Notizie Fiscali

  • Ricerca

Capital gain: nuova tassazione dal 2019

Dal corrente anno cambia la tassazione del capital gain. Dal 1° gennaio 2019, le plusvalenze relative a partecipazioni qualificate realizzate al di fuori dell’esercizio d’impresa da persone fisiche, enti non commerciali e società semplici sono soggette all’imposta sostitutiva del 26%. Si tratta della stessa imposizione prevista per le partecipazioni non qualificate.

venerdì 18 gennaio 2019

Lavoro: la legge di bilancio aumenta le sanzioni in caso di violazioni

La legge di bilancio 2019 rivede le sanzioni in materia lavoro. Aumentano del 20% le sanzioni per lavoro nero: da 1.800 a 10.800 euro per ciascun lavoratore irregolare sino a 30 giorni di lavoro effettivo; da 3.600 a 21.600 euro da 31 e fino a 60 giorni di lavoro effettivo; oltre 60 giorni di lavoro effettivo da 7.200 a 43.200 euro.  Per le violazioni in materia di orario di lavoro settimanale e riposi settimanali, gli importi sono compresi tra 120 e 900 euro (con picchi fino a 6.000 euro per reiterazioni). La violazione dei termini di fruizione delle ferie annuali sopporta una sanzione compresa tra 120 e 720 euro (che può salire fino a 5.400 euro in casi specifici). La sanzione per mancato riposto giornaliero varia da 60 a 180 euro (che può salire fino a 1.800 euro in casi specifici).

venerdì 18 gennaio 2019

Gruppo Iva in dichiarazione 2019

Il Gruppo Iva trova la dichiarazione. Si tratta del modello IVA 2019, relativo al 2018. L’indicazione riguarda i soggetti che hanno optato per la costituzione del Gruppo Iva entro il 15 novembre 2018 e che applicano il regime speciale dal 1° gennaio 2019.

venerdì 18 gennaio 2019

Dichiarazione IVA 2019: modello e istruzioni

Pronto il modello Iva 2019, approvato con il provv. del 15 gennaio 2019. La presentazione è da effettuare entro il 30 aprile 2019. E’ stato pubblicato anche il modello Iva 74-bis, utile per dichiarare le operazioni effettuate nella frazione d’anno antecedente la dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa.

venerdì 18 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: agevolazioni per impianti biogas

Nella legge di bilancio 2019 sono stati inseriti degli incentivi a favore di imprenditori agricoli che realizzano impianti biogas fino a 300 KW. Si tratta degli incentivi previsti per l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

venerdì 18 gennaio 2019

Cassazione: non paga Irap l’avvocato con costi per domiciliazioni

La Corte di cassazione con ordinanza n. 719 del 15 gennaio 2019 ha ribadito l’esonero Irap per l’avvocato che paga somme ingenti ai colleghi suoi domiciliatari.

venerdì 18 gennaio 2019

Contabilità: la stampa dei registri contabili

La stampa dei registri contabili deve essere completata entro 3 mesi dal termine per la trasmissione telematica delle dichiarazioni per il 2018: quindi entro il 31 gennaio. Rientrano nel novero i registri fiscali veri e propri (registri Iva, libro giornale, libro inventari) e i modelli dichiarativi 2017 (periodo 2016). Il termine vale anche per i soggetti che conservano i dati in modo digitale, estendendosi, in tal caso, anche alle fatture elettroniche emesse nel 2017.

giovedì 17 gennaio 2019

E-fattura: da emettere anche se preceduta da scontrino

La fattura, preceduta da scontrino fiscale, deve sempre essere emessa in formato elettronico, salvo i casi di esonero del contribuente. Lo ha confermato l’Agenzia delle entrate nella risposta n. 7/2019 ad un interpello di un contribuente non tenuto a rilasciare fattura, se non su richiesta del cliente, rientrando tra le ipotesi previste dall’articolo 22 del Dpr 633/1972.

giovedì 17 gennaio 2019

CU 2019: prossima scadenza

Disponible la CU 2019, anno d’imposta 2018. La Certificazione Unica deve essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate entro la data del 7 marzo 2019.

giovedì 17 gennaio 2019

Fatturazione elettronica: per “quelle” residuali 2018 inviate nel 2019 vale ancora l’analogico

Le fatture di fine 2018 inviate al cliente tramite posta ordinaria o PEC nei primi giorni del 2019 restano analogiche, e l’IVA relativa entra nella liquidazione del mese di gennaio. Lo ha chiarito l’AdE in occasione del forum organizzato dal CNDCEC. Inoltre  riguardo la tempistica di emissione/trasmissione delle e-fatture, il file predisposto nel rispetto delle regole tecniche previste dal provvedimento del 30 aprile 2018 ed inviato con un piccolo ritardo, tale da non pregiudicare la corretta liquidazione dell’imposta, costituisce violazione non punibile.

giovedì 17 gennaio 2019

Legge di bilancio: abrogazione dell’Ace e riporto delle eccedenze avanzate

Dopo l’abrogazione da parte della Legge di bilancio della disciplina ACE, che fine fanno le eccedenze avanzate? E’ la stessa legge a dirlo, salvando la norma che prevede per dette eccedenze presenti nel periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018, il computo in diminuzione dal reddito complessivo netto dei periodi d’imposta successivi.

giovedì 17 gennaio 2019

Legge di bilancio: il riporto delle perdite per i semplificati

La legge di bilancio 2019 ha stabilito che i contribuenti che sono nel regime semplificato dal 2017 e che hanno conseguito una perdita, potranno riportarla anche oltre il 2020, superando il periodo transitorio previsto dalla stessa legge di Bilancio.

giovedì 17 gennaio 2019

Fabbricati: aumenta la deducibilità Imu

La Legge di bilancio per il 2019 porta al 40% la deducibilità dell’IMU relativa ai fabbricati strumentali ai fini dei redditi. Resta in essere l’indeducibilità ai fini IRAP, a prescindere dalla tipologia dell’immobile.

