Notizie Fiscali

  • Ricerca

Agevolazioni autotrasportatori: misure e istruzioni

Sono stati stabiliti dal Mef gli importi dei benefici fiscali riconosciuti agli autotrasportatori per il 2018. La deduzione forfetaria ammonta a 38,00 euro per ogni trasporto effettuato dall’imprenditore oltre il territorio comunale, resta invariata la percentuale del 35% per quelli interni. L’Agenzia delle entrate chiarisce, inoltre, come e dove queste somme debbano essere indicate nella dichiarazione dei redditi 2018. Confermata anche la misura del bonus, fino a 300 euro per ciascun veicolo, per il recupero del contributo al Ssn. Va indicato in compensazione in F24 con il codice tributo 6793.

martedì 17 luglio 2018

Il decreto dignità è in vigore: le misure fiscali

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 13 luglio il decreto legge n. 87/2018. Ecco una panoramica delle misure in vigore. Recupero del beneficio dell’iper ammortamento in caso di cessione o delocalizzazione degli investimenti: se nel periodo di fruizione dell’iper ammortamento i beni agevolati sono venduti o destinati a strutture produttive situate all’estero, anche se appartenenti alla stessa impresa, l’agevolazione goduta deve essere recuperata attraverso una variazione in aumento del reddito imponibile del periodo d’imposta in cui avviene la cessione o la delocalizzazione. Non si applicano sanzioni e interessi. La novità non ha effetto retroattivo, riguarda soltanto gli investimenti realizzati successivamente alla data di entrata in vigore del decreto.

martedì 17 luglio 2018

Antiriciclaggio: 94.000 le operazioni sospette segnalate nel 2017

Nel 2017 le segnalazioni di operazioni sospette sono state circa 94.000. Tanto è specificato dall’Unità di Informazione finanziaria nel Rapporto Annuale 2017. Sono in lieve diminuzione rispetto al dato del 2016, 101.000 segnalazioni, anche se bisogna considerare in quel periodo la voluntary disclosure. 

martedì 17 luglio 2018

Decreto dignità: le società sportive dilettantistiche tornano non profit

Nel decreto dignità le società sportive dilettantistiche tornano non profit. L’art. 13 del decreto cancella completamente le previsioni istitutive del nuovo ente societario previsto dalla legge di Bilancio 2018, abrogando alla radice tutta la disciplina delle società sportive dilettantistiche lucrative (SSDL). 

martedì 17 luglio 2018

730/2018: ultime fasi prima della chiusura

Il termine ultimo di trasmissione del modello 730/2018, sia precompilato che tradizionale, è fissato a lunedì 23 luglio 2018. La scadenza vale sia nel caso in cui il contribuente decida di provvedere direttamente all’invio all’Agenzia delle Entrate, sia nel caso in cui si rivolga ad un CAF o a un professionista abilitato. Prima dell’invio è consigliabile controllare l’esatta esposizione dei: documenti di spesa, dei redditi e dei documenti di versamento. I documenti giustificativi, poi, devono essere conservati per il tempo utile all’accertamento: il 31 dicembre 2023.

martedì 17 luglio 2018

Il redditometro si trasforma

Il redditometro si trasforma in uno strumento che per qualche tempo procederà a tratti. Ciò in ragione sia della variabilità del periodo di imposta accertato, sia della presenza, o meno, di istruttorie accertatrici già in corso. La conclusione viene tratta dalla lettura delle novità inserite nel decreto Dignità. Il decreto Dignità elimina il D.M. 16 settembre 2015 che regolava il redditometro, con l’immediato effetto di inibire gli accertamenti redditometrici per i periodi di imposta ante-2016. Il tutto in attesa dell’approvazione del decreto sul nuovo redditometro, che svelerà cosa il Governo attuale vorrà fare dello strumento.

martedì 17 luglio 2018

Tax credit cinema: slitta il termine ultimo per la richiesta

C’è più tempo per la presentazione delle domande volte al riconoscimento del credito d’imposta per la produzione: la nuova scadenza è stata fissata alle ore 12 di venerdì 3 agosto. A darne comunicazione, con apposito “avviso agli utenti”, la direzione generale Cinema del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact).

lunedì 16 luglio 2018

Agevolazioni Zfu Centro Italia: integrazioni agli elenchi dei beneficiari

Sono state ultimate le verifiche sull’importo concedibile ai soggetti per i quali gli aiuti de minimis dichiarati in sede di istanza non corrispondevano a quelli presenti nell’apposito Registro nazionale. Sono stati integrati gli elenchi originari dei beneficiari delle agevolazioni Zfu Centro Italia. 

lunedì 16 luglio 2018

Versamenti imposte per i titolari di partita Iva in caso di rate

I contribuenti titolari di partita IVA che hanno deciso di optare per il versamento rateale delle imposte con versamento della prima rata il 20/08/2018, devono versare contestualmente alla prima rata anche la seconda. Così è scritto nelle istruzioni del Modello Redditi PF 2018.

lunedì 16 luglio 2018

Sono online le statistiche catastali

Sono state pubblicate le statistiche catastali. Il rapporto è disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate. Le abitazioni sono circa 35 milioni, con un incremento dello 0,3% rispetto all’anno precedente.

lunedì 16 luglio 2018

Studi di settore: nessuna sanzione per l’errata compilazione del quadro Z

In relazione agli studi di settore, riguardo la compilazione del quadro Z, l’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 14 del 6 luglio 2018 chiarisce che, in caso di omessa/errata compilazione non trova applicazione alcuna sanzione posto che l’unica applicabile (da 250 euro a 2.000 euro, ex art. 8 c. 1 D.lgs 471/97) è prevista solo con riferimento ai “dati rilevanti ai fini dell’assegnazione del cluster della stima dei ricavi, o del calcolo degli indicatori”.

lunedì 16 luglio 2018

Tracciabilità degli stipendi: INL chiarisce

Riguardo l’obbligo di pagamento delle retribuzioni esclusivamente attraverso una banca o un ufficio postale, con le modalità appositamente individuate dal Legislatore, l’INL che con la nota n. 5828 del 4 luglio 2018 ha chiarito che: è possibile effettuare il pagamento anche su carta di credito prepagata intestata al lavoratore, ancorché la stessa non sia collegata ad un codice IBAN. In tal caso, al fine di consentire la tracciabilità del pagamento, il datore di lavoro/committente è tenuto a conservare la ricevuta di versamento, anche al fine della relativa esibizione in sede di controllo; il pagamento dei soci lavoratori di cooperativa potrà avvenire anche attraverso versamenti su “libretto del prestito”, aperto presso la medesima cooperativa, purché si rispettino determinate condizioni.

lunedì 16 luglio 2018

E-fattura: il conferimento delle deleghe

Per le fatture elettroniche è possibile delegare un professionista abilitato per svolgere alcuni degli adempimenti connessi all’obbligo di fatturazione elettronica in vigore dal 1° gennaio 2019. L’Agenzia delle Entrate ha emanato un provvedimento il 13 giugno 2018, nel quale ha fornito le indicazioni di carattere operativo per conferire la delega. E’ possibile conferire sei diverse tipologie di delega che permettono: la consultazione del Cassetto fiscale delegato; la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici; la consultazione dei dati rilevanti ai fini IVA; la registrazione dell’indirizzo telematico; l’emissione e conservazione delle fatture elettroniche; l’accreditamento e censimento dei dispositivi. Il conferimento della delega si potrà fare online mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline), oppure presentando un apposito modulo (il fac-simile è allegato al provvedimento 13 giugno 2018) presso un qualsiasi Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

venerdì 13 luglio 2018

Studi di settore: i chiarimenti dell’Agenzia sono tardivi …..

