Notizie Fiscali

  • Ricerca

Agenti di commercio: i contributi Enasarco

Gli agenti, rappresentanti di commercio e i consulenti finanziari sono beneficiari dei contributi straordinari 2020 messi a disposizione dalla Fondazione Enasarco.  Le domande possono essere presentate a dal 3 aprile 2020 e fino al 30 aprile 2020; i contributi saranno assegnati per graduatoria di reddito dal più basso al più alto. Gli iscritti potranno presentare la domanda unicamente online, tramite l’area a loro riservata in Enasarco. I richiedenti devono avere avuto nel 2018 un reddito non superiore a  40.000 euro.

venerdì 3 aprile 2020

MUD: scadenza prorogata

Il Dl n. 18/2020 non dimentica il settore ambientale e in particolare le aziende che si occupano della gestione dei rifiuti.  Sono rinviati al 30 giugno 2020 i seguenti termini: presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale – MUD, della comunicazione annuale dei dati relativi a pile e accumulatori, della comunicazione delle quantità di RAEE, del pagamento dell’iscrizione annuale all’Albo nazionale gestori ambientali.

venerdì 3 aprile 2020

Cu 2020: le sanzioni in caso di omessa presentazione

La scadenza del 31 marzo 2020 ha interessato le Cu dipendenti (termine originario 7 marzo), per le Cu rappresentanti redditi non interessati dal 730 precompilato, l’invio telematico può essere effettuato entro il 31 ottobre, termine di invio del modello 770. I ritardi (gli errori) nella trasmissione delle certificazioni costano 100 euro per ciascuna Cu interessata. Provvedendo a correggere le CU già inviate entro la scadenza ordinaria si beneficiare della riduzione ad 1/3 della sanzione prevista. Non si applica il ravvedimento in caso di regolarizzazione successiva.

venerdì 3 aprile 2020

Redditi 2020: sono online le specifiche tecniche degli ISA

Sono state approvate, con provvedimento del 1° aprile 2020, e sono online le specifiche tecniche degli ISA 2020. Si potrà così il file messo a disposizione dall’Agenzia per la richiesta degli ulteriori elementi necessari alla determinazione del punteggio di affidabilità relativo al periodo d’imposta 2019.

venerdì 3 aprile 2020

CISOA: le istruzioni dell’INPS per la Cassa integrazione agricola

Il Dl Cura Italia non si occupa in modo particolare della Cassa integrazione per il settore agricolo, al quale continuano ad applicarsi le regole ordinarie. Viene comunque inserita la nuova “causale COVID-19 CISOA” che i datori di lavoro interessati devono utilizzare per presentare domanda. L’integrazione è pari all’80% della retribuzione media giornaliera; possono richiederla le aziende agricole anche costituite in forma associata, che esercitano un’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, all’allevamento degli animali e attività connesse, o anche quelle dirette alla trasformazione e all’alienazione dei prodotti agricoli.  Ne hanno diritto gli operai, gli impiegati e i quadri dipendenti a tempo indeterminato. La legge di riferimento è la n. 457 del 1972.

venerdì 3 aprile 2020

Buoni spesa per emergenza Covid-19: i beneficiari

L’Anci fornisce le prime istruzioni circa il funzionamento dei buoni spesa istituiti per l’emergenza corona virus. I cittadini devono seguire le regole specifiche indicate dal Comune di residenza. Le cifre variano in base al territorio. Ne hanno diritto “i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid 19 e quelli in stato di bisogno”. La priorità va a chi già non beneficia di altre misure di sostegno al reddito, come: reddito di cittadinanza; reddito di inclusione; Naspi, indennità di  disoccupazione; indennità di mobilità; cassa integrazione guadagni; altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale.

venerdì 3 aprile 2020

Bonus baby sitter e bonus nido cumulabili

L’INPS, con il messaggio n. 1447 del 1° aprile 2020, ha chiarito che il bonus baby sitter di 600 euro è cumulabile con il bonus asilo nido.

venerdì 3 aprile 2020

Bando ISI 2019: il calendario riparte da maggio

E’ stato rinviato il calendario del bando Isi 2019. Il bando interessa imprese che adeguano gli ambienti di lavoro per la tutela della salute e la sicurezza sul lavoro. Il termine inziale per la presentazione delle domande era fissato al 16 aprile 2020, l’emergenza in atto lo ridetermina: l’Istituto fornirà nuove indicazioni entro il 31 maggio prossimo.

giovedì 2 aprile 2020

Incentivi conto energia: il codice tributo per il versamento

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 16/E del 31 marzo 2020, ha istituito il codice tributo per il versamento, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, delle somme dovute per la definizione da parte di coloro che intendono mantenere il diritto a beneficiare delle tariffe incentivanti riconosciute dal Gestore dei servizi energetici (Gse), in presenza del divieto di cumulo delle agevolazioni riguardanti la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici con la detassazione fiscale “Tremonti ambiente”, previa restituzione di una somma relativa ai benefici fiscali goduti in base alla Finanziaria 2001. Il codice tributo è “8200”, va esposto in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando: nella sezione “contribuente”, nei campi “codice fiscale” e “dati anagrafici”, il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto che effettua al versamento; nella sezione “erario ed altro”: nel campo “tipo”, la lettera “R”; nel campo “elementi identificativi”, nessun valore; nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”. I campi “codice ufficio” e “codice atto” non devono essere valorizzati.

