Notizie Fiscali

  • Ricerca

Pace fiscale anche per gli accertamenti doganali

Anche agli accertamenti doganali notificati entro il 24 ottobre 2018, non impugnati ed ancora impugnabili, rientrano nella pace fiscale prevista dal Dl 119/2018. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Dogane, con comunicato del 12 novembre 2018. Per accedervi è necessario presentare, direttamente o via PEC, all’ufficio delle dogane o all’ufficio dei monopoli che ha emesso l’atto di accertamento una comunicazione in carta libera. Il pagamento va effettuato in unica rata entro il 23 novembre 2018, comprensivo degli eventuali interessi di mora.

mercoledì 14 novembre 2018

Cassazione: ok all’accertemento induttivo in caso di cassa in negativo

La Corte di Cassazione, con ordinanza 28715 del 9 novembre 2018, ha ribadito il “difetto” di una cassa in rosso. “La sussistenza di un saldo negativo di cassa, implicando alle voci di spesa entità superiore a quella degli introiti registrati, costituisce un’anomalia contabile e fa presumere l’esistenza di ricavi non contabilizzati in misura almeno pari al disavanzo”. La fattispecie legittima sempre l’accertamento induttivo.

mercoledì 14 novembre 2018

Scadenze versamenti: secondo acconto Ivs e Gestione separata

Il prossimo 30 novembre va effettuato il versato della seconda rata dell’acconto 2018 dei contributi previdenziali dovuti dai soggetti iscritti alla Gestione IVS e alla Gestione separata INPS. Come per gli acconti delle imposte, è possibile adottare sia il criterio di calcolo storico, sia quello previsionale, secondo la convenienza e la capienza.

mercoledì 14 novembre 2018

Autotrasportatori: quota albo 2019

Stabilita la quota 2019 dovuta dagli autotrasportatori al loro albo. La delibera n. 3 del 24/10/2018 del MIT determina il contributo per l’anno 2019; la misura base è 30 euro, per le specifiche e integrazioni si rimanda alla delibera stessa. Il versamento del contributo va effettuato esclusivamente attraverso l’apposito applicativo “Pagamento quote” del Portale dell’Albo degli autotrasportatori raggiungibile all’indirizzo www.alboautotrasporto.it.

mercoledì 14 novembre 2018

E-fattura: servizi anticipati a fine anno

L’Agenzia dell’Entrate anticipa l’introduzione, entro la fine dell’anno, di servizi di fattura elettronica sul portale “Fatture e Corrispettivi”. Si tratta di: registrazione massiva che consentirà a un intermediario delegato di poter automaticamente abbinare ad ogni partita IVA del proprio cliente il codice destinatario, l’indirizzo PEC, dove si vorrà ricevere la fattura con l’upload di un semplice file Excel; nell’area consultazione, dove si possono consultare e scaricare le singole fatture, l’operatore avrà la possibilità di scaricare massivamente tutte le fatture, emesse e ricevute.

mercoledì 14 novembre 2018

Quota 100: possibili tagli sugli assegni dal 5 al 30%

Tra le novità sulle pensioni, il Governo ha deciso di adottare “Quota 100” per permettere a tutti coloro che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato almeno 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente. Studi tecnici in materia hanno indicato delle penalizzazioni au cui andrebbero incontro i lavoratori che deciderebbero di aderire. Si parla di tagli sugli assegni dal 5% fino al 30%. Il ministro ha però smentito tali penalizzazioni.

mercoledì 14 novembre 2018

Pace fiscale anche per le associazioni sportive

Anche lo sport dilettantistico può accedere alla pace fiscale. Il Dl 119/2018 prevede, anche per gli enti sportivi dilettantistici, la possibilità di presentare la dichiarazione integrativa speciale e di avvalersi della definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento e delle controversie tributarie pendenti con l’Agenzia delle entrate.

martedì 13 novembre 2018

Osservatorio delle partite Iva: i dati del terzo trimestre

L’Osservatorio delle partite Iva del 3° trimestre 2018 espone una flessione delle aperture del 2,4%. Nella ripartizione per natura giuridica primeggiano le persone fisiche, con il 70,5% del dato complessivo, seguono le società di capitali, con il 23,7% del totale, e il 3,6% delle società di persone. Le richieste dei soggetti non residenti evidenziano un significativo aumento. Il 39,2 % sul totale delle aperture sono contribuenti forfettari.

martedì 13 novembre 2018

Nuovo regolamento Ue sul denaro contante

Dal 3 giugno 2021 entrerà in vigore il nuovo regolamento UE 8n. 2018/1672) sull’uso del denaro contante. Si tratta di un nuovo sistema di controlli per la prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo. Le persone fisiche che entrano o escono dall’Unione europea devono dichiarare il denaro contante, l’oro e le carte elettroniche prepagate anonime.

martedì 13 novembre 2018

Il regime forfettario 2019: start up

La manovra economica 2019 rivede al rialzo i ricavi per accedere al regime forfettario portandolo a 65.000 euro, modificando anche le condizioni di accesso al regime agevolato. Non sono previste variazioni dei coefficienti di redditività e alle aliquote delle imposte sostitutive. Per le start up resta confermata al 5% nei primi 5 anni di attività.

martedì 13 novembre 2018

Dichiarazioni: ravvedimento operoso del quadro RW

Nel caso in cui nella dichiarazione Redditi 2018 (adempimento appena scaduto) sia stata omessa la presentazione del quadro RW c’è ancora tempo per ravvedersi. Le sanzioni previste sono: con un ritardo non superiore a 90 gg 258 euro; con un ritardo superiore a 90 gg in percentuale dal 3 al 15% degli importi non dichiarati (6% al 30% in presenza di attività/investimenti detenuti in Stati “black list”). La regolarizzazione entro 90 gg si riduce a 28,67 euro (258 x 1/9). Per la regolarizzazione oltre 90 gg ed entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è commessa la violazione (2018) è applicabile la sanzione ridotta dello 0,38% (3% x 1/8) ovvero dello 0,75% (6% x 1/8).

martedì 13 novembre 2018

INAIL: riduzione del tasso con il modello OT24

Per ottenere la riduzione del tasso dei premi Inail, le aziende devono presentare il modello OT24. Condizione per richiederla è la realizzazione, entro il 31 dicembre del corrente anno, di interventi volti al miglioramento della sicurezza e l’igiene nei luoghi di lavoro. La richiesta, unitamente alla documentazione probante degli interventi, deve essere presentata entro il 28 febbraio 2019.

martedì 13 novembre 2018

Pensionati all’estero: le istruzioni Inps per i carichi familiari

L’Inps, con il messaggio n. 4161 del 9 novembre 2018, ha informato che i pensionati residenti all’estero in Paesi che assicurano un adeguato scambio di informazioni, per fruire delle detrazioni per carichi di famiglia per il periodo d’imposta 2019, devono presentare apposita domanda, attestando la sussistenza dei requisiti previsti.

lunedì 12 novembre 2018

Atti di accertamento: pronte le disposizioni attuative per la definizione

Sono pronte le disposizioni attuative per la definizione degli atti di accertamento, come previsto dalla legge 119/2018. Per la definizione, occorre pagare le sole somme riferite a tributi e contributi, in un’unica soluzione o in più rate; non sono invece dovuti gli importi relativi a sanzioni amministrative, interessi ed eventuali accessori (provvedimento del 9 novembre 2018).

