Notizie Fiscali

  • Ricerca

Imposte: si va verso l’aumento dell’Iva

Riprende vigore l’ipotesi di aumento dell’Iva. Nel Dl approvato salvo intese, c’è ancora da gestire il capitolo aumenti Iva. Le risorse da trovare sono 15,7 mld. Le voci da cui attingere sono: estensione (ancora) dello split payment, avvio della fatturazione elettronica tra privati,  resytling dello spesometro. Queste misure da sole non bastano, per cui riappare l’ipotesi di riaprire una voluntary disclosure ma stavolta sul contante esistente nelle cassette di sicurezza, e l’aumento dell’Iva, innalzando l’aliquota del 10% all’11,5%, arrivando al 13% nel 2020, e l’aliquota Iva del 22% arriverà al 25% a partire dal 2021.

lunedì 16 ottobre 2017

Nuova rottamazione e sanatoria per la vecchia

Ok alla rottamazione bis. Il Dl dello scorso venerdì prevede la riapertura della procedura di definizione agevolata per i carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.  Per accedere, il contribuente dovrà presentare domanda entro il 15 maggio 2018 e il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato in un numero massimo di cinque rate di pari importo nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019. E’ prevista la sanatoria anche per la vecchia rottamazione: riguarda le rate non versate a luglio e a settembre 2017 corrispondendo il dovuto entro il 30 novembre 2017, senza ulteriori conseguenze. Possono accedere alla rottamazione anche i debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31 dicembre 2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016.

lunedì 16 ottobre 2017

Bilanci: in consultazione i nuovi Oic

Il Consiglio di Gestione dell’Organismo Italiano di Contabilità ha posto in consultazione la bozza dell’OIC 11 “Finalità e postulati del bilancio d’esercizio” e delle proposte di emendamenti ad alcuni principi contabili pubblicati nel 2016.

lunedì 16 ottobre 2017

Avviso: girano false email dell’Agenzia delle entrate

Attenzione alla posta elettronica. Potreste trovare una email con mettenti assistenzaweb@agenziaentrate.it – messages@mailagenziaentrate05.top, e oggetto “Lettera di sollecito”. Non aprite e cestinate immediatamente, non sono dell’amministrazione finanziaria.

lunedì 16 ottobre 2017

Cassazione: ok alla detrazione IVA per i lavori di costruzione della nuova sede

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 23817/2017, accerta la legittimità della detrazione IVA dei costi relativi alla costruzione della nuova sede sociale. Si legge: “Ai fini di stabilire se sia detraibile, o meno, un’attività di acquisto o di ristrutturazione, ma anche di costruzione, di un bene da adibire all’esercizio dell’impresa, deve aversi riguardo all’intenzione del soggetto passivo di imposta, confermata da elementi obiettivi, di utilizzare un bene o un servizio per fini aziendali; il che consente di determinare se, nel momento in cui procede all’operazione a monte, detto soggetto passivo agisca come tale, e debba dunque beneficiare del diritto a detrazione dell’IVA dovuta o assolta per i detti beni e servizi”.

lunedì 16 ottobre 2017

Lavoro: chiarimenti in materia di cumulo contributivo dei contributi accreditati presso le Casse professionali

L’Inps, nella circoalre n. 140 del 12 ottobre 2017,  ha sciolto la riserva che aveva formulato lo scorso marzo, quando aveva fornito le prime indicazioni sulle novità introdotte in materia di cumulo dalla legge 232/2016. Il ricorso alla pensione in regime di cumulo può essere attivato dai soggetti non titolari di trattamento pensionistico diretto, ancorché abbiano maturato i requisiti per il diritto autonomo presso una delle gestioni interessate dal cumulo.

lunedì 16 ottobre 2017

Rottamazione bis delle cartelle esattoriali

Il Consiglio dei Ministri del 13 ottobre 2017 ha riaperto – ampliandola – la possibilità di rottamazione delle cartelle esattoriali. La misura amplia la possibilità per i contribuenti che non hanno completato gli adempimenti della definizione agevolata introdotta con il DL 193/2016, di mettersi in regola e accedere alle agevolazioni previste per il pagamento del debito tributario o contributivo affidato all’agente della riscossione (si versano le cifre del tributo e gli interessi legali senza sanzioni ed interessi di mora). In particolare:

  • viene consentito al debitore di effettuare entro il 30 novembre 2017 il pagamento delle rate della definizione agevolata dei carichi scadute a luglio e a settembre 2017. In questo modo i contribuenti che per errori, disguidi o mancanza di liquidità non avevano potuto effettuare i versamenti vengono riammessi alla ‘rottamazione’ senza ulteriore addebito;
  •  viene data la possibilità di accedere alla definizione agevolata dei carichi ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31/12/2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016. Tale facoltà può essere esercitata presentando istanza all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017. I contribuenti interessati dovranno versare entro il 31 maggio 2018 le rate non corrisposte dei piani di dilazione. In caso di mancato versamento l’istanza è improcedibile;
  • si amplia il raggio d’azione della definizione agevolata che potrà essere applicata anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal primo gennaio al 30 settembre 2017 (la precedente ‘rottamazione’ comprendeva i carichi fino al 31 dicembre 2016). Il contribuente dovrà presentare domanda entro il 15 maggio 2018 e il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato in un numero massimo di cinque rate di pari importo nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019.
sabato 14 ottobre 2017

Il Cdm approva il decreto fiscale: via libera alla rottamazione bis

Via libera del Cdm al decreto fiscale. Torna, dunque, la rottamazione per le cartelle.

venerdì 13 ottobre 2017

Rottamazione bis: in varo il decreto

Tra le novità del decreto fiscale la rottamazione bis. La misura riguarderà i ruoli fiscali e contributivi pendenti dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017. Il pagamento potrà essere effettuato in massimo 5 rate con scadenze che vanno da luglio 2018 fino a febbraio 2019. La richiesta di adesione potrà essere effettuata fino al 15 maggio 2018. Inoltre si riapre il termine per chi avesse omesso di pagare le prime due rate della rottamazione precedente: la nuova scadenza sarà novembre.

venerdì 13 ottobre 2017

Ricorsi al Tar: i codici per il contributo unificato

Sono stati pubblicati i codici tributo per il versamento del contributo unificato per i ricorsi presentati al giudice amministrativo e per quelli straordinari proposti al presidente della Repubblica e al presidente della Regione siciliana (risoluzione 123/E del 12 ottobre 2017). Devono essere utilizzati nel modello “F24 versamenti con elementi identificativi”: GA01” – ricorsi al giudice amministrativo; “GA02” – ricorsi incidentali al giudice amministrativo; “GA03” – motivi aggiunti ai ricorsi al giudice amministrativo; “GA04” – ricorsi straordinari al presidente della Repubblica; “GA05” – ricorsi straordinari al presidente della Regione siciliana”.

venerdì 13 ottobre 2017

Circolare sulle locazioni brevi

Dall’Agenzia delle entrate arrivano i chiarimenti interpretativi sul regime fiscale delle locazioni brevi, introdotto dal “decreto conti pubblici” (Dl 50/2017). Con la circolare 24/E del 12 ottobre 2017, l’amministrazione illustra il contenuto della nuova disciplina alla luce delle questioni emerse nel corso del confronto avuto negli ultimi mesi con le associazioni di categoria e i principali operatori del settore. Le indicazioni contenute nel documento riguardano solo l’applicazione dei tributi rientranti nella sua competenza, quindi non anche l’imposta di soggiorno.

venerdì 13 ottobre 2017

Spesometro: elaborazione file in tre giorni

L’elaborazione dei file del “famigerato” spesometro, richiede almeno tre giorni. È in corso la lavorazione dei file scartati per problemi tecnici e, finché l’elaborazione non è conclusa, con la verifica dell’esito e la presenza dello stesso nella sezione “monitoraggio dei file trasmessi”, l’operatore non deve inviare nuovamente gli stessi. Queste alcune delle risposte più interessanti fornite il 10 ottobre dall’Agenzia delle entrate e pubblicate nelle Faq rubricate “fatturazione elettronica e corrispettivi elettronici”.

venerdì 13 ottobre 2017

Cassazione penale: deontologia, violazioni usabili al processo

Secondo la 2ª sezione penale della Corte di cassazione – sentenza n. 46588 dell’11 ottobre 2017 – le dichiarazioni rese dal commercialista agli inquirenti in violazione dell’obbligo deontologico al segreto d’ufficio sono utilizzabili nel processo penale. La circostanza “non integra una violazione di disposizioni processuali previste a pena di inutilizzabilità”.