giovedì 2 aprile 2020

Agenzia delle entrate: il codice per compensare l’una tantum 100 euro

Con la risoluzione n. 17/E del 31 marzo 2020 l’Agenzia delle entrate ha istituito i codici di tributo da utilizzare per compensare l’incentivo di 100 euro corrisposto da aprile ai dipendenti che hanno lavorato nel mese di marzo 2020. Eccoli: per il modello F24: “1699”, va esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”. Nei campi “rateazione/regione/prov./mese rif.” e “anno di riferimento” sono invece da indicare, rispettivamente, il mese e l’anno in cui è avvenuta l’erogazione del premio, nei formati “00MM” e “AAAA”; per il modello F24 “enti pubblici”, F24 Ep: “169E”, va esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nel campo “importi a credito compensati”. Nei campi “riferimento A” e “riferimento B” devono essere indicati, invece, il mese e l’anno in cui è avvenuta l’erogazione del premio, nei formati “00MM” e “AAAA”.

giovedì 2 aprile 2020

Nuove tariffe TARI: proroga la 30 giugno 2020

Anche la TARI è interessata dalle proroghe: il termine per l’approvazione delle nuove tariffe è spostato al 30 giugno 2020. Pertanto, i Comuni potranno confermare anche per il 2020 le tariffe del 2019, provvedendo entro il 31 dicembre alla determinazione ed approvazione del piano economico 2020.

giovedì 2 aprile 2020

Pubblicato l’elenco permanente del 5‰: al via le nuove iscrizioni

E’ stato pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate l’elenco permanente 2020 degli iscritti al riparto del 5‰ dell’Irpef. E’, inoltre, aperto il canale di trasmissione delle nuove domande di ammissione. Gli interessati o gli intermediari abilitati potranno inviare le richieste in modalità telematica, tramite Entratel o Fisconline, fino al 7 maggio.

giovedì 2 aprile 2020

Bonus 600 euro Casse professionali: via libera del Ministero

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato il decreto che disciplina l’estensione del bonus di 600 euro agli iscritti agli Albi professionali e alle relative Casse di previdenza. La richiesta può essere fatta nel periodo compreso tra il 1° e il 30 aprile e verrà concesso (almeno così si legge) fino ad esaurimento risorse. La concessione è condizionata a requisiti reddituali e di fatturato.

giovedì 2 aprile 2020

INPS: chiarimenti su CIG in deroga, CIGO e assegno ordinario

L’INPS, con la circolare n. 47 del 28 marzo 2020 , illustra e fornisce chiarimenti riguardanti le misure a sostegno del reddito previste dal dl n. 18/2020, CIG in deroga, CIGO e assegno ordinario. E’ stabilito che per accedere alla cassa integrazione in deroga non è necessario l’accordo sindacale basta un’informativa; l’accordo aziendale, oltre a quello quadro regionale, è necessario per ciascun datore di lavoro che occupi più di 5 dipendenti. Per la CIGO e l’assegno ordinario non sarà necessario dimostrare la non imputabilità e la temporaneità dell’evento né comunicare la data di ripresa della normale attività. Per la concessione della CIGO e l’ammissione all’assegno ordinario non sarà richiesta alcuna relazione tecnica e, per l’assegno ordinario, non sarà necessario compilare la scheda causale. Le misure si possono attivare anche se preventivamente non sono state fruite le ferie.

mercoledì 1 aprile 2020

Decreto Cura Italia: sospensione dei termini per la successione

La dichiarazione di successione beneficia della sospensione dei termini per l’emergenza sanitaria. La proroga del termine di presentazione non è espressamente menzionata nel testo del decreto, ma, come indicato dal ministero dell’Economia e delle Finanze sul sito istituzionale, beneficia della stessa sospensione riservata agli adempimenti tributari.

mercoledì 1 aprile 2020

Agenzia delle entrate: phishing sul rimborso imposte da parte dell’Agenzia

Attenzione alle truffe in atto via e-mail recante a titolo: rimborso dall’Agenzia delle entrate. L’Amministrazione mette in guardia i malcapitati. Si tratta di un tentativo di recupero, da parte di delinquenti, di informazioni riservate dei contribuenti. L’Agenzia ricorda che i rimborsi si ottengono solo: accredito su conto corrente se sono state indicate le coordinate del conto; oppure, in base all’importo: fino a 999,99 euro, comprensivi di interessi, si riceve un invito a presentarsi in un qualsiasi ufficio postale con un documento d’identità per riscuotere il rimborso in contanti; oltre 999,99 euro e fino a 51.645,69 euro invito a comunicare le coordinate del proprio conto corrente, con un modello da compilare e consegnare, entro il termine indicato, a un ufficio postale; per gli importi superiori a 51.645,69 euro, comprensivi di interessi, e per i rimborsi di soli interessi di qualsiasi importo, la restituzione avviene esclusivamente tramite accredito su conto corrente bancario o postale.