lunedì 12 novembre 2018

Sport bonus: sono online i beneficiari

E’ stato pubblicato, sul sito della presidenza del Consiglio dei ministri, Ufficio per lo sport, l’elenco delle imprese ammesse al credito d’imposta previsto dalla legge di stabilità 2018 (sport bonus). Sono interessati coloro che hanno richiesto l’accesso al bonus utilizzando la “seconda finestra” prevista dalla norma. I beneficiari, per non perdere il bonus, dovranno effettuare le donazioni entro il prossimo 17 novembre tramite bonifico bancario, bollettino postale, carte di debito, di credito e prepagate, oppure assegni bancari o circolari.

lunedì 12 novembre 2018

Scadenze fiscali: il 30/11 il secondo acconto imposte 2018

Il 30/11 scade il termine per effettuare il versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi ed Irap relativi al 2018, nonché cedolare secca e imposta sostitutiva dovuta da contribuenti minimi e forfetari. Il calcolo può sempre essere fatto considerando il dato storico (da dichiarazione) o effettivo corrente anno.

lunedì 12 novembre 2018

E-fattura: nessuna proroga è prevista

Il Presidente del Consiglio, nel corso del question time alla Camera, in risposta ad una interrogazione  con cui si chiedeva di valutare l’opportunità di prevedere tempi differenziati per l’introduzione degli obblighi di fatturazione elettronica in ragione delle dimensioni dell’impresa ha fatto intendere che non si prevedono proroghe. Tra l’altro, in materia sono state previsti esoneri per i contribuenti forfettari, per contribuenti minimi e le imprese agricole di piccole dimensioni, e semplificazioni tipo: disapplicazione/riduzione delle sanzioni nel caso di “tardivo” invio della fattura.

lunedì 12 novembre 2018

Rottamazione ter in automatico per i contribuenti della rottamazione bis

La rottamanzione ter è in automatico per i contribuenti che avevano aderito alla rottamazione bis. Importante è aver saldato le rate in scadenza a luglio, settembre e ottobre entro e non oltre il 7 dicembre 2018.

lunedì 12 novembre 2018

Attenzione: phishing attraverso sms

Attenzione ai nuovi tentativi di phishing che arrivano tramite sms sullo smartphone dei contribuenti. Sono messaggi del tipo:  “InfoSMS” “Equitalia”, che preannunciano l’arrivo di una “raccomandata digitale” e si invita a cliccare su un link per collegarsi al sito ingannevole “www.agenziadellentrate.com”. Con la raccomandata viene minacciata l’irrogazione di una sanzione amministrativa di 550,50 oppure 516 euro e si sollecita il destinatario a produrre copia del proprio passaporto e di altri documenti personali. Non aprire il link e ricordarsi che il sito di Agenzie delle entrate è: www.agenziaentrate.gov.it e www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

venerdì 9 novembre 2018

Pace fiscale: le Entrate dettano le istruzioni operative

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le prime indicazioni riguardo la definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento. Le scadenze per il pagamento, al fine di accedere ai benefici della pace fiscale, sono differenti a seconda del tipo di atto definibile. La prima data da ricordare è il 13 novembre 2018, a seguire, poi, il 23 novembre 2018. Potranno beneficiare della procedura gli atti non ancora definiti al 24 ottobre 2018, data di entrata in vigore del decreto. Nel dettaglio: gli inviti al contraddittorio in cui sono stati quantificati i maggiori tributi ed eventuali contributi notificati al contribuente fino al 24 ottobre 2018 e per i quali, alla stessa data, non sia stato già notificato il relativo avviso di accertamento o sottoscritto e perfezionato l’accertamento con adesione; gli accertamenti con adesione sottoscritti fino al 24 ottobre 2018 ma non ancora perfezionati; gli avvisi di accertamento e gli avvisi di rettifica e di liquidazione notificati al contribuente fino al 24 ottobre 2018 non impugnati ed ancora impugnabili alla stessa data e rientranti nell’ambito di applicazione dell’articolo 15 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218; gli atti di recupero dei crediti indebitamente utilizzati di cui ai commi da 421 a 423 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, notificati al contribuente fino al 24 ottobre 2018, sempreché non si siano resi definitivi e non siano stati impugnati alla stessa data.

venerdì 9 novembre 2018

Deleghe per la fatturazione elettronica: modus operandi

L’Agenzia delle Entrate ha ridefinito le modalità di conferimento/revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi relativi alla fatturazione elettronica. E’ stato approvato il nuovo modello e sono state modificate le modalità di comunicazione all’Agenzia della delega da parte dell’intermediario. In particolare l’intermediario può effettuare un invio “massivo” tramite Entratel, o un invio “puntuale” della singola delega (però dal 30/11/2018) dal portale “Fatture e corrispettivi”; andranno indicati alcuni dati essenziali indicati nel mod. Iva 2017 del contribuente. L’Agenzia, poi, comunicherà al contribuente l’attivazione della delega tramite PEC. Se il contribuente non ha presentato il modello Iva 2017, sarà necessario inviare (tramite Pec) uno specifico file firmato digitalmente e allegare copia delle deleghe sottoscritte.

venerdì 9 novembre 2018

Regime forfettario per chi già è nel “regime”

Il regime forfettario viene rivisto dal Ddl alla manovra 2019. I soggetti già in attività, e che già rientrano nel regime forfettario secondo le vecchie disposizioni, devono ora verificare le nuove (più vantaggiose) con riferimento all’anno precedente. Quindi per restare nel regime agevolato anche nel 2019 possono quindi superare nel 2018 il limite dei ricavi previsto nell’allegato 4 Legge di Stabilità 2016 ma non superare il nuovo limite di 65.000 euro.

venerdì 9 novembre 2018

Rottamazione-ter per la definizione dei carichi Ue

Nella rottamazione-ter sono compresi anche i carichi risorse Ue e di imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione. La domanda di adesione (modello DA-2018-D) deve essere presentata entro il 30 aprile 2019. Può essere consegnata agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione oppure inviata Pec, unitamente alla copia del documento di identità. Entro il 31 luglio 2019 l’Agenzia di Riscossione invierà la “Comunicazione delle somme dovute” e i bollettini di pagamento con le singole scadenze. Il saldo della prima o unica rata è previsto entro il 30 settembre 2019, la seconda il 30 novembre 2019. Le restanti rate (massimo 8) dovranno essere effettuati entro il 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno successivo.

giovedì 8 novembre 2018

Dichiarazione integrativa speciale: entro il 31 maggio 2019

Uno degli strumenti della “pace fiscale” è la dichiarazione integrativa speciale. Con essa si possono correggere gli errori commessi in uno o più periodi d’imposta per i quali, al 24 ottobre 2018, non erano scaduti i termini per l’accertamento. Le dichiarazioni interessate sono quelle del quadriennio 2013/2016. La dichiarazione integrativa speciale si può trasmettere entro il 31 maggio 2019.

giovedì 8 novembre 2018

Rottamazione-ter per i soggetti che hanno aderito alla rottamazione-bis

I soggetti che hanno aderito alla rottamazione-bis accedono automaticamente alla terza rottamazione; al fine basta aver pagato, entro il prossimo 7 dicembre, le rate del piano di definizione in loro possesso scadute a luglio, settembre e ottobre. Questi contribuenti beneficeranno del differimento dei pagamenti delle ulteriori somme residue del piano di definizione che verranno ripartite automaticamente in 10 rate di pari importo con scadenze fissate, a luglio e novembre di ogni anno, a partire dal 2019 e interessi calcolati nella misura del 0,3% a decorrere dal 1° agosto 2019. Anche a loro, entro il 30 giugno 2019, verrà recapitata comunicazione con il ricalcolo delle somme residue e i bollettini con le nuove scadenze dei pagamenti.