Con comunicato stampa del 12 luglio 2018, l’Associazione Nazionale Commercialisti sottolinea come l’Agenzia delle Entrate abbia fornito tardivamente i chiarimenti relativi agli studi di settore per il periodo d’imposta 2017. La circolare n. 14/E è stata infatti pubblicata solo il 6 luglio, quindi oltre il primo termine per il versamento delle imposte, scaduto il 2 luglio 2018. Secondo il Presidente dell’ANC Cuchel, “si tratta dell’ennesima prova della totale mancanza di considerazione del lavoro svolto dai commercialisti”.

venerdì 13 luglio 2018

Ristrutturazioni e Iva agevolata: i beni “significativi”

Riguardo le ristrutturazioni e l’Iva agevolata sono presenti importanti novità sui beni “significativi”. L’Agenzia, con la circolare 15/E del 12 luglio 2018, ha chiarito la disciplina (articolo 7, comma 1, lettera b), legge 488/1999). La categoria dei “beni significativi” incide sulle agevolazioni Iva previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. La norma che regola la materia “sconti” ha previsto l’aliquota Iva ridotta del 10% per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, se eseguiti su immobili a prevalente destinazione abitativa. L’agevolazione interessa le prestazioni di servizi complessivamente rese e quindi comprende anche le materie prime e semilavorate e gli altri beni necessari per realizzare l’intervento, a condizione che siano forniti da chi ha eseguito i lavori. Diverso è, invece, il trattamento fiscale dei “beni significativi”: l’aliquota agevolata si applica soltanto sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi.

venerdì 13 luglio 2018

Split payment: l’abrogazione per i professionisti può interessare la liquidazione IVA di giugno

Le prestazioni professionali soggette a ritenuta tornano ad essere escluse dallo split payment. La novità trova applicazione con riferimento alle fatture emesse dopo l’entrata in vigore del decreto Dignità. Il decreto individua il momento dell’abrogazione dello split per le prestazioni professionali con riferimento alla data di emissione della fattura. Se le prestazioni professionali sono rese nel mese di giugno, ma la fattura è emessa dopo la pubblicazione del decreto, le operazioni risulteranno soggette ad IVA secondo i criteri ordinari.

venerdì 13 luglio 2018

QUIR: torna l’accantonamento del TFR

L’INPS, con il messaggio n. 2791 del 10 luglio 2018, ricorda che dal corrente mese è cessata la disciplina concessa ai lavoratori dipendenti del settore privato con un rapporto di lavoro in essere da almeno sei mesi, di richiedere al datore di lavoro la liquidazione della quota maturanda del trattamento di fine rapporto, sotto forma di integrazione della retribuzione mensile. L’integrazione richiesta viene liquidata mensilmente dal datore di lavoro in forma diretta, come parte integrativa della retribuzione (Qu.I.R.), con eccezione dei lavoratori domestici e di quelli del settore agricolo.

venerdì 13 luglio 2018

8 per mille: in calo la scelta

Sempre meno contribuenti scelgono di destinare l’8 per mille dell’Irpef in dichiarazione. Il 56% delle persone fisiche non ha indicato alcuna preferenza. Così i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze.

venerdì 13 luglio 2018

Comunicazioni antiriciclaggio: al via la consultazione pubblica

L’Unità di Informazione Finanziaria, istituita presso la Banca d’Italia, ha avviato la consultazione pubblica sulle istruzioni relative alle comunicazioni oggettive in materia di antiriciclaggio. Le istruzioni sono rivolte alle banche, a Poste Italiane S.p.A., agli istituti di moneta elettronica e agli istituti di pagamento.

giovedì 12 luglio 2018

Avvisi bonari e questionari notificati a giugno

In questi giorni stanno (purtroppo) arrivando avvisi bonari e questionari da parte dell’Agenzia. In tali casi non si potrà fruire della sospensione dei termini visto che il termine per rispondere alle segnalazioni scade prima del 01/08.

giovedì 12 luglio 2018

Sospensione adempimenti periodo feriale

Dal 1° al 31 agosto sarà in atto la sospensione feriale dei termini processuali del contenzioso. Si applica: ai ricorsi e gli appelli dinanzi alle Commissioni tributarie; alla costituzione in giudizio; al deposito di memorie e documenti; al reclamo/mediazione; agli adempimenti richiesti per l’applicazione di alcuni istituti deflativi del contenzioso. Il Dl n. 193/2016 ha esteso la sospensione dei termini dal 1 agosto al 4 settembre: al pagamento delle somme dovute a seguito dei controlli (automatizzati e formali), nonché per la liquidazione delle imposte sui redditi soggetti a tassazione separata; alla trasmissione dei documenti e delle informazioni richieste ai contribuenti dall’Agenzia delle Entrate (questionari; accertamenti ex art. 36-ter Dpr 600/73; ecc.) o da altri enti impositori.

giovedì 12 luglio 2018

ZFU fuori dall’obiettivo “Convergenza”: le agevolazioni in F24

L’Agenzia delle Entrate ha definito modi e termini di fruizione delle agevolazioni a favore di micro e piccole imprese e professionisti, localizzati nelle zone franche urbane (ZFU), non comprese nelle regioni dell’obiettivo “Convergenza”, ricadenti nei comuni di Pescara, Matera, Velletri, Sora, Ventimiglia, Campobasso, Cagliari, Iglesias, Quartu Sant’Elena e Massa-Carrara. Le agevolazioni devono essere fruite in compensazione dei versamenti da effettuarsi tramite F24, presentato esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia.

giovedì 12 luglio 2018

Gruppo IVA: serve l’istanza di interpello

Importante presentare istanza di interpello all’Agenzia delle Entrate, per dare prova contraria alle presunzioni di sussistenza o insussistenza dei requisiti necessari per la costituzione del gruppo IVA. L’istanza deve essere sottoscritta sia dal rappresentante del gruppo IVA costituito o del futuro rappresentante del gruppo IVA costituendo, sia dal membro di cui si vuole provare il difetto o il possesso di un requisito di partecipazione (Agenzia delle Entrate – risoluzione n. 54/E del 10 luglio 2018).

giovedì 12 luglio 2018

Redditi: le riserve nel nuovo regime di tassazione dei redditi di capitale

Nel modello Redditi SC 2018 vanno indicate le riserve di utili formatisi nei diversi periodi d’imposta, in quando gli stessi scontano, in caso di distribuzione, tassazioni differenti, a seconda del periodo in cui si sono formati. Le riserve formate con utili prodotti dal 2008 al 2016, sono tassate in capo ai soci qualificati nel limite del 49,72%, quelle formate con utili prodotti sino al 2007 sono tassate nel limite del 40%. Tale indicazione risulta ancora più importate a seguito della modifica alla tassazione dei redditi di capitale prevista dalla legge di Bilancio 2018, secondo cui gli utili percepiti dal 1° gennaio 2018, indipendentemente dal fatto che derivino da partecipazioni qualificate o meno, scontano il prelievo secco alla fonte, con applicazione della ritenuta del 26%.

giovedì 12 luglio 2018

Bonus mobili: chiarimenti dall’Agenzia

Nella circolare 7/E del 27 aprile 2018 l’Agenzia Entrate fornisce chiarimenti sul bonus mobili. E’ detto che:  per gli acquisti effettuati nel 2017 si deve tener conto, ai fini della verifica del limite di spesa di 10.000 euro, delle eventuali spese sostenute nel 2016, se collegate ad interventi edilizi effettuati nel medesimo anno. Non rilevano eventuali spese sostenute per mobili in anni precedenti al 2016 per le quali si è già fruito della detrazione.