mercoledì 1 aprile 2020

Cuneo fiscale 2020: il Parlamento approva

Ieri, 31 marzo 2020, è stato approvato in via definitiva il taglio del cuneo fiscale 2020.  Dal 1° luglio il bonus Renzi diventa bonus Irpef, aumentando il suo importo a 100 euro al mese spettanti ai lavoratori dipendenti con redditi compresi tra 8.174 euro e 28.000 euro; per redditi compresi tra i 28.000 euro e i 40.000 euro si avrà una detrazione variabile, dai 100 euro a 0 euro a seconda del posizionamento nella fascia di reddito più alta.  

mercoledì 1 aprile 2020

Tassi interesse antiusura fino al 30 giugno 2020

E’ stato pubblicato nella GU del 30 marzo 2020, il DM 26 marzo 2020 del Ministero dell’Economia e delle finanze che indica i nuovi tassi effettivi globali medi validi dal 1° aprile al 30 giugno 2020 in ottemperanza della legge sull’usura.

mercoledì 1 aprile 2020

Attività sospese: le FAQ del Governo

Sono state pubblicate sul sito del Governo alcune Faq recanti chiarimenti sulle restrizioni riguardanti la chiusura delle attività lavorative. Si possono esercitare: le attività professionali, anche in forma d’impresa; la vendita di soli generi alimentari e di prima necessità, osservando le regole di distanza interpersonale; eventuali altri prodotti devono essere rimossi dagli spazi di vendita, o ne deve esserne precluso l’accesso; è sempre ammessa la vendita al domicilio per qualsiasi tipologia di bene; sono attivi i trasporti, sia in proprio che c/terzi.

mercoledì 1 aprile 2020

Bonus 600 euro operai agricoli

Al via da oggi la presentazione delle domande di contributo 600 euro partite Iva. Il contributo spetta anche ai lavoratori agricoli. Ne hanno diritto gli operai agricoli (anche a tempo determinato) che hanno svolto almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo nel 2019, e che non siano titolari di trattamento pensionistico diretto; i piccoli coloni e i compartecipanti familiari. Per presentare la domanda si necessita di: PIN rilasciato dall’INPS (sia ordinario sia dispositivo); SPID di livello 2 o superiore; Carta di identità elettronica 3.0 (CIE); Carta nazionale dei servizi (CNS). In caso di mancato possesso di una delle credenziali di cui sopra, si può richiedere il Pin INPS semplificato ai numeri: 803.164 – 06164164.

mercoledì 1 aprile 2020

Indennità 600 euro Agenti di Commercio

Dopo giorni sull’ottovolante ecco quella la conferma (si spera) definitiva: sì all’indennità anche a rappresentanti di commercio iscritti contestualmente alla cassa Commercianti e all’Enasarco (cfr. Circ. 49/2020 INPS) (Mario Agostinelli)

martedì 31 marzo 2020

Nuova Sabatini: sospensione delle rate dei finanziamenti

Il MISE ha sospeso fino al 30 settembre 2020 il pagamento delle rate e dei canoni di leasing per i mutui e gli altri finanziamenti, intestati alle imprese che beneficiano delle agevolazioni previste dalla Nuova Sabatini per l’acquisto dei beni strumentali. I contributi agevolativi concessi dal Ministero ai soggetti beneficiari della misura non subiranno variazioni e continueranno ad essere erogati.

martedì 31 marzo 2020

Bonus botteghe e negozi: compensazione in F24

Il bonus botteghe e negozi copre parte delle spese di affitto sostenute dai commercianti per i locali chiusi a dell’emergenza sanitaria in atto. Per accedere al beneficio occorre essere titolari di un’attività economica di vendita di beni e servizi al pubblico sospesa a seguito delle misure restrittive decretate, ed essere gli intestatari del contratto di locazione del negozio di categoria catastale C/1. Sono escluse dal credito le attività indicate negli allegati 1 e 2 del Dpcm dell’11 marzo 2020. La risoluzione AE 13/2020 ha istituito il codice d’imposta “6914” per  l’utilizzo in compensazione, tramite F24 e a partire dal 25 marzo 2020, del credito d’imposta. Il modello si può presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate.

martedì 31 marzo 2020

INPS: permessi Legge 104

Con la circolare n. 45 del 25 marzo 2020, l’INPS ha fornito le istruzioni operative per fruire dell’incremento dei permessi della Legge 104/1992. L’art. 33 del Dl n. 151/2001 prevede, in favore dei genitori lavoratori dipendenti, il diritto a fruire del congedo parentale per un periodo massimo di tre anni, comprensivi del congedo parentale ordinario, entro il compimento del dodicesimo anno di età o entro 12 anni dall’ingresso in famiglia del minore in caso di adozione o affidamento. Per tutto il periodo di prolungamento del congedo è prevista un’indennità pari al 30%. L’art. 23, co. 5 del Dl n. 18/2020 ha previsto, oltre che per i lavoratori dipendenti, anche per i genitori iscritti alla Gestione separata e i genitori lavoratori autonomi iscritti all’INPS, la possibilità di fruire del congedo indennizzato anche oltre il limite di 12 anni di età. i lavoratori dipendenti del settore privato, aventi diritto ai permessi in argomento, potranno godere in aggiunta ai 3 giorni mensili già previsti dalla legge n. 104/1992, di ulteriori 12 giornate lavorative da fruire complessivamente nell’arco dei predetti due mesi.