mercoledì 16 gennaio 2019

Adempimenti mese: la comunicazione annuale dei lavoratori somministrati

Entro il 31 gennaio 2019 le aziende che hanno utilizzato lavoratori “somministrati” devono trasmettere la comunicazione annuale obbligatoria, contentente i dati relativi ai contratti di somministrazione stipulati nel 2018. La comunicazione deve pervenire alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (RSU) o, ancora, agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

mercoledì 16 gennaio 2019

Dichiarazioni 2019: la stagione è già in corso

E’ aperta la stagione dichiarativa 2019. Sono stati pubblicati dall’Agenzia delle entrate, in definitivo, i primi modelli per le dichiarazioni 2019 (periodo d’imposta 2018). Si tratta di: 730, 770, Cupe, Cu, Iva, Iva 74-bis, tutti con le relative istruzioni e con le novità normative di riferimento.

mercoledì 16 gennaio 2019

Terzo settore: obblighi trasparenza dal 28 febbraio

Gli obblighi per la trasparenza del terzo settore (legge n. 124/2017) ricevono chiarimenti interpretativi dalla circolare n. 2/2019 del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. La legge ha introdotto alcuni obblighi di trasparenza nel sistema delle sovvenzioni pubbliche a carico di una pluralità di soggetti che intrattengono rapporti economici con la Pa o con enti pubblici economici e società in controllo pubblico. I chiarimenti toccano i seguenti capi: cooperative sociali; oggetto degli obblighi informativi; arco temporale; limite di valore; informazione e rendicontazione; modalità di pubblicazione. La decorrenza parte dal 28 febbraio 2019.

mercoledì 16 gennaio 2019

Professioni: l’esame di stato per i commercialisti domande entro 23 maggio 2019

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con ordinanza del 3 gennaio 2019, ha stabilito il calendario delle prove degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista e di esperto contabile, nonché delle prove integrative ai fini dell’abilitazione all’esercizio della revisione legale. La prima sessione per la sezione A è stabilita il 13 giugno 2019, la seconda il 14 novembre 2019; per la sezione B il 20 giugno 2019 prima sessione e 21 novembre 2019 seconda sessione. La domanda per la prima sessione va presentata entro il 23 maggio 2019.

mercoledì 16 gennaio 2019

Scadenze: la dichiarazione tardiva

Entro il 29 gennaio 2019, i contribuenti che vogliono rimediare all’omesso invio del  modello Redditi 2018 (scadenza prevista 31/10/2018), possono presentare (tardivamente) la dichiarazione. Si rammenta che così facendo si allunga, anche, di un anno il termine di prescrizione.

mercoledì 16 gennaio 2019

Rivalutazione di terreni e partecipazioni: riapertura dei termini

La Legge di bilancio 2019 ha aperto un nuovo termine per rivalutare terreni e partecipazioni posseduti al 1° gennaio 2019 al di fuori di un’attività di impresa. Per farlo è necessario versare l’imposta sostitutiva entro il 1° luglio 2019, corredandola di una perizia asseverata. La misura dell’imposta è pari: al 10% per terreni e partecipazioni non qualificate; all’11%: per partecipazioni qualificate. Si può anche scomputare l’imposta versata in sede di eventuali precedenti rivalutazioni degli stessi beni.

martedì 15 gennaio 2019

Credito d’imposta per benzinai: il codice per la compensazione

Con la risoluzione 3/E del 14 gennaio 2019 è stato istituito il codice “6896” utile per la compensazione del bonus 50% delle commissioni addebitate dalle banche o Poste Spa agli esercenti impianti di distribuzione di carburante in relazione ai pagamenti effettuati dallo scorso 1° luglio tramite carte di credito, di debito o prepagate. Deve essere indicato nella “sezione Erario” del modello F24 in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”. L’anno da indicare è quello di sostenimento della spesa.

martedì 15 gennaio 2019

Inps: nuovo codice tributo “Apve”

La risoluzione n. 4/E del 14 gennaio 2019 istituisce il nuovo codice tributo “Apve” per il recupero tramite modello “F24 Enti pubblici” , da parte dell’Inps,  del credito d’imposta annuo riconosciuto dall’ente previdenziale a fronte di parte dei costi sostenuti per gli interessi sul finanziamento e per i premi assicurativi sulla copertura del rischio di premorienza, nella misura massima del 50% dell’importo pari a un ventesimo degli interessi e dei premi assicurativi complessivamente pattuiti nei relativi contratti (articolo 1, comma 177, legge 232/2016).

martedì 15 gennaio 2019

CCIAA: diritto annuale 2019

Il MiSE con nota n. 432856 del 21 dicembre 2018, ha formalizzato gli importi del diritto annuale per i soggetti che si iscrivono nel Registro delle Imprese e nel REA a decorrere dal 1° gennaio 2019. Con decreto del 22 maggio 2017, “Incremento della misura del diritto annuale per gli anni 2017 – 2018 e 2019”, e pubblicato sulla G.U. n. 149 del 28 giugno 2017, il MiSE ha autorizzato la maggiorazione del diritto annuale del 20%. La maggiorazione va applicata al montante ridotto del 50% per effetto dell’art. 28 del D.L. 24 giugno 2014, n. 90 convertito, con modificazioni, con L. 11 agosto 2014, n.114. In sostanza restano invariati rispetto allo scorso anno.

martedì 15 gennaio 2019

Nuove deduzioni 2018 per gli autotrasportatori

Il Mef ha comunicato il nuovo importo della deduzione forfetaria 2017 per gli autotrasportatori. Sale a 51 euro per ogni trasporto oltre il territorio comunale (comunicato del 14 gennaio 2019).

martedì 15 gennaio 2019

Legge di bilancio: la tassazione agevolata sugli utili reinvestiti

La Legge di bilancio 2019 prevede disposizione agevolativa sugli utili reinvestiti che prende il posto dell’ACE (abrogata). La percentuale di abbattimento (ai fini Ires e ai fini Irpef) è del 9% calcolata su quota parte del reddito di esercizio corrispondente al minor importo tra l’utile dell’esercizio precedente accantonato a riserva, gli investimenti effettuati nell’anno e l’incremento del costo del lavoro. È possibile riportate le eccedenze che si vengono a creare sui periodi di imposta successivi.

