Notizie Fiscali

  • Ricerca

Versamento ritenute sospese: ripresa il 31 maggio

I cittadini residenti nei comuni del centro Italia colpiti dal terremoto, che hanno chiesto e ottenuto il beneficio della sospensione delle ritenute fiscali, devono versarle, tramite F24, in unica soluzione entro il prossimo 31 maggio, ovvero a rate (massimo di 24) a partire dalla stessa data (Inps, con il messaggio n. 2108 del 24 maggio 2018).

venerdì 25 maggio 2018

Voluntary disclosure: qualche cosa resta in piedi

La voluntary disclosure (riuscita) non può rimettere in discussione il sequestro a carico dei presunti evasori perché dopo il rinvio a giudizio è escluso che in sede cautelare si possa contestare la sussistenza del fumus del reato. La collaborazione volontaria copre il reato di riciclaggio ma non quello di appropriazione indebita. È quanto emerge dalla sentenza 23123/18 della seconda sezione penale della Cassazione, che interviene nella stessa vicenda della sentenza 272/18, la prima a essersi pronunciata sulla procedura introdotta dalla legge 186/14.

venerdì 25 maggio 2018

INAIL: IL registro di esposizione è obbligatorio per tutti

Dallo scorso 14 maggio 2018 l’Inail ha esteso ai datori di lavoro non provvisti di posizione assicurativa territoriale l’obbligo di avvalersi del servizio telematico “Registro di esposizione” per trasmettere i dati relativi ai lavoratori esposti ad agenti cancerogeni e mutageni. Nel registro devono essere riportati gli agenti utilizzati, i lavoratori esposti, l’attività svolta dal dipendente e il valore dell’esposizione in termini di intensità, frequenza e durata (circolare INAIL 15 maggio 2018, n. 22).

venerdì 25 maggio 2018

Riforma della privacy: oltre il 25 maggio (oggi) l’esame dello schema decreto legislativo di coordinamento al Regolamento UE

L’armonizzazione alla privacy europea attenderà l’esame, da parte delle commissioni speciali di camera e senato, dello schema decreto legislativo di coordinamento al Regolamento UE. La delega in origine sarebbe decaduta il 21 maggio 2018, ma per effetto di ritardi accumulatosi, ai sensi dell’articolo 31 della legge 234/2012, la delega è stata prorogata al 21 agosto 2018.

venerdì 25 maggio 2018

Lavoro: comunicazioni per le ferie collettive

Entro il 31 maggio le aziende possono presentare domanda all’Inps per il differimento del termine per gli adempimenti contributivi che ricadrebbero nel periodo di chiusura feriale collettiva. Si tratta di un adempimento diverso dal normale differimento dei termini di tutti i versamenti che si devono effettuare con i modelli F24 con scadenza tra il giorno 1 ed il giorno 20 di agosto. Questo differimento comprende anche i contributi previdenziali ed assistenziali, mentre i termini di trasmissione delle denunce contributive Uniemens, rimane confermato all’ultimo giorno del mese. Per usufruire dello sfasamento temporale al mese successivo, entro il 31 maggio 2018 le aziende interessante dovranno presentare all’Ente apposita istanza telematica, tramite il portale Inps area DiResCo, compilando il “modulo 445 – Richiesta differimento termine adempimenti contributivi per ferie collettive”.

venerdì 25 maggio 2018

Transfer pricing: le linee guida sono in GU

E’ stato pubblicato sulla GU n. 118 del 23 maggio 2018 il D.M. 14 maggio 2018 contenente le linee guida del MEF in materia di prezzi di trasferimento nelle operazioni transfrontaliere tra imprese associate, tenendo conto del principio di libera concorrenza. Nel decreto si chiarisce l’analisi di comparabilità  che deve essere effettuata per l’applicazione del principio di libera concorrenza, la “gerarchia dei metodi di transfer pricing”, l’aggregazione delle operazioni.

venerdì 25 maggio 2018

Tassazione economia digitale: fino al 22 giugno attiva la consultazione pubblica

Il ministero dell’Economia e delle finanze ha avviato una procedura pubblica di consultazione nazionale sulle proposte della Commissione Ue per la tassazione dell’economia digitale. Fino al 22 giugno cittadini, professionisti, associazioni e università potranno inviare osservazioni e commenti sul pacchetto di misure elaborato dalla Commissione Ue.

giovedì 24 maggio 2018

Detrazioni risparmio energetico: il tempo per la trasmissione dati

Per chi ha concluso i lavori prima del 30 marzo 2018, il termine dei 90 giorni, previsto per la trasmissione all’Enea della documentazione necessaria per poter usufruire della detrazione Irpef, decorre a partire dalla stessa data. È quanto si legge sul sito dell’Enea. Lo slittamento del termine è dovuto al fatto che il portale d’invio “Finanziaria 2018”, attraverso cui trasmettere i dati, è attivo proprio dallo scorso 30 marzo. Pertanto, “considerando che l’indisponibilità del sito costituisce causa di forza maggiore”, il termine dei 90 giorni “decorre dal 30 marzo 2018”.

giovedì 24 maggio 2018

Tax free shopping: la fatturazione elettronica

Con la determinazione n. 54088/RU, firmata dall’Agenzia delle dogane, di concerto con l’Agenzia delle entrate, sono state definite le regole operative per la fatturazione elettronica, obbligatoria dal 1° settembre, per il tax free shopping.

giovedì 24 maggio 2018

Modello 770/2018: online i software

È online, sul sito dell’Agenzia delle entrate, il software per compilare e controllare il 770/2018. Il software di compilazione permette la creazione del file da inviare telematicamente, mentre le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le eventuali anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.

giovedì 24 maggio 2018

MISE: zona franca Sardegna

Pubblicato sulla GU del 21 maggio il decreto 7 marzo 2018, con cui il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha definito il perimetro della zona franca istituita in Sardegna a seguito dell’alluvione del 18 e 19 novembre 2013 e le agevolazioni a favore delle imprese che operano al suo interno. La stessa disposizione prevede che la definizione della perimetrazione della zona franca e delle agevolazioni a favore delle imprese localizzate al suo interno è stabilita con decreto del ministro dello Sviluppo economico.

giovedì 24 maggio 2018

Ripresa mercato immobiliare: possibile grazie al credito

A sostenere il rialzo del mercato delle abitazioni, nel 2017, è stato il ricorso al credito, facilitato soprattutto da tassi di interesse fermi su livelli minimi. Nello scorso anno, l’ammontare erogato per sostenere l’acquisto di immobili residenziali da parte di persone fisiche risulta di circa 32,7 miliardi di euro, 3 miliardi in più rispetto al 2016.

giovedì 24 maggio 2018

Mercato immobiliare in positivo

Continua a crescere la compravendita di abitazioni in Italia. secondo il Rapporto annuale curato dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia, presentato presso la sede dell’Associazione bancaria italiana. Nel corso del 2017 il mercato immobiliare residenziale ha registrato 542.480 Ntn (transazioni normalizzate per la quota), facendo segnare un aumento del 4,9% rispetto al 2016.

