio 2020

Decreto Rilancio: pignoramenti sospesi fino al 31 agosto 2020

Il decreto Rilancio, in linea con la sospensione dei pagamenti delle cartelle esattoriali, sospende fino al 31 agosto 2020 i pignoramenti presso terzi su stipendi e pensioni. Le somme oggetto non devono possono sottoposte ad alcun vincolo di indisponibilità ed il soggetto terzo pignorato deve renderle fruibili al debitore, anche in caso di assegnazione già disposta dal giudice dell’esecuzione. A partire, poi, dal 1° settembre, riprenderanno gli effetti sospesi e gli obblighi imposti al soggetto terzo debitore.

martedì 26 maggio 2020

Concessione suolo pubblico istruzioni ANCI per esonero Tosap e Cosap

Con la nota n. 41 del 21 maggio 2020, l’ANCI fornisce le istruzioni per l’esonero, previsto dal decreto Rilancio, da Tosap e Cosap. L’esonero Tosap e Cosap si applica al periodo che va dal 1° maggio al 31 ottobre 2020. Beneficiari sono: gli esercizi di ristorazione, per la somministrazione di pasti e di bevande (ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari); gli esercizi per la somministrazione di bevande, comprese quelle alcooliche di qualsiasi gradazione (bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari); gli esercizi di cui alle lettere a) e b), in cui la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari; gli esercizi di cui alla lettera b), nei quali è esclusa la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione. La procedura burocratica viene snellita: la domanda può essere fatta autocertificando il possesso dei requisiti. Il controllo e la verifica sul rispetto delle norme inderogabili in materia, potrà essere fatto anche a campione e successivamente, in base alle norme previste.

martedì 26 maggio 2020

Decreto Rilancio: nuova procedura per il 5 per mille

L’emergenza sanitaria modifica (al momento) la procedura relativa al 5 per mille IRPEF. Nel decreto Rilancio viene previsto che il contributo relativo all’anno 2019 venga anticipato al 2020. Gli elenchi dei beneficiari dovranno essere pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate entro il 31 luglio 2020 e le somme dovranno essere erogate entro il 31 ottobre 2020.

martedì 26 maggio 2020

Bonus colf e badanti: l’INPS ha attivato il canale di richiesta

L’INPS, dal 25 maggio 2020, ha attivato la procedura online di richiesta del bonus colf e badanti. Il servizio è accessibile tramite: PIN INPS; SPID, Identità digitale; CNS, Carta Nazionale dei Servizi; CIE, Carta di identità elettronica. Destinatari sono i lavoratori domestici, non conviventi con il datore di lavoro, che si trovano nelle seguenti condizioni: hanno almeno un contratto di lavoro domestico attivo validamente iscritto presso la gestione datori di lavoro domestico dell’INPS alla data del 23 febbraio 2020; la durata complessiva dell’orario di lavoro di tutti i contratti attivi alla data del 23 febbraio 2020, è superiore a 10 ore settimanali; non sono titolari di pensione ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità di cui all’articolo 1 della legge 12 giugno 1984, n. 222; non sono titolari di altra tipologia di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, ad eccezione di rapporto di lavoro di tipo intermittente; non sono percettori di alcuna delle indennità/prestazioni legate all’emergenza Covid-19.  

martedì 26 maggio 2020

Novità: superbonus ristrutturazioni 110%

Il decreto Rilancio ha introdotto il superbonus 110% per interventi di ristrutturazione destinati al risparmio energetico effettuati dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. Gli interventi che attivano lo sconto sono: isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano; interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A; interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o alla microcogenerazione.

lunedì 25 maggio 2020

Novità: da luglio nuovo limite contanti e bonus per Pos

Dal prossimo 1° luglio scende la soglia di utilizzo del contante a 1.999,99 euro; dal 1° gennaio 2022 scenderà ulteriormente sino ai 999,999 euro. Stessa decorrenza per un credito di imposta del 30% delle commissioni addebitate sui pagamenti ricevuti da consumatori finali con carte di credito, di debito e prepagate.

lunedì 25 maggio 2020

Agenzia delle entrate: nuovi codici e soppressioni

Con due risoluzioni l’Agenzia delle entrate introduce nuovi codici tributo e sopprime una causale contributo. Con la risoluzione n. 23/E del 14 maggio 2020 vengono istituiti dei codici tributo specifici per la riscossione dell’IMI, a seguito della recente previsione normativa recata dall’articolo 1, comma 739 della legge di Bilancio 2020. In sintesi: 3980/3981/3982/3983/3984/3985/3986; con la risoluzione n. 24/E del 14 maggio 2020, su richiesta dell’Inps, viene soppressa, con decorrenza immediata, la causale contributo istituita con la risoluzione n. 85/E del 3 luglio “Enb1”, “Ente Nazionale Bilaterale per l’Ambiente e per la Sicurezza Enbas”.