giovedì 8 novembre 2018

Rottamazione-ter cartelle 2000-2017

La definizione agevolata si applica ai carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. La domanda deve essere presentata con i modelli recentemente approvati: DA-2018 e DA-2018-D entro il 30 aprile 2019, via Pec o direttamente agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione. Entro il 30 giugno 2019, l’Agenzia delle entrate-Riscossione invierà la “Comunicazione delle somme dovute” con l’indicazione dell’importo residuo da versare insieme ai bollettini di pagamento in base al piano di rate indicato nel modello DA-2018. Le somme dovute potranno essere versate, oltre che con le modalità già in uso, anche mediante compensazione con i crediti non prescritti, certi liquidi ed esigibili, per somministrazioni, forniture, appalti e servizi, anche professionali, maturati nei confronti della PA.

giovedì 8 novembre 2018

Fattura elettronica: online il modulo per le deleghe

Con provvedimento del 5 novembre 2018, è stato approvato il nuovo modulo per il conferimento e la revoca delle deleghe agli intermediari per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica messi a disposizione dell’Agenzia delle entrate. Con lo stesso provvedimento, inoltre, è stato approvato il modulo per il conferimento/revoca delle deleghe per la consultazione del Cassetto fiscale delegato. Sono delegabili i seguenti servizi: consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici; consultazione dei dati rilevanti ai fini Iva; registrazione dell’indirizzo telematico; fatturazione elettronica e conservazione delle fatture elettroniche; accreditamento e censimento dispositivi. Ogni delega può essere conferita a non più di quattro soggetti e la relativa durata è fissata dal delegante entro il limite di due anni dalla data del conferimento.

giovedì 8 novembre 2018

Perdita su crediti e Ifrs 9 nella manovra di bilancio

Viene ripartita nei prossimi dieci esercizi la deducibilità, ai fini Ires e Irap, della riduzione di valore dei crediti e delle altre attività finanziarie derivante dalla rilevazione del fondo a copertura perdite per perdite attese su crediti che emergono in sede di prima applicazione dell’Ifrs 9.

giovedì 8 novembre 2018

Rottamazione-ter: sono online i moduli di accesso

Sono online, sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione, i modelli di adesione alla “nuova” definizione agevolata 2018 (rottamazione-ter). L’importo dovuto per la definizione agevolata potrà essere pagato in un’unica rata oppure dilazionato fino a un massimo di 5 anni in 10 rate consecutive con prima scadenza 31 luglio 2019. Sono: modello DA-2018, utilizzabile per i carichi affidati alla riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017; modello DA-2018-D, destinato ai contribuenti che intendono definire in maniera agevolata i debiti affidati alla riscossione a titolo di risorse proprie dell’Unione europea. La scadenza di presentazione del modulo è 30 aprile 2019, unitamente alla copia del documento di identità. La richiesta potrà essere consegnata presso gli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione presenti su tutto il territorio nazionale ovvero trasmessa alla casella pec della direzione regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione competente. I contribuenti che hanno aderito alla rottamazione-bis e sono in regola con i pagamenti delle rate di luglio, settembre e ottobre 2018, ovvero che provvederanno al saldo delle predette rate entro il 7 dicembre 2018, avranno accesso automatico ai benefici previsti dalla “rottamazione-ter”: l’importo residuo sarà suddiviso in dieci rate di pari importo con scadenza 31 luglio e 30 novembre di ogni anno a partire dal 31 luglio 2019.

mercoledì 7 novembre 2018

Manovra 2019: iper-ammortamento

L’iper-ammortamento è confermato anche per il 2019. Saranno agevolabili anche gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2019 ovvero entro il 31 dicembre 2020, a condizione che entro il 31 dicembre 2019 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione. Vengono varate percentuali diversificate a seconda dell’entità dell’investimento: 150% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro; 100% per gli investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro; 50% per gli investimenti compresi tra 10 e 20 milioni di euro. Gli acconti dovuti per i periodi d’imposta 2019 e 2020 andranno calcolati considerando quale imposta del periodo precedente quella che si sarebbe determinata in assenza delle due agevolazioni.

mercoledì 7 novembre 2018

Manovra 2019: abrogate le norme sull’Iri

Sono abrogate le disposizioni (articolo 1, commi 547 e 548, legge 232/2016) che introducevano l’Iri a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017.

mercoledì 7 novembre 2018

Ddl di bilancio 2019: rivalutazioni di terreni e partecipazioni

I titolari di terreni a destinazione agricola o edificatoria e di partecipazioni in società non quotate, posseduti al l 1° gennaio 2019, potranno rideterminare il costo o valore di acquisto di quei beni, pagando, entro il 30 giugno 2019, un’imposta sostitutiva dell’8%, calcolata sul valore risultante da una perizia giurata. Il pagamento potrà essere fatto anche a rate (tre annue), con applicazione di interessi al tasso del 3% annuo.

mercoledì 7 novembre 2018

Rivista la DTA e abrogata l’ACE

Il Ddl di bilancio rivede la DTA: per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018, la deduzione della quota del 10% dell’ammontare dei componenti negativi prevista ai fini Ires e Irap (Dl 83/2015) slitta al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2026. È abrogata la disciplina dell’Ace. L’importo del rendimento nozionale eccedente il reddito complessivo netto del periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018 potrà essere dedotto negli anni successivi o trasformato in credito d’imposta ai fini Irap.

mercoledì 7 novembre 2018

Manovra 2019: valore di avviamento e altre attività immateriali

La deduzione delle residue quote di ammortamento relative al valore dell’avviamento e delle altre attività immateriali che hanno dato luogo all’iscrizione di attività per imposte anticipate, cui si applicano le disposizioni del Dl 225/2010 in materia di conversione in credito d’imposta, e non ancora effettuata nel periodo d’imposta 2018, dovrà avvenire dal 2019 al 2029, con differenti percentuali: 5% nel 2019, 3% nel 2020, 10% nel 2021, 12% negli anni 2022-2027, 5% negli anni 2028 e 2029.

mercoledì 7 novembre 2018

Rottamazione ter ecco la modulistica

Agenzia Entrate Riscossione ha pubblicato oggi pomeriggio (6 novembre) sul proprio sito internet istruzioni e modulistica per accedere alla rottamazione ter (DL 119/2018).

martedì 6 novembre 2018

Manovra 2019: i bonus

Il bonus “Ricerca e sviluppo” subisce lievi modifiche: si riduce dal 50% al 25% (con alcune eccezioni) l’aliquota, e si dimezza da 20 a 10 milioni di euro il beneficio massimo concedibile a ciascuna impresa. E’ istituito un credito d’imposta pari al 65% delle somme donate a favore dei privati che nel 2019 effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture.

martedì 6 novembre 2018

Canone TV: confermato nella sua misura

E’ confermato per il 2019 e per gli anni successivi il costo del canone Tv per uso privato: 90 euro all’anno.