venerdì 13 ottobre 2017

INTRA: le novità

In una Nota (n.110586/RU) delle Dogane si illustrano le novità relative agli elenchi in vigore dal 1° gennaio 2018. Dal 1° gennaio 2018 non sarà più dovuta la presentazione degli elenchi riepilogativi concernenti gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute e permarrà soltanto l’obbligo di trasmissione degli elenchi riepilogativi concernenti le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese nei confronti di soggetti UE. Resta invariato l’obbligo di presentazione, alla scadenza di rito, degli elenchi INTRA relativi all’ultimo trimestre 2017 ed al mese di dicembre 2017, così come l’obbligo di comunicare eventuali rettifiche agli elenchi INTRA aventi periodi di riferimento antecedenti.

venerdì 13 ottobre 2017

Spesometro: prove di snellimento

Novità in tema di spesometro. Lo strumento prova ad allegerirsi, con pochi dati e nessuna sanzione per gli invii del primo semestre e informazioni aggregate. Per il 2018, è allo studio un ritorno allo spesometro annuale. Sono questi alcuni dei punti su cui stanno lavorando i tecnici del ministero dell’economia per non arrivare impreparati al post 16 ottobre, data ultima per l’invio dei dati del primo semestre 2017. Dopo il 16 ottobre, data ultima per l’invio del 2017, arriverà un provvedimento da parte del ministero dell’economia in cui si stabilirà che non ci sarà irrogazione di sanzioni per gli invii avvenuti con errori a ridosso della scadenza.

giovedì 12 ottobre 2017

La riforma dei fallimenti è legge

Il Senato ha approvato definitivamente la nuova legge sui fallimenti, che ora si chiamerà liquidazione giudiziale. La legge vuole preservare per quanto possibile il patrimonio imprenditoriale e finanziario di un’impresa, in modo da rafforzare la capacità imprenditoriale complessiva del paese. La procedura si sposta dalla figura soggettiva dell’imprenditore/debitore al tema centrale della insolvenza nella sua accezione di crisi, che deve essere prevista il prima possibile e affrontata garantendo per quanto è possibile e fin dove possibile la continuità aziendale.

giovedì 12 ottobre 2017

Equo compenso senza giudice

Una nota diffusa ieri dalle Associazioni di categoria dei Commercialisti richiama l’attenzione sull’equo compenso, sulle diverse proposte che si confrontano in Parlamento.  La proposta avanzata dai Commercialisti è quella di prevedere norme che aiutino i professionisti ad ottenere un compenso, senza costringere il professionista a intraprendere un lungo e costoso iter giudiziario, nel quale si rischia la soccombenza.

giovedì 12 ottobre 2017

Terremoto nel Centro Italia: come ottenere il rimborso imposte

L’Agenzia delle entrate con il provvedimento 11 ottobre 2017, indica le modalità di rimborso delle imposte di successione, delle imposte e tasse ipotecarie e catastali e delle imposte di registro e di bollo versate con riferimento alle successioni, apertesi prima del 13 agosto 2017, e relative a immobili demoliti o dichiarati inagibili a causa degli eventi sismici che, a partire dal 24 agosto 2016, hanno colpito il Centro Italia. L’istanza di rimborso deve essere presentata all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate presso cui è stata presentata la dichiarazione di successione; si considerano valide anche le richieste di rimborso presentate prima della pubblicazione del provvedimento in esame. I rimborsi saranno erogati dall’Agenzia delle entrate mediante procedure automatizzate, secondo quanto previsto dal decreto 29 dicembre 2000.

giovedì 12 ottobre 2017

Disoccupazione: necessario l’identificativo della Did

Dal 1° dicembre 2017, il cittadino potrà essere considerato in “stato di disoccupazione” solo se, in relazione alla dichiarazione di immediata disponibilità rilasciata, sia riscontrabile all’interno della scheda anagrafica professionale (SAP) l’identificativo univoco.