mercoledì 11 luglio 2018

“Gruppo Iva”: le regole per l’interpello

Con la risoluzione 54/E del 10 luglio 2018, l’Agenzia delle entrate stabilisce le regole circa le modalità di presentazione delle istanze di interpello  probatorio (ex articolo 70-ter, commi 5 e 6, del Dpr 633/1972) finalizzate all’esclusione o all’inclusione di soggetti passivi d’imposta in un Gruppo Iva. Le istanze finalizzate a superare le presunzioni di esclusione o inclusione possono essere legittimamente presentate anche prima dell’esercizio dell’opzione di costituzione.

mercoledì 11 luglio 2018

Rateazione delle ordinanze di ingiunzione: niente bollo

Con nota n. 14991 del 6 luglio 2018, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha comunicato che non è soggetta al pagamento dell’imposta di bollo la richiesta di rateazione dell’importo indicato all’interno dell’ordinanza di ingiunzione della sanzione amministrativa per violazione in materia di lavoro. Non è soggetto a bollo nemmeno il provvedimento di accoglimento dell’istanza di rateazione. Il chiarimento è stato fornito a seguito della risposta ad un’istanza di interpello formulata dall’Agenzia delle Entrate. 

mercoledì 11 luglio 2018

Redditi Sp: i nuovi prospetti del quadro Rs

Novità nel quadro RS del modello di dichiarazione Redditi Sp 2018. Il quadro presenta alcune modifiche che riguardano il prospetto per la deduzione per capitale investito proprio (ACE), il prospetto per gli investimenti in start-up innovative, il nuovo prospetto per la trasmissione telematica delle operazioni IVA e il prospetto relativo alle opzioni per i marchi di impresa (patent box).

mercoledì 11 luglio 2018

IVA: la separazione delle attività secondo l’Agenzia delle entrate

Riguardo la separazione contabile delle attività, al fine di eliminare gli effetti distorsivi che si verificherebbero nel caso di applicazione unitaria del pro rata IVA a tutte le attività svolte, l’opzione deve essere esercitata avendo riguardo al dato oggettivo e non al codice ATECO. Questo è quanto asserito dall’Agenzia delle Entrate in occasione di alcuni incontri relativi alla nuova disciplina del gruppo IVA.

mercoledì 11 luglio 2018

Iper ammortamento: restituzione dell’agevolazione in caso di cessione o traferimento del bene

Si decade dall’agevolazione del super ammortamento quando i beni agevolati vengono ceduti a titolo oneroso o destinati a strutture produttive situate all’estero anche se appartenenti alla stessa impresa. E’ possibile evitare la decadenza dall’agevolazione adottando un preciso meccanismo di sostituzione. Lo prevede l’art. 6 del Decreto Dignità.

mercoledì 11 luglio 2018

Ente Bilaterale UNCI-Confsal: sospensione e ridenominazione causali contributo

Con la risoluzione 53/E del 09 luglio 2018 l’Agenzia delle Entrate, a seguito della sospensione da parte dell’INPS della causale contributo “EBUC”, ha reso noto che, a decorrere dal 18 luglio 2018, non sarà consentito l’utilizzo della suddetta causale nel modello F24. Con la risoluzione 52/E del 09 luglio 2018 sono ridenominate le seguenti causali: “E069” denominata “EPPI – Capitale e/o spese legali – art. 8, c. 4 e 6, Regolamento per l’attuazione delle attività di previdenza”; “E070” denominata “EPPI – Interessi di mora e sanzioni e/o spese legali – art. 8, c. 5 e 6, Regolamento per l’attuazione delle attività di previdenza”. Le causali contributo “E066”, “E067”, “E068” ed “E071” sono soppresse a decorrere dal 18 luglio 2018.

martedì 10 luglio 2018

Registrazione degli atti giudiziari con modello F24

Con il provvedimento del 9 luglio 2018 si dà il via libera al pagamento con modello F24, invece che F23,  delle somme dovute in relazione alla registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria richieste dall’Agenzia delle entrate.

martedì 10 luglio 2018

Pagamenti tracciabili retribuzioni: le sanzioni spiegate dall’ispettorato

Con la nota n. 5828 del 4 luglio 2018, l’ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce al proprio personale ispettivo indicazioni in merito alla corretta procedura di contestazione della violazione riguardante i pagamenti senza strumenti tracciabili delle retribuzioni. In caso di mancato pagamento delle retribuzioni secondo quanto stabilito dalla norma, a partire dal 1° luglio 2018 è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa, non soggetta a procedura di diffida, da 1.000 a 5.000 euro. L’Ispettorato conferma che la sanzione si riferisce alla totalità dei lavoratori in forza al singolo datore di lavoro, senza tenere conto del numero di lavoratori interessati dalla violazione e per ogni singola mensilità di retribuzione. Saranno applicate tante sanzioni quante sono le mensilità per cui si è protratto l’illecito.

martedì 10 luglio 2018

Compro oro: in scadenza l’iscrizione al registro

Dopo la pausa estiva sarà operativo il registro gestito dall’OAM, l’Organismo degli agenti e mediatori creditizi. Lo ha comunicato lo stesso OAM a seguito della pubblicazione del D.M. 14 maggio 2018 con cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha definito le caratteristiche e le modalità tecniche per l’iscrizione nel registro degli operatori compro oro. Entro 30 giorni dalla data di istituzione del registro, i soggetti interessati dovranno presentare istanza di iscrizione in via telematica. In caso di omessa iscrizione, si configura il delitto di esercizio abusivo della professione.

martedì 10 luglio 2018

Precompilata quota a 2.3 milioni

La precompilata arriva a 2.3 milioni di dichiarazioni inviate. Si ricorda che il 23 luglio 2018 è l’ultimo giorno per accettare, modificare e inviare il modello 730 precompilato, in autonomia oppure tramite CAF e intermediari (per il modello Redditi PF c’è tempo invece fino al 31 ottobre 2018).

martedì 10 luglio 2018

Cessioni di gasolio e benzina: operativi i servizi digitali

L’Agenzia delle dogane e dei Monopoli, con la nota n. 73285 del 5 luglio 2018, ha impartito le istruzioni operative per l’utilizzo dei servizi digitali per la trasmissione dei corrispettivi relativi alle cessioni di benzina e di gasolio. Devono essere utilizzati per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri. Il primo invio va eseguito entro il prossimo 31 agosto. I soggetti obbligati devono utilizzare l’applicazione “Corrispettivi distributori stradali di carburanti” disponibile sul Portale unico dogane (Pud). Sono compresi i seguenti servizi: “invioDistributoriCarburanti”, per la trasmissione dei file; “annullamentoDistributoriCarburanti”, per annullare un file già inviato; “interopRservice”, per controllare lo stato dell’invio (o dell’annullamento); “interopService”, per conoscere l’esito dell’operazione. Per accedere ai servizi gli interessati devono disporre di identità digitale (Spid livello 2 o Cns).

martedì 10 luglio 2018

Studi settore: pubblicata la circolare con le ultime regole

Nella circolare n. 14/E del 6 giugno 2018, l’Agenzia delle entrate detta le ultime regole riguardo gli studi di settore nell’ultimo anno di applicazione. Le principali novità trattate sono le seguenti: aggiornamento delle analisi territoriali, approvate con Dm 23 marzo 2018, a seguito dell’istituzione di nuovi Comuni e Province; interventi correttivi da applicare nei confronti delle imprese minori in contabilità semplificata, che determinano il reddito secondo quanto previsto dall’articolo 66 del Tuir; revisione congiunturale speciale (crisi); principali novità della modulistica; regime premiale (articolo 10 del Dl 201/2011); comunicazioni di anomalie relative al triennio d’imposta 2014-2016; modifiche ai parametri contabili, approvate con Dm 24 maggio 2018.

lunedì 9 luglio 2018

Rottamazione: con ContiTu scegli cosa pagare

Due nuovi servizi web da Agenzia delle entrate-Riscossione: si può richiedere online la copia della comunicazione inviata ai contribuenti in risposta alla richiesta di adesione alla definizione agevolata e si può decidere quali debiti si vogliono effettivamente pagare. ContiTu è il servizio dedicato alla scelta citata.