lunedì 25 maggio 2020

Cassa di previdenza Dott. Commercialisti: contributo affitto studio – domanda

La CNPADC, tra le misure a sostegno del reddito dei propri iscritti in conseguenza dell’emergenza sanitaria, ha previsto un contributo per l’affitto dello studio  stanziando risorse per un totale di 3.000.000 di euro per il 2020. Il bando prevede che le domande siano presentate entro il 15 giugno 2020 tramite il nuovo servizio “CSA”, disponibile nell’area riservata.

lunedì 25 maggio 2020

Startup innovative: domande Voucher 3I dal 15 giugno

Il Decreto Direttoriale del 14 maggio 2020 rende operativo “Voucher 3I”, uno strumento introdotto dal decreto Crescita indirizzato alle startup innovative. Il “Voucher 3I” è finalizzato alla registrazione di un brevetto per invenzione industriale per valorizzare e tutelare i processi di innovazione tecnologica e digitale delle startup. Le domande possono essere presentare dal prossimo 15 giugno.

lunedì 25 maggio 2020

DURC: scadenza validità fissata al 15 giugno

La scadenza della validità del Durc, fissata per l’emergenza sanitaria al 15 giugno, resta confermata. Il decreto Rilancio non ne prevede ulteriore proroga. Lo ha chiarito il messaggio INPS n. 2103 del 21 maggio 2020.

lunedì 25 maggio 2020

Gestioni CIGS: istruzioni dell’INPS

L’INPS, con il messaggio n. 2066 del 19 maggio 2020, illustra le operazioni successive all’emanazione dei provvedimenti di modifica dei decreti ministeriali di concessione della CIGS e della modalità di pagamento della CIGO. Per la prima sono riassunte le regole da seguire nei casi di: decreti di annullamento; decreti di sospensione della CIGS ai sensi dell’art. 20 del Dl n. 18/2020; decreti di revoca (efficacia ex nunc); comunicazioni integrative di rettifica; decreti di modifica della modalità di pagamento; richieste di esonero dal versamento del contributo addizionale; comunicazioni ministeriali circa gli esiti degli accertamenti dell’INL per il superamento delle percentuali  di ore fruibili per contratto di solidarietà. Per la seconda, sono richiamate le istruzioni da applicare nelle ipotesi di modifica della modalità di pagamento della prestazione: in caso di documentate difficoltà finanziarie dell’impresa, la stessa può chiedere il pagamento diretto della prestazione fornendo all’Istituto la documentazione prevista; mentre nei casi di CIGO per causali Covid-19 non è necessario presentare alcun documento.

venerdì 22 maggio 2020

Assegni familiari: le nuove tabelle INPS

L’INPS ha messo a disposizione le nuove tabelle ANF per il periodo 1° luglio 2020/30 giugno 2021 (allegato numero 1 della circolare INPS n. 60 del 21 maggio 2020). La domanda si presenta obbligatoriamente con modalità telematica.

venerdì 22 maggio 2020

Decreto Rilancio: sintesi di novità fiscali – 3° parte

Tra le novità previste dal decreto Rilancio: rinviati al 1° gennaio 2021 l’obbligo del registratore telematico, l’avvio della lotteria degli scontrini e l’entrata in vigore di “plastic tax” e “sugar tax”; innalzamento al 50% del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari; in materia di crediti fiscali, limite per le compensazioni orizzontali innalzato a 1 milione di euro, rimborsi di tributi senza preventiva compensazione con debiti iscritti a ruolo, pagamenti da parte della PA senza verifica dell’esistenza di cartelle non onorate.

venerdì 22 maggio 2020

Decreto Rilancio: sintesi di novità fiscali – 2° parte

Le novità previste dal decreto Rilancio: credito d’imposta del 60% per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo; detrazione del 110% delle spese sostenute fino a dicembre 2021 per interventi finalizzati all’efficienza energetica degli edifici, alla riduzione del rischio sismico e per l’installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici; credito d’imposta del 60% per adeguare e sanificare gli ambienti di lavoro; azzeramento dell’Iva su beni e dispositivi medici e di protezione individuale.