mercoledì 23 maggio 2018

Nuovo regolamento privacy: le nuove sanzioni amministrative

Il nuovo Regolamento GDPR, che enterà in vigore il 25 maggio 2018, modifica in modo sostanziale l’apparato sanzionatorio. Sono prevede due tipologie di sanzioni amministrative: sanzione pecuniaria fino a 10 milioni di euro o, per le imprese, fino al 2% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore per il caso di violazione delle seguenti disposizioni: obblighi del titolare del trattamento e del responsabile del trattamento a norma degli articoli 8, 11, da 25 a 39, 42 e 43; obblighi dell’organismo di certificazione a norma degli articoli 42 e 43; obblighi dell’organismo di controllo a norma dell’articolo 41, paragrafo 4. Sanzione pecuniaria fino a 20 milioni di euro o, per le imprese, fino al 4% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore per il caso di violazione delle seguenti disposizioni: principi di base del trattamento, comprese le condizioni relative al consenso, a norma degli articoli 5, 6, 7 e 9; diritti degli interessati a norma degli articoli da 12 a 22; trasferimenti di dati personali a un destinatario in un paese terzo o un’organizzazione internazionale a norma degli articoli da 44 a 49; qualsiasi obbligo ai sensi delle legislazioni degli Stati membri adottate a norma del capo IX; inosservanza di un ordine, di una limitazione provvisoria o definitiva di trattamento o di un ordine di sospensione dei flussi di dati dell’autorità di controllo ai sensi dell’articolo 58, paragrafo 2, o il negato accesso in violazione dell’articolo 58, paragrafo 1. Inoltre, la sanzione fino a 20.000.000 di euro o al 4% del fatturato si applica all’inosservanza di un ordine delle Autorità garanti. Le sanzioni penali saranno, invece, previste dai singoli Stati UE.

mercoledì 23 maggio 2018

Rottamazione bis: sono 950.000 le adesioni

Sono più di 950.000 domande di adesione arrivate riguardanti la rottamazione bis delle cartelle. Il 62% circa delle domande è stato inviato tramite i canali digitali, web e Pec, il 37% circa delle richieste è stato presentato agli sportelli e l’1% attraverso i tradizionali canali postali.

mercoledì 23 maggio 2018

Dichiarazioni: modifica ai modelli e alle specifiche tecniche

Con provvedimento del 21 maggio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha apportato alcune modifiche ai modelli dichiarativi Redditi 2018, IRAP 2018, e relative istruzioni, nonché alle specifiche tecniche relative alla trasmissione telematica dei dati dei modelli Redditi 2018-ENC, Redditi 2018-SC, Redditi 2018-SP, Consolidato nazionale e mondiale 2018, IRAP 2018.

mercoledì 23 maggio 2018

Privacy: comunicazione dei dati di contatto del responsabile della protezione dei dati

Sul sito del Garante della privacy è disponibile una procedura per comunicare il nominativo del responsabile della protezione dati.

mercoledì 23 maggio 2018

Liti fiscali pendenti: diniego da comunicare entro il 31 luglio

L’Agenzia delle entrate ha tempo fino al prossimo 31 luglio per comunicare al contribuente che ha presentato istanza di adesione alla rottamazione delle liti pendenti l’eventuale diniego.

mercoledì 23 maggio 2018

Acconto Imu 2018

Il 18 giugno scade il termine di versamento dell’acconto IMU 2018. Si calcola a tutte le fattispecie in cui non trova applicazione una causa di esenzione dall’imposta; si considerano le aliquote e le detrazioni deliberate nel 2017; ove il Comune abbia già deliberato le aliquote IMU per il 2018, il contribuente può (facoltà) farvi riferimento per il pagamento dell’acconto. Tra le novità si ricordano: il blocco dell’aumento del carico impositivo rispetto al 2015, salvo Comuni fusi o in dissesto finanziario; l’aggiornamento dei coefficienti da utilizzare per gli immobili accatastati/accatastabili categoria D, privi di rendita catastale, posseduti da imprese e distintamente contabilizzati.

martedì 22 maggio 2018

Bando ISI INAIL: domande entro il 31 maggio

L’Inail ha pubblicato avvisi pubblici regionali e provinciali per il bando ISI 2017, che finanziano investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Per accedere al finanziamento occorre compilare un questionario specifico fornito dal bando del territorio dove è ubicata l’azienda. A seconda delle  informazioni sui progetti che si intendono realizzare nel giro dei successivi 12 mesi, vengono assegnati punteggi  sulla base di vari parametri . La soglia minima di ammissibilità è di 120 punti. La compilazione della domanda, aperta lo scorso 19 aprile, si chiuderà alle ore 18.00 del 31 maggio 2018. La documentazione richiesta, invece, potrà essere inviata nei successivi 30 giorni.

martedì 22 maggio 2018

Rottamazione delle cartelle: risposte entro il 30 giugno

I contribuenti che hanno inviato le istanze di adesione riceveranno, da Agenzia delle Entrate-Riscossione, la comunicazione delle somme dovute con l’elenco dei carichi entro il 30 giugno. Per i debiti affidati alla riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017, i pagamenti sono previsti in un massimo di 5 rate scadenze: luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019, ciascuna pari al 20% del debito definito. Per i carichi relativi al periodo 1° gennaio 2000 – 31 dicembre 2016, la legge prevede fino a un massimo di 3 rate: ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019. Le prime due rate ciascuna pari al 40% del debito definito, mentre la terza il restante 20%.

martedì 22 maggio 2018

Liquidazioni periodiche IVA: i dati del primo trimestre 2018

Il 31 maggio 2018 scade il termine per inviare all’Agenzia delle Entrate le comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel primo trimestre 2018. Per l’invio dei dati deve essere utilizzato il modello “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”, nella versione aggiornata dall’Agenzia con provvedimento del 21 marzo 2018.

martedì 22 maggio 2018

Amministratori condominiali: legittimità della nomina

È valida la delibera di nomina dell’amministratore che non indichi l’importo del compenso da questi richiesto; questo può essere precisato all’atto dell’accettazione della nomina, anche dopo l’adozione della deliberazione assembleare. Così recita una sentenza del tribunale di Palermo del 9 febbraio 2018, che è intervenuta su una delle novità più rilevanti della riforma del condominio del 2012, decidendo in senso contrario a un precedente del tribunale di Milano. Il giudice di merito ha inoltre stabilito che anche la mancata comunicazione da parte dell’amministratore dei dati anagrafici e delle altre informazioni previste dall’art. 1129, comma 2, c.c. non costituisca vizio di legittimità della delibera di nomina.

martedì 22 maggio 2018

Studi settore: non applicabili alle imprese in crisi economica

La Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 12273 del 18 maggio 2018, ha ritenuto non più applicabili gli studi di settore alle imprese che risentono della crisi economica, annullando l’accertamento induttivo emesso a carico di una piccola impresa edile che aveva subito una sensibile flessione delle commesse e degli ordini.

martedì 22 maggio 2018

Ecobonus: chiarimenti sulla cessione del credito

L’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti nella circolare n. 11/E del 18 maggio, in seguito alle modifiche normative introdotte dall’ultima legge di bilancio 2018 alla disciplina dell’agevolazione prevista dall’articolo 14, Dl 63/2013. La cessione del credito corrispondente alla detrazione per le spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici si può reiterare solo una volta. La possibilità di cedere il credito riguarda teoricamente tutti i beneficiari della detrazione, anche se non tenuti al versamento dell’imposta, cioè tutti coloro che sostengono le spese, compresi quelli che non potrebbero fruire della detrazione perché la loro imposta lorda è assorbita da altre detrazioni o non è dovuta. I comportamenti non conformi ai chiarimenti in esame come, ad esempio, la cessione del credito ad altri soggetti privati non collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione, messi in atto prima della pubblicazione della circolare, non saranno sanzionati.

lunedì 21 maggio 2018

Notariato: chiarimenti sulle quote di srl

Tra i chiarimenti che emergono dallo studio del notariato “La nuova disciplina delle (pmi) società a responsabilità limitata”, si tratta del trasferimento anche dematerializzato e virtuale di partecipazioni di srl, dell’ammissibilità di prevedere nello statuto quote a voto multiplo, scaglionato, condizionato o limitato, e della possibilità di acquisire quote proprie ma solo per finalità specifiche.

lunedì 21 maggio 2018

Cassazione: il commercialista paga l’Irap solo sull’attività strettamente professionale