martedì 6 novembre 2018

Manovra 2019: perdite dei soggetti Irpef

Il Ddl di bilancio dispone alcune variazioni al Tuir (articoli 8, 56, 101 e 116), modificando la disciplina del riporto delle perdite per persone fisiche, società di persone ed enti non commerciali, ora equiparata al regime previsto per le società di capitali. Le perdite pregresse saranno illimitatamente riportabili, ma in misura non superiore all’80% del reddito imponibile; in via transitoria, potranno essere utilizzate nei limiti del 40% del reddito di impresa nel 2018 e 2019 e del 60% nel 2020. Le perdite di impresa generate nei primi tre esercizi sono comunque utilizzabili al 100%.

martedì 6 novembre 2018

Manovra 2019: Ires al 15% per chi reinveste in beni strumentali e personale

Viene introdotta una tassazione agevolata Ires al 15% per la parte di reddito corrispondente agli utili reinvestiti in azienda destinati a incremento degli investimenti in beni strumentali (esclusi gli immobili e i veicoli non strumentali) e del personale occupato (sia a tempo indeterminato che determinato). La misura riguarda anche il reddito d’impresa degli imprenditori individuali, delle Snc e delle Sas in regime di contabilità ordinaria. In questi casi, al reddito agevolabile si applicano le aliquote Irpef ridotte di nove punti percentuali, partendo da quella più elevata.

martedì 6 novembre 2018

Ddl di bilancio 2019: cedolare secca negozi e botteghe – ristrutturazioni

Dal 2019 anche i contratti di locazione relativi a unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1, di superficie fino a 600 mq, potranno optare per il regime della cedolare secca, applicando ai canoni l’imposta sostitutiva del 21%. Sono prorogate per il 2019, nella stessa misura attualmente in vigore, le detrazioni d’imposta previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (bonus ristrutturazioni), per quelli finalizzati alla riqualificazione energetica di edifici esistenti (ecobonus), per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati all’arredo di immobili ristrutturati (bonus mobili), per le spese di “sistemazione a verde” di aree scoperte private (bonus verde).

martedì 6 novembre 2018

Manovra 2019: il regime forfettario

Il regime forfetario, introdotto dalla Stabilità 2015 a favore delle persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni cambia i requisiti di accesso. Resta confermata l’imposta sostitutiva del 15%, mentre la soglia dei ricavi/compensi è innalzata a 65.000 euro, sono eliminati sia il limite di 5.000 euro di spesa sostenuta per il personale (dipendenti e collaboratori) sia il limite di 20.000 euro del costo dei beni strumentali, c’è esonero dalla fatturazione elettronica. Dal 2020, il regime riguarderà anche i contribuenti con ricavi/compensi fino a 100.000 euro, con alcune differenze: il reddito si determinerà non forfetariamente, ma nei modi ordinari; l’imposta sostitutiva sarà del 20%, non ci sarà esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica.

martedì 6 novembre 2018

Manovra 2019: lezioni private e ripetizioni

Il Ddl di bilancio dispone che dal 2019, i compensi derivanti dall’attività di lezioni private e ripetizioni, svolta da docenti titolari di cattedra nelle scuole di ogni ordine e grado, non concorreranno più al reddito complessivo, ma sconteranno un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali pari al 15%. Un provvedimento delle Entrate, entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di bilancio, stabilirà le modalità attuative.

lunedì 5 novembre 2018

Manovra 2019: clausole salvaguardia Iva e accise

Il Ddl di bilancio dispone la sterilizzazione degli aumenti delle aliquote Iva previsti per il 2019: l’aliquota agevolata resterà stabile al 10%, dal 2020 aumenterà all’11,5%; l’aliquota ordinaria del 22% (bloccata nel 2019), sarà interessata da aumenti programmati al 24,1% dal 1° gennaio 2020 e al 24,5% dal 2021. Per quanto riguarda le accise su benzina e gasolio, i rincari in calendario dal 2020 saranno minori rispetto a quanto era stato programmato, poiché dovranno garantire maggiori entrate per 140 milioni di euro nel 2020 e per 300 milioni in ciascuno degli anni successivi.

lunedì 5 novembre 2018

Ddl di bilancio: il panorama delle misure fiscali

Il Ddl di bilancio è alla camera con 108 articoli di composizione. Tra le principali novità si elencano: clausole salvaguardia Iva e accise; regime forfettario; lezioni private e ripetizioni; perdite dei soggetti Irpef; Ires al 15% per chi reinveste in beni strumentali e personale; cedolare secca per le locazioni di negozi e botteghe; proroga e rimodulazione dell’iper ammortamento; detrazioni d’imposta collegate a lavori di casa; bonus “Ricerca e sviluppo”; canone Tv; sport bonus; preu sugli apparecchi da divertimento; rivalutazioni di terreni e partecipazioni; imposta sul reddito imprenditoriale; rimodulazione della Dta; imposta sulle assicurazioni; perdita su crediti e Ifrs 9; valore di avviamento e altre attività immateriali; aiuto alla crescita economica.

lunedì 5 novembre 2018

Esenzione canone Rai 2019: requisiti e domanda

L’esenzione dal canone Rai, anche nel 2019, spetterà  ai cittadini anziani con redditi bassi e coloro che senza un apparecchio idoneo a trasmettere il segnale televisivo. La domanda di esenzione dovrà essere compilata utilizzando i moduli di esenzione appositamente predisposti dall’Agenzia delle Entrate. Possono presentarla: gli over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro; gli invalidi civili degenti in un casa di riposo; i militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate; i militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani; i rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.

lunedì 5 novembre 2018

Ecobonus: chiarimenti sulla cessione del credito tra genitori e figli

Nell’interpello n. 56/2018 l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito la cessione del credito per ecobonus tra genitori e figli. L’Agenzia delle Entrate si rifà a quanto previsto dalla circolare n. 11/E del 2018. Il credito corrispondente alla detrazione Irpef spettante per le spese sostenute in relazione a interventi di riqualificazione energetica non può essere ceduto da padre a figlio. Il solo legame di parentela non è in grado di soddisfare il requisito secondo il quale la cessione “ad altri soggetti privati” può realizzarsi soltanto quando gli stessi siano collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione. In caso di donazione entra in funzione l’articolo 9-bis, comma 2, del decreto interministeriale 19 febbraio 2007, che stabilisce, in caso di trasferimento per atto tra vivi dell’unità immobiliare residenziale sulla quale sono stati realizzati gli interventi di riqualificazione energetica, le relative detrazioni non utilizzate in tutto o in parte dal cedente spettano, per i rimanenti periodi d’imposta, all’acquirente persona fisica dell’unità immobiliare.

lunedì 5 novembre 2018

Professionisti: le domande di iscrizione per i revisori enti locali

E’ stato approvato l’avviso pubblico per l’iscrizione nell’Elenco dei revisori dei conti degli enti locali in vigore dal 1° gennaio 2019. Le domande di iscrizione (conferma) devono essere presentate entro le ore 18 del 17 dicembre 2018. Sono interessati anche i soggetti già iscritti, che per evitare la cancellazione, a partire da oggi, devono dimostrare la permanenza dei requisiti previsti dal regolamento approvato con il decreto del Ministro dell’Interno n. 23 del 15 febbraio 2012 (vedi informativa del CNDCEC n. 84 del 31 ottobre 2018).

lunedì 5 novembre 2018

Cassazione: non versa l’Irap il professionista con prestazioni occasionali di terzi

La Corte di Cassazione – ordinanza n. 27423 del 29 ottobre 2018 – ha sancito che non versa l’Irap il professionista che si avvale in modo occasionale delle prestazioni di terzi, non afferenti l’esercizio della propria attività.