martedì 31 marzo 2020

INPS: i congedi parentali

Con la circolare n. 45 del 25 marzo 2020, l’INPS ha fornito le istruzioni operative per fruire del congedo per emergenza Covid-19 in favore dei lavoratori dipendenti del settore privato, dei lavoratori iscritti alla Gestione separata e dei lavoratori autonomi. Il congedo è riconosciuto alternativamente a uno solo dei genitori per nucleo familiare per i figli di età non superiore ai 12 anni (limite che non si applica in riferimento ai figli disabili in situazione di gravità accertata). Gli interessati devono presentare istanza al proprio datore di lavoro e all’Istituto, utilizzando la normale procedura di congedo parentale per lavoratori dipendenti. La possibilità è concessa anche ai genitori con figli fra i 12 e i 16 anni, senza però avere diritto ad alcuna indennità e al riconoscimento della contribuzione figurativa. In questo caso, l’istanza deve essere presentata solo al proprio datore di lavoro.

martedì 31 marzo 2020

Cura Italia: sospensione dei termini per gli avvisi bonari

La sospensione dei termini per le cartelle di pagamento non ha coinvolto gli avvisi bonari. Al fine sono stati presentati emendamenti presso le Commissioni del Senato per intervenire anche sugli avvisi. La scelta di non coinvolgere gli avvisi bonari nella sospensione ha destato perplessità anche della Corte dei Conti.

martedì 31 marzo 2020

Decreto Cura Italia: sospensione di 30 giorni per gli adempimenti UIF

Grazie al decreto emergenza Coronavirus, la UIF ha predisposto una proroga di 30 giorni per l’invio dei dati aggregati, la trasmissione delle comunicazioni oggettive e le dichiarazioni delle operazioni in oro (comunicato stampa UIF del 27 marzo 2020). Inoltre, è stabilito che la sospensione dal 23 febbraio al 15 aprile 2020 prevista dal decreto, sia applicabile ai procedimenti amministrativi riguardanti le violazioni di obblighi normativi accertate dall’Unità e a quelli in cui la UIF è titolare di poteri istruttori.  

martedì 31 marzo 2020

Nuovi codici tributo per le somme rateizzate a seguito di accertamento art. 36/bis

La risoluzione n. 15 del 26 marzo 2020 istituisce i nuovi codici tributo per versare, tramite F24, le somme dovute al Fisco a seguito dei controlli automatizzati delle dichiarazioni dei redditi effettuati dall’Agenzia delle entrate, in base all’articolo 36-bis del Dpr n. 600/1973. Sono utilizzabili nel caso in cui il contribuente intenda pagare solo una quota dell’importo complessivamente dovuto.

lunedì 30 marzo 2020

Patent box: sospesi i termini

Il decreto Cura Italia sospende anche i termini della trattazione delle istanze relative alle procedure di accordo preventivo per le imprese con attività internazionale e del patent box. La sospensione ha dall’8 marzo al 31 maggio del 2020.

lunedì 30 marzo 2020

Comunicazione ENEA: è possibile inviare i dati casa

E’ attiva dallo scorso 25 marzo la procedura di comunicazione ENEA 2020. Vanno comunicati i dati relativi ai lavori conclusi dal 1° gennaio. Considerando la data indicata, e i 90 giorni di scadenza del termine, per i lavori conclusi dal 1° gennaio e fino alla data di messa online sito, la scadenza per l’invio è fissata al 23 giugno 2020.

lunedì 30 marzo 2020

Nuovo modello IVA TR 2020: le istruzioni dell’Agenzia

Con il provvedimento n. 144055 del 26 marzo 2020, l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le specifiche tecniche e istruzioni relative al modello IVA TR 2020. Il modello interessa i contribuenti che hanno realizzato nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,58 euro e hanno necessità di richiedere, in tutto o in parte, il rimborso. La richiesta deve essere presentata entro la scadenza dell’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati ad Entratel.

lunedì 30 marzo 2020

Richieste di invalidità civile, cecità, sordità: domanda dal 1° giugno 2020 semplificata

Con messaggio n. 1387 del 27 marzo 2020 l’INPS ha comunicato che la trasmissione delle domande di invalidità civile, cecità e sordità sarà unificata e in forma semplificata e si potrà presentare dal 1° giugno 2020 e non più dal 1° aprile.

lunedì 30 marzo 2020

Agenzia delle Dogane: proroga modello INTRA

L’Ufficio Centrale Normativa Dogane, in applicazione della sospensione degli adempimenti tributari ex art.62 del Dl n. 18/2020, ha prorogato la scadenza per la trasmissione del modello INTRA1 al 30/06/2020, senza l’applicazione delle sanzioni.

lunedì 30 marzo 2020

Bonus 600 euro: il MEF chiarisce che spetta anche ai soci di Snc e Srl

Il MEF ha chiarito che il bonus di 600 euro spetta anche ai soci di società di persone o capitali; importante è essere iscritti alle gestioni INPS.