Il commercialista paga l’Irap solo sull’attività strettamente professionale, così ha sentenziato la Cassazione nell’ordinanza 12052 del 17 maggio 2018. Il caso è quello di un dottore commercialista titolare di uno studio che svolgeva anche delle attività come sindaco, revisore, formatore, consulente di parte e d’ufficio. Le Entrate avevano ritenuto l’esistenza dell’autonoma organizzazione anche sulle base delle diverse mansioni svolte dall’uomo ed avevano calcolato il tributo in relazione al reddito globale. Per la Corte si applica il principio secondo cui il dottore commercialista che svolga anche attività di sindaco e revisore di società non soggiace a Irap per il reddito netto di tali attività, in quanto soggetta ad imposizione è unicamente l’eccedenza dei compensi rispetto alla produttività auto organizzata, fermo l’onere del contribuente di provare la separatezza dei redditi di cui richiede lo scorporo.

lunedì 21 maggio 2018

Cassazione: per la detrazione delle schede carburante vale il dato formale

Per la Corte di Cassazione – ordinanza n. 9855/2018 del 20 aprile 2018 – in caso di certificazione degli acquisti di carburante per autotrazione a mezzo schede carburanti, i requisiti di “forma” prevalgono su quelli di “sostanza”. I giudici chiamati a decidere sulla deducibilità dei costi carburanti e sulla detraibilità dell’Iva relativa hanno ritenuto di privilegiare il dato formale (mancata indicazione dei chilometri percorsi ed altre irregolarità) sul dato sostanziale (controllo sostanziale dell’Agenzia delle dogane che aveva ritenuto congrui i costi per i chilometri percorsi). L’indicazione dei chilometri è obbligatoria non solo per le schede carburante dei mezzi aziendali, ma anche nel caso in cui il rifornimento carburante avvenga mediante contratto di «netting»; in assenza di tale indicazione, non è possibile detrarre il costo e l’Iva relativa all’acquisto di carburante. Il «netting» è un particolare contratto di somministrazione atto a semplificare il processo di acquisto di carburante per le società aderenti al sistema delle tessere magnetiche, destinato a diffondersi sempre di più grazie alle semplificazioni amministrative e contabili che ne conseguono.

lunedì 21 maggio 2018

Agricoltori: contributi più alti

I lavoratori autonomi del settore agricolo quest’anno dovranno pagare qualcosa in più a titolo contributivo. I valori 2018 sono indicati nel decreto n. 195 dell’11 maggio della direzione generale per le politiche previdenziali del ministero del lavoro, in corso di pubblicazione. Il primo versamento è previsto per il 17 luglio. Il reddito medio convenzionale giornaliero da valere, sia ai fini del calcolo dei contributi che della misura delle pensioni degli autonomi dell’agricoltura, per ciascuna fascia di reddito agrario è stabilito nella misura di 57,60 euro; la base imponibile per quest’anno risulta pari a: 8.985,60 euro per la prima fascia; 11.980,80 euro per la seconda fascia; 14.976 euro per la terza fascia e 17.971,20 per la quarta fascia. L’aliquota da applicare, stabilita dalla riforma Fornero (art. 24 comma 23 della legge n.204/2011) da quest’anno è pari al 24%.

lunedì 21 maggio 2018

Revisori: domande di esame

Per l’esame di idoneità revisori le domande devono essere presentate entro il 24 maggio. La domanda di ammissione alle prove d’esame va presentata esclusivamente via internet, attraverso apposita applicazione informatica disponibile all’indirizzo www.revisionelegale.mef.gov.it, seguendo le istruzioni specificate sul sito.

lunedì 21 maggio 2018

Sanzioni a chi truffa i turisti

Un decreto legge approvato il 16 maggio, in attuazione della direttiva Ue 2015/2302, riconosce più diritti ai viaggiatori che acquistano pacchetti turistici. Viena aumentata la responsabilità dell’organizzatore, garantendo al viaggiatore una riduzione del prezzo, oltre all’eventuale risarcimento dei danni e alla possibilità di recedere dal contratto; sono allungati i termini di prescrizione: 3 anni per il danno alla persona e 2 per gli altri danni; sono previste per gli organizzatori e i venditori forme obbligatorie di assicurazione per la responsabilità civile, rafforzate le garanzie per il viaggiatore in caso di insolvenza o fallimento degli stessi. In caso di violazione delle norme da parte del professionista, dell’organizzatore o del venditore, sono comminate sanzioni amministrative pecuniarie da un minimo di 1.000 a un massimo di 20 mila euro, aumentate in caso di reiterazione o recidiva, nonché sanzioni amministrative accessorie quali la sospensione dell’attività da quindici giorni a tre mesi e, in caso di recidiva reiterazione, la cessazione dell’attività.

venerdì 18 maggio 2018

Fondazione Studi Consulenti del lavoro: rimborso rifornimento carburante

Nella circolare 12/2018 della Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro si tratta delle novità, di cui alla legge di Bilancio 2018, che hanno introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica dal 1° gennaio prossimo, anticipando l’obbligo al 1° luglio prossimo per gli acquisti di carburante. Il documento tratta anche dei rapporti tra dipendenti e datori di lavoro, precisando che, qualora il pagamento del carburante avvenga con carta di credito/debito/prepagata del dipendente o con altro strumento consono, la deducibilità in capo all’impresa o al professionista, quale datore di lavoro, permane se l’ammontare viene regolarmente rimborsato in modo tracciabile.

venerdì 18 maggio 2018

Cassazione: nessun falso in bilancio se si omette un dato

L’imprenditore non può essere condannato per falso in bilancio solo perché ha omesso di esporre un dato contabile di importo rilevante. È infatti necessaria la prova del dolo. Così ha decretato la Cassazione nella sentenza n. 21672 del 16/5/2018. Una srl non aveva esposto in bilancio, alla voce fondo rischi, il credito per la vendita di alcuni immobili, per un importo superiore a un milione di euro. La Corte d’appello aveva imputato la responsabilità penale per falso in bilancio, liquidando una provvisionale alla parte civile. Contro questo verdetto la difesa del contribuente ha presentato con successo ricorso alla Suprema corte. La quinta sezione penale ha annullato con rinvio la condanna per mancanza della prova del dolo.

venerdì 18 maggio 2018

Trattamento di dati personali: approvato il decreto

Il 16 maggio 2018 è stato approvato in via definitiva il nuovo decreto “Attuazione della direttiva (UE) 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, relativa alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle Autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la decisione quadro 2008/977/GAI del Consiglio”. La nuova normativa supera e sostituisce quella attuale con riferimento all parte seconda del Codice sul trattamento dei dati personali di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. Il testo prevede che i dati siano conservati per il tempo necessario al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati, siano verificati periodicamente, conservati e cancellati o anonimizzati una volta decorso il termine e introduce una nuova disciplina riguardo alla differenziazione tra categorie di dati e di interessati, in ragione della loro specifica posizione processuale.

venerdì 18 maggio 2018

Elaborati gli indici sintetici di affidabilità fiscale

Con Provvedimento del 7 maggio 2018, l’ Agenzia delle Entrate ha individuato, nell’Allegato n. 1, le ulteriori attività economiche per le quali devono essere elaborati gli indici sintetici di affidabilità fiscale da applicare, a seguito di approvazione con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, a partire dall’annualità d’imposta 2018.

venerdì 18 maggio 2018

Cassazione: per il regime agevolato delle Asd non basta la “firma” del Coni

La Corte di cassazione è intervenuta nuovamente sulle associazioni sportive dilettantistiche con l’ordinanza 10393 del 30 aprile scorso. Nel documento si ribadisce che il regime agevolativo previsto dall’articolo 148, comma 3, del Tuir, in favore delle associazioni non lucrative “dipende non dall’elemento formale della veste giuridica assunta, ma anche dall’effettivo svolgimento di attività senza fine di lucro, il cui onere probatorio incombe sull’associazione e non può ritenersi soddisfatto dal dato, del tutto estrinseco e neutrale, dell’affiliazione al Coni (cfr. Cass. sez. 5, 5 agosto 2016, n. 16449)”.