lunedì 9 luglio 2018

Modello Redditi: il quadro G

Il quadro RG del Modello Redditi Persone Fisiche 2018 è stato interessato dalle novità normative dettate dalla legge di bilancio 2017, con l’introduzione del regime di contabilità semplificata improntato al criterio di cassa. In base alla formulazione: i ricavi indicati all’articolo 85 del TUIR e gli altri proventi indicati nell’articolo 89 dello stesso Testo unico, concorrono alla formazione del reddito d’impresa all’atto dell’effettiva percezione, come anche le spese sostenute; non assumono più rilevanza le rimanenze finali e le esistenze iniziali di merci, lavori in corso su ordinazione di durata sia infrannuale che ultrannuale e titoli. Alcuni componenti, però, restano imputabili secondo il principio di competenza: minusvalenze e sopravvenienze passive (art. 101 del TUIR); quote di ammortamento di beni materiali e immateriali e canoni di leasing (artt. 64, comma 2, 102 e 103 del TUIR); perdite di beni strumentali e perdite su crediti (art. 101 del TUIR); accantonamenti di quiescenza e previdenza (art. 105 del TUIR); spese per prestazioni di lavoro (art. 95 del TUIR); oneri di utilità sociale (art. 100 del TUIR); spese relative a più esercizi (art. 108 del TUIR); oneri fiscali e contributivi (art. 99, commi 1 e 3, del TUIR); interessi di mora (art. 109, comma 7, del TUIR). I componenti positivi che concorrono alla formazione del reddito secondo il criterio di competenza sono: ricavi da assegnazione dei beni ai soci o destinazione degli stessi a finalità estranee all’esercizio dell’impresa (art. 57 del TUIR); proventi derivanti da immobili che non costituiscono beni strumentali per l’esercizio dell’impresa né beni alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività dell’impresa (art. 90 del TUIR); plusvalenze e sopravvenienze attive (artt. 86 e 88 del TUIR); redditi determinati forfettariamente per le attività di allevamento di animali oltre il limite di cui alla lettera b), del comma 2, dell’articolo 32 del TUIR (art. 56, comma 5, del TUIR).

lunedì 9 luglio 2018

Lavoro: sono revocati gli aiuti di stato se l’impresa delocalizza entro 5 anni

Gli incentivi in conto impianti ricevuti dalle imprese, catalogati come aiuti di stato, sono da restituire se l’impresa delocalizza l’attività economica fuori dai territori Ue entro 5 anni dalla realizzazione dell’intervento agevolato, oltre a pagare una sanzione salata. Così prevede il decreto Dignità appena approvato.

lunedì 9 luglio 2018

Lavoro: le sanzioni per le retribuzioni in contanti

I datori di lavoro che pagano le retribuzioni in contanti dovranno (anche) pagare una sanzione calcolata in base al numero dei mesi nei quali si è protratto l’illecito, a prescindere dal numero di lavoratori coinvolti. Sono le indicazioni fornite dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro al personale ispettivo, con la nota n. 5828 del 4 luglio 2018.

lunedì 9 luglio 2018

OCSE: Italia salari bassi e poche sicurezze

L’OCSE ha diffuso i dati sul mercato di lavoro nel mondo. I numeri parlano di un miglioramento dei livelli di occupazione nel nostro Paese, che resta, purtroppo, fanalino di coda per quanto riguarda le condizioni di lavoro di giovani e donne con figli. Inoltre, l’incidenza dei contratti a termine, pari al 95% tra i nuovi rapporti di lavoro, determina una elevata probabilità di perdere il posto e di restare senza reddito.

lunedì 9 luglio 2018

Gennaio-maggio 2018: entrate tributarie positive

Continua la crescita delle entrate tributarie: nel periodo gennaio-maggio 2018 l’incasso, accertato in base al criterio della competenza giuridica, ha raggiunto quota 162.997 milioni di euro, mettendo in evidenza un incremento di 3.793 milioni di euro, che in termini percentuali corrisponde a +2.4 per cento, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I dati sono online, sul sito del dipartimento delle Finanze nel consueto bollettino.

venerdì 6 luglio 2018

Non c’è conflitto tra redditometro e privacy

Con ordinanza n. 17485 del 4 luglio 2018, la Corte di Cassazione ha stabilito il principio secondo cui le attività di raccolta dati e informazioni, nonché di monitoraggio delle spese effettuate dai contribuenti (redditometro), effettuate dall’amministrazione finanziaria sulla base del D.M. 24 dicembre 2012, non sono lesive della privacy dei contribuenti. La Corte ha sancito che il potere e dovere dell’amministrazione finanziaria di svolgere attività di accertamento con metodo sintetico trova il suo fondamento non solo nel citato D.M, che disciplina le modalità di trattamento dei dati raccolti, ma anche nell’art. 38, commi 4 e 5 D.P.R. n. 600/1973, che a sua volta si fonda sull’art. 53 della Costituzione.

venerdì 6 luglio 2018

E-fattura nei sub-appalti: obbligo e comunicazione alla stazione appaltante

Nella circolare n. 13/E del 2 luglio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti riguardanti il nuovo obbligo anticipato (1° luglio 2018) di fatturazione elettronica per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nell’ambito di contratti di appalto di lavori, servizi o forniture stipulati con la Pubblica amministrazione.  Sono escluse dall’obbligo anticipato di adozione dell’e-fattura le forniture nei confronti di imprese appaltatrici qualora queste ultime non abbiano reso edotta la controparte circa l’utilizzo dei beni e/o servizi nell’ambito del contratto di appalto. L’obbligo anticipato di fattura elettronica è escluso anche nel caso in cui il committente a monte dell’appalto non sia un ente della Pubblica amministrazione, bensì un soggetto dalla stessa controllato o partecipato.

venerdì 6 luglio 2018

IMU: entro il 18/07 il ravvedimento breve

In caso di versamento dell’omesso o insufficiente acconto IMU/TASI, si può sanare la mancanza entro il 18/07/2018 fruendo del ravvedimento breve, applicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo con una sanzione fissa del 1,5% dell’importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.

venerdì 6 luglio 2018

Fattura elettronica: altre indicazioni dalle Entrate

Nel caso di emissione della fattura elettronica con sua tramissione allo SDI tramite PEC sarà necessario: effettuare il primo invio allo SDI all’indirizzo PEC sdi01@pec.fatturapa.it; effettuare i successivi invii all’indirizzo PEC comunicato dallo SDI in risposta al primo invio effettuato.

venerdì 6 luglio 2018

Il bonus Sud va indicato nel modello Redditi

Il credito di imposta investimenti al sud (Legge 208/2015) deve essere indicato nella quadro RU del Modello Redditi relativo al periodo d’imposta di maturazione del credito e in quello relativo ai periodi d’imposta successivi fino a quello nel quale si conclude l’utilizzo in compensazione.

venerdì 6 luglio 2018

Cassazione: l’inerenza degli immobili strumentali deve essere dimostrata

Con la sentenza n. 16546 del 22 giugno 2018, la Corte di cassazione ha stabilito che il dettato dell’articolo 43, comma 2, Tuir, secondo cui gli immobili relativi a imprese commerciali che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni si considerano strumentali anche se non utilizzati o anche se dati in locazione o comodato, non va intesa come un riconoscimento della strumentalità del bene a prescindere dalle caratteristiche del medesimo in rapporto con l’attività dell’azienda.