venerdì 2 novembre 2018

Manovra 2019 e interventi in tema di assunzioni

Nella bozza della Legge di bilancio 2019 è previsto un nuovo sgravio per l’assunzione di giovani lavoratori. I datori di lavoro privati che, a decorrere dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019, assumeranno con contratto a tempo indeterminato giovani laureati, potranno godere di uno sgravio contributivo (escludendo i premi Inail) per un periodo massimo di 12 mesi decorrenti dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata.

venerdì 2 novembre 2018

Disciplina del Gruppo Iva: chiarimenti della circolare 19/E

Nella circolare n. 19/E del 31 ottobre 2018, l’Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti in merito i vari aspetti della disciplina del Gruppo Iva. Il 15 novembre scade il termine di presentazione della dichiarazione per la costituzione con effetto a partire dal 1° gennaio 2019. Tra gli aspetti esaminati dal documento: i requisiti soggettivi per la costituzione; i vincoli finanziario, economico e organizzativo; il periodo di possesso delle partecipazioni di controllo; la presunzione di coesistenza dei vincoli; l’interpello.

venerdì 2 novembre 2018

Bonus famiglia 2019

Nel 2019 lo Stato concederà un terreno gratis e la possibilità di stipula del mutuo a tasso zero fino a 200.000 euro per chi farà il terzo figlio. La novità è nel testo della Legge di Bilancio (se verrà approvata). Il terreno verrà concesso in uso gratuito per 20 anni e, per chi deciderà di comprare casa in prossimità della zona in cui è situato il terreno agricolo concesso dallo Stato è data la possibilità di stipulare un mutuo a tasso zero.

venerdì 2 novembre 2018

Contratti a termine: fine del periodo transitorio

E’ terminato il 31 ottobre il periodo transitorio introdotto dalla legge n. 96/2018 (decreto dignità), riguardo i contratti a termine. Sono da ieri attive le nuove disposizioni introdotte dal decreto. I contratti a termine avviati a partire dal 14 luglio 2018 devono:  durare al massimo 24 mesi per tutti i rapporti intercorsi con il medesimo datore per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale; il massimo delle proroghe previste nell’arco di 24 mesi è 4. Il superamento dei 12 mesi, sia per effetto di un unico contratto che di una o più proroghe, dev’essere giustificato da precise esigenze.

venerdì 2 novembre 2018

Zfu Lombardia: pubblicato un nuovo elenco di beneficiari

E’ stato pubblicato un nuovo gruppo di beneficiari con accesso alle esenzioni fiscali previste a favore delle microimprese che operano all’interno della Zona franca urbana istituita dalla legge di stabilità 2016. L’elenco è allegato al decreto direttoriale 26 ottobre 2018 del Mise e riguarda chi ha presentato richiesta entro il 31 agosto 2018.

venerdì 2 novembre 2018

Decreto fiscale all’esame della Commissione finanze Senato

Il decreto fiscale è all’esame della Commissione finanze del Senato, gli emendamenti potranno essere presentati entro mercoledì 7 novembre; entro il 15 novembre dovranno, poi, essere presentati emendamenti in Aula, il voto finale è previsto entro il 22 novembre 2018.

mercoledì 31 ottobre 2018

Pace fiscale: i processi verbali sono definibili entro maggio 2019

In base alla pace fiscale prevista dal Dl 119/2018, i Pvc sono definibili entro il 31 maggio 2019. Sono interessati quelli consegnati entro  entro il 24 ottobre 2018 e per i quali, alla stessa data, non sia stato ancora notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio. Sono comprese nella regolarizzazione: le imposte sui redditi (e relative addizionali); i contributi previdenziali; le ritenute; le imposte sostitutive; l’Irap; l’imposta sul valore degli immobili all’estero (Ivie); l’imposta sul valore delle attività finanziarie all’estero (Ivafe); l’Iva. La definizione agevolata si perfeziona con la presentazione di un’apposita dichiarazione (entro il 31 maggio 2019) e con il versamento delle imposte autoliquidate. Il pagamento può avvenire in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2019, o, in alternativa, in venti rate trimestrali di pari importo con la prima rata pagata entro il 31 maggio 2019.

mercoledì 31 ottobre 2018

Tax credit per il cinema: i codici tributo

Con la risoluzione n. 81/E del 30 ottobre 2018 Agenzia delle entrate istituisce sette nuovi codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite F24, dei crediti d’imposta riconosciuti alle imprese del settore cinematografico e dell’audiovisivo. I codici vanno dal 6883 al 6889 e sostituiscono, dal prossimo 7 novembre, i vecchi: “6823”, “6824”, “6826”, “6827”, “6828”, “6851”, “6852”, “6853” e “6854” (istituiti con le risoluzioni 258/2009, 85/2010 e 77/2015), che saranno soppressi.

mercoledì 31 ottobre 2018

Cedolare secca: dal 2019 anche per i negozi

La legge di bilancio 2019 inserisce una novità riguardo gli affitti commerciali: sarà prevista anche per essi la cedolare secca. La tassazione agevolata del 21% interesserà i locali categoria catastale C/1 con superficie fino a 600 mq. Non potrà essere applicata ai contratti non scaduti al 15 ottobre 2018, qualora la si volesse instaurare tra gli stessi soggetti dal 2019.

mercoledì 31 ottobre 2018

Legge di bilancio 2019: nessuna proroga al superammortamento

Nel DDL di bilancio 2019 non è contemplata alcuna proroga del superammortamento 140%. E’ necessario, per chi voglia accedervi, effettuare l’acquisto entro il 31 dicembre ca, o, in alternativa, effettuare l’acquisto entro il 30 giugno 2019 purché entro il 31 dicembre 2018 si perfezioni il contratto (di vendita/leasing) e sia pagato il 20% di acconto o maxicanone.

mercoledì 31 ottobre 2018

Collegato fiscale: le fatture emesse e ricevute

Con l’obbligo della fatturazione elettronica B2B sono introdotte anche delle misure di semplificazione. Eccole in sintesi. Fatture emesse: fino al 30 giugno 2019 si applica un regime sanzionatorio attenuato; l’emissione tardiva non è sanzionata se l’adempimento viene effettuato entro il termine di liquidazione dell’Iva di periodo; dal 1° luglio 2019 cambiano le regole della fatturazione: sarà possibile emettere la fattura entro 10 giorni dal momento di effettuazione dell’operazione, con Iva da imputare comunque a quest’ultimo periodo. Fatture di acquisto: con effetto immediato (dal 24 ottobre 2018): il diritto alla detrazione opera nella liquidazione del periodo di effettuazione dell’operazione (entro il 16 del mese successivo) per le fatture ricevute ed annotate entro il 15 del mese successivo a tale momento; viene soppresso l’obbligo di applicazione del numero di protocollo progressivo. Infine, dal 2019 vi sarà l’introduzione progressiva dell’obbligo di invio telematico dei corrispettivi.

mercoledì 31 ottobre 2018

Scadenze: entro domani il RED all’Inps

E’ domani, 31 ottobre, il termine ultimo entro il quale i pensionati soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo, devono presentare all’INPS, tramite il sistema RED, apposita dichiarazione per i redditi da lavoro autonomo conseguiti. In caso di omissione, il soggetto è obbligato a versare all’Ente previdenziale di appartenenza una somma pari all’importo annuo della pensione percepita nell’anno cui si riferisce la dichiarazione medesima.

martedì 30 ottobre 2018

Fattura elettronica: i contribuenti minori sono esclusi

La e-fattura esclude i contribuenti “minori”, intendendo per tali  i contribuenti minimi e forfettari, e gli agricoltori in regime di esonero dagli adempimenti (articolo 34 c. 6 D.P.R. 633/72).