martedì 15 gennaio 2019

2 per mille ai partiti: i dati del Mef

Secondo i dati ufficiali pubblicati dal Mef, la donazione 2 per mille ai partiti nel 2018 è stata in calo, registrando una perdita di circa 1.167.000 euro. Solo il PD porta a casa un risultato positivo con circa 7 milioni di euro.

lunedì 14 gennaio 2019

Atto di fusione Enti non commerciali: imposta di registro proporzionale e ipotecaria fissa

L’atto di fusione tra due enti non commerciali sconta l’imposta di registro nella misura proporzionale del 3% e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 euro ciascuna. Tanto è dettato dalla risoluzione Agenzia delle Entrate n. 2 dell’11 gennaio 2019.

lunedì 14 gennaio 2019

Il nuovo modello 730/2019

E’ stata pubblicata la prima bozza del modello 730/2019. Nel modello confluiscono le ultime novità fiscali. Tra queste: il credito d’imposta per l’anticipo pensionistico (APE) e il bonus verde. La tempistica di presentazione resta invariata: il termine ultimo è il 23 luglio.

lunedì 14 gennaio 2019

Iperammortamento 2019

L’iperammortamento è stato prorogato dalla legge di Bilancio per il 2019. Diversa sorte è toccata, invece, al superammortamento. Tra le novità si segnala: l’esclusione di alcuni beni disposta, com’era per il supeammortamento, e le maggiorazioni applicate agli investimenti in relazione al totale degli investimenti effettuati. Sono invariati tutti gli altri aspetti operativi già previsti.

lunedì 14 gennaio 2019

Saldo e stralcio delle cartelle: modello entro il 30 aprile

E’ pronta la modulistica per aderire alla definizione agevolata “saldo e stralcio cartelle” introdotta dalla legge di Bilancio 2019. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato il modello SA-ST da inviare entro il 30 aprile 2019 per chiedere di essere ammessi alla definizione.

lunedì 14 gennaio 2019

Revisori legali: in scadenza il contributo annuale

Scade il 31 gennaio il termine per il pagamento del contributo annuale 2019 dei soggetti iscritti all’albo dei revisori legali. Il pagamento potrà essere fatto tramite i servizi pagoPA®, o tramite gli strumenti di pagamento elettronico presenti sulla piattaforma.

lunedì 14 gennaio 2019

Legge di bilancio: tax credit R&S

La legge di bilancio 2019 ha modificato la disciplina del credito credito d’imposta ricerca e sviluppo. La misura del credito scende al 25% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015; tra le spese agevolabili ora rientrano anche le spese relative: al personale dipendente titolare di un rapporto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato, direttamente impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo; al personale titolare di un rapporto di lavoro autonomo, o comunque diverso dal lavoro subordinato, direttamente impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo; quelle relative a materiali, forniture e altri prodotti analoghi direttamente impiegati nelle attività di ricerca e sviluppo anche per la realizzazione di prototipi o impianti pilota relativi alle fasi della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale.

venerdì 11 gennaio 2019

La riforma del diritto fallimentare è definitiva

Nel corso della seduta del 10 gennaio 2019 il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che, in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155, introduce il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.

venerdì 11 gennaio 2019

Lavoro: le nuove regole per i coadiuvanti agricoli

La legge di bilancio prevede nuove regole per i coadiuvanti agricoli. Questi (familiari del coltivatore diretto) iscritti nella gestione assistenziale e previdenziale agricola quali coltivatori diretti, possono usufruire della disciplina fiscale dei titolari di impresa agricola coltivatori diretti, al cui esercizio partecipano attivamente.

venerdì 11 gennaio 2019

Pubblicati gli elenchi split payment per il 2019

Il Mef ha pubblicato gli elenchi dei soggetti nei confronti dei quali, per l’anno d’imposta 2019, trova applicazione il meccanismo dello split payment. Il Dl n. 87/2018 ha previsto che lo split payment non trova applicazione ai compensi relativi a prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d’acconto/d’imposta (ex art. 25, DPR n. 600/73).

venerdì 11 gennaio 2019

Novità: flat tax 2020

La Legge di bilancio 2019 prevede l’introduzione, dal prossimo periodo d’imposta 2020, il regime agevolato che per imprese e professionisti con imposta sostitutiva al 20%. L’imposta sarà calcolata sul reddito determinato in via ordinaria, e verrà esclusa l’applicazione dell’Iva. I limiti di accesso, come risultano ad oggi, sono 100.000 euro di fatturato.

venerdì 11 gennaio 2019

Tax credit pubblicità: la dichiarazione sostitutiva

Riguardo il tax credit pubblicità, gli operatori che hanno presentato la comunicazione per l’accesso e sono inseriti nell’elenco pubblicato in rete dal dipartimento per l’Informazione e l’editoria, devono presentare entro il prossimo 31 gennaio 2019, in modo telematico, la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati nello scorso anno. I modelli sono disponibili sul sito Agenzia delle entrate.

venerdì 11 gennaio 2019

Legge di bilancio per il 2019: prorogati i bonus casa

Sono prorogati i bonus casa: viene confermata la misura nelle percentuali 50% e 65% delle detrazioni per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e quelli finalizzati alla riqualificazione energetica degli edifici. Vengono anche confermati il bonus mobili e il bonus verde.

venerdì 11 gennaio 2019

Entrate tributarie: novembre in crescita

E’ pubblicato il consueto bollettino delle entrate tributarie. Fino a novembre risulta in crescita: il gettito totale del periodo, accertato in base al criterio della competenza giuridica, è stato di 414,8 miliardi di euro (oltre 7 miliardi in più rispetto agli stessi undici mesi del 2017).