venerdì 22 maggio 2020

Decreto Rilancio: sintesi di novità fiscali

In breve le novità fiscali previste dal decreto Rilancio, in GU n. 128 del 19 maggio 2020. Sono soppresse definitivamente le clausole di salvaguardia che, dal 2021, prevedevano aumenti automatici delle aliquote Iva e delle accise su carburanti; niente saldo Irap 2019 e primo acconto 2020 per imprese e professionisti con ricavi o compensi fino a 250 milioni di euro; tax credit vacanze per le famiglie con Isee non superiore a 40.000 euro; esenzione Imu, a giugno, per stabilimenti balneari, alberghi, pensioni e bed & breakfast.

venerdì 22 maggio 2020

Bonus colf e badanti: requisiti e domanda

A sostegno del reddito di colf e badanti, il decreto Rilancio ha previsto un bonus mensile di 500 euro per i mesi di aprile e maggio. Per accedere al bonus sarà necessario aver in essere un contratto di lavoro di almeno 10 ore settimanali, sempre che il richiedente non abbia avuto accesso alle altre forme di aiuto introdotte per l’emergenza coronavirus. Per poter presentare la domanda bisogna attendere le istruzioni che saranno impartite dall’INPS. La domanda potrà essere presentata direttamente all’Istituto, oppure attraverso gli enti di Patronato.

venerdì 22 maggio 2020

Bonus 600 euro: partono i pagamenti INPS

A partire da oggi 21 maggio, l’INPS ha dato il via al pagamento della seconda tranche del bonus 600 euro. Per conoscere quando sarà effettuato l’accredito basta accedere al Fascicolo Previdenziale sul sito INPS. Per il bonus dei 1.000 euro di maggio saranno impartite successive istruzioni.

giovedì 21 maggio 2020

INAIL: bando ISI 2019 revocato e nuove risorse per sicurezza anti-Covid

Il decreto Rilancio mette a disposizione fino a 100.000 euro per l’acquisto di strumenti e attrezzature utili per ridurre il rischio di contagio da coronavirus. Le risorse arrivano dal bando INAIL ISI 2019, revocato, e dai fondi che l’Istituto avrebbe dovuto destinare nel 2020 ai progetti di sicurezza sul lavoro.

giovedì 21 maggio 2020

Misure di sostegno alle imprese: prestiti con restituzione decennale

I prestiti alle imprese con garanzia statale salgono a 30.000 euro, e la restituzione invece di sei arriva a dieci anni. Le modifiche apportate al decreto Liquidità interessano anche i tassi di interesse massimo applicabile, e la restituzione dei prestiti con garanzia dell’80% e fino ad 800.000 euro, in 30 anni. Si lavora ora sulle banche, affinché velocizzino la procedura di richiesta, magari con la presentazione di un’autocertificazione dei dati necessari.

giovedì 21 maggio 2020

Professionisti: le altre tranche del bonus 600 euro

Il decreto Rilancio rifinanzia il bonus 600 euro a sostegno dei professionisti. Le Casse di Previdenza erogheranno ai loro iscritti due nuove tranche di liquidità (600 euro) per ciascuno dei mesi di aprile e maggio. Sono confermati i requisiti di fruizione, ma si deve comunque attendere il decreto attuativo.  

giovedì 21 maggio 2020

Lavoro: le nuove regole per la cassa integrazione dal decreto Rilancio

Il decreto Rilancio innova la cassa integrazione guadagni in deroga e il pagamento diretto delle prestazioni da parte dell’INPS. Le aziende possono chiedere ulteriori 5 settimane di “cassa” per i periodi di riduzione/sospensione di attività lavorativa fino al 31 agosto 2020, e successive altre 4 settimane per i periodi dal 1° settembre fino al 31 ottobre 2020, presentando direttamente domanda all’INPS. I settori turismo, fiere e congressi, parchi divertimento, spettacolo dal vivo e sale cinematografiche, potranno fruire di ulteriori 9 settimane consecutivamente. Per ottenere il pagamento diretto, si dovrà presentare domanda all’INPS entro il quindicesimo giorno dall’inizio del periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa, unitamente ai dati essenziali per il calcolo e l’erogazione di una anticipazione della prestazione ai lavoratori. Le modalità sono indicate dall’Istituto stesso.