martedì 30 ottobre 2018

Pace fiscale: gli atti di accertamento

La legge n. 119/2018 contempla tre diverse possibili definizioni agevolate. Riguardano: gli atti del procedimento di accertamento (avvisi di accertamento, avvisi di rettifica e di liquidazione), gli atti di recupero, gli inviti al contraddittorio e gli accertamenti con adesione. Sono fuori quegli atti che interessano la procedura di collaborazione volontaria. Per accedere alla procedura gli atti devono essere stati notificati entro la data di entrata in vigore del decreto, il 24 ottobre 2018. Bisogna pagare le somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza sanzioni, interessi ed eventuali accessori, entro il prossimo 23 novembre. Il perfezionamento avviene versando le somme dovute in un’unica soluzione o a rate, la prima entro i termini sopra indicati, relativi a ciascuna tipologia di atto che si vuole definire. L’importo da pagare può essere suddiviso in un massimo di venti rate trimestrali di pari importo. Non è possibile effettuare compensazioni.

martedì 30 ottobre 2018

Colf, badanti e babysitter: l’Inps dà il via ai controlli “Silenti”

Dallo scorso 20 ottobre l’Inps ha dato il via all’operazione “Silenti 2018”; ineressati sono i datori di lavoro domestico. In caso di mancato versamento di almeno un trimestre dei contributi dovuti per i lavoratori domestici, questi si vedranno recapitare gli avvisi bonari per la regolarizzazione spontanea. Il controllo interessa gli anni dal 2014 in poi. Ricevuto l’avviso, gli interessati dovranno versare il richiesto entro 30 giorni dalla data di recapito dell’avviso bonario.

martedì 30 ottobre 2018

Cassazione: ai fini Irap un eccessivo ammontare dei costi non costituisce presunzione di autonoma organizzazione

La Corte di Cassazione, nell’ordinanza 26574 del 22 ottobre 2018, ha asserito che non costituisce indice di sussistenza del requisito dell’autonoma organizzazione Irap l’elevato valore assoluto dei costi, se non si indaga sulla tipologia di dette spese.

martedì 30 ottobre 2018

Ecobonus e sisma bonus: chiarimenti per le imprese minori

In un recente chiarimento riferito a ecobonus e sisma bonus, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che le imprese minori in regime di cassa, per fruire delle detrazioni relative al risparmio energetico e per adeguamento antisismico degli edifici devono effettuare i pagamenti delle spese sostenute per i lavori tramite bonifico “integrato”. La detrazione opererà dal momento dell’effettivo pagamento.

martedì 30 ottobre 2018

Il regime forfettario dal 2019

La legge di bilancio 2019 poternia il regime forfettario. Se saranno confermate le voci che circolano, il reddito forfettario interesserà tutti i contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti e professioni che nell’anno precedente hanno conseguito ricavi/compensi non superiori a 65.000 euro. Ci saranno, ovviamente, delle condizioni. E’ probabile che ne vengano fuori i soci di srl ed anche i dipendenti e i parasubordinati che esercitino attività prevalentemente nei confronti anche di uno dei datori di lavoro dei due anni precedenti o, in ogni caso, nei confronti dei soggetti agli stessi direttamente o indirettamente riconducibili.

lunedì 29 ottobre 2018

Rottamazione ter anche per bollo auto e multe

La rottamazione di bollo auto e multe stradali può essere di due tipi: la cancellazione totale del debito ma soltanto in caso di cartella notificata da Equitalia tra il 2000 e il 2010 e di importo non superiore a 1.000 euro; la nuova rottamazione ter (da richiedere secondo le norme) che consentirà di versare l’importo dovuto con una rateizzazione lunga, 5 anni, senza l’applicazione di sanzioni e interessi.

lunedì 29 ottobre 2018

Tax credit cinema: aggiornamenti entro il 31 ottobre

Ci sono ancora due giorni per aggiornare i dati della “tax credit cinema. Il Mibac, con un avviso pubblicato sul suo sito internet, ha comunicato che già dallo scorso 24 ottobre e fino alle ore 12 di mercoledì 31 ottobre, è possibile effettuare l’aggiornamento del piano di utilizzo del credito d’imposta “tax credit produzione nazionale”  Dm 15 marzo 2018) e “altri tax credit” (Dm 15 marzo 2018) relativi alle domande già presentate.

lunedì 29 ottobre 2018

REI 2018: i dati di gennaio – settembre

L’Inps ha pubblicato sul proprio sito l’Osservatorio sul Reddito di Inclusione con i dati del periodo gennaio/settembre 2018. Nel periodo sono stati erogati benefici economici a 379 mila nuclei familiari raggiungendo più di 1 milione di persone. La maggior parte dei benefici vengono erogati nelle regioni del sud con il 69% sul 100%.

lunedì 29 ottobre 2018

Rottamazione ter per chi ha aderito alla rottamazione bis e non ha rispettato il piano di rateazione

La rottamazione offre una terza chance anche a chi ha aderito alla rottamazione bis e non ha rispettato il piano delle scadenze. Il mancato pagamento delle rate di luglio, settembre (ed eventualmente ottobre) può essere recuperato, in un’unica soluzione, entro il prossimo 7 dicembre. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate/riscossione con una nota sul proprio sito in conformità a quanto disposto dall’art. 4 del Decreto fiscale (Dl 119/2018). L’Agenzia delle Entrate/riscossione invierà, poi, entro il 30 giugno 2019, una nuova comunicazione con il differimento dell’importo residuo da pagare ripartito in 10 rate di pari importo (5 anni) con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno, a partire dal 2019. Gli interessi saranno calcolati nella misura dello 0,3%.

lunedì 29 ottobre 2018

Rottamazione ter: nuova chance

Il Dl 119/2018, all’art. 3, ha nuovamente previsto la rottamazione delle cartelle di pagamento; il riferimento temporale si rivolge ai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

lunedì 29 ottobre 2018

Patent box: non sono previste le agevolazioni se il software è su web cloud

In risposta a un interpello sul patent box (n. 52/2018), l’Agenzia chiarisce che non si può fruire del patent box se l’utlizzo del software avviene tramite una piattaforma web cloud, al posto dell’installazione fisica sulla singola postazione di lavoro del cliente. In tale caso viene a mancare l’esercizio esclusivo di una “prerogativa autoriale”.

venerdì 26 ottobre 2018

I controlli sugli F24 “a rischio”

Il 29 ottobre l’Agenzia delle Entrate avvierà leprocedure di controllo sugli F24 in compensazione ritenuti “a rischio”. L’attività è regolamentata dal Provvedimento del 28/08/2018. Saranno selezionate solo quelle operazioni che, in base ai dati indicati nei modelli F24 e alle altre informazioni in possesso dell’Agenzia, presentano indizi e anomalie “meritevoli di approfondimento”.

venerdì 26 ottobre 2018

Zona franca sisma centro Italia: approvati altri elenchi con integrazione beneficiari

Riguardo la zona franca del sisma centro Italia, il Mise ha aggiornato gli elenchi dei beneficiari. Lo prevede il decreto direttoriale 22 ottobre 2018 che integra gli elenchi allegati al precedente decreto del 28 maggio 2018. Sono interessate le imprese situate nei comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016.