giovedì 10 gennaio 2019

Il bollo sulle fatture elettroniche: come pagarlo

Sono state diramate le regole per pagare il bollo sulle fatture elettroniche (in GU del 7 gennaio 2019).  E’ stabilito che il pagamento dell bollo sulle e-fatture emesse in ciascun trimestre solare deve essere effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo. Il pagamento deve essere effettuato mediante F24 con modalità esclusivamente telematiche. L’Agenzia delle entrate renderà nota la somma dovuta sulla base dei dati presenti nelle e-fatture inviate attraverso il Sistema di interscambio (SdI). Il pagamento può essere effettuato mediante il servizio presente nell’area riservata, con addebito su conto corrente bancario o postale, oppure utilizzando il modello F24 predisposto dalle Entrate.

giovedì 10 gennaio 2019

Dichiarazione precompilata: i primi software di prova

Sono online, sul sito dell’Agenzia delle entrate, i primi software di prova per la dichiarazione precompilata 2019. Si tratta del software di controllo che consente di predisporre le comunicazioni dei dati relativi ai contratti e ai premi assicurativi. 

giovedì 10 gennaio 2019

Interpelli: bonus ai dipendenti branch

In risposta ad un interpello (risposta 1/2019), l’Agenzia delle entrate afferma che, in applicazione del principio di derivazione rafforzata esteso ai soggetti “Nuovi Oic”, la deducibilità dei bonus erogati al personale dipendente di una stabile organizzazione in Italia di una società estera è possibile se i bonus non hanno natura di accantonamento.

giovedì 10 gennaio 2019

Esenzione Imu per i comuni terremotati Emilia-Romagna

Per i proprietari di immobili situati nei comuni dell’Emilia-Romagna colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, l’esenzione Imu è prorogata fino alla definitiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati interessati e comunque non oltre il 31 dicembre 2019.

giovedì 10 gennaio 2019

Rivalutazione terreni e partecipazioni

Sono rivalutabili, entro il prossimo 30 giugno, i terreni e le partecipazioni posseduti al del 1° gennaio 2019. Per farlo sarà dovuta l’imposta sostitutiva: 11% per le partecipazioni qualificate, 10% per le partecipazioni non qualificate e per i terreni edificabili e con destinazione agricola.

giovedì 10 gennaio 2019

Riduzione crediti d’imposta esercenti sale cinematografiche

Sono ridotti i crediti d’imposta attribuiti agli esercenti di sale cinematografiche, agli esercenti di attività di vendita di libri al dettaglio, e alle imprese che realizzano prodotti editoriali e che effettuano investimenti in editoria e programmi di ristrutturazione economica.

mercoledì 9 gennaio 2019

Legge di bilancio: Imu-Tasi per immobili concessi in comodato

Viene estesa, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest’ultimo in presenza di figli minori, la riduzione del 50% della base imponibile dell’Imu e della Tasi prevista per gli immobili concessi in comodato d’uso a parenti in linea retta entro il primo grado che li utilizzano come abitazione principale.

mercoledì 9 gennaio 2019

Lavoro: sono abrogate le deduzioni e i crediti d’imposta Irap

La legge di bilancio, riguardo l’Irap, abroga la deduzione, per un importo fino a 15mila euro su base annua, per ogni lavoratore dipendente a tempo indeterminato impiegato nel periodo d’imposta nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia; l’importo era aumentato a 21mila euro per le lavoratrici e per i lavoratori di età inferiore ai 35 anni. Abrogato anche il credito d’imposta del 10% previsto a favore dei soggetti che determinano il valore della produzione netta ai sensi degli articoli da 5 a 9 del Dlgs 446/1997 e che non si avvalgono di lavoratori dipendenti.

mercoledì 9 gennaio 2019

Tasse comunali: proroga della maggiorazione Tasi

I Comuni, nel corso del corrente anno d’imposta, possono mantenere, con espressa deliberazione del Consiglio comunale, la stessa maggiorazione Tasi già confermata per gli anni 2016, 2017 e 2018.

mercoledì 9 gennaio 2019

Legge di bilancio: rivalutazione quote e partecipazioni

Le società che non adottano i principi contabili internazionali possono rivalutare i beni e le partecipazioni (esclusi gli immobili alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività) risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2017. Operativamente l’operazione è soggetta a un’imposta sostitutiva del 16% per i beni ammortizzabili e del 12% per i beni non ammortizzabili; per l’affrancamento del saldo attivo della rivalutazione, è dovuta un’imposta sostitutiva del 10%.

mercoledì 9 gennaio 2019

Abrogazione Iri e Ace

A decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017, è abrogato il regime opzionale dell’imposta sul reddito d’impresa (Iri) ed anche dell’agevolazione Ace (aiuto alla crescita economica).

martedì 8 gennaio 2019

Acconto imposta: cedolare secca

Dal 2021 l’acconto dovuto per la cedolare secca, attualmente fissato al 95%, viene innalzato al 100%.

martedì 8 gennaio 2019

Legge di bilancio: incentivi acquisto veicoli elettrici

Viene introdotta una ecotassa sulle vetture inquinanti con emissioni di CO2 superiori a determinati limiti, e viene incentivato l’acquisto di autovetture nuove a basse emissioni. A chi acquista in Italia, anche in locazione finanziaria, un veicolo elettrico o ibrido nuovo, di potenza inferiore o uguale a 11kW (categorie L1 e L3) e rottama un veicolo delle stesse categorie di cui è proprietario o utilizzatore da almeno dodici mesi, spetta un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 3mila euro, nel caso in cui il veicolo consegnato per la rottamazione sia della categoria euro 0, 1 e 2.

martedì 8 gennaio 2019

Tassa automobilistica per i veicoli storici

La legge di bilancio 2019 prevede per gli autoveicoli e i motoveicoli di interesse storico e collezionistico con anzianità di immatricolazione compresa tra i venti e i ventinove anni, se in possesso del certificato di rilevanza storica, e qualora tale riconoscimento di storicità sia riportato sulla carta di circolazione, il pagamento della tassa automobilistica ridotta del 50%.