giovedì 21 maggio 2020

I contributi a fondo perduto del decreto Rilancio

Il decreto Rilancio prevede un contributo a fondo perduto per i titolari di partite Iva, a certe condizioni. La domanda per il contributo a fondo perduto dovrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate, dopo che avrà approntato il portale. L’importo riconosciuto sarà calcolato in percentuale, dal 20 al 10%, in base al totale di ricavi e compensi e spetterà ai titolari di partita IVA fino a 5 milioni, se hanno subito perdite di ricavi o compensi pari almeno a due terzi di fatturato e corrispettivi al mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Non possono richiedere il fondo perduto coloro che hanno ottenuto il bonus Inps di 600 e 1.000 euro, i professionisti, i soggetti la cui attività risulti cessata.

giovedì 21 maggio 2020

Modello 730/2020: detrazione delle spese notarili

Le spese notarili sostenute per la stipula del contratto di mutuo, compresi gli oneri accessori, sono detraibili ai fini Irpef nella misura del 19%, ed entro il limite massimo di 4.000 euro di spesa. Nel dettaglio sono detraibili: l’onorario del notaio per la stipula del mutuo, escluse quelle sostenute per il contratto di compravendita; le spese sostenute dal notaio per conto del cliente come iscrizione e cancellazione dell’ipoteca.

mercoledì 20 maggio 2020

Le date ufficiali delle sospensioni dei pagamenti

Il decreto Rilancio, pubblicato in GU del 19 maggio 2020, ufficializza le nuove date (prorogate) di pagamento delle imposte. Proroga al 16 settembre di quanto dovuto fino al 31 maggio per avvisi bonari ad adesioni: proroga al 16 settembre di Iva e ritenute anche previdenziali ed assistenziali sospese al 31 maggio con i precedenti decreti; sospensione fino al 31 agosto di quanto dovuto per i carichi AdER, Agenzia delle Entrate Riscossione; rinvio al 10 dicembre per quanto dovuto nel 2020 per “Rottamazione Ter” e “Saldo e Stralcio”. I versamenti sospesi saranno effettuati in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020. Non è rimborsabile quanto già versato.

mercoledì 20 maggio 2020

Bonus INPS da 1.000 euro: modalità di richiesta

Il decreto Rilancio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020. In tema di misure urgenti di sostegno al lavoro e all’economia, conferma il bonus di 600 euro per il mese di aprile e lo eleva a 1.000 euro per il mese di maggio, ma solo per alcuni soggetti. Si tratta di coloro che hanno subito un calo di fatturato (almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto a quello del secondo bimestre 2019) o che hanno cessato l’attività. Tali requisiti dovranno essere dimostrati tramite un’autocertificazione da allegare ad una nuova domanda da presentare all’INPS. L’Istituto, a sua volta, trasmetterà i dati all’Agenzia delle Entrate che controllerà la sussistenza dei requisiti.

 

mercoledì 20 maggio 2020

INAIL: nuovo modello Ot23

Sul sito INAIL è stato pubblicato in data 15 maggio 2020 il nuovo modello Ot23, utile alle imprese che mettendosi a norma con le misure di prevenzione, vogliono ottenere nel 2021 sconti sul premio assicurativo. Le istruzioni operative saranno prossimamente emanate dall’Istituto.

mercoledì 20 maggio 2020

Decreto Rilancio: bonus 600 euro a nuove categorie

Il decreto Rilancio comprende nel bonus 600 euro nuove categorie di soggetti. Si tratta di: lavoratori stagionali non del settore turistico o termale con contratto cessato  involontariamente tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020, che hanno lavorato per almeno 30 gg nell’arco di tempo; lavoratori intermittenti  con almeno 30 gg di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020; venditori a domicilio con partita Iva, con reddito 2019 derivante da questa attività superiore a 5.000 euro, iscritti nella gestione separata in via esclusiva al 23 febbraio 2020; lavoratori autonomi senza partita Iva iscritti in via esclusiva alla gestione separata al 23 febbraio 2020 che, tra il 1° gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020 abbiano avuto contratti di collaborazione autonoma occasionale con accredito di almeno un contributo previdenziale mensile, ma senza contratto alla data del 23 febbraio 2020. Le condizioni per ottenere il bonus sono: non avere un contratto di lavoro dipendente, diverso da quello intermittente; non essere destinatario di pensione.

mercoledì 20 maggio 2020

Decreto Rilancio: TOSAP e COSAP pubblici esercizi

Per rilanciare l’attività turistica in questo periodo di emergenza, e fino al 31 ottobre 2020, i pubblici esercizi sono esonerati dal pagamento della TOSAP e dal canone COSAP. Nello stesso lasso di tempo, le domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico o di ampliamento delle superfici già concesse devono essere presentate in via telematica all’Ente locale, allegando la sola planimetria e senza pagamento del bollo.