venerdì 18 maggio 2018

Al via i tavoli regionali tra Agenzia e Commercialisti

Il direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, e il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Massimo Miani, hanno dato il via a un protocollo d’intesa che prevede l’istituzione di “tavoli congiunti regionali” con l’obiettivo di mantenere aperto il confronto dialettico tra professionisti e Amministrazione, basato sulla reciproca lealtà e sul rispetto delle funzioni e dei ruoli svolti, allo scopo di individuare, in maniera coordinata e collaborativa, soluzioni in grado di rendere più efficienti le rispettive attività.

giovedì 17 maggio 2018

Credito d’imposta ricerca/sviluppo: il calcolo in caso di operazioni straordinarie

L’Agenzia delle entrate indica le soluzioni applicative da adottare per la determinazione del credito d’imposta ricerca/sviluppo quando le imprese beneficiarie sono interessate da ipotesi di riorganizzazione aziendale. Lo fa nella circolare n.10/E del 16 maggio 2018. Nella circolare si forniscono specifiche e motivate istruzioni per la determinazione del bonus, anche con numerosi esempi pratici.

giovedì 17 maggio 2018

Fatturazione elettronica carburanti: chiesto rinvio

Si avvicina il 1° luglio, data entro la quale entrerà in vigore la fatturazione elettronica dei carburanti. Gli operatori sono in ansia, i consulenti del lavoro hanno pubblicato la circolare 12 della Fondazione Studi, facendo il punto sulla normativa. La messa in opera della novità è piuttosto complessa e presenta varie difficoltà operative. Da più parti si invoca il rinvio dell’obbligo.

giovedì 17 maggio 2018

Assegni: è in forse la sanatoria

La sanatoria sugli assegni privi della clausola di trasferibilità è in forse. Il consiglio dei ministri deciderà se approvare il testo del ministero dell’economia e inserire nel decreto legislativo sull’uso dei dati antiriciclaggio ai fini fiscali la disposizione che contiene una sanzione al 10% per i vecchi carnet di assegni sena la clausola di non trasferibilità.

giovedì 17 maggio 2018

Risoluzioni: il corrispettivo diritto di superficie si considera un ricavo ai fini Ires

La risoluzione 37/E del 15 maggio chiarisce che il corrispettivo conseguito per la costituzione del diritto di superficie a tempo determinato, contabilizzato secondo la maturazione contrattuale, concorre alla formazione del reddito d’impresa come ricavo, così come imputato in bilancio, in coerenza con il principio di derivazione rafforzata (articolo 83 del Tuir).

giovedì 17 maggio 2018

Risoluzioni: si applica l’Iva se non c’è interesse sulla consulenza investimenti in titoli

Nella risoluzione 38/E del 15 maggio 2018, L’Agenzia delle entrate chiarisce che il servizio di consulenza in materia di investimenti in titoli, reso senza che sia ravvisabile alcun intervento/partecipazione del consulente/prestatore del servizio nella conclusione del contratto tra il cliente/potenziale investitore e la parte che promuove/emette i titoli, non è inquadrabile come attività di negoziazione/intermediazione esente da Iva.

giovedì 17 maggio 2018

In ripresa i redditi di (alcuni) professionisti

In ripresa i redditi di (alcuni) professionisti della nostra Penisola che, ad oltre un decennio dall’avvio della crisi finanziaria globale, ritrovano maggiori opportunità di lavoro nel mercato e, di conseguenza, dichiarano entrate in ascesa. La ripresa economica è guidata dai dottori commercialisti, infermieri, geometri e biologi. Il segno meno continua a caratterizzare l’attività notarile, così come quella dei ragionieri. 

mercoledì 16 maggio 2018

Rottamazione: end of time

Cala il sipario sulla rottamazione bis. E sebbene non sia arrivata la proroga, la partita si potrebbe riaprire secondo indiscrezioni. La richiesta di proroga è arrivata dal Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro; ma anche dall’Unione giovani dottori commercialisti: “Abbiamo chiesto che slitti almeno di qualche giorno la scadenza fissata per il 15 maggio sulla piattaforma dell’Agenzia delle entrate, che sta ancora funzionando a singhiozzo e rende quantomeno lento e difficoltoso l’invio delle adesioni”.

mercoledì 16 maggio 2018

E-fattura: quando è considerata emessa

Quando la fattura elettronica può dirsi emessa? In base al decreto IVA, “la fattura, cartacea o elettronica, si ha per emessa all’atto della sua consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente”. Nel provvedimento AE in cui si individuano le regole tecniche per l’emissione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti privati residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato, viene, invece, dettato un criterio parzialmente diverso. Tale criterio deve essere conciliato con la previsione dell’art. 21. Il punto 4.1 del decreto dell’Agenzia delle Entrate prevede che “la data di emissione della fattura elettronica è la data riportata nel campo “Data” della sezione “Dati generali” del file della fattura elettronica, che rappresenta una delle informazioni obbligatorie ai sensi degli articoli 21 e 21-bis del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633; la fattura elettronica scartata dal SdI a seguito dei controlli di cui ai punti 2.4, 2.5 e 2.6 si considera non emessa. Coordinando l’art. 21 ed il provvedimento delle Entrate si desume che, indipendentemente dalla data indicata nel file, la fattura digitale si considera emessa alla data di trasmissione.

mercoledì 16 maggio 2018

Transfer pricing: il MEF pubblica le linee guida

Sono in arrivo le linee guida del Transfer pricing. Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha firmato il D.M. del 14 maggio 2018. Il decreto individua i metodi da utilizzare ai fini della determinazione dei prezzi di trasferimento, e fornisce una definizione della nozione di comparabilità e di imprese associate e indipendenti.

mercoledì 16 maggio 2018

Le specifiche tecniche per la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie

Con D.M. del 27 aprile 2018, pubblicato nella GU del 14 maggio 2018, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha definito specifiche tecniche e modalità operative del Sistema tessera sanitaria per consentire la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nonché la consultazione da parte del cittadino dei dati delle proprie spese sanitarie.

mercoledì 16 maggio 2018

Spesometro semestrale: decisivo il comportamento concludente

Il termine per presentare lo spesometro relativo al primo trimestre 2018 scade il 31 maggio. E’ possibile inviarlo con cadenza semestrale, quindi entro il 1° ottobre; nel caso sarà comprensivo sia del primo sia del secondo trimestre 2018. Tale facoltà non ha modalità attuative, né è sottoposta all’esercizio di opzione o comunicazione. Si deve, pertanto, fare riferimento al comportamento concludente del contribuente che, omessa legittimamente la presentazione dello spesometro trimestrale, ne presenti uno entro il 1° ottobre 2018, con i dati dei primi due trimestri. Si attende un intervento dell’Agenzia delle Entrate che confermi la correttezza dell’operato del contribuente e la disapplicazione delle sanzioni per omessa presentazione dello spesometro trimestrale.

mercoledì 16 maggio 2018

Cassazione: l’amministratore di fatto

La Corte di Cassazione – sentenza n. 4745, depositata l’1 febbraio 2018 – è intervenuta sulla figura dell’amministratore di fatto. L’amministratore di fatto è colui il quale, privo della nomina, si occupa assiduamente dell’attività di direzione e conduzione di un ente, senza alcun genere di vincolo, in termini di modalità di attuazione. Per la verifica del ruolo può bastare il riscontro di un concreto ed effettivo pieno inserimento del soggetto in qualsiasi fase della vita dell’ente; a tal fine anche la corrispondenza di posta elettronica, può costituirne adeguata prova.