martedì 8 gennaio 2019

Legge di bilancio: Zfu Genova

Le aziende con sede principale o una sede operativa all’interno della Zfu istituita nel territorio di Genova, possono richiedere le agevolazioni fiscali previste per la prosecuzione delle proprie attività all’interno del capoluogo ligure, in alternativa ai benefici degli articoli 3 e 4, Dl 109/2018. Le esenzioni spettano anche alle imprese che avviano la propria attività all’interno della zona franca entro il 31 dicembre 2019, limitatamente al primo anno di attività.

martedì 8 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: crediti d’imposta

Il credito d’imposta per investimenti pubblicitari sono concessi ai sensi e nei limiti della normativa europea in materia di aiuti de minimis. Il credito d’imposta edicole (per il 2019 e 2020) è riconosciuto nella misura massima di 2.000 euro, parametrato agli importi pagati a titolo di Imu, Tasi, Cosap e Tari con riferimento ai locali dove si svolge l’attività.

lunedì 7 gennaio 2019

Definizione agevolata debiti per i contribuenti in difficoltà economica

Viene stabilita, a favore di contribuenti che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica (Isee non superiore a 20 mila euro), l’estinzione dei debiti tributari, diversi da quelli oggetto dello stralcio fino a 1.000 euro previsto dal Dl 119/2018, affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 e derivanti dall’omesso versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali e dalle attività di controllo automatico delle dichiarazioni stesse, nonché dall’omesso versamento dei contributi.

lunedì 7 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: credito d’imposta amianto

Viene concesso un credito d’imposta rimozione amianto sulle erogazioni liberali in denaro, effettuate nei periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2018. Tali erogazioni devono essere finalizzate a interventi di bonifica su edifici e terreni pubblici, alla prevenzione e al risanamento del dissesto idrogeologico, alla realizzazione o alla ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e al recupero di aree dismesse di proprietà pubblica. Il credito d’imposta è pari al 65%.

lunedì 7 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: crediti d’imposta

I bonus previsti sono: credito d’imposta ricerca e sviluppo, che scende al 25% nella misura concedibile, nel massimo previsto pari a 10 milioni di euro; credito d’imposta per riciclaggio plastiche miste: interessa le imprese che acquistano prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica ovvero imballaggi biodegradabili e compostabili o derivati dalla raccolta differenziata della carta e dell’alluminio; il credito riconosciuto, per il 2019 e il 2020, è pari al 36% delle spese sostenute e documentate; prorogato il credito d’imposta formazione 4.0, riservato alle spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0.

lunedì 7 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019

Iper ammortamento proragoto per il 2019. Nei costi per cui spetta il beneficio vengono inclusi anche quelli sostenuti a titolo di canone per l’accesso, mediante soluzioni di cloudcomputing, ai beni immateriali agevolabili, limitatamente alla quota del canone di competenza del singolo periodo d’imposta di vigenza della disciplina di favore. Estromissione immobili strumentali: viene estesa la disciplina alle esclusioni dal patrimonio dell’impresa dei beni posseduti al 31 ottobre 2018, effettuate dal 1° gennaio al 31 maggio 2019. I versamenti dell’imposta sostitutiva dell’8% devono essere eseguiti entro il 30 novembre 2019 e il 16 giugno 2020.

lunedì 7 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: zona franca urbana sisma Centro Italia

Le esenzioni e le agevolazioni previste per la zona franca urbana istituita nel territorio dei comuni terremotati del Centro Italia sono estese alle imprese che intraprendono una nuova iniziativa economica all’interno del perimetro della Zfu entro il 31 dicembre 2019. Le agevolazioni sono fruibili per il 2019 e 2020.

venerdì 4 gennaio 2019

Cedolare secca sugli immobili commerciali

Confermata la cedolare secca sui contratti di locazione, stipulati nel 2019, relativi a locali commerciali, rientranti nella categoria catastale C/1 (fino a 600 mq di superficie, escluse le pertinenze): l’aliquota applicabile è al 21%.

venerdì 4 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: accise autotrasporto

Viene abrogata la norma che prevede, dal 2019, il taglio del 15% del credito d’imposta a favore degli autotrasportatori, in relazione all’aumento dell’accisa sul gasolio commerciale usato come carburante. Il credito è applicabile senza riduzioni.

venerdì 4 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: fatturazione elettronica

Per il periodo d’imposta 2019, i soggetti tenuti all’invio dei dati per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata non possono emettere fatture elettroniche con riferimento alle fatture i cui dati sono da inviare al Sistema tessera sanitaria.

venerdì 4 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: credito d’imposta adeguamento tecnologico per invio corrispettivi

Viene modificata la disciplina del contributo per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti per la memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi. Ora viene previsto in capo al soggetto obbligato all’invio, un credito d’imposta compensabile. Precedentemente il contributo era anticipato dal fornitore sotto forma di sconto sul prezzo praticato e a lui successivamente rimborsato come credito d’imposta.

venerdì 4 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: crediti d’imposta

giovedì 3 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: investimenti in start-up innovative

Aumentano le aliquote delle detrazioni e delle deduzioni previste a favore di chi investe nel capitale sociale di una start up innovativa: dal corrente anno 40%. Poi, in caso di acquisizione dell’intero capitale sociale di start up innovative da parte di soggetti Ires, le aliquote aumentano al 50% a condizione che l’intero capitale sociale sia mantenuto per almeno tre anni.

giovedì 3 gennaio 2019

Legge di bilancio: parte IV

Ires enti non a scopo di lucro e Iacp: viene abrogata la riduzione alla metà dell’Ires; il calcolo dell’acconto per il 2019 deve essere effettuato considerando, come imposta del periodo precedente, quella risultante dall’applicazione della nuova disciplina.Viene istituita l’imposta sui servizi digitali con aliquota del 3%. Sono interessati i soggetti esercenti attività d’impresa che, singolarmente o a livello di gruppo, nel corso di un anno solare realizzano congiuntamente: un ammontare complessivo di ricavi ovunque realizzati non inferiore a 750 milioni di euro; un ammontare di ricavi derivanti da servizi digitali realizzati in Italia non inferiore a 5,5 milioni di euro.