giovedì 5 luglio 2018

Fattura elettronica carburanti: macchine agricole escluse

Le cessioni di benzina e gasolio destinati ai veicoli agricoli (trattori agricoli e forestali, nonché macchine agricole in generale) devono ritenersi escluse dall’applicazione delle nuove disposizioni circa l’obbligo di fatturazione elettronica. Ai fini della deducibilità dei costi nonché della detraibilità Iva relativa all’acquisto di carburante per tale tipologia di veicoli agricoli, rimangono ferme le previsioni introdotte dalla Legge di bilancio 2018 in materia di tracciabilità dei pagamenti.

giovedì 5 luglio 2018

Fondo assistenza sanitaria: nuova causale

L’Agenzia delle Entrate con risoluzione n. 49/E del 4 luglio 2018,  ha istituito la causale tributo FAVP per il versamento dei contributi destinati a finanziare il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa Vigilanza Privata FASIV. Il versamento deve essere effettuato tramite modello F24.

giovedì 5 luglio 2018

Rifinanziato l’incentivo per l’occupazione nel mezzogiorno

L’ANPAL ha reso noto che l’incentivo Occupazione Mezzogiorno “OMEZ” è stato rifinanziato con ulteriori 302 milioni di euro. La legge di Bilancio 2018 ha previsto la possibilità di introdurre misure nazionali e programmi operativi complementari per l’anno 2018, volti a favorire l’assunzione con contratto a tempo indeterminato, nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o nelle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), indipendentemente dalla residenza del lavoratore e nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato. Si tratta di un incentivo rivolto alle assunzioni a tempo indeterminato di soggetti che non abbiano compiuto i 35 anni di età, e di soggetti dai 35 anni in poi privi di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. Non sonoagevolabili i rapporti di lavoro instaurati con soggetti in forza presso il medesimo datore di lavoro nei sei mesi precedenti alla data della nuova assunzione e vengono esclusi dal campo di applicazione i contratti di lavoro domestico, occasionale o intermittente.

giovedì 5 luglio 2018

Regolarità contributiva: verifica in tempo reale

Dal prossimo 9 luglio l’Inps cambia le modalità di verifica della regolarità contributiva. Grazie al sistema Dpa da “ex post” diventa “preventiva”. Il sistema si configurerà come una dichiarazione richiedibile all’interno della funzionalità “dichiarazione di responsabilità del contribuente”. La funzionalità interrogherà la procedura “Durc online” e le eventuali agevolazioni contributive presenti.

giovedì 5 luglio 2018

Telefonia: arrivano i rimborsi per la fatturazione a 28 gg

Le compagnie telefoniche Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb dovranno restituire in bolletta entro il 31 dicembre gli importi richiesti illegittimamente agli utenti della telefonia fissa (anche quella convergente) con la fatturazione a 28 giorni. Lo ha deciso il Consiglio dell’Agcom. Il calcolo dovrà riguardare il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione mensile.

giovedì 5 luglio 2018

Cassazione: l’esenzione Ici si estende a tutti i comproprietari

La Corte di Cassazione – ordinanza n. 17337 depositata il 3 luglio 2018 – ha stabilito che se un terreno è potenzialmente edificabile ma utilizzato esclusivamente ed interamente a fini agricoli da parte di uno dei comproprietari, coltivatore diretto, il fondo beneficia dell’agevolazione ICI, rimanendo irrilevante l’edificabilità. La natura agricola del bene ha carattere oggettivo e vale per tutti i comproprietari, dunque anche per quelli che non hanno i requisiti soggettivi per fruire della relativa agevolazione fiscale.

mercoledì 4 luglio 2018

Spesometro: il nuovo calendario

E’ ridefinito il calendario di presentazione dello spesometro. Quello relativo al terzo trimestre del 2018 può essere trasmesso telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio 2019. Per coloro che, invece, optano per l’invio a cadenza semestrale, i termini sono fissati rispettivamente al 30 settembre del medesimo anno per il primo semestre e al 28 febbraio dell’anno successivo per il secondo semestre.

mercoledì 4 luglio 2018

Fattura elettronica: chiarimenti sulle cessioni di carburante

Nella circolare 13/E, tra i chiarimenti in materia di fatturazione elettronica, molto interesse è stato posto alla parte relativa filiera dei carburanti. Viene ribadito che sono interessate all’obbligo di fatturazione elettronica tutte le cessioni di benzina e gasolio destinate ad essere utilizzate come carburanti per motori per uso autotrazione, escluse, fino al 31 dicembre, le cessioni effettuate presso gli impianti stradali di distribuzione. Per quanto attiene le cessioni (grossisti), laddove l’utilizzo finale del carburante può non essere noto, se la destinazione del carburante è senza dubbio diversa dall’uso autotrazione, non scatta l’obbligo anticipato di FE. Diversamente, nel dubbio, la fattura deve essere elettronica.

mercoledì 4 luglio 2018

Decreto dignità: costi più elevati per il lavoro a tempo determinato

Il Decreto dignità, appena approvato, prova a “penalizzare” i rapporto di lavoro precari aumentando l’onere contributivo in capo ai datori di lavoro e ponendo paletti e limiti alla libertà contrattuale e alla possibilità di rinnovare i rapporti a termine. Le modifiche entreranno in vigore immediatamente dopo l’approvazione del decreto e si applicheranno, oltre che ai nuovi contratti, anche ai rinnovi di quelli già in corso stipulati a norma del Jobs Act. Viene previsto l’obbligo della apposizione di una valida causale in caso di apposizione del termine ai contratti di lavoro subordinato. La causalità di questa tipologia contrattuale rimane ammessa soltanto in caso di stipula di un contratto di durata non superiore a 12 mesi. Il numero massimo di proroghe del contratto viene ridotto da 5 a 4, sempre nell’ambito dei complessivi 36 mesi di durata. L’onere contributivo è aumentato dello 0,5% in caso di rinnovo del contratto a tempo determinato anche in somministrazione.

mercoledì 4 luglio 2018

Dichiarazione IMU: tempistica supplementare è ravvedimento operoso

Il 2 luglio 2018 è scaduto il termine di presentazione della dichiarazione IMU relativa alle variazioni intervenute durante il 2017. I contribuenti che non hanno ottemperato all’obbligo di presentazione possono, comunque, ovviare ricorrendo all’istituto del ravvedimento operoso: entro il 30° giorno con una sanzione del 5%, oltre il 90° giorno con una sanzione del 12,5%. Se la dichiarazione è infedele si può regolarizzare: entro il 90° giorno con una sanzione del 5,56%, oltre il 90° giorno con una sanzione del 6,25% più gli interessi legali.

mercoledì 4 luglio 2018

Fattura elettronica: non è prevista sanzione per il mini ritardo nell’invio

Tra i chiarimenti che l’Agenzia delle Entrate ha fornito nella circolare n. 13/E del 2 luglio 2018 in alla fatturazione elettronica, in una fase di prima applicazione, le fatture inviate al Sistema di Interscambio con un minimo ritardo non saranno soggette a sanzioni nel caso in cui l’invio non pregiudichi la corretta liquidazione dell’imposta.

mercoledì 4 luglio 2018

Atti relativi al servizio ipotecario: i codici per pagare i tributi

Sono stati pubblicati i codici per versare i tributi relativi agli atti connessi al servizio ipotecario, nella risoluzione 48/E del 2 luglio 2018. Essi sono: T020 – Imposta di bollo (avviso di liquidazione); T021 – Imposta ipotecaria (avviso di liquidazione); T022 – Tassa ipotecaria (avviso di liquidazione); T023 – Sanzione articolo 16, Dlgs 472/1997 (atto di contestazione e irrogazione sanzioni). Per versare le spese di notifica, è sempre valido il codice tributo 806T, già in vigore. I codici vanno indicati nella sezione “Erario” dell’F24, in corrispondenza delle somme esposte nella colonna “importi a debito versati”. I dati da riportare nei campi “codice atto” e “anno di riferimento” devono essere prelevati dall’atto notificato.