martedì 15 maggio 2018

Cassazione: gli effetti processuali della mancata risposta ai questionari

La Corte di Cassazione, in una recente ordinanza (n. 29374 del 7 dicembre 2017) ha affermato  che, in tema di accertamento fiscale, l’invio del questionario da parte degli Uffici finanziari per raccogliere dati, notizie e chiarimenti, ex artt. 32, D.P.R. 600/1973 e 51, D.P.R. 633/1972, risponde alla funzione di assicurare un dialogo preventivo tra Fisco e contribuente al fine di favorire la definizione della reciproche posizioni, così da evitare l’instaurazione del contenzioso giudiziario. In merito a tanto, il contribuente non decade dal potere di esibizione in sede processuale dei documenti non forniti in sede amministrativa, qualora l’Ufficio non abbia formulato una richiesta specifica e non lo abbia avvertito delle conseguenze pregiudizievoli che derivano dall’inottemperanza oltre il termine precisato.

martedì 15 maggio 2018

Agevolazioni fiscali per il cinema: ripartite le risorse

Il Mibact, con il decreto 15 marzo 2018, ha dettato le disposizioni relative alla ripartizione del “Fondo per il cinema e l’audiovisivo” per il 2018. Sono assegnate risorse per complessivi 400 milioni di euro, di cui 226.990.000 destinati al finanziamento degli incentivi fiscali.

martedì 15 maggio 2018

Società di comodo: interpello entro fine maggio

Sono in scadenza gli interpelli per le società di comodo. Considerato il termine per l’invio della dichiarazione dei redditi fissato il 31/10, la presentazione dell’interpello deve avvenire entro la fine del mese di maggio, cosi da ricevere per tempo la risposta dell’Agenzia. Si ricorda che il nuovo comma 3 dell’art, 11 dello Statuto contribuente ha previsto che l’Amministrazione debba fornire il parere: entro 90 giorni dalla ricezione dell’istanza da parte dell’ufficio competente per gli interpelli ordinari, sia puri che qualificatori; entro 120 giorni per tutte le altre tipologie di istanze. Viene confermata la regola del silenzio assenso, già prevista nella precedente formulazione.

martedì 15 maggio 2018

Locazione a canone concordato: chiarimenti dell’Agenzia

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito le condizioni richieste per l’accesso alle agevolazioni fiscali previste per i contratti di locazione a canone concordato. Viene ribadito che le agevolazioni sono riservate ai contratti che risultano stipulati, alternativamente: con l’assistenza delle Organizzazioni di categoria; senza tale assistenza, purché “attestati” nel loro contenuto da tali organizzazioni. L’attestazione non è obbligatoria nel caso in cui il contratto sia stato stipulato ante 15 marzo 2017 o riguardi un Comune dove le Organizzazioni non hanno ancora adeguato l’accordo locale al DM 16 gennaio 2017.

martedì 15 maggio 2018

Studi di settore: aggiornato il quadro F

L’Agenzia delle Entrate – provvedimento del 3.5.2018 – ha provveduto ad integrare le istruzioni del quadro F “Elementi contabili” del modello studi di settore, prevedendo che le imprese semplificate devono indicare nel quadro F i dati relativi alle esistenze iniziali (righi F06, F09, F12 e F38) e alle rimanenze finali di magazzino (righi F07, F10 e F13).

martedì 15 maggio 2018

Assegno nucleo familiare: nuovi livelli di reddito e importi

L’INPS – circolare n. 68/2018 –  ha aggiornato le tabelle degli assegni nucleo familiare. Variano i livelli reddituali e cresce l’assegno, grazie alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo rilevata dall’ISTAT tra l’anno 2016 e l’anno 2017. Tale rivalutazione è pari a +1,1%. Le nuove tabelle saranna in vigore dal 1° luglio 2018 fino al 30 giugno 2019.

lunedì 14 maggio 2018

Cassazione: niente penale sugli omessi contributi se imprenditore in difficoltà economica

L’imprenditore che chiede un mutuo per affrontare una grave crisi finanziaria, non può essere condannato penalmente per gli omessi versamenti contributivi. Tanto ha decretato la Corte di cassazione nella sentenza n. 20725 del 10 maggio 2018, accogliendo il ricorso di un manager condannato alla reclusione dalla Corte d’appello di Bologna.

lunedì 14 maggio 2018

Cassazione: l’immobile inagibile paga la tassa rifiuti

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 8910 dell’11 aprile 2018, ha stabilito che un immobile destinato ad attività commerciale su una parte del quale vengono eseguiti lavori di ristrutturazione è soggetto integralmente al pagamento della tassa rifiuti, se il titolare non dimostri con apposita documentazione l’inagibilità dell’immobile che lo rende inutilizzabile, nonché la durata e le modalità di esecuzione dei lavori.

lunedì 14 maggio 2018

Rottamazione bis: risposte alle domande entro il 30 giugno

Domani, 15 maggio 2018, scade il termine per la presentazione dell’istanza di definizione agevolata. Gli importi dovuti verranno resi noti dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione entro il 30 giugno 2018 con una comunicazione contenente i bollettini suddivisi in base al numero di rate indicate nel modello DA-2000/17.

lunedì 14 maggio 2018

Cinque per mille 2018: disponibili gli elenchi provvisori

Sul sito dell’Agenzia delle entrate sono stati pubblicati gli elenchi provvisori dei soggetti che hanno presentato domanda di iscrizione per accedere al beneficio del 5 per mille per l’esercizio finanziario 2018 (anno d’imposta 2017). Il trend è in crescita, quest’anno sono quasi 60 mila i “candidati” alla ripartizione del beneficio, con ben 5 mila nuove richieste rispetto allo scorso anno.

lunedì 14 maggio 2018

Lotta alla povertà: il reddito di inclusione

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha comunicato l’avvenuta approvazione, da parte della Conferenza Unificata del decreto di riparto delle risorse destinate alla realizzazione del Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà. Nel piano è compreso il Reddito di Inclusione, l’importo stanziato è di circa 297 milioni di euro per il 2018, e a 470 milioni a partire dal 2020.

lunedì 14 maggio 2018

Osservatorio delle partite Iva: il primo trimestre 2018

Nel primo trimestre del 2018 sono state aperte 179.538 nuove partite Iva; rispetto allo scorso anno si è registrato un calo dell’1,8%. È quanto emerge dalla lettura dei dati relativi all’Osservatorio sulle partite Iva, pubblicati sul sito del dipartimento delle Finanze.

venerdì 11 maggio 2018

Redditi Pf 2018: il software di compilazione e controllo

Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i software di compilazione e controllo del modello Redditi persone fisiche/2018 (relativi al periodo d’imposta 2017). I programmi devono essere utilizzati dai contribuenti e dagli intermediari per creare il file da inviare telematicamente e per verificare la presenza di eventuali anomalie o incongruenze.

venerdì 11 maggio 2018

Interessi di mora in discesa per cartelle pagate “extra time”

Scende dal 3,50 al 3,01% il tasso degli interessi di mora sulle somme iscritte a ruolo (escluse sanzioni pecuniarie tributarie e interessi) e versate oltre il limite di sessanta giorni dalla notifica della cartella di pagamento (articolo 30, Dpr 602/1973). La nuova misura è stata fissata con il provvedimento del 10 maggio 2018, che tiene conto della media dei tassi bancari attivi, riferita al periodo 1° gennaio-31 dicembre 2017, certificata dalla Banca d’Italia.

venerdì 11 maggio 2018

Cassazione: linea dura sui mancati versamenti Inps

Linea dura sull’omesso versamento dei contributi e delle ritenute previdenziali: i mancati versamenti mensili all’Inps fanno scattare la responsabilità penale. L’imprenditore può essere condannato anche quando ha fatto alcuni versamenti personali e ha già rateizzato con l’esattore.  Lo ha sancito la Corte di cassazione nella sentenza n. 19671 del 7 maggio 2018.