giovedì 3 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: parte III

Mantenimento cani guida: elevata a 1.000 euro la misura della detrazione forfetaria relativa alle spese sostenute dai non vedenti per il mantenimento dei cani guida. Tassazione agevolata degli utili reinvestiti: dal 2019 le imprese che incrementano i livelli occupazionali ed effettuano investimenti in beni strumentali materiali nuovi possono, sussistendo le condizioni, applicare un’aliquota Ires più bassa (- 9 punti percentuali).

giovedì 3 gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: parte II

Accise carburanti: bloccato l’aumento delle accise per il 2019 e rimodulati gli aumenti previsti a partire dal 2020. Non c’è traccia dell’eliminazione delle accise più vecchie ….. Deducibilità Imu immobili strumentali: aumentata al 40% la percentuale di deducibilità dalle imposte sui redditi dell’Imu dovuta sugli immobili strumentali. Riporto delle perdite per i soggetti Irpef: indipendentemente dal regime contabile adottato, viene modificata la disciplina allineando il relativo regime fiscale a quello previsto per i soggetti Ires.

giovedì 3 gennaio 2019

La legge di bilancio 2019: gli interventi

Di seguito si espongono alcuni interventi della legge di bilancio 2019. Clausola di salvaguardia Iva: bloccati gli aumenti delle aliquote Iva per il 2019 e rimodulati gli aumenti per gli anni successivi. Aliquota Iva su dispositivi medici a base di sostanze normalmente utilizzate per cure mediche, per la prevenzione delle malattie e per trattamenti medici e veterinari: 10%. Aliquota Iva prodotti di panetteria: 4% anche per alcuni ingredienti utilizzati per la preparazione del pane (destrosio e saccarosio, grassi e oli alimentari industriali ammessi dalla legge, cereali interi o in granella e semi, semi oleosi, erbe aromatiche e spezie di uso comune).

giovedì 3 gennaio 2019

Legge di bilancio in sintesi

Ecco gli interventi in sintesi della legge di bilancio 2019. Tra quelli di rilieve: il pacchetto casa con la proroga dell’agevolazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici e del bonus verde; confermato il canone tv viene a 90 euro; il regime forfettario viene esteso a coloro che nell’anno precedente hanno conseguito ricavi o percepito compensi, non superiori a 65mila euro; immissione della nuova imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni e dell’imposta sui servizi digitali che sostituisce la web tax; potenziato lo sport bonus; abrogate Ace e Iri.

mercoledì 2 gennaio 2019

Rottamazione-ter: domanda di adesione attraverso il servizio “Fai D.A. te”

 “Fai D.A. te” è il servizio che Agenzia delle entrate-Riscossione offre per presentare dal computer, smartphone o tablet, la richiesta di adesione alla definizione agevolata (rottamazione-ter). Il termine di presentazione è il 30 aprile 2019.

mercoledì 2 gennaio 2019

Fatturazione elettronica: modalità di trasmissione

Si espone una FAQ di Agenzia delle entrate riguardo le modalità di trasmissione delle fatture elettroniche. Per inviare la fattura elettronica ai propri clienti occorre trasmettere il file (XML) della fattura al Sistema di Interscambio (SdI) che provvederà a consegnare in modo sicuro il file all’indirizzo telematico che il cliente (soggetto Iva) avrà comunicato. La fattura elettronica che viene inviata direttamente alla casella PEC del cliente, non passando per il SdI, si ha per non emessa.

mercoledì 2 gennaio 2019

Studi di settore: disponibile il software “Segnalazioni”

È disponibile, sul sito dell’Agenzia delle entrate, il software “Compilazione e invio Segnalazioni studi di settore/Redditi 2018”, che permette ai contribuenti di comunicare elementi giustificativi relativi a situazioni di non congruità, non normalità o non coerenza relativi all’applicazione degli studi di settore per il periodo d’imposta 2017. Il software è raggiungibile, accedendo all’area riservata dei servizi telematici Entratel o Fisconline, dal menù “Servizi per”, sottomenù “Comunicare”, voce “Segnalazioni Studi di Settore/Redditi 2018”.

mercoledì 2 gennaio 2019

Regime forfettario: l’irrilevanza delle plusvalenze

Ai fini del passaggio al regime forfettario, non rilevano nel conteggio dei compensi (65.000 euro ragguagliati ad anno) le plusvalenze o le minusvalenze.

venerdì 28 dicembre 2018

Costi chilometrici: pubblicate le nuove tabelle ACI

Sono state pubblicate sulla GU del 20 dicembre 2018 le tabelle ACI per i costi chilometrici autovetture e motocicli, utili per determinare il compenso in natura per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti.

venerdì 28 dicembre 2018

Regime forfettario: emendamento per cause ostative

Tra le cause ostative all’ingresso nel regime forfettario è noto il possesso di quote di partecipazioni in società “trasparenti” (srl e società di persone). In riferimento è stato presentato un emendamento che esclude dal regime forfetario i soli contribuenti che possiedono quote di partecipazione in società a responsabilità limitata in regime di trasparenza.

giovedì 27 dicembre 2018

Fatturazione elettronica: stop alla banca dati tenuta da Agenzia delle entrate

La banca dati delle fatture tenuta da Agenzia delle entrate verrà “stoppata”, e questo per via dei controlli messi in atto fino ad aprile 2019 dal garante privacy. Niente archiviazione dei documenti, quindi,  ma solo memorizzazione dei dati fiscali per i controlli automatizzati. L’archiviazione potrà continuare solo su richiesta dei contribuenti. In una nota diffusa in rete si legge: “il nuovo sistema di e-fattura prevede che l’Agenzia si limiti a memorizzare solo i dati fiscali necessari per i controlli automatizzati (es., incongruenze tra dati dichiarati e quelli a disposizione dell’Agenzia), con l’esclusione della descrizione del bene o servizio oggetto di fattura. Dopo il periodo transitorio indispensabile a modificare il sistema, nuovi servizi di consultazione delle fatture saranno resi disponibili solo su specifica richiesta del contribuente, sulla base di accordi che saranno esaminati dall’Autorità”.