mercoledì 20 maggio 2020

INAIL: adempimenti per chi sospende i versamenti causa covid

L’INAIL comunica che i soggetti interessati dalla sospensione dei versamenti introdotta dal decreto cura Italia, devono presentare all’Istituto sono una specifica comunicazione, tramite una procedura disponibile online nei prossimi giorni. L’adempimento è utile anche ai fini della regolarità contributiva (circolare n. 21 del 18 maggio 2020).

martedì 19 maggio 2020

Finanziamenti alle imprese: cambiano alcune regole del decreto Liquidità

Cambiano alcune regole del decreto Liquidità relativamente ai finanziamenti Garanzia Italia e fondi alle PMI. Per Garanzia Italia sono previste condizioni più stringenti: le imprese che richiedono la garanzia SACE dovranno impegnarsi a non delocalizzare le produzioni, e sono escluse le imprese che controllano, o sono controllate da .., una società con sede in un paradiso fiscale. E’ modificato il piano di preammortamento del finanziamento, ora di 36 mesi. Entrambi i finanziamenti sono richiedibili anche da società tra professionisti e dalle associazioni professionali.

martedì 19 maggio 2020

INPS: codici di conguaglio ammortizzatori via Pec

L’INPS, con il messaggio n. 1997 del 14 maggio 2020, ha comunicato che invierà alle aziende che fruiscono degli ammortizzatori sociali previsti dagli artt. 13, 14 e 15 del Dl n. 9/2020 e degli artt. 19, 20, 21 e 22 del Dl n. 18/2020, via Pec tramite Comunicazione Bidirezionale, con oggetto “Comunicazione sulle autorizzazioni-conguagli CIG”, e notifiche via email ai rispettivi intermediari, i codici di conguaglio da inserire nella  compilazione delle denunce UniEmens. Le aziende comprese nell’integrazione salariale a pagamento diretto, devono inviare il modello “SR41”, semplificato, finalizzato al calcolo e alla liquidazione della prestazione. Il flusso UniEmens, per i lavoratori che godono della prestazione a pagamento diretto per l’intero mese, deve essere valorizzato esclusivamente con il codice “LAVSTAT NR00” senza l’indicazione delle settimane e dell’evento figurativo.

martedì 19 maggio 2020

F24: indebite compensazioni per tutti i tributi e contributi

La Corte di Cassazione, sentenza n. 14763 del 13 maggio 2020, ha stabilito che Il reato d’indebita compensazione del modello F24 coinvolge tutti i tributi, sia erariale e sia locale, nonché i contributi di cui è stato omesso il versamento. Non solo, quindi, le imposte sui redditi e l’Iva.

martedì 19 maggio 2020

Assistenza telefonica catastale: sono compresi più territori

Il call center dell’Agenzia delle entrate – 800.90.96.96 – è esteso a nuovi distretti regionali: Campania, Lazio, Piemonte e provincia autonoma di Trento. Viene coperto, così, la quasi totalità del territorio nazionale, con la sola esclusione delle telefonate in arrivo dai distretti telefonici della provincia autonoma di Bolzano e della Valle d’Aosta. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 con esclusione delle festività nazionali.

martedì 19 maggio 2020

Interpelli: invio tardivo della fattura allo Sdi è sempre sanzionato

Nella risposta n. 129 del 14 maggio 2020, l’Agenzia delle entrate ribadisce che la trasmissione allo Sdi della fattura immediata, eseguita oltre il dodicesimo giorno dall’effettuazione dell’operazione, ma comunque entro i termini della liquidazione periodica, è punibile con la sanzione da 250 a 2.000 euro per ciascuna tardività. Nel caso si può anche operare il ravvedimento operoso.

martedì 19 maggio 2020

Entrate tributarie e contributive: primo trimestre in positivo

Dal consueto bollettino del MEF sulle entrate tributarie si evince che il primo trimestre 2020 è in crescita per le entrate tributarie/contributive. Nonostante il lockdown, nel trimestre si è registrato incassi per un totale di 5.668 milioni di euro, pari a un +3,6%, rispetto allo stesso periodo del 2019.

martedì 19 maggio 2020

INAIL: nuovo modello per la riduzione del tasso medio

L’INAIL ha messo a punto un nuovo modello di domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione per l’anno 2021. La notizia è stata data con l’istruzione operativa del 13 maggio 2020 pubblicata sul proprio sito.