venerdì 11 maggio 2018

Tfr alla previdenza complementare: modulo TFR2

È stato approvato il nuovo modulo TFR2 che deve essere compilato e firmato dal lavoratore neo assunto per la scelta di destinazione del TFR.

venerdì 11 maggio 2018

Sanatoria per i vecchi carnet di assegni

E’ in via di approvazione un dlgs che prevede una sanatoria per i carnet di assegni vecchi privi di clausola di intrasferibilità. La sanzione minima è pari al 10% se l’importo non supera i 30 mila euro; questa misura si applica alle violazioni commesse nel periodo intercorrente tra il 4 luglio 2017 e la data di entrata in vigore delle nuove regole anche nel caso in cui sia stato già effettuato il pagamento in misura ridotta.

venerdì 11 maggio 2018

Credito d’imposta formazione 4.0: firmato il decreto attuativo

È stato firmato il decreto interministeriale che detta le disposizioni applicative relative al credito d’imposta per spese di formazione 4.0, introdotto dalla legge di bilancio 2018. Il beneficio ha l’obiettivo di supportare e incentivare l’acquisizione di competenze nel campo delle tecnologie 4.0 da parte dei lavoratori dipendenti delle imprese italiane. Il credito è attribuito nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato nelle attività formative agevolabili. E’ riconosciuto fino a un importo massimo di 300 mila euro per ciascuna impresa beneficiaria.

giovedì 10 maggio 2018

L’accertamento induttivo è valido se considera anche i costi

L’accertamento induttivo deve considerare i costi sostenuti dall’impresa e non solo i ricavi, anche se l’azienda non ha presentato la dichiarazione dei redditi. Qualora non sia possibile accertare gli oneri, questi devono essere determinati in via presuntiva, applicando “il principio di continuità dei valori di bilancio, per cui le rimanenze finali di un anno costituiscono esistenze iniziali dell’esercizio successivo e le reciproche variazioni concorrono a formare il reddito”. Lo ha affermato la sezione tributaria della Cassazione con la sentenza n. 11043/18, depositata ieri.

giovedì 10 maggio 2018

Spese di rappresentanza per le imprese di nuova costituzione

E’ previsto un trattamento particolare per le spese di rappresentanza sostenute dalle imprese di nuova costituzione. Le spese sostenute nei periodi d’imposta anteriori a quello in cui sono conseguiti i primi ricavi possono essere portate in deduzione dal reddito dello stesso periodo e di quello successivo se e nella misura in cui le spese sostenute in tali periodi siano inferiori all’importo deducibile. La possibilità di riportare le spese fino all’esercizio in cui sono conseguiti i primi ricavi è esclusa per le spese per ospitalità clienti, deducibili per il loro intero ammontare nell’esercizio di sostenimento, e per quelle per omaggi di valore unitario non superiore a 50 euro.

giovedì 10 maggio 2018

Lavoro: riposo settimanale obbligatorio

Il riposo settimanale dei lavoratori è un sacrosanto diritto. Il Ministero dell’interno, con la circolare n. 300/A/3530/18/113/2 del 30 aprile 2018, è intervenuto in materia di tempi di guida e di riposo dei professionisti del trasporto. Il camionista almeno una volta alla settimana deve dormire sulla terra ferma in un letto normale con tanto di servizi a disposizione e nella massima tranquillità, altrimenti rischia una sanzione e il ritiro della patente di guida fino all’effettuazione concreta della sosta. Se il riposo settimanale ridotto viene effettuato sul camion o sul mezzo professionale per quello ordinario vige il divieto assoluto. Solo a terra infatti il lavoratore avrà la possibilità di ristorarsi e riposarsi adeguatamente, in conformità a quanto sentenziato dalla Corte di giustizia dell’unione europea nella causa C-102/16 Vaditrans Bvba / Belgische Staat.

giovedì 10 maggio 2018

Ingresso di stranieri per motivi di studio: approvato il decreto

Regolarizzato l’ingresso e il soggiorno in Italia dei cittadini di Paesi terzi per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, programmi di scambio di alunni o progetti educativi e collocamento alla pari. Il consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il decreto di attuazione della direttiva (Ue) 2016/801 del Parlamento europeo e del Consiglio del 1° maggio 2016 messo a punto dalla presidenza del Consiglio e dal ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

giovedì 10 maggio 2018

Difficoltà per il 730 assistito

Il 730 assistito sta incontrando difficoltà tra gli utenti. Le difficoltà sono insite nell’utilizzo della nuova modalità di modifica al modello 730 precompilato introdotta da quest’anno dall’Agenzia delle entrate per incrementare l’utilizzo del modello. Tra le principali problematiche segnalate vi sono: l’accesso alla nuova sezione, la mancata accettazione delle modifiche proposte dal contribuente e l’inserimento di importi diversi da quelli editati.

giovedì 10 maggio 2018

Rottamazione delle cartelle: il modello DA 2000/17

Per presentare la domanda di rottamazione è sufficiente riempire e consegnare, entro il prossimo 15 maggio, il modello DA 2000/17, che Agenzia delle entrate-Riscossione da ottobre scorso ha pubblicato sul proprio portale e ha messo a disposizione presso tutti gli sportelli. Nella prima parte occorre indicare i dati anagrafici del dichiarante; il secondo riquadro è riservato alle cartelle e agli avvisi che si vogliono “rottamare”. È necessario, quindi, riportare l’elenco riepilogativo oppure specificare il numero dei singoli atti da definire. La sezione successiva presente nel modulo, riferita all’identificativo del carico, deve essere compilata solo se si vuole aderire alla rottamazione esclusivamente per alcuni dei debiti contenuti nelle cartelle di pagamento indicate nel precedente riquadro. Nell’eventualità si scelga di definire solo alcuni dei debiti contenuti nei ruoli della cartella di pagamento occorrerà riportare il relativo numero di riferimento, desumibile alla voce “Estremi dell’atto” della sezione “Dati identificativi” della medesima cartella. Sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione è disponibile la Guida completa alla compilazione del Modello.

mercoledì 9 maggio 2018

Transfer pricing: il Mef incontra gli operatori

Presso la sede del ministero dell’Economia e delle Finanze si è tenuta una tavola rotonda per analizzare i commenti e i contributi pervenuti nell’ambito della consultazione pubblica, che si è chiusa lo scorso 21 marzo riguardo la “Disciplina del transfer pricing”. Sono state esaminate le ipotesi di modifica allo schema di decreto ministeriale e allo schema di provvedimento direttoriale emerse al termine della consultazione pubblica.

mercoledì 9 maggio 2018

Gestione agricola: deleghe INPS da attivare entro il 20 maggio

Entro il 20 maggio prossimo professionisti e associazioni di categoria devono procedere alla validazione delle deleghe indirette, rilasciate dai datori di lavoro agricoli e presenti all’interno del Cassetto previdenziale sul portale INPS. Lo ha specificato l’INPS, con il messaggio n. 1618/2018. Si tratta di un’operazione necessaria alla profilazione dei soggetti abilitati agli adempimenti per le aziende agricole, utile al passaggio dal sistema DMAG a quello Uniemens previsto a partire da gennaio 2019.

mercoledì 9 maggio 2018

Antiriciclaggio: le segnalazioni con l’applicativo SIAR

Il MEF ha reso disponibile l’applicativo SIAR (Segnalazione Infrazioni Anti-Riciclaggio) da parte dei soggetti obbligati alla comunicazione al MEF degli illeciti in materia di antiriciclaggio.