venerdì 27 marzo 2020

Cura Italia: il decreto di aprile

E’ ancora presto per il decreto di aprile che integrerà il Cura Italia di marzo. Tra le indiscrezioni si legge: il potenziamento e l’affinamento del bonus 600 euro partite Iva; intervento del Fondo di Garanzia e del sistema bancario, per dare liquidità alle imprese; disattivazione delle sanzioni per i versamenti tardivi del 20 marzo.

venerdì 27 marzo 2020

Cura Italia: sospese le società di comodo

La disciplina delle società di comodo, di cui all’’art. n. 30 della L. 724/1994,  viene disapplicata dal decreto Cura Italia. Nello specifico: per le società non operative l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2020 (Redditi 2021); per le società in perdita persistente da 5 periodi di imposta, oppure da 4 periodi e il quinto con ricavi inferiori a quelli minimi, l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2021 (Redditi 2022).

venerdì 27 marzo 2020

Cura Italia: il bonus dipendenti

Il “Cura Italia” prevede un bonus di 100 euro, per il mese di marzo 2020, a favore dei lavoratori dipendenti, pubblici e privati, con reddito complessivo non superiore a 40.000 euro,  che, durante il periodo di emergenza sanitaria, continuino a lavorare presso la sede aziendale. Il premio va ragguagliato ai giorni di lavoro prestati e non concorre alla formazione della base imponibile, ai fini delle imposte dirette. Il premio sarà corrisposto dal datore di lavoro in modo automatico, a partire dalla retribuzione del mese di aprile,  e comunque,  entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno. Il datore di lavoro recupererà le somme tramite la compensazione, di cui all’art.17 del Dl n. 241/1997.

venerdì 27 marzo 2020

Versamenti PREU prorogati

Il DL 18/2020 – art. 69 – proroga i termini per il versamento del PREU (prelievo erariale unico sugli apparecchi elencati nell’art. 110, del testo unico R.D. n. 773 del 18 giugno 1931, e del canone concessorio in scadenza entro il 30 aprile 2020, al 29 maggio 2020.

venerdì 27 marzo 2020

Lavori usuranti: nuova scadenza per la compilazione del modello

Slitta la scadenza per la compilazione del modello LAV_US (lavori usuranti) per le attività lavorative svolte nell’anno 2019: la nuova data è fissata al 30 maggio 2020.  Lo ha comunicato il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la nota direttoriale del 19 marzo 2020.

venerdì 27 marzo 2020

Cassa Integrazione Covid-19: pagamenti entro 30 giorni

Nei prossimi giorni saranno disponibili le procedure per chiedere la cassa integrazione con causale Covid–19; è precisato che i tempi di pagamento saranno molto brevi, si legge entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

venerdì 27 marzo 2020

Bonus gasolio: pubblicato il pacchetto software

E’ stato pubblicato sul sito delle Dogane e dei Monopoli, il software aggiornato per la compilazione e la stampa della richiesta di rimborso dei maggiori costi sostenuti, nel primo trimestre 2020, dell’accisa sul gasolio dagli autotrasportatori. Nella nota 96399 del 23 marzo 2020 sono specificati in 214,18 per mille litri di prodotto gli importi restituibili. Le somme possono essere recuperate sia in denaro sia in compensazione, indicando nel modello F24 il codice tributo 6740.

giovedì 26 marzo 2020

Professionisti: il welfare delle Casse di previdenza

Ecco altre indicazioni in sintesi predisposte dalle Casse di previdenza professionali. EPAP: sospesi gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 giugno 2020; EPPI: sospesi adempimenti e versamenti contributivi fino al 15 novembre 2020, con la possibilità di pagarli a partire dal 16 novembre in 12 rate mensili di pari importo senza maggiorazione, sospesi gli addebiti per le rateizzazioni in corso fino a novembre, sospesi fino al 15 novembre 2020 le nuove azioni di riscossione coattiva con eccezione delle azioni di recupero già avviate mediante azioni giudiziali, sospesi dal 23 febbraio fino al 15 novembre i termini di decadenza per le domande di prestazioni previdenziali e assistenziali; INARCASSA: la 1° e 2° rata dei contributi potranno essere pagate entro il 31 dicembre; i versamenti rateali riprenderanno dal 31 agosto.

giovedì 26 marzo 2020

Professionisti: il welfare delle Casse di previdenza

Ecco altre indicazioni in sintesi predisposte dalle Casse di previdenza professionali. Biologi: sospensione delle rateizzazioni fino al 30 giugno (per chi risiede nella ex zona rossa i contributi sono sospesi fino al 31 dicembre 2020); ENASARCO: il contagio da Covid-19 è compreso nei casi di ospedalizzazione previsti dalla copertura sanitaria integrativa in favore degli iscritti, stanziati, inoltre, 8,4 milioni di euro in favore degli agenti in difficoltà; ENPAM: versamenti contributivi posticipati al 30 settembre; ENPAP: sospesi dal 23 febbraio al 30 aprile 2020 gli adempimenti e i versamenti contributivi in scadenza e il recupero crediti e le rateazioni in atto; ENPAV: sospensione dei contributi in scadenza, delle rateazioni, dilazioni, minimi, eccedenze ecc. dal 21 febbraio al 31 maggio incluso.