giovedì 27 dicembre 2018

Aliquote Iva: gli aumenti 2020/2021/2022

A partire dal 2020 sono previsti alcuni aumenti Iva. L’aliquota agevolata del 10% passerà al 13%, quella ordinaria del 22% passerà al 25,2% e, poi, nel 2021 salirà ancora fino al 26,5%. Sono gli effetti degli emendamenti del governo alla legge di bilancio 2019 presentati in commissione bilancio al Senato.

giovedì 27 dicembre 2018

Diminuiscono le controversie fiscali

Secondo i dati riportati nel Rapporto trimestrale sul contenzioso tributario, pubblicati sul sito del dipartimento delle Finanze, diminuisce il numero delle controversie fiscali: al 30 settembre 2018 ammontano a 399.958 pratiche, circa l’8% in meno rispetto alla stessa data dell’anno precedente.  

venerdì 21 dicembre 2018

E-fattura elettronica: attivazione delle deleghe web

Per attivare le deleghe fatturazione elettronica dei clienti studio, gli intermediari hanno a disposizione il servizio web “puntuale” e quello “massivo” presenti sul sito dell’Agenzia delle entrate. Tramite queste funzioni l’attivazione dei mandati è automatica e avviene entro 2 giorni dalla richiesta senza necessità di recarsi in loco presso gli uffici territoriali dell’Agenzia. La guida “La fattura elettronica e i servizi gratuiti dell’Agenzia delle Entrate” aiuta a “districare” la novità ormai alle porte. 

venerdì 21 dicembre 2018

Agenzia delle entrate/riscossione: stop alle cartelle durante le festività

Durante il periodo natalizio l’Agenzia delle entrate/riscossione non invierà cartelle e avvisi di pagamento. La sospensione opererà dal 23 dicembre al 6 gennaio 2019. Continueranno, invece, ad essere notificati gli atti considerati inderogabili, cioè le cartelle e gli avvisi che dovranno essere comunque notificati anche nel periodo della sospensione; la notifica avverrà principalmente tramite PEC.

venerdì 21 dicembre 2018

Passaggio al regime forfettario: il “riversamento” dell’Iva

Come già noto, per i contribuenti che passeranno nel 2019 al regime forfettario, ci sarà obbligo di riversare l’Iva detratta sui beni ammortizzabili acquistati negli ultimi cinque anni e sulle rimanenze di merci al 31/12/2018. La rettifica sarà operata nella prima dichiarazione annuale IVA presentata dopo l’ingresso nel regime, ossia quella 2019. Nel modello andrà altresì indicato che si tratta dell’ultima dichiarazione prima dell’accesso al regime. L’Iva che confluirà nel modello VL si potrà versare secondo le consuete modalità: entro il 16 marzo, oppure in massimo 9 rate mensili partendo da quella data.

venerdì 21 dicembre 2018

Saldo IVA 2017: oltre il 27 dicembre a rischio penale

Il prossimo 27 dicembre è l’ultimo giorno utile per rimediare all’omesso versamento del saldo IVA 2017. Superata detta scadenza, qualora l’importo omesso sia superiore a 250.000 euro, si incorre nel reato penale. La previsione normativa (art. 10-ter Dl n. 74/2000,) recita: “È punito con la reclusione da sei mesi a due anni chiunque non versa, entro il termine per il versamento dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo, l’imposta sul valore aggiunto dovuta in base alla dichiarazione annuale, per un ammontare superiore a euro duecentocinquantamila per ciascun periodo d’imposta”.

venerdì 21 dicembre 2018

Trasmissione corrispettivi con nuovo sistema

Dal prossimo 1° gennaio 2019, gli operatori della grande distribuzione potranno certificare i corrispettivi mediante emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale, oppure (per opzione) del nuovo sistema di trasmissione dei registratori telematici (risposta AE n. 118/2018 ad un interpello).

venerdì 21 dicembre 2018

Nuovo tasso legale dal 1° gennaio 2019

Dal 1° gennaio 2019 varia il tasso di interesse legale: aumenta allo 0,8% contro l’attuale 0,3%.

giovedì 20 dicembre 2018

Legge di bilancio 2019: aumento della TASI

La legge di bilancio 2019 conferma la maggiorazione della TASI per il 2019. Precisamente si dà seguito ad una precedente previsione: “per gli anni 2018, 2019 e 2020  i comuni possono mantenere, con espressa deliberazione del consiglio comunale, la stessa maggiorazione confermata per gli anni 2016 e 2017”.

giovedì 20 dicembre 2018

Legge di bilancio 2019: possibile riduzione delle tariffe INAIL

Con un emendamento dei relatori alla legge di Bilancio 2019, viene chiesta la riduzione delle tariffe INAIL per il 2019.  presentato il 18 dicembre. Al fine di aggiornare l’applicazione delle nuove tariffe, slitterebbero anche i termini di presentazione dell’autoliquidazione dei premi prevista per febbraio 2019.

giovedì 20 dicembre 2018

Adempimenti e scadenze: la dichiarazione dei redditi degli eredi

Gli eredi delle persone decedute tra il 1° marzo 2018 e il 30 giugno 2018 devono presentare, in formato cartaceo, la dichiarazione dei redditi del de cuius entro il 31 dicembre prossimo. La presentazione può essere fatta presso gli uffici postali.

giovedì 20 dicembre 2018

Bonus bebè: novità 2019 e ultimi adempimenti 2018

La legge di bilancio 2019 introduce una novità riguardo il bonus bebè 2019: sarà maggiorato del 20% per i nuovi nati dopo il primo figlio. Riguardo il 2018, l’INPS ha ricordato a tutti i beneficiari del bonus che, per ciascun anno di spettanza, è previsto l’obbligo di rinnovare la Dichiarazione sostitutiva unica. La presentazione deve essere fatta entro il 31 dicembre 2018, l’inadempienza determina la perdita delle mensilità per l’anno 2018, e la decadenza anche per gli anni precedenti.