mercoledì 9 maggio 2018

Approvati gli ultimi ISA

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 7 maggio 2018 sono stati elaborati 105 indici sintetici di affidabilità fiscale, da approvare poi con decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, come suddivisi: 2 relativi ad attività economiche del settore dell’agricoltura; 22 relativi ad attività economiche del settore delle manifatture; 44 relativi ad attività economiche del settore dei servizi; 14 relativi ad attività professionali; 23 relativi ad attività economiche del settore del commercio.

mercoledì 9 maggio 2018

Società tra avvocati: si applicano Ires e Irap

In risposta ad un’istanza di interpello, l’Agenzia delle entrate, nella risoluzione 35/E del 7 maggio 2018 ha precisato che, in assenza di una esplicita norma l’esercizio della professione forense svolta in forma societaria costituisce attività d’impresa, in quanto risulta determinante il fatto di operare in una veste giuridica societaria piuttosto che lo svolgimento di un’attività professionale. Pertanto, una società per azioni, costituita per l’esercizio dell’attività di avvocato, deve adottare il regime fiscale previsto per le società di capitali e, dunque, deve assoggettare a Ires il reddito prodotto e a Irap il valore della produzione.

mercoledì 9 maggio 2018

Split payment: chiarimenti dall’Agenzia

Per le nuove regole in materia di split payment arrivano gli ulteriori chiarimenti delle Entrate nella circolare n. 9/E del 7 maggio 2018. Il documento di prassi segue il decreto 9 gennaio 2018 con il quale il Mef ha definito le modalità di attuazione delle nuove disposizioni. Dal 1° gennaio 2018, il meccanismo della scissione dei pagamenti opera nei confronti di soggetti a vario titolo controllati o partecipati dalla pubblica amministrazione. Per l’esatta individuazione dei nuovi soggetti interessati bisogna fare riferimento agli elenchi pubblicati online dal ministero dell’Economia e delle finanze, relativamente alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi fatturate dal 1° gennaio 2018, e la cui imposta sia divenuta esigibile dalla stessa data. Eventuali comportamenti difformi, adottati dai contribuenti prima della pubblicazione dei chiarimenti forniti con la circolare di oggi, non saranno soggetti a sanzioni, purché non sia stato arrecato danno all’Erario con il mancato versamento dell’imposta dovuta.

martedì 8 maggio 2018

Registrazione di marchi: agevolazioni per micro imprese

Il MiSE ha comunicato che dal 3 maggio 2018 è sospesa l’acquisizione del protocollo online volto alla presentazione delle domande di agevolazione in favore di micro, piccole e medie imprese per favorire la registrazione di marchi Ue ed internazionali (MARCHI+3). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Ministero dello Sviluppo economico www.sviluppoeconomico.gov.it, sul sito dell’Ufficio italiano brevetti e marchi www.uibm.gov.it e sul sito dell’Unione nazionale delle camere di commercio www.unioncamere.gov.it e www.marchipiu3.it.

martedì 8 maggio 2018

Rottamazione delle cartelle: sportelli aperti anche sabato 12

Da ieri 7 maggio, è entrato in vigore il nuovo orario prolungato degli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione: gli sportelli degli uffici di Roma, Napoli, Milano e Torino, infatti, saranno a disposizione del pubblico fino alle 16,15, mentre in altre 113 città l’orario sarà esteso fino alle 14,15, cioè un’ora in più. Gli sportelli saranno aperti in via straordinaria anche sabato 12 maggio per garantire maggiore assistenza ai contribuenti in vista della scadenza del 15 maggio fissata dalla legge per aderire alla definizione agevolata.

martedì 8 maggio 2018

Cassetto fiscale con i dati provenienti da sds

E’ inserito nel cassetto fiscale un nuovo pacchetto contenente le informazioni più significative dichiarate per l’applicazione degli studi di settore. Nello specifico il prospetto riepilogativo è stato aggiornato con dati e notizie riguardanti il quinquennio 2012-2016. Il contribuente potrà controllarne in anticipo la correttezza e regolarizzare la propria posizione in caso di errori o omissioni.

martedì 8 maggio 2018

Fisco: buone le entrate del I trimestre 2018

Nel primo trimestre 2018 le entrate tributarie erariali si attestano a quota 97.058 milioni di euro, segnando un incremento di 2.623 milioni di euro (pari a +2,8%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il risultato è stato raggiunto grazie al contributo precipuo delle imposte dirette (+2,9%) e indirette (+2,6%). I dati sono pubblicati nel bollettino disponibile sul sito del dipartimento delle Finanze.

martedì 8 maggio 2018

“Casa Conviene”: la campagna d’informazione 2018

Anche quest’anno il Mef lancia la campagna informativa “Casa Conviene”, con l’obiettivo di diffondere tra i cittadini le informazioni sui numerosi bonus fiscali e sui fondi pubblici collegati alla casa. L’iniziativa si rivolge alle famiglie, ai proprietari di abitazioni, ai locatari e alle imprese.

martedì 8 maggio 2018

Rottamazione cartelle con “Fai D.A. te”

“Fai D.A. te” è un servizio che consente di presentare online il modello per accedere alla definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017. La richiesta deve essere inviata entro il 15 maggio, termine ultimo per aderire al meccanismo agevolativo previsto dal Dl 148/2017. Entro il 30 giugno 2018 i contribuenti riceveranno una comunicazione con l’accoglimento della richiesta, l’ammontare degli importi da pagare e le relative scadenze.

lunedì 7 maggio 2018

Studi di settore: approvati i correttivi anticrisi

Sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 4 maggio è stato pubblicato il decreto 23 aprile 2018, con cui il Mef ha approvato la revisione congiunturale speciale degli studi di settore per il periodo d’imposta 2017. I correttivi anticrisi sono stati elaborati per tutti i 193 studi di settore in vigore per il 2017, relativi alle attività economiche dei seguenti comparti: manifatture; servizi; attività professionali; commercio. Sono state esaminate le riduzioni delle tariffe per gli studi relativi alle attività professionali, che applicano funzioni di compenso basate sul numero degli incarichi, e la contrazione dei margini e della redditività per gli altri studi. I contribuenti che, per il 2017, dichiarano, anche a seguito dell’adeguamento, ricavi o compensi di ammontare non inferiore a quello risultante dall’applicazione degli studi di settore integrati con i correttivi anticrisi, non sono assoggettabili, per tale periodo d’imposta, ad accertamento (articolo 10, legge 146/1998).

lunedì 7 maggio 2018

Agenzia delle entrate: assistenza telefonica per i servizi catastali

I centri di assistenza multicanale dell’Agenzia delle entrate forniranno consulenza anche per i servizi catastali. Con questo servizio i cittadini possono visualizzare la mappa dei terreni di loro possesso o di loro interesse. A supporto della loro attività i consulenti telefonici avranno a disposizione le Faq tematiche presenti nelle pagine web del servizio. Nei casi previsti, dovranno compilare e trasmettere via e-mail all’apposito servizio di assistenza web un modulo che riporta i dati dell’utente e il motivo della telefonata. L’eventuale identificazione del contribuente avverrà con le consuete modalità, nel rispetto della normativa sulla privacy.

lunedì 7 maggio 2018

Studi di settore corretti dal regime di cassa

Le modifiche agli studi di settore sono state imposte dal regime di cassa. Con il provvedimento del 3 maggio sono state apportate rilevanti modifiche sia ai modelli sia alle istruzioni degli studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2017, allo scopo di adeguarli alle nuove modalità di determinazione del reddito delle imprese minori introdotto dalla legge di Bilancio 2017. Richieste anche nuove e ulteriori informazioni ai contribuenti che nel 2017 hanno dovuto adottare il nuovo regime orientato alla cassa alo scopo di valutare gli effetti che tali nuove modalità di determinazione del reddito delle imprese minori potranno avere sui nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale.