lunedì 18 maggio 2020

Donazioni alla Protezione civile: l’Agenzia chiarisce come fruire del bonus

Arrivano alcuni chiarimenti dall’Agenzia delle entrate su come fruire del bonus fiscale se si è effettuata una donazione alla Protezione civile. Con la risoluzione n. 25/E del 14 maggio 2020, in sintonia con quanto già chiarito in precedenti documenti, l’Agenzia delle entrate ha precisato che sono ammessi ai benefici fiscali anche i bonifici effettuati sul conto corrente di Tesoreria n. 22330 intestato alla presidenza del Consiglio dei ministri, nato prima dei conti correnti appositamente aperti per accogliere le donazioni (ex articolo 99, Dl n. 18/2020).

lunedì 18 maggio 2020

Lavoro: contratti a termine senza causali fino al 30 agosto

Il decreto Rilancio dispone per i contratti a termine a-causali la possibilità di rinnovo o proroga fino al 30 agosto 2020. Ricordiamo che il Dl Dignità ha introdotto delle specifiche causali per la stipula di detti contratti.  

lunedì 18 maggio 2020

Decreto Rilancio: proroga per il versamento delle accise

I termini relativi ai versamenti delle accise sui prodotti energetici e sull’energia elettrica previsti per oggi 18 maggio (scadenza 16 maggio) sono differiti al 20 maggio.

lunedì 18 maggio 2020

Decreto Rilancio: cassa integrazione in deroga direttamente dall’INPS

Il decreto Rilancio stabilisce che la cassa integrazione in deroga può essere disposta direttamente dall’INPS senza passare per le Regioni. Si tratta della presentazione della seconda domanda, quella dopo l’autorizzazione delle prime 9 settimane. La novità nel pacchetto di modifiche alla CIG per coronavirus introdotta dal DL Cura Italia.

lunedì 18 maggio 2020

I versamenti sospesi fino al 30 settembre dal decreto Rilancio

Il decreto Rilancio rinvia il pagamento dei tributi e delle ritenute sospese già dai precedenti decreti. In particolare era previsto che per ritenute d’acconto per lavoro dipendente, Iva e contributi previdenziali dei mesi di aprile e di maggio il pagamento era rinviato al 30 giugno. Fermo restando le condizioni legate al calo del fatturato di marzo e aprile 2020, rispetto al medesimo periodo 2019, detti versamenti sono rinviati al 30 settembre, da pagarsi in un’unica soluzione oppure in quattro rate di eguale importo.

lunedì 18 maggio 2020

INPS: proroga dei contributi artigiani e commercianti anche per i soci

L’INPS ha chiarito, nel comunicato stampa di oggi, che la scadenza del 18 maggio inclusa nella sospensione dei contributi interessa anche titolari, soci, artigiani e commercianti. La nuova scadenza prevista con la proroga è fissata per il 16 settembre 2020; si attende la pubblicazione del Decreto Rilancio in Gazzetta Ufficiale e la sua conversione in legge.

venerdì 15 maggio 2020

Bonus 600 euro: la restituzione in caso di non spettanza

Attenzione alla restituzione del bonus 600 euro del decreto “Cura Italia”. Sono interessati i soggetti che hanno presentato domanda pur non rientrando tra i destinatari previsti. L’INPS ha infatti avviato le verifiche ex post sui beneficiari; chi non era tra gli aventi diritto ha ricevuto una richiesta di chiarimento.  

venerdì 15 maggio 2020

Decreto cura Italia: bonus 600 euro anche con accredito IBAN Area SEPA

L’INPS, nel messaggio n. 1981 del 14 maggio 2020, ha informato che è possibile inviare la domanda di bonus 600 euro anche da parte di coloro che richiedono il pagamento con accredito IBAN Area SEPA.

venerdì 15 maggio 2020

Decreto Rilancio: il bonus colf e badanti

Il decreto Rilancio introduce, tra le altre misure a sostegno del reddito, un bonus di 500 euro per colf e badanti. Il bonus sarà riconosciuto nel caso di contratto di almeno 10 ore settimanali, e a patto che il richiedente non abbia avuto accesso alle altre forme di aiuto introdotte per l’emergenza covid-19, e spetterà per i mesi di aprile e maggio. Per presentare domanda bisognerà aspettare le istruzioni dell’INPS.

venerdì 15 maggio 2020

Misure di sostegno al reddito: il REM

Il decreto Rilancio introduce il REM, il reddito di emergenza a favore delle famiglie più bisognose. Si tratta di un bonus variabile, da 400 euro fino a 800 euro calcolato in base alla scala di equivalenza utilizzata per il Reddito di cittadinanza. Le domande potranno essere presentate entro giugno 2020. I destinatari devono: essere residenti in Italia; avere un reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio; essere in possesso di un patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a 10.000 euro, incrementata di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20.000 euro; avere un ISEE inferiore a 15.000 euro.