giovedì 20 dicembre 2018

Interpelli: cumulo Iva bonus ambientali

Nella risposta n° 114/2018 a un interpello, l’Agenzia delle entrate chiarisce che per rispettare il divieto di cumulo tra la Tariffa incentivante di cui al “IV conto energia e la Tremonti ambientale”, è possibile presentare una dichiarazione integrativa (DPR 22 luglio 1998, n. 322) entro i termini di accertamento. Nel caso in cui non si sia usufruito dell’agevolazione in via ordinaria, cioè in sede di dichiarazione dei redditi, ma si sia presentata istanza di rimborso dell’imposta versata, la rinuncia all’agevolazione può essere manifestata in modo espresso, se lo stesso non sia stato ancora erogato.

giovedì 20 dicembre 2018

APE volontaria anche per i pensionati esteri

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 88/E del 17 dicembre 2018, ha stabilito che l’Inps può attribuire il credito d’imposta per APE volontaria anche ai pensionati con residenza estera beneficiari del regime fiscale agevolativo previsto dalle convenzioni internazionali contro la doppia imposizione fiscale.

mercoledì 19 dicembre 2018

Regime forfettario: il passaggio degli “ordinari”

Come si gestisce il passaggio al regime forfettario dei contribuenti in contabilità ordinaria? Il contribuente che nel 2018 ha adottato il regime ordinario per obbligo, non essendo in possesso nel periodo d’imposta dei requisiti necessari per l’accesso al regime forfettario/semplificato, potrà accedere al regime forfettario dal 2019 (sussistendo i requisiti), con comunicazione da effettuare nel modello IVA 2020.  

mercoledì 19 dicembre 2018

Bonus cinema 2018: il terzo periodo

La direzione generale Cinema del Mibac ha comunicato la disponibilità della modulistica per prenotare il credito d’imposta “Tax credit produzione” relativo al terzo periodo 2018. Le domande potranno essere redatte fino alle 23,59 del 31 dicembre 2018.

mercoledì 19 dicembre 2018

Esterometro: il nuovo obbligo dal 1° gennaio 2019

Dal 1° gennaio 2019 entra in vigore il nuovo “esterometro”.  L’obbligo riguarderà le operazioni transfrontaliere che non rientrano nella fatturazione elettronica. Obbligati sono i soggetti che emettono e ricevono fatture estere. La sua scadenza è mensile in base alla data di emissione o ricezione della fattura.

mercoledì 19 dicembre 2018

Bonus assunzioni: agevolazioni in scadenza e nuove opportunità

Sono in scadenza alcune agevolazioni previste per assunzioni a tempo indeterminato. Si tratta dei bonus gestiti dall’Anpal che scadono a fine dicembre. La legge di Bilancio 2019 ha previsto nuovi incentivi: una misura sperimentale per assunzione di giovani laureati d’eccellenza, con una votazione pari a 110 e lode e lo sgravio contributivo per le aziende che assumono gli over 50.

mercoledì 19 dicembre 2018

Acconto Iva in scadenza il 27 dicembre

Ultimo appuntamento con il Fisco dell’anno è l’acconto Iva del 27 dicembre. La misura del versamento è da calcolarsi in base a specifici metodi: acconto storico (88% del versato a saldo lo scorso anno nell’ultimo trimestre o mese di competenza); effettivo (calcolo di una liquidazione provvisoria chiusa al 20 dicembre, comprendendo l’imposta a debito e a credito calcolata fino alle fatture emesse e ricevute a quella data); previsionale (88% di una stima di calcolo delle operazioni effettuate fino al 31 dicembre 2018).

mercoledì 19 dicembre 2018

Legge di bilancio 2019: alcuni emendamenti presentati in Senato

Approdano in Senato alcuni emendamenti alla legge di bilancio 2019.  Si segnalano: la revisione delle tariffe INAIL per il triennio 2019-2021; la proposta di una flat tax al 7% per incentivare il trasferimento di pensionati italiani residenti all’estero nel Mezzogiorno; un contributo di solidarietà quinquennale sulle pensioni d’oro con cinque aliquote, da un minimo del 10 a un massimo del 40%.

martedì 18 dicembre 2018

Partite Iva: comunicazioni per le anomalie volume d’affari

L’Agenzia delle entrate sta inviando ai titolari di partita Iva delle comunicazioni di anomalia, laddove è emersa una differenza tra il volume d’affari dichiarato per il periodo d’imposta 2017 e l’importo delle operazioni trasmesse con lo spesometro. Il contribuente che riceve l’avviso può verificarne la correttezza e segnalare eventuali elementi, fatti e circostanze sconosciuti all’Amministrazione finanziaria in grado di giustificare l’anomalia.

martedì 18 dicembre 2018

Regime forfettario: il passaggio dal regime ordinario/semplificato

Per passare al regime forfettario occorre valutare alcuni elementi. In particolare bisogna riversare, entro marzo 2019, l’Iva sugli acquisti di beni ammortizzabili, diversi dagli immobili, effettuati nell’ultimo quinquennio e per i quali il contribuente ha effettuato la detrazione. Stessa operazione deve essere fatta dagli imprenditori individuali sulle rimanenze di merci invendute acquistate negli anni precedenti.

martedì 18 dicembre 2018

Liti pendenti: le novità dopo la conversione in legge

Il decreto fiscale (Dl n. 119/2018) convertito in legge, ha modificato la disciplina della definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti al 24/10/2018. Le novità: per il ricorso pendente in 1° grado è previsto il pagamento del 90% del valore della lite; in caso di soccombenza dell’Agenzia è previsto il  pagamento del 40% del valore della lite (soccombenza di 1° grado), 15% del valore della lite (soccombenza di 2° grado). In caso di accoglimento parziale del ricorso è dovuta una somma pari al 100%  per la quota di soccombenza del contribuente, e in percentuali ridotte (come descritto sopra) per la quota in cui il contribuente è vittorioso.

martedì 18 dicembre 2018

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it