giovedì 26 marzo 2020

Professionisti: il welfare delle Casse di previdenza

Ogni Cassa di previdenza professionale si sta adoperando per venire incontro ai propri iscritti in questo periodo di emergenza. Ecco alcune indicazioni in sintesi. Cassa forense:  sospensione di versamenti e adempimenti fino al 30 settembre 2020; Cassa geometri: sospensione dei versamenti in scadenza fino a maggio e automatica proroga in caso perdurare dello stato di emergenza; Commercialisti: sospensione dei contributi e adempimenti sino al 31 ottobre 2020, anche quelli rateizzati; Ragionieri: restano in essere le scadenze naturali, ma con facoltà di pagare fino al 30 aprile 2020 senza di sanzioni e interessi; Consulenti del lavoro: versamenti posticipati e da effettuare tra settembre e dicembre.

giovedì 26 marzo 2020

Bonus pubblicità: le novità dal decreto Cura Italia

Il bonus pubblicità viene modificato, solo per il 2020, dal decreto Cura Italia. Si prevede l’applicazione di una percentuale del 30% sugli investimenti effettuati nel 2020, che prende il posto del criterio incrementale; la comunicazione preventiva potrà essere presentata, oltre che nel periodo 01/03/2020 – 31/03/2020, anche dal 01/09/2020 – 30/09/2020.

giovedì 26 marzo 2020

Moratoria mutui anche per i professionisti

Alla moratoria dei mutui prevista dal decreto Cura Italia possono accedere anche i professionisti, lo ha precisato il Ministero dell’Economia e delle Finanze in una nota pubblicata il 22 marzo 2020 sul proprio sito. Le comunicazioni possono essere presentate dal 17 marzo 2020; gli interessati dovranno certificare di aver subito in via temporanea carenze di liquidità dovute alla diffusione dell’epidemia da Covid-19.

mercoledì 25 marzo 2020

Bonus partite IVA: Tridico ha annunciato un nuovo Pin INPS online

Il Presidente dell’INPS Tridico ha annunciato l’arrivo di un nuovo Pin INPS online, utile per semplificare le procedure di richiesta del bonus 600 euro partite IVA. La nuova procedura di richiesta del Pin sarà disponibile entro l’inizio della prossima settimana; al richiedente verrà trasmesso un SMS per l’attivazione delle credenziali, che saranno utilizzabili nell’immediato. La domanda potrà essere presentata entro la fine del mese.

mercoledì 25 marzo 2020

Bonus affitti: professionisti fuori

Il decreto Cura Italia ha previsto il bonus del 60% sull’affitto pagato da negozi e botteghe di categoria C/1. I professionisti, già esclusi da altre misure, restano esclusi anche da questa misura, salvo che nel prossimo decreto non venga estesa l’agevolazione.

mercoledì 25 marzo 2020

Bonus 600 partite IVA: il Pin INPS e lo SPID

Per richiedere il bonus 600 euro per le partite IVA occorrerà (pare) il Pin dispositivo o le credenziali SPID, CIE o CNS. La richiesta del Pin INPS si fa online, compilando una domanda, inserendo il proprio codice fiscale, i dati anagrafici, l’indirizzo di residenza ed un numero di telefono. Viene fornita soltanto la prima parte del Pin INPS (tramite email o sms), la restante viene invece inviata tramite posta all’indirizzo di residenza. Questo Pin è di tipo ordinario, bisognerà convertirlo in Pin dispositivo. La richiesta dello SPID si può fare attraverso i seguenti canali: Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim. Occorrono: un indirizzo e-mail; il numero di telefono del cellulare usato normalmente; un documento di identità valido; la tessera sanitaria con il codice fiscale. Questi documenti andranno fotografati o scansionati durante la registrazione e allegati al form da compilare.

mercoledì 25 marzo 2020

Agenzia Riscossione: chiusa fino al 3 aprile – servizi online

E’ prolungata fino al prossimo 3 aprile la chiusura al pubblico degli uffici dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, prevista, inizialmente, fino al 25 marzo. Continuano le attività del personale in back office. Restano attivi i servizi online, disponibili h24 sul portale e sull’App Equiclick. E’ attivo tutti i giorni, 24 ore su 24, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18, al numero unico 06 01 01 il contact center con operatore.

mercoledì 25 marzo 2020

Sospensione dei termini: estesa all’accertamento con adesione

La sospensione dei termini introdotta dagli articoli 67 e 83 del Dl n. 18/2020, è estesa ai procedimenti di accertamento con adesione. Su richiesta dei contribuenti, e se non in contrasto con la tutela della salute pubblica, gli Uffici nel periodo di sospensione, potranno avviare contraddittori telefonici o in videoconferenza, con successivo scambio e firma dei verbali tramite Pec o posta ordinaria (Circolare AE n. 6/E del 23 marzo 2020).

mercoledì 25 marzo 2020

INAIL: prestazioni anticipate anti-coda

L’INAIL si è attivato per pagare anticipatamente le prestazioni ed evitare code non propedeutiche in questo periodo. Per chi riceve le prestazioni economiche in modo periodico è stato fissato un calendario con ordine alfabetico da rispettare; per chi ha diritto a quelle non continuative, per infortunio e malattie professionali, è necessario indicare l’IBAN al momento dell’apertura della pratica così da ricevere le somme direttamente sul conto corrente, bancario/postale.