venerdì 15 maggio 2020

Ristrutturazioni: super bonus dal decreto Rilancio

Il decreto Rilancio introduce un super bonus del 110% per i lavori di ristrutturazione. Si tratta di un ecobonus operativo dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2021 e riguarderà lavori finalizzati al risparmio energetico e all’adeguamento antisismico. I lavori dovranno assicurare il miglioramento di almeno due classi di efficienza energetica; il requisito sarà da attestare mediante certificato rilasciato da un tecnico abilitato. Un decreto del MISE, da emanarsi entro 30 gg dalla data di entrata in vigore del decreto, fisserà i requisiti minimi che i lavori dovranno rispettare.

venerdì 15 maggio 2020

Decreto Rilancio: nessun fondo perduto per chi ha usufruito del bonus 600 partite IVA

Dal contributo a fondo perduto sono escluse le partite IVA beneficiarie del bonus di 600 euro. E’ specificato che il contributo a fondo perduto non potrà essere richiesto dai titolari di partita IVA che hanno diritto al bonus INPS introdotto dal decreto Cura Italia e che verrà rinnovato e portato a 1.000 euro dal nuovo provvedimento.

venerdì 15 maggio 2020

Contributi a fondo perduto: la domanda da presentare

Al fine di ottenere i contributi a fondo perduto previsti dal decreto Rilancio approvato il 13 maggio 2020, gli interessati devono presentare domanda attestando i requisiti richiesti. La domanda andrà presentata in modalità telematica ed ha un intervallo di tempo pari a 60 a partire dalla data in cui verrà disposta dall’Agenzia delle Entrate, allegando, ove richiesto, un’autocertificazione di regolarità antimafia. L’accredito sarà fatto direttamente da Agenzia delle entrate sul c/c dell’interessato, in seguito saranno fatti controlli, in caso di non spettanza l’importo erogato sarà totalmente recuperato, maggiorato di sanzioni dal 100 al 200% ed interessi.

giovedì 14 maggio 2020

Decreto Rilancio: i contributi a fondo perduto

Il decreto appena approvato introduce un indennizzo per imprese e lavoratori autonomi danneggiati dall’emergenza Covid-19. Il contributo sarà calcolato in percentuale, dal 20 al 10%, in base al totale di ricavi e compensi. Beneficiari sono imprese e professionisti, con fatturato fino a 5 milioni di euro, che hanno subito perdite pari almeno a due terzi di fatturato nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Per i soggetti che hanno iniziato l’attività dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti sopra descritti. E’ previsto comunque un importo minimo da ricevere: 1.000 euro per ditte individuali, 2.000 per gli altri soggetti.

giovedì 14 maggio 2020

Pace fiscale: le vie delle proroghe

La pace fiscale gode delle proroghe previste dai decreti per l’emergenza, ma le date si sdoppiano a seconda della tipologia. I pagamenti per la rottamazione-ter e saldo e stralcio potranno essere effettuati entro il 10 dicembre 2020, senza, però, la tolleranza dei cinque giorni prevista per le altre rate. Devono essere pagate entro il 16 settembre 2020 le rate in scadenza nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e il 31 maggio 2020, a seguito delle definizioni agevolate dei processi verbali di constatazione, degli atti di accertamento, della chiusura delle liti pendenti e della regolarizzazione delle associazioni sportive dilettantistiche.

giovedì 14 maggio 2020

5 per mille: pubblicati il 13 maggio gli elenchi provvisori

L’Agenzia delle entrate, in data 13 maggio, ha pubblicato gli elenchi provvisori dei richiedenti ed aventi diritto all’accesso della ripartizione del 5 per mille all’IRPEF. Le correzioni devono essere inviate entro il prossimo 20 maggio.

giovedì 14 maggio 2020

Corrispettivi telematici: moratoria sanzioni fino al 2021

Per le sanzioni sui corrispettivi telematici è il decreto rilancio prevede una moratoria fino al 1° gennaio 2021. Pertanto, gli operatori che non riusciranno a dotarsi, entro il 1° luglio 2020, del registratore telematico, ovvero di utilizzare la procedura web messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, non si vedranno comminare sanzioni fino a quella data.

giovedì 14 maggio 2020

Decreto Rilancio: credito d’imposta per sanificazioni

Il decreto Rilancio rivede il bonus per le sanificazioni. Nell’elenco delle spese per le quali si potrà accedere al credito d’imposta del 60% rientrano mascherine, DPI (come anche pannelli divisori) e prodotti detergenti e disinfettanti. L’ammontare del bonus sale al 60%, ed entro il limite massimo della spesa sostenute nel 2020 a 60.000 euro per ciascun beneficiario.