martedì 3 luglio 2018

E-fattura: altri chiarimenti dall’Agenzia

La fattura elettronica richiede nuovi chiarimenti dall’Agenzia delle entrate (circolare 13/2018). Nel documento di prassi si fornisce risposta ai principali quesiti emersi dal confronto con Associazioni di categoria e singoli contribuenti. I nuovi chiarimenti riguardano, in particolare, i seguenti aspetti: tipologie di carburante interessate dalla fatturazione elettronica; ambito soggettivo dell’obbligo di fatturazione elettronica; termini di trasmissione delle e-fatture al Sistema di interscambio; modalità di inoltro di una fattura scartata; fatturazione elettronica e appalti; modalità di registrazione e conservazione.

martedì 3 luglio 2018

Le misure fiscali del Governo nel “decreto-dignità”

Il Governo ha approvato un decreto legge, che introduce misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese (decreto-dignità). In particolare, si prevede: la modifica del “redditometro” mediante l’introduzione di una disposizione secondo cui il decreto ministeriale attualmente vigente, che elenca gli elementi indicativi di capacità contributiva non ha più effetto per i controlli ancora da eseguire relativi al 2016 e agli anni successivi;  il rinvio della prossima scadenza per la trasmissione della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (spesometro): viene stabilito che del terzo trimestre 2018 possono essere inviati telematicamente all’Agenzia delle entrate entro il 28 febbraio 2019, anziché il 30 novembre 2018; l’abolizione del meccanismo della scissione dei pagamenti (split payment) per le prestazioni di servizi rese alle pubbliche amministrazioni dai professionisti i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta o di acconto.

martedì 3 luglio 2018

Fatturazione elettronica: un’app gratuita

E’ pronta l’app “FATTURAe” utile alla predisposizione delle e-fatture in maniera rapida e sicura acquisendo in automatico, tramite QR-Code, le informazioni anagrafiche del cliente con partita Iva. Ad annunciarlo è l’Agenzia delle entrate che con un comunicato del 29 giugno 2018 spiega le finalità della nuova funzionalità oltre a segnalare la pubblicazione di un video-tutorial sull’utilizzo del Q-code. L’avvio previsto è il 1° gennaio 2019.

martedì 3 luglio 2018

Bonus verde: il limite di spesa per il condominio

La legge di bilancio 2017 prevede che il bonus verde spetti anche per le spese relative ad interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile; l’importo massimo previsto ammonta a 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo.

martedì 3 luglio 2018

Locazioni: i canoni non percepiti

Nel modello Redditi Pf 2018 come indicare i canoni di locazione non percepiti dal proprietario? Esso è tenuto a dichiarare il reddito dei fabbricati abitativi locati, a prescindere dall’effettivo incasso dei canoni; può non indicarli solo nel caso in cui, entro il termine di presentazione del mod. Redditi, si sia concluso il procedimento di convalida di sfratto per morosità dell’inquilino (la “deroga” non opera per le locazioni non abitative). In quest’ultimo caso: spetta il credito d’imposta per l’Irpef/cedolare secca scontata in periodi di imposta precedenti (2016 o antecedenti) calcolata sui canoni non incassati in tali periodi, che dovrà essere portato a tassazione separata nel caso in cui detti canoni dovessero essere successivamente incassati.

martedì 3 luglio 2018

Tassi anti-usura: nuovi limiti dal 1° luglio al 30 settembre

Con D.M. 27 giugno 2018 (GU del 30 giugno 2018), il Ministero dell’Economia e delle finanze ha indicato i nuovi tassi effettivi globali medi, praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, ai sensi della legge sull’usura, da applicare a partire dal 1° luglio e fino al 30 settembre 2018. I tassi in dettaglio sono allegati alla tabella unita al decreto.

lunedì 2 luglio 2018

Liti fiscali pendenti: oggi terza e ultima rata per la rottamazione

Entro oggi 2 luglio 2018, i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione delle liti fiscali pendenti devono procedere con il pagamento della terza e ultima rata. L’importo, da versare tramite modello F24, ammonta al 20% della somma complessiva dovuta. Per effettuare il versamento devono essere utilizzati i codici tributo istituiti dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 108/E del 2017.

lunedì 2 luglio 2018

Intermediari: le segnalazioni per irregolarità redditi 2014

L’Agenzia delle entrate ha reso noto sul suo portale, alla pagina dedicata agli intermediari, che dal prossimo 9 luglio verranno segnalate le irregolarità nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni fiscali risultanti dall’incrocio dei dati presenti nel Sistema Informativo dell’Anagrafe tributaria con riferimento all’anno 2014 (Modello UNICO/2015, Modello IVA/2015, Modello 770/2015, etc.).

lunedì 2 luglio 2018

Oggi, 2 luglio, tax day

Oggi è il primo tax day riferito ai Redditi 2018. Si elencano le imposte in scadenza: imposte derivanti dai modelli dichiarativi Redditi PF 2018, diritto annuale dovuto alla Camera di Commercio, imposta sostitutiva sulle rivalutazioni di terreni e partecipazioni, versamenti Ivs a conguaglio e in acconto, gestione separata Inps, Irap, addizionali comunali e regionali all’Irpef, cedolare secca, IVIE e IVAFE, imposte sostitutive (tra cui quella del 5% per i soggetti in regime dei minimi e quella del 15% – o 5% se start up – per i contribuenti in regime forfetario), maggiorazione IRES del 10,5% per le società di comodo.

lunedì 2 luglio 2018

Carburanti: il rinvio della fatturazione elettronica non è per tutti

Il rinvio al 2019 della fatturazione elettronica per le vendite di benzina e gasolio per autotrazione, previsto dal Dl n. 79/2018, non è per tutti, vale solo per gli impianti stradali. Dal 1° luglio scatta, comunque, l’obbligo della e-fattura per tutti gli altri soggetti della filiera di produzione e distribuzione (compagnie petrolifere, grossisti, intermediari, etc.).

lunedì 2 luglio 2018

Mini voluntary: scadenza 31 luglio 2018

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla collaborazione volontaria per l’emersione di redditi prodotti all’estero da parte di ex-AIRE ed ex frontalieri con la recente Circolare 12/E/2018. Per aderire è necessario presentare esclusivamente per via telematica entro il 31 luglio 2018 richiesta di accesso alla stessa, utilizzando il modello approvato con il provvedimento n. 110482 del 1° giugno 2018. La richiesta di accesso alla procedura deve essere corredata da una relazione di accompagnamento. L’istanza si considera presentata nel momento in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle entrate. La prova della presentazione è costituita dalla comunicazione della stessa Agenzia attestante l’avvenuta ricezione. Qualora il contribuente intenda rettificare o integrare una richiesta già presentata, può presentare un’istanza integrativa sempre entro il termine del 31 luglio 2018.

lunedì 2 luglio 2018

Chiarimenti delle Dogane sullo stoccaggio dei prodotti energetici

L’Agenzia delle dogane (nota n. 71725 del 27 giugno 2018) è intervenuta, con chiarimenti, sulla disciplina dell’autorizzazione allo stoccaggio di prodotti energetici presso depositi di terzi, introdotta dalla legge di bilancio 2018 e disciplinata, sotto il profilo attuativo, dal Dm 12 aprile 2018.

venerdì 29 giugno 2018

Zfu Lombardia: il MISE pubblica i beneficiari

Il ministero dello Sviluppo economico ha approvato, con decreto direttoriale del 27 giugno 2018, l’elenco di soggetti localizzati nella Zona franca urbana dei Comuni della Lombardia ammessi ai benefici fiscali. Istituita dalla legge di stabilità 2016, la zona franca della Lombardia comprende i centri storici o centri abitati dei comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

venerdì 29 giugno 2018

Omesso versamento IMU e TASI: il ravvedimento breve

Chi non ha proceduto al regolare versamento dell’IMU e della TASI entro il 18/06/2018 può procedere alla regolarizzazione con ravvedimento operoso entro il termine per la presentazione della dichiarazione, ossia entro il 30/06/2019. Chi procede alla regolarizzazione entro il prossimo 02/07/2018 potrà fruire della riduzione ad 1/10 della sanzione minima dell’1% dell’importo non versato per ogni giorno di ritardo. Decorso tale termine e fino al 18/07  si applicherà la riduzione ad 1/10 della sanzione minima del 15%.