martedì 24 marzo 2020

INPS: congedi parentali, legge 104, baby sitting

Con il messaggio n. 1281 del 20 marzo 2020, l’Inps ha fornito la prima sintesi illustrativa sui congedi parentali per i lavoratori autonomi (iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps e alla gestione Inps) e i dipendenti pubblici; sul bonus per i servizi di baby-sitting per le prestazioni effettuate nei periodi di chiusura scolastica e dell’incremento di 12 giorni di permesso retribuiti complessivi per il mese di marzo e aprile, che si aggiungono ai 3 giorni mensili già previsti dalla legge 104/1992. Per le domande si è in attesa dell’aggiornamento delle procedure telematiche.

martedì 24 marzo 2020

INPS: Cassa Integrazione in deroga speciale decreto cura Italia

L’INPS, con il messaggio n. 1287/2020, ha fornito chiarimenti in merito la Cassa Integrazione in deroga speciale prevista dal Decreto cura Italia. Si tratta di una Cassa Integrazione che interessa tutte le aziende in difficoltà sull’intero territorio nazionale. Non si applicano le disposizioni generali relative al requisito dell’anzianità di effettivo lavoro e il contributo addizionale; è consentito esclusivamente il pagamento diretto con modello telematico SR41; le domande vanno presentate alle Regioni e Province autonome. Il trattamento decorre dal 23 febbraio 2020 e riguarda solo i dipendenti in forza a tale data. Nessun cenno circa la necessità della preventiva fruizione delle ferie. Seguirà una circolare illustrativa INPS di prossima pubblicazione.

martedì 24 marzo 2020

INPS: come ottenere la CU 2020

L’INPS, con la circolare n. 43 del 20 marzo 2020, ha diramato le istruzioni circa l’ottenimento della CU 2020 a disposizione dei contribuenti a partire dal prossimo 31 marzo. La si potrà ottenere online sul sito dell’INPS o presso i patronati e i centri di assistenza fiscale. Per scaricarla online bisognerà essere in possesso di: credenziali SPID almeno di secondo livello o superiore; Carta Nazionale dei Servizi; Carta di Identità Elettronica 3.0. L’acquisizione della Certificazione Unica 2020 presso gli sportelli dell’INPS è sospesa, sono però attivi i canali telefonici: esclusivamente su richiesta del titolare, la relativa CU sarà spedita al domicilio del titolare medesimo risultante dagli archivi dell’Istituto; la posta elettronica ordinaria: solo nei casi di soggetti non titolari, quali il soggetto delegato ovvero l’erede di soggetto deceduto. Il canale è operativo a decorrere dal 30 marzo 2020. L’indirizzo di posta elettronica a cui inviare la richiesta di spedizione della CU è: richiestacertificazioneunica@inps.it.

martedì 24 marzo 2020

Agenzia delle entrate: sospesi gli interpelli

Sono sospesi anche per gli interpelli; lo ha comunicato l’Agenzia delle entrate con la circolare n. 4/E del 20 marzo 2020. La sospensione dei termini per le risposte alle istanze di interpello è prevista dall’8 marzo e fino al 31 maggio 2020. Per le istanze presentate nel periodo di sospensione i termini di notifica della risposta e quello per la regolarizzazione decorreranno dal 1° giugno 2020.

martedì 24 marzo 2020

Indennità emergenza coronavirus: i chiarimenti dell’INPS

L’INPS, con il messaggio n. 1288/2020, ha fornito chiarimenti in merito le indennità previste dal Decreto cura Italia, riservandosi di fornire istruzioni particolareggiate in una circolare illustrativa di prossima pubblicazione. Tutte le indennità sono riconosciute (provvisoriamente) per il mese di marzo; ammontano a 600 euro; sono esentasse; non sono cumulabili; non possono essere riconosciute ai percettori di reddito di cittadinanza.

martedì 24 marzo 2020

Affitti locali C/1: codice tributo compensazione credito d’imposta 60%

Il codice tributo per effettuare la compensazione del 60% sui canoni di locazione botteghe e negozi categoria C1 è il 6914. Può essere utilizzato a decorrere dal 25 marzo 2020 nella sezione “Erario” del modello F24 ( risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 13/E del 20 marzo 2020).

lunedì 23 marzo 2020

Misure a sostegno dei lavoratori autonomi e professionisti: estensione del Fondo Gasparrini

Per un periodo di 9 mesi dall’entrata in vigore del DL 18/2020, in deroga alla disciplina ordinaria del Fondo ex L. 244/2007, l’ammissione ai benefici del Fondo di solidarietà mutui prima casa è estesa ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino di aver registrato, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020, ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, un calo del proprio fatturato superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza Coronavirus.

lunedì 23 marzo 2020

Bonus pubblicità: gli ammessi 2019

Il dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della presidenza del Consiglio dei ministri ha stabilito, con il decreto del 18 marzo 2020, le modalità di fruizione del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari ed ha pubblicato l’elenco dei beneficiari, corredato dei rispettivi importi determinati sulla base delle comunicazioni pervenute all’Agenzia delle entrate.