venerdì 26 ottobre 2018

Invio telematico corrispettivi per attività di porta a porta

L’Agenzia delle entrate nella risposta n. 53/2018 a un’istanza di interpello presentata da una società, che svolge attività di vendita al dettaglio tramite incaricati “porta a porta” e con varie filiali commerciali distribuite su tutto il territorio nazionale, ha chiarito che anche se i punti cassa sono mobili, è possibile inviare i corrispettivi in modo telematico.

venerdì 26 ottobre 2018

Decreto fiscale: trasmissione corrispettivi, lotteria scontrini, gruppo Iva

Dal 1° gennaio 2020 entrerà in vigore, per gli esercenti commercio al minuto e attività assimilate, l’obbligo della memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. Verranno mandati in soffitta gli obblighi di registrazione dei corrispettivi (previste dall’articolo 24, primo comma, Dpr 633/1972). L’obbligo scatta dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume di affari superiore a 400mila euro. Viene posticipata al 1° gennaio 2020 l’entrata in vigore della lotteria dei corrispettivi. Infine, la possibilità di esercitare l’opzione per la costituzione del Gruppo Iva viene estesa ai gruppi bancari cooperativi.

venerdì 26 ottobre 2018

Decreto fiscale: giustizia tributaria digitale

E’ d’obbligo, per le parti (consulenti e organi tecnici) di notificare e depositare gli atti processuali, i documenti e i provvedimenti giurisdizionali esclusivamente con modalità telematiche a partire dal 1° luglio 2019.

venerdì 26 ottobre 2018

Decreto fiscale: disposizioni in materia di semplificazione (parte 2)

Novità previste anche per la registrazione degli acquisti. Viene eliminato l’obbligo della numerazione progressiva delle fatture e delle bollette doganali relative ai beni e ai servizi acquistati o importati nell’esercizio dell’impresa, arte o professione. La detrazione dell’Iva può essere fatta entro il giorno 16 di ciascun mese per i documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi a operazioni effettuate nell’anno precedente.

giovedì 25 ottobre 2018

Decreto fiscale: disposizioni in materia di semplificazione

In tema di semplificazione fiscale sono previste le seguenti misure: fatturazione elettronica – le sanzioni previste in materia di mancato rispetto degli obblighi di fatturazione elettronica non si applicano (nei primi sei mesi del 2019) se la fattura è emessa in modalità elettronica entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica Iva, ovvero si riducono dell’80% se la fattura elettronica è emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione Iva del periodo successivo; emissione delle fatture – la fattura è emessa entro dieci giorni dall’effettuazione dell’operazione; annotazione delle fatture emesse – il contribuente deve annotare in apposito registro le fatture emesse entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni e con riferimento allo stesso mese di effettuazione delle operazioni; le fatture relative alle cessioni di beni effettuate dal cessionario nei confronti di un soggetto terzo per il tramite del proprio cedente sono registrate entro il giorno 15 del mese successivo a quello di emissione e con riferimento al medesimo mese.

giovedì 25 ottobre 2018

Pace fiscale: imposte di consumo e dichiarazione integrativa speciale

Tra le ultime previsioni del decreto approvato in materia di pace fiscale, la definizione agevolata delle imposte di consumo e la dichiarazione integrativa speciale. Alla prima di può ricorrere, se non è ancora intervenuta sentenza passata in giudicato, per i debiti tributari maturati fino al 31 dicembre 2018 a titolo di imposta di consumo, con il versamento di un importo pari al 5% del dovuto, senza interessi e sanzioni. La dichiarazione integrativa speciale si può presentare fino al 31 maggio 2019, e interessa i contribuenti che vogliono correggere errori od omissioni e integrare le dichiarazioni fiscali presentate entro il 31 ottobre 2017 ai fini delle imposte sui redditi (e relative addizionali), delle imposte sostitutive, delle ritenute, dei contributi previdenziali, dell’Irap e dell’Iva. L’integrazione degli imponibili è ammessa, nel limite di 100mila euro di imponibile annuo e comunque di non oltre il 30% di quanto già dichiarato.

giovedì 25 ottobre 2018

Pace fiscale: stralcio dei debiti fino a 1.000 euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010

I debiti di importo residuo fino a 1.000 euro (comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni), risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 sono automaticamente annullati.

giovedì 25 ottobre 2018

Decreto fiscale: regolarizzazione a favore dello sport dilettantistico

Le società e associazioni sportive dilettantistiche, iscritte nel Registro Coni, possono avvalersi della dichiarazione integrativa speciale per tutte le imposte dovute e per ciascun anno di imposta, nel limite complessivo di 30.000 euro di imponibile annuo, nonché della definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento e della definizione agevolata delle liti pendenti dinanzi alle Commissioni tributarie.

giovedì 25 ottobre 2018

Decreto fiscale: norme sulla pace fiscale

Tra gli strumenti previsti dalla pace fiscale il contribuente può scegliere tra: definizione agevolata dei pvc consegnati entro la data di entrata in vigore del decreto (e per i quali non è stato ancora notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio). Al fine è necessario presentare una dichiarazione per regolarizzare le violazioni constatate nel verbale in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, contributi previdenziali e ritenute, imposte sostitutive, Irap, imposta sul valore degli immobili all’estero, imposta sul valore delle attività finanziarie all’estero e Iva;  definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento (avvisi di accertamento, avvisi di rettifica e di liquidazione, atti di recupero, inviti al contraddittorio e accertamenti con adesione, notificati o sottoscritti entro la data di entrata in vigore del decreto). Al fine è necessario effettuare il pagamento (in un’unica soluzione o a rate) delle sole imposte dovute; definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione (rottamzione ter) per i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

giovedì 25 ottobre 2018

Il Decreto fiscale: parte 2

Nel decreto fiscale pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23 ottobre 2018 trovano spazio le disposizioni in materia di semplificazione fiscale e di innovazione del processo tributario. Si tratta di: sanzioni fatturazione elettronica; emissione delle fatture; annotazione delle fatture emesse; registrazione degli acquisti; detrazione dell’Iva; giustizia tributaria digitale. Tra le altre disposizioni: obbligo della memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi; lotteria dei corrispettivi; gruppo Iva.

mercoledì 24 ottobre 2018

Il Decreto fiscale è stato pubblicato in Gazzetta

Il decreto fiscale è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23 ottobre 2018. Le novità sono state via via esposte, si riepilogano in sintesi. Pace fiscale: definizione agevolata dei processi verbali di constatazione (pvc); definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento; definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione; stralcio dei debiti fino a 1.000 euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010; definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione a titolo di risorse proprie dell’Ue; definizione agevolata delle controversie tributarie; regolarizzazione a favore dello sport dilettantistico; definizione agevolata delle imposte di consumo; dichiarazione integrativa speciale.

mercoledì 24 ottobre 2018

Interpelli: i crediti d’imposta non dichiarati in RU non decadono

La mancata indicazione nel quadro RU del credito d’imposta maturato e in quelli successivi, non determina la decadenza dall’agevolazione. La fattispecie è una violazione sanzionabile presentando una dichiarazione integrativa per ogni anno di omissione inserendo, in ognuna, l’importo del bonus del periodo di riferimento e quello che avanza dal precedente. Tanto è specificato nella risposta 47/2018 fornita dall’Agenzia delle entrate a un’associazione che, pur in possesso dei requisiti per usufruire del credito d’imposta concesso, dal 2014 non riportava nelle dichiarazioni il credito accumulato.