giovedì 14 maggio 2020

Fase 2: le linee guida di ISS e INAIL per la riapertura dei ristoranti

L’INAIL e l’ISS hanno predisposto delle linee guida per la riapertura dei ristoranti. Nel documento del 12 maggio 2020, oltre al distanziamento dei tavoli (non inferiore a 2 metri e garantendo comunque tra i clienti durante il pasto una distanza in grado di evitare la trasmissione di droplets e per contatto tra persone, inclusa la trasmissione indiretta tramite stoviglie, posaterie, ecc.), le raccomandazioni a: effettuare un ricambio di aria naturale e la ventilazione dei locali; adottare soluzioni che privilegino l’uso di spazi all’aperto rispetto ai locali chiusi; implementare un sistema di prenotazione, su turni, per evitare assembramenti anche solo per l’attesa e l’ingresso; eliminare il servizio a buffet; adottare nuovi format per il menù, come lavagne, app, siti, fogli monouso; privilegiare i pagamenti elettronici; prevedere prodotti igienizzanti per clienti e personale anche in più punti in sala e, in particolare, per l’accesso ai servizi igienici che dovranno essere igienizzati frequentemente.

mercoledì 13 maggio 2020

Decreto Rilancio: rimborsi 730 senza sostituto anche se esiste un sostituto

Il decreto Rilancio amplia la platea di soggetti autorizzati a presentare il modello 730 senza sostituto. Anche i contribuenti con un sostituto d’imposta attivo saranno autorizzati a presentare il 730 senza indicarlo e chiedendo il rimborso direttamente all’Agenzia delle entrate. L’erogazione dei rimborsi Irpef avverrà solo dopo il 30 settembre, scadenza del modello 730/2020.

mercoledì 13 maggio 2020

Decreto Rilancio: esenzione IMU per alberghi e stabilimenti balneari

Il decreto Rilancio prevede l’esenzione dalla prima rata IMU per alberghi e stabilimenti balneari. In particolare, dalla rata IMU prevista per il 16 giugno secondo il consueto, saranno escluse queste categorie di immobili: quelli adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali; quelli che rientrano nella categoria catastale D/2, alberghi e pensioni con fini di lucro.

mercoledì 13 maggio 2020

Pensioni: domande di esodo solo online

Dall’11 maggio le domande di prestazioni di esodo dei Fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione potranno essere presentate esclusivamente online, attraverso una nuova procedura. Lo ha l’Inps con il messaggio n. 1863 del 5 maggio 2020.

mercoledì 13 maggio 2020

INAIL: il calcolo dei premi 2020

La circolare INAIL n. 18 del 6 maggio 2020, illustra i limiti minimi di retribuzione giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi 2020. Il minimale di retribuzione giornaliera per la generalità dei lavoratori per è pari ad € 48,98; quello mensile (nell’ipotesi di 26 giorni lavorativi) è di € 1.273,48. Per i lavoratori parasubordinati, il minimo e il massimo mensile sono fissati, con decorrenza 1° luglio 2019, in € 1.379,53 e 2.561,98.

mercoledì 13 maggio 2020

Decreto Rilancio: cancellate le clausole di salvaguardia IVA e gli aumenti delle accise

Il decreto Rilancio cancella definitivamente le clausole di salvaguardia IVA e gli aumenti delle accise nel 2021. Dalla bozza del decreto si legge dell’abrogazione degli aumenti IVA, ed esattamente: l’aumento dell’aliquota IVA del 10%, che a partire dal 2021 dovrebbe passare al 12%; l’aumento dell’aliquota IVA del 22%, che a partire dal 2021 passerebbe al 25,2% e dal 2022 al 26,5%. Abrogato anche l’aumento delle accise sulla benzina, sulla benzina con piombo e sul gasolio, usato come carburante, previsto a legislazione vigente a partire dal 2021.

mercoledì 13 maggio 2020

Decreto Rilancio: la cancellazione del saldo IRAP 2019 e acconto 2020

A sostegno delle imprese il decreto Rilancio cancella il pagamento del saldo IRAP 2019 e del primo acconto 2020. Restano da versare, invece, il saldo e la prima rata di acconto dell’IRPEF e dell’IRES. I dettagli della novità saranno da leggere nel decreto una volta approvato.

martedì 12 maggio 2020

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it