venerdì 29 giugno 2018

Rinvio della fattura elettronica in Gazzetta Ufficiale

E’ ora ufficiale la proroga degli obblighi dell’E-fattura fino al 31-12-2018 per il pieno dei veicoli a motore, difatti il D.L. 79/2018 è stato pubblicato in G.U.:

Prorogata al prossimo 1 gennaio 2019 la fatturazione elettronica per la cessione di gasolio e benzina per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione. Resta, quindi, fino al 31 dicembre 2018 la carta carburanti e dal 1° luglio 2018 la deducibilità del costo ai fini delle imposte dirette in applicazione dell’articolo 164 del Tuir sarà possibile solo se il pagamento avverrà in forma tracciata. (Vincenzo D’andò)

venerdì 29 giugno 2018

IVA: aliquota minima al 15%

L’aliquota normale IVA non può essere inferiore al 15%. Così recita la direttiva UE n. 2018/912, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale europea del 27 giugno 2018. La direttiva rende permanente l’aliquota normale minima del 15%, che è stata finora mantenuta a titolo provvisorio da quando, nel 1993, le norme in materia di IVA per il mercato unico dell’UE sono state applicate per la prima volta.

venerdì 29 giugno 2018

Redditi 2018: iperammortamento

Il modello Redditi 2018 è la prima occasione per esporre la fruizione dell’iperammortamento. Al fine bisogna esporre una variazione in diminuzione da esporre in dichiarazione con apposite codifiche. Il contribuente dovrà comunque verificare la sussistenza di tutti i requisiti per poter fruire dell’agevolazione fin dal periodo 2017; cioè: oltre all’acquisto del bene e alla sua entrata in funzione, anche la sussistenza del requisito dell’interconnessione e la consegna della perizia entro il 31/12/2017 e del verbale di giuramento redatto non oltre i primi giorni di gennaio 2018.

venerdì 29 giugno 2018

Redditi 2018: i canoni di locazione degli studenti fuori sede

Si possono detrarre, indicandole nel quadro RP del modello Redditi Persone Fisiche 2018, le detrazioni per le spese sostenute dagli studenti universitari iscritti ad un corso di laurea presso una università situata in un Comune diverso da quello di residenza, per i canoni derivanti da contratti di locazione stipulati o rinnovati. L’agevolazione si applica anche se l’Università è situata all’interno della stessa provincia; la distanza è ridotta fino a 50 chilometri per gli studenti residenti in zone montane o disagiate.

venerdì 29 giugno 2018

Compliance: le comunicazioni per i soggetti Iva

Nell’ambito delle attività finalizzate alla promozione dell’adempimento spontaneo, l’Agenzia delle entrate, con il provvedimento 27 giugno 2018, ha stabilito le modalità con cui vengono messe a disposizione dei contribuenti soggetti passivi Iva le informazioni dalle quali risulta la possibile mancata presentazione della dichiarazione Iva relativa al 2017 o la presentazione della stessa con la compilazione del solo quadro VA. I contribuenti interessati potranno presentare la dichiarazione Iva entro 90 giorni dalla scadenza del termine ordinario ovvero di regolarizzare eventuali errori od omissioni mediante l’istituto del ravvedimento operoso, versando le somme dovute con sanzioni ridotte in base al tempo trascorso dalla commissione delle violazioni (articolo 13, Dlgs 472/1997).

giovedì 28 giugno 2018

Fattura elettronica carburanti: dal 1° gennaio 2019

E’ stato approvato un decreto legge che prevede la proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante. Pertanto, l’obbligo di documentare con fattura elettronica gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi Iva scatterà non più dal 1° luglio di quest’anno, ma dal 1° gennaio 2019.

giovedì 28 giugno 2018

Bonus ricerca e sviluppo da indicare in dichiarazione redditi

Il bonus “ricerca e sviluppo” (L. 190/2014) va indicato nella dichiarazione dei redditi (quadro RU – codice credito “B9”) del periodo d’imposta nel corso del quale il beneficio è maturato, nonché nel quadro RU dei modelli relativi ai periodi di imposta successivi, fino a quello nel corso del quale se ne conclude l’utilizzo. A partire da quest’anno è richiesta è presente anche la nuova sezione IV-BIS nella quale si indicano i costi sostenuti nel periodo d’imposta di riferimento.

giovedì 28 giugno 2018

Flat tax: le proposte fiscali

Tra le proposte fiscali avanzate dal nuovo Governo, la flat tax è quella che ha destato più interesse. Per quel che è dato comprendere non si tratterà una semplice contrazione delle aliquote, ma di una vera e propria rivoluzione fiscale, che si estende anche all’eliminazione delle detrazioni e delle deduzioni esistenti, superando il principio dell’autonomia soggettiva tributaria a favore della tassazione su base familiare.

giovedì 28 giugno 2018

Adempimenti: dichiarazione gasolio per autotrazione entro il 31 luglio

Con nota del 19 giugno 2018, relativa ai benefici fiscali sul gasolio per uso autotrazione utilizzato nel settore del trasporto, l’Agenzia delle Dogane ha reso noto che: è disponibile il software aggiornato per la compilazione e la stampa della dichiarazione relativa al secondo trimestre 2018; la misura del beneficio riconoscibile è pari a 214,18 per mille litri di prodotto, in relazione ai consumi effettuati tra il 1° aprile e il 30 giugno 2018. La dichiarazione deve essere presentata entro il 31 luglio 2018.

giovedì 28 giugno 2018

Sisma 2012: contributo 2018 per il minor gettito IMU ai Comuni

Il Ministero dell’Interno ha stabilito il contributo complessivo per il 2018 destinato ai comuni delle regioni dell’Emilia Romagna, della Lombardia e del Veneto, a titolo di compensazione del minor gettito che deriva dall’esenzione dall’IMU riconosciuta agli immobili collocati nella zone colpite dagli eventi sismici del 20 e del 29 maggio 2012.

giovedì 28 giugno 2018

Dichiarazioni: il quadro RG dei semplificati per cassa

Il modello Redditi 2018 per la prima volta contempla la novità riguardante i “semplificati per cassa”. Per le imprese minori i ricavi concorrono alla formazione del reddito solo se effettivamente percepiti e le spese solo se effettivamente sostenute. Per tale disposizione non assumono più rilevanza ai fini reddituali né le rimanenze finali né le esistenze iniziali di merci. Non tutto però passa per cassa … continuano a concorrere alla formazione del reddito in base al principio di competenza: le perdite di beni strumentali e le perdite su crediti, le spese per prestazioni di lavoro, le minusvalenze e le sopravvenienze passive, le plusvalenze e le sopravvenienze attive, le quote di ammortamento di beni materiali e immateriali e i canoni di leasing. Nell’attuale dichiarazione il legislatore ha previsto un’apposita disposizione che consente la corretta transizione alle nuove regole di determinazione del reddito. Parliamo delle rimanenze iniziali: per evitare una doppia imposizione restano deducibili nell’anno del passaggio al nuovo regime.

mercoledì 27 giugno 2018

Il modello F24 comprende le “imposte ipotecarie”