lunedì 7 maggio 2018

E-fattura: la conservazione sostitutiva

Con le nuove regole sulla fatturazione elettronica (Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 30 aprile 2018), sono state introdotte anche alcune semplificazioni sul fronte della conservazione delle fatture: potrà, infatti, essere la stessa Agenzia delle Entrate, su richiesta, a custodire i documenti elettronici per conto degli operatori economici. In particolare, al punto 7.1 del provvedimento si dispone che “i cedenti/prestatori e i cessionari/committenti residenti, stabiliti o identificati in Italia possono conservare elettronicamente, ai sensi del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 17 giugno 2014, le fatture elettroniche e le note di variazione trasmesse e ricevute attraverso il Servizio di Interscambio, utilizzando il servizio gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, conforme alle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 dicembre 2013”.

lunedì 7 maggio 2018

Terreni e le partecipazioni: rivalutazione anche nel 2018

Le norme che prevedono la rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e dei terreni edificabili e con destinazione agricola si applicano anche a quelli posseduti alla data del 1° gennaio 2018. Lo prevede la legge di bilancio 2018 all’articolo 1, commi 997 e 998.

lunedì 7 maggio 2018

Edifici sicuri: ok alla detrazione

La detrazione per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali di edifici o di complessi di edifici collegati strutturalmente, spetta anche per le spese sostenute per interventi le cui procedure di autorizzazione sono iniziate dopo il 1° gennaio 2017. Inoltre, la misura del 50%, nel limite di spesa di 96 mila euro per unità immobiliare, se dagli interventi antisismici deriva la diminuzione, di una o due classi di rischio, è fruibile nella maggiore entità del 70 o dell’80% (circolare n. 7/e Agenzia delle entrate 27 aprile 2018).

venerdì 4 maggio 2018

Ritoccati i modelli degli studi di settore e parametri

Sono state approvate, con provvedimento 3 maggio 2018, le modifiche alla modulistica studi di settore e parametri da utilizzare con riferimento al periodo d’imposta 2017. I modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione dei parametri e degli studi di settore oggetto di integrazione erano già resi definitivi, insieme alle relative istruzioni, rispettivamente con i provvedimenti del 30 e 31 gennaio 2018 e pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate.

venerdì 4 maggio 2018

Detraibilità spese mediche: chiarimenti

Per la detrazione delle spese mediche certificate da più documenti è necessaria che esse siano collegate. Quando diversi documenti certificano le spese, emessi magari da soggetti diversi, si deve capire che sono collegate all’unica prestazione medica che dà diritto alla detrazione. Se tale colleganza non si evince dal contenuto dei singoli documenti di spesa il contribuente può richiedere apposita attestazione da parte della struttura sanitaria che ha reso la prestazione medica detraibile (circolare n. 7/e Agenzia delle entrate 27 aprile 2018).

venerdì 4 maggio 2018

Ue: ok alla soglia elevata di punibilità penale Iva

La normativa italiana sull’omesso versamento dell’Iva è conforme all’ordinamento dell’Ue: la fissazione della soglia penale a 250.000 euro, più elevata rispetto a quella prevista per il mancato versamento delle ritenute Irpef, non contrasta con i principi di effettività e di equivalenza, né con le direttive in materia di Iva e di tutela degli interessi finanziari dell’Unione. È quanto ha statuito la Corte di giustizia Ue – sentenza 2 maggio 2018, causa C-574/15.

venerdì 4 maggio 2018

Capannoni: niente aumenti per il calcolo di Imu e Tasi

Sono stati determinati i coefficienti da applicare per l’anno 2018 per il calcolo dell’Imu e della Tasi per i fabbricati classificabili nel gruppo D, appartenenti ad imprese e privi di rendita catastale (Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 2018). Nessun aumento è previsto per l’anno in corso.

venerdì 4 maggio 2018

Rottamazione: le istanze superano quota 450 mila

Le istanze di rottamazione cartelle sono arrivate a quota 450 mila. Le maggiori richieste di regolarizzazione arrivano dal Lazio (77.621), seguito da Lombardia (58.645) e Campania (46.922). Si prosegue con la Puglia (46.540), Emilia Romagna (32.829), Toscana (32.018), Veneto (29.902), Piemonte/Valle d’Aosta (23.278), Calabria (19.265), Sardegna (18.890), Liguria (13.089), Marche (12.631), Abruzzo (11.584), Friuli Venezia Giulia (8.735), Umbria (8.216), Basilicata (7.183), Trentino Alto-Adige (4.514), Molise (3.626).

venerdì 4 maggio 2018

Precompilata 2018: è iniziata la fase due

Da ieri è possibile accettare, modificare e inviare il 730 o modificare il modello Redditi (che potrà essere trasmesso dal 10 maggio). A ricordarlo è l’Agenzia delle entrate con un comunicato stampa.

giovedì 3 maggio 2018

Per la rottamazione delle cartelle c’è Equipro

Equipro è il servizio web disponibile sul portale di Agenzia delle entrate-Riscossione, per mezzo del quale i contribuenti possono delegare il proprio professionista a svolgere una serie di attività online, come il pagamento, la rateizzazione e anche la presentazione e la gestione della domanda di definizione agevolata (“rottamazione” delle cartelle, introdotta dal Dl 148/2017). La scadenza per aderire alla definizione agevolata, che consente ai contribuenti di pagare l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora, è fissata dalla legge al prossimo 15 maggio.

giovedì 3 maggio 2018

Prodotti per il giardinaggio: le aliquote Iva

Ecco un quadro di sintesi delle principali aliquote Iva applicabili alla commercializzazione di prodotti florovivaistici e specifici destinati all’attività di giardinaggio. Piante aromatiche in vaso: si applica l’aliquota Iva del 5% esclusivamente per le piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia (n. 1-bis Tabella A, parte II-bis, Dpr 633/72). Escluse dalla fruizione dell’aliquota ridotta del 5% le cessioni in vaso di menta, alloro, maggiorana, origano e prezzemolo, per le quali si applica l’aliquota ordinaria, attualmente pari al 22%. Semi, spore e frutti da sementa: è applicabile l’aliquota del 10%. Bulbi, tuberi, radici tuberose, zampe e rizomi, allo stato di riposo vegetativo, in vegetazione o fioriti, comprese le talee e le marze: aliquota del 10%. Fiori e boccioli di fiori recisi, per mazzi o per ornamenti: aliquota del 10%. Fogliami, foglie, rami e altre parti di piante, erbe, muschi e licheni, per mazzi o per ornamenti, freschi: aliquota del 10%. Concimazione: aliquota ridotta del 4%. I prodotti fitosanitari scontano, invece, l’aliquota del 10%. Organismi utili per la lotta biologica: aliquota ridotta del 4%. Materiale vario da giardinaggio: aliquota ordinaria del 22%.

giovedì 3 maggio 2018

ISA: il percorso metodologico

L’impianto metodologico realizzato per il processo di elaborazione e applicazione degli Isa è interessato da importanti novità; rispetto agli studi di settore, i comportamenti fiscali dei contribuenti non sono più valutati in termini di congruità/non congruità ma in termini di definizione del grado di affidabilità fiscale. Il nuovo sistema tiene conto di una pluralità di indicatori sostanzialmente riconducibili ai due seguenti gruppi: indicatori elementari di affidabilità e indicatori elementari di anomalia. I primi sono riferibili a: stime dei ricavi/compensi e del valore aggiunto per addetto e del reddito; attendibilità di rapporti che esprimono aspetti della gestione tipica dell’attività (indicatore durata e decumulo delle scorte). I secondi a: disallineamenti tra dati e informazioni presenti nei modelli di dichiarazione ovvero emergenti dal confronto con banche dati esterne; situazioni di normalità/coerenza del profilo contabile e gestionale che presentano carattere atipico rispetto al settore e al modello organizzativo cui sono riferiti.

giovedì 3 maggio 2018

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it