mercoledì 24 ottobre 2018

Scadenze: il modello Intra 12

Entro il prossimo 31 ottobre, gli enti non commerciali, le associazioni e le organizzazioni senza personalità giuridica, le società semplici che esercitano in maniera esclusiva o principale attività commerciali o agricole e i produttori agricoli devono presentare la dichiarazione INTRA 12, relativa agli acquisti intracomunitari registrati, con riferimento agli acquisti relativi al mese precedente e con l’indicazione dell’imposta dovuta. In caso di acquisti fatti nell’esercizio di attività non commerciali, devono anche versare l’Iva relativa.

mercoledì 24 ottobre 2018

CTR Lombardia: esenzione Ici per le scuole paritarie

Secondo quanto attestato dalla recente sentenza della CTR Lombardia riguardante un caso di esenzione Ici (n. 440 del 18 ottobre 2018), spetta l’esenzione all’immobile di proprietà della scuola paritaria, secondo quando previsto dall’art. 7 del Dl 504/1992, modificato dal Dl 1/2012 e Dm 200/2012. Se il Comune vuole revocare l’agevolazione deve avviare prioritariamente il contradditorio.

mercoledì 24 ottobre 2018

Assegni non trasferibili: sanzioni in essere ma con modifiche programmate

Il sottosegretario del Mef Villarosa, in risposta a un interrogazione parlamentare, ha detto, in materia di assegni non trasferibili, di condividere un intervento correttivo sulle sanzioni. Attualmente sono fissate a 3.000 euro, ma è necessario rivederle in funzione della proporzionalità tra entità e gravità della sanzione per cui essa è irrogata. In particolare si vuole diminuire la misura minima edittale a 300 euro, e aumentare la massima fino a 50.000 euro.

mercoledì 24 ottobre 2018

Decreto fiscale: la definizione agevolata dei PVC

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019 prevede la definizione agevolata dei PVC consegnati entro la data di entrata in vigore del decreto. Per accedervi sarà necessario presentare, entro il 31 maggio 2019, una dichiarazione per regolarizzare le violazioni constatate nel verbale e versare l’importo dovuto, o la prima rata in caso di versamento rateale, entro la stessa data. È esclusa la compensazione.

martedì 23 ottobre 2018

Scadenze: remissione in bonis entro il 31 ottobre

Tra le scadenze del 31 ottobre, oltre a modello Redditi e 770, c’è anche la remissione in bonis, utile a sanare eventuali opzioni per regimi fiscali opzionali, o fruire di particolari benefici fiscali, non comunicate nella dichiarazione del redditi 2017.

martedì 23 ottobre 2018

Processo tributario telematico: sarà obbligatorio dal 1° luglio 2019

Nel Def è contenuta la previsione di obbligatorietà del Processo tributario telematico dal 1° luglio 2019.  Con la modifica del Dl n. 546/1992 si stabilisce che la notifica e il deposito degli atti e documenti presso le segreterie delle Commissioni tributarie dovrà avvenire esclusivamente in modalità telematica. Il deposito cartaceo della documentazione relativa alle liti che si instaureranno da quella data in poi sarà abolito.

martedì 23 ottobre 2018

Agenti e rappresentanti: il decreto milleproroghe sposta i termini di iscrizione e aggiornamento al RI/REA

Il Dl n. 91/2018 (Milleproroghe 2018″) ha disposto, dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto e fino al 31 dicembre 2018, la riapertura dei termini: per l’iscrizione e l’aggiornamento della posizione dei soggetti che esercitano le attività di agente e rappresentante di commercio nel registro delle imprese e nel REA.

martedì 23 ottobre 2018

Assegno di invalidità Inps: la domanda

L’assegno di invalidità INPS è una prestazione economica concessa a fronte di domanda. Può presentarla il soggetto con capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo a causa di infermità fisica o mentale. Possono beneficiare dell’assegno ordinario di invalidità i seguenti lavoratori: dipendenti; autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri); iscritti alla gestione separata. La domanda deve essere presentata online all’INPS attraverso tre diverse modalità: online tramite il sito www.inps.it; contact center al numero 803 164, oppure 06 164 164 da rete mobile; enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. Alla domanda deve essere allegata la certificazione medica modello SS3.

martedì 23 ottobre 2018

Regimi fiscali per i contribuenti minori

Per i contribuenti minori sono previsti due tipi di regime fiscale: quello forfettario e quello semplificato (risoluzione AE n. 64/E/2018). Non c’è alcun vincolo di permanenza triennale nel regime, si possono effettuare scelte differenti nelle annualità successive, in presenza dei requisiti previsti. L’eventuale opzione per l’utilizzo del metodo contabile dell’art. 18, comma 5, del D.P.R. n. 600/1973 impegna il contribuente solo nel periodo di applicazione del regime semplificato. Nel documento si afferma, anche, il principio di preminenza del comportamento concludente rispetto alla scelta dell’opzione.

martedì 23 ottobre 2018

Pace fiscale: stralcio delle cartelle in base all’ISEE

Cambia il condono delle cartelle: torna il saldo e stralcio della quota capitale dei debiti che sarà calcolato in base al modello ISEE. Saranno tre le aliquote: 6% in caso di ISEE sotto i 15.000 euro; 10% in caso di ISEE compreso tra i 15.000 e i 22.000 euro; 25% in caso di ISEE compreso tra i 22.000 e i 30.000 euro.

lunedì 22 ottobre 2018

F24: i chiarimenti sul blocco delle compensazioni non sono sufficienti

Il 29 ottobre 2018 è il termine di avvio dell’operatività delle disposizioni sul blocco dei modelli F24 che contengono compensazioni che presentano profili di rischio. I chiarimenti dati dalle Entrate riguardo la “non generalizzazione” della procedura non sono bastati a tranquillizzare gli operatori. Non è ancora chiaro quanti modelli F24 saranno selezionati. Come detto dall’Agenzia, il modello F24 compensativo respinto sarà “non presentato”. Il contribuente interessato dovrà, pertanto, ricorrere al ravvedimento operoso.

lunedì 22 ottobre 2018

Manovra di bilancio: prorogati tutti i bonus edili

Secondo le anticipazioni sulla legge di Bilancio 2019, saranno prorogati al 31 dicembre 2019 tutti i bonus edili in vigore nel 2018.

lunedì 22 ottobre 2018

E-fattura: le deleghe da conferire

Riguardo la fatturazione elettronica, per accedere al portale “Fatture e corrispettivi”, il contribuente può delegare un soggetto terzo: nel caso di delega alla fatturazione elettronica tramite il Portale e per la conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche da parte di SDI non è richiesto alcun particolare requisito; nel caso di delega a tutti gli altri servizi (in particolare per l’acquisizione delle fatture elettroniche, la consultazione dei dati Iva e per la registrazione dell’indirizzo telematico) la delega può essere attribuita solo agli intermediari abilitati ad Entratel.

lunedì 22 ottobre 2018

Credito d’imposta pubblicità: chiarimenti nelle Faq dall’Agenzia

L’Agenzia delle entrate ha di nuovo aggiornato le Faq sul credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali. Le ultime precisazioni riguardano l’attestazione sull’effettuazione delle spese, con particolare riferimento ai soggetti legittimati al rilascio, alle relative modalità e al contenuto del documento. Tra i soggetti legittimati al rilascio dell’attestazione di effettuazione delle spese rientrano anche i commercialisti, i ragionieri, i periti commerciali e i consulenti del lavoro legittimati a rilasciare il visto di conformità.

lunedì 22 ottobre 2018

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it