giovedì 12 ottobre 2017

Gli ISA nuovi strumenti di congruità

Le anomalie contabili e gestionali non supereranno il vaglio dei nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale. Gli indicatori operano sui conti e sulla gestione. Il nuovo sistema basato sulla compliance fiscale non sarà più permissivo rispetto agli studi di settore e non consentirà di ottenere i benefici del nuovo regime premiale attraverso una rappresentazione distorta della propria realtà. Tanto ha detto Vieri Ceriani  nella relazione che ha illustrato brevemente il contenuto e le caratteristiche di ciascuna categoria di indicatori elementari che influenzeranno la determinazione dell’indice sintetico di affidabilità fiscale del contribuente.

giovedì 12 ottobre 2017

Partite Iva: inversione di tendenza

Dal punto di vista delle nuove aperture di partite Iva in agosto 2017 buone le performance di Sicilia, Molise e Campania, aumentando dell’1,5%, rispetto al corrispondente mese del 2016. Sono in tutto 18.697: un dato trainato, in particolare, dalle persone fisiche che costituiscono il 73,7% del totale, ma al cui risultato, questa volta, ha contribuito anche l’apporto delle società di capitali (21%). È quanto si ricava dalla sintesi mensile pubblicata sul sito del dipartimento delle Finanze, con le informazioni suddivise per natura giuridica, ripartizione territoriale, settore produttivo e dati demografici.

mercoledì 11 ottobre 2017

Ricerca e Sviluppo per le Biotecnologiche: chiarimenti

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione 122/E del 10 ottobre 2017, chiarisce i principali dubbi interpretativi circa l’applicazione al campo delle biotecnologie del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo. L’Amministrazione, in sede di consulenza giuridica, risponde ai quesiti relativi alle condizioni di applicabilità del credito d’imposta formulati dagli operatori del settore.

mercoledì 11 ottobre 2017

Comunicazioni Iva: ancora chiarimenti

Nelle nuove FAQ in materia di comunicazioni Iva pubblicate dall’Agenzia delle Entrate, nella Sezione Fatture e Corrispettivi del sito istituzionale, si legge che lo scarto ingiustificato dello spesometro è dovuto a problemi connessi alla firma elettronica. Lo scarto dipende dal fatto che il file non è stato firmato elettronicamente o è stato firmato con una firma non valida (il certificato è scaduto o si sono verificati errori durante l’acquisizione della firma).

mercoledì 11 ottobre 2017

IVA: detrazione in 16 giorni sulle fatture ricevute a inizio gennaio 2018

Le nuove regole del Dl n. 50/2017 sulla detrazione Iva avranno sui piani operativo e finanziario un impatto notevole sulle operazioni di fine anno. In particolare, per le fatture relative alle operazioni di dicembre, per le operazioni per le quali la fatturazione avviene nel 2018 con riferimento al 2017 e per tutte le fatture passive del 2017 che il cessionario/committente riceve nel corso del 2018. i termini per esercitare il diritto a detrazione sono passati da 2 anni e 4 mesi a soli 4 mesi.

mercoledì 11 ottobre 2017

Codice terzo settore: agevolazioni per le erogazioni liberali

Il Dl n. 117/2017, in attuazione della riforma del terzo settore contenuta nella legge 106/2016, ha introdotto nuove agevolazioni fiscali a favore di chi fa donazioni in denaro o in natura. Le agevolazioni sono modulate a seconda dei soggetti eroganti e riceventi. Per quanto concerne le persone fisiche, le agevolazioni consistono in: detraibilità al 30% per le donazioni in denaro o in natura con un tetto massimo di 30mila euro per ciascun periodo di imposta; detraibilità che raggiunge il 35% se i soggetti riceventi sono organizzazioni di volontariato; il contribuente può scegliere in alternativa di dedurre le donazioni fino al 10% reddito complessivo dichiarato. Se le donazioni in denaro o in natura vengono effettuate da parte di aziende o enti, le agevolazioni comportano: la deducibilità delle stesse fino al 10% del reddito complessivo dichiarato, senza alcun tetto massimo; nel caso in cui la deduzione sia superiore al reddito complessivo dichiarato, l’eccedenza può essere utilizzata in deduzione fino al quarto periodo d’imposta successivo. Le agevolazioni saranno operative a partire dall’1 gennaio 2018, per le erogazioni nei confronti di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus; per gli altri a partire dalla loro iscrizione nel Registro Unico nazionale del terzo settore.

mercoledì 11 ottobre 2017