Dal prossimo 1° luglio il modello F24 servirà anche per pagare le imposte ipotecaria e di bollo, le tasse ipotecarie, le sanzioni amministrative tributarie e le spese di notifica dovute perché impresse in avvisi di liquidazione o atti di contestazione. L’estensione è disposta dal provvedimento 26 giugno 2018; resta esclusa la possibilità di compensare eventuali crediti derivanti da versamenti eccedenti connessi agli importi in questione. Una successiva risoluzione provvederà a istituire i necessari codici tributo, fornendo altresì le indicazioni per la compilazione della delega di pagamento.

mercoledì 27 giugno 2018

Agenzia delle entrate: la mini-voluntary non considera le violazioni IVIE

L’adesione alla mini-voluntary (Dl n. 148/2017) è limitata alle “attività depositate”  e le “somme detenute su conti correnti e sui libretti di risparmio” all’estero alla data del 6 dicembre 2017 per le quali il contribuente è soggetto agli obblighi di monitoraggio fiscale. L’Agenzia ha chiarito che non è possibile ricorre alla procedura in esame: per regolarizzare le violazioni IVIE. 

mercoledì 27 giugno 2018

Split payment: pronta la cancellazione

Il ministro Di Maio ha dichiarato di essere pronto ad abolire lo split payment, partendo dai liberi professionisti. Tanto ha dichiarato: “i professionisti sono i più penalizzati dallo split payment, un meccanismo che colpisce negativamente l’economia del settore. Un primo passo verso la semplificazione, su cui vogliamo andare avanti”.

mercoledì 27 giugno 2018

730/2018 con esito a rimborso: gli elementi di incoerenza

Con il provvedimento del 25 giugno 2018, l’Agenzia delle Entrate ha individuato gli elementi di incoerenza da utilizzare per l’effettuazione dei controlli dei modelli 730/2018 con esito a rimborso. In particolare, si fa riferimento ai modelli dichiarativi che sono stati oggetto di modifiche da parte dei contribuenti rispetto alla dichiarazione precompilata. Il documento individua i seguenti elementi di incoerenza:  scostamento per importi significativi dei dati risultanti nei modelli di versamento, nelle certificazioni uniche e nelle dichiarazioni dell’anno precedente; presenza di altri elementi di rilevante incoerenza rispetto ai dati inviati da enti esterni o a quelli esposti nelle certificazioni uniche; presenza di situazioni di rischio in base alle irregolarità verificatesi negli anni precedenti.

mercoledì 27 giugno 2018

Dividendi e utili 2018

In tema di divisione utili e dividenti, con le modifiche apportate dal DM 25 luglio 2017 è stata aumentata la percentuale di imponibilità al 58,14% per le partecipazioni qualificate e per le partecipazioni non qualificate detenute nell’esercizio d’impresa. La legge Finanziaria 2018 ha poi uniformato l’imposizione sugli utili di natura qualificata e non qualificata delle persone fisiche non imprenditori, prevedendo anche per i primi la tassazione tramite ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 26% in luogo della tassazione con le aliquote marginali IRPEF su una base imponibile parziale. La nuova percentuale di imponibilità è applicabile agli utili prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016. 

mercoledì 27 giugno 2018

Contratti: penne, matite e spazzole (piccola industria)

Le parti sociali hanno sottoscritto il verbale integrativo del Ccnl Uniontessile Confapi 16 ottobre 2016 al fine di aggiornare gli aumenti contrattuali per i lavoratori addetti all’industria delle penne, spazzole e pennelli.

martedì 26 giugno 2018

Contratti: metalmeccanici piccola industria Confapi

Le parti sociali hanno sottoscritto un verbale di accordo in attuazione del Ccnl 3 luglio 2017 per i lavoratori addetti alla piccola e media industria metalmeccanica ed alla installazione di impianti. Le principali novità dell’accordo riguardano i minimi retributivi, la reperibilità, e le trasferte.

martedì 26 giugno 2018

Contratti: orafi e argentieri industria

Le parti sociali hanno definito nuovi minimi tabellari, in vigore dal 1° giugno 2018 al 31 maggio 2019, per i lavoratori dell’industria orafa in adempimento del Ccnl 18 maggio 2017.

martedì 26 giugno 2018

Bonus assunzioni: sportello Anpal per la verifica dei requisiti

L’Anpal ha comunicato la disponibilità di un nuovo applicativo, denominato “Incentivabilità”, che permette di accertare la condizione di lavoratore “svantaggiato”, cioè privo di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, che consente ai datori di lavoro di assumerlo con agevolazioni contributive. Sono agevolabili i contratti stipulati con giovani di 35 anni compiuti assunti nel Sud o quelli sottoscritti con donne residenti al Sud, che ricadono nella speciale categoria di lavoratore svantaggiato di cui al Reg. Ue n. 651/2014.

martedì 26 giugno 2018

Bonus ricerca e sviluppo: essenziale la “novità”

L’Agenzia delle Entrate chiarisce altri aspetti del credito d’imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo. Con la risoluzione n. 46/E del 22 giugno 2018, ha precisato che gli investimenti che concernono lo sviluppo di tecnologie d’avanguardia che consistono in tecnologie già disponibili e diffuse nei settori economici non possono essere considerati come investimenti in attività di ricerca e sviluppo in quanto non è soddisfatto il requisito della novità.

martedì 26 giugno 2018

Bonus librerie: contano i costi dovuti nel 2017

Per il calcolo del credito d’imposta librerie, da presentare con istanza entro il prossimo 30 settembre, bisogna fare riferimento alle spese dovute nell’anno precedente quello di richiesta del beneficio (2017).

martedì 26 giugno 2018

Dichiazioni: in caso di carenza dell’acconto nessuna penalità se la norma cambia

L’Agenzia delle entrate, nella risoluzione 47/E del 22 giugno 2018, risponde a un contribuente che, in prossimità della scadenza del pagamento del saldo d’imposta 2017, si trova a essere in debito con il Fisco a causa del rinvio della decorrenza della disciplina Iri, prevista dalla legge di bilancio per il 2017 (articolo 1, commi 547 e 548, legge 232/2016), mediante l’aggiunta al Tuir dell’articolo 55-bis. Il regime in questione prevede, che il reddito d’impresa prodotto dalle imprese individuali, dalle società di persone e dalle srl a ristretta base sociale, non concorra alla formazione del reddito complessivo dei soci (articolo 5 Tuir), ma sia soggetto a tassazione separata con la stessa aliquota prevista per i soggetti Ires (24%), a condizione che lo stesso reddito rimanga nel circuito aziendale. Non saranno calcolate sanzioni e interessi sulla regolarizzazione del versamento carente dell’acconto Irpef relativo al periodo d’imposta 2017, a causa dello slittamento al 2018 del regime opzionale Iri, scelto dal contribuente a giugno dello scorso anno. Per “pareggiare” l’anticipo dovuto dovrà, entro il termine previsto per il saldo, versare la differenza compilando i righi RS148 ed RN38 di Redditi Pf 2018.

lunedì 25 giugno 2018

Agenzia delle entrate-Riscossione: nuovo servizio “salta coda”

Da oggi si può prenotare giorno e ora in si vuole ricevere assistenza su cartelle, avvisi e procedure di riscossione presso uno sportello degli uffici dell’Agenzia delle entrate-Riscossione. E’ online il nuovo servizio digitale “Prenota ticket” nell’area pubblica del portale dell’Agenzia delle entrate-Riscossione e dell’app Equiclick, senza necessità di pin e password. La prenotazione on line può essere fatta per il giorno stesso e per i quattro giorni lavorativi successivi e ogni ticket è valido per una sola operazione.

lunedì 25 giugno 2018

Pubblicato il decreto attuativo del bonus spese formazione 4.0

Il  Mise, con il decreto 4 maggio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì scorso, ha definito la disciplina attuativa del credito d’imposta relativo alle spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0, sostenute nel 2018, introdotto dall’ultima legge di bilancio 2018.

lunedì 25 giugno 2018


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it