lunedì 23 marzo 2020

Nuova IMU: metodo storico o metodo previsionale

Il Dipartimento delle Finanze del MEF – circolare n. 1/DF del 18 marzo 2020 – ha spiegato come calcolare il primo acconto IMU in scadenza il 16 giugno 2020. E’ possibile utilizzare il metodo storico, in base a quanto pagato nell’anno precedente, oppure quello previsionale, che considera la situazione immobiliare del primo semestre 2020.

lunedì 23 marzo 2020

Tax credit cinema 2018/2019: pubblicati gli elenchi degli ammessi

E’ stato pubblicato il decreto del Mibact recante l’elenco dei nuovi ammessi al tax credit cinema 2018/2019. Il nuovo decreto, emanato anche in considerazione delle misure d’urgenza riguardanti il settore dell’esercizio cinematografico, riguarda le richieste di tax credit pervenute al Mibact nel periodo maggio – settembre 2019 in relazione alla programmazione cinematografica dell’anno 2018 e dell’anno 2019. I beneficiari potranno usufruire del bonus loro riconosciuto a partire dal prossimo 10 aprile.

lunedì 23 marzo 2020

Agenzia entrate riscossione: Faq dopo il decreto Cura Italia

L’Agenzia entrate/riscossione ha pubblicato sul proprio sito alcuni chiarimenti necessari dopo la pubblicazione del decreto Cura Italia. Il decreto prevede la sospensione di tutti i versamenti in scadenza nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di accertamento esecutivi e dagli avvisi di addebito, che dovranno tuttavia essere pagati entro il 30 giugno 2020. Si sospendono, inoltre, sempre per lo stesso lasso di tempo l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare azioni di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti. Sono differiti al 31 maggio 2020 i termini per il pagamento della rata della “Rottamazione-ter”, scaduta il 28 febbraio 2020 e quella del “Saldo e stralcio” in scadenza il 31 marzo 2020. I servizi online sono disponibili h24 sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’App Equiclick.

lunedì 23 marzo 2020

Bonus 600 euro per i lavoratori autonomi: i beneficiari

Chi avrà diritto al bonus 600 partite Iva previsto dal decreto Cura Italia? L’indennità spetterà ai professionisti e autonomi iscritti alla gestione separata e co.co.co.; artigiani e commercianti; lavoratori stagionali del turismo e del settore agricolo, lavoratori dello spettacolo, in base alle seguenti categorie: liberi professionisti titolari di partita IVA; lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago. Le disposizioni sono contenute negli articoli 27, 28, 29, 30 e 38 del decreto. L’importo viene corrisposto una tantum dall’INPS, previa domanda, e non concorre alla formazione del reddito.

venerdì 20 marzo 2020

INPS: il comunicato stampa del 19 marzo 2020

L’INPS, nel comunicato di ieri 19 marzo 2020, ha reso noto quali procedure sono attive a seguito del decreto Cura Italia e quali in procinto di essere attivate. Il congedo parentale straordinario di 15 giorni per i lavoratori dipendenti e autonomi con figli fino a 12 anni è attivo; la procedura di Cassa integrazione, ordinaria e in deroga, è attiva ma si è in attesa delle istruzioni; i congedi per la gestione separata e gli autonomi saranno operativi nei prossimi giorni; la richiesta del bonus 600 euro per i lavoratori in stand by a causa dell’emergenza coronavirus sarà operativa nei prossimi giorni; il bonus baby sitter per le famiglie con figli fino a 12 anni è in fase di avvio.

venerdì 20 marzo 2020

INPS: no click day

Con comunicato stampa del 19 marzo 2020, l’INPS ha posto fine alla “querelle” click day bonus partite IVA. Presto sarà possibile presentare la domanda ma senza click day. E’ già attiva la procedura per richiedere il congedo parentale e a breve il bonus baby sitter.

venerdì 20 marzo 2020

Decreto Cura Italia: la sospensione del mutuo casa

La sospensione dei mutui casa non è automatica. Bisogna presentare domanda seguendo la procedura prevista dal Fondo Consap. La possibilità riguarda i seguenti soggetti: dipendenti che hanno subito la riduzione dell’orario lavorativo o la sospensione dal lavoro; lavoratori autonomi e liberi professionisti che presentino una dichiarazione di riduzione del fatturato superiore al 33% in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 rispetto all’ultimo trimestre del 2019. La procedura è già attiva. Accettata la richiesta, il Fondo provvederà al rimborso del 50% degli interessi del mutuo residuo per il periodo di sospensione, il restante 50% è a carico del richiedente. Alla ripresa, naturalmente, la rata mensile sarà leggermente più alta e la durata del mutuo sarà maggiore.

 

venerdì 20 marzo 2020

Partite Iva: no al click day per il bonus 600 euro

Dopo la pubblicazione sulla GU del 17 marzo 2020 del decreto Cura Italia, l’Istituto Nazionale Tributaristi è intervenuto contro l’ipotesi di click day per il bonus di 600 euro per le partite IVA iscritte alla gestione previdenziale dell’INPS. La dichiarazione del presidente: “Trovo assolutamente fuori luogo, per usare un eufemismo e soprattutto in una fase di emergenza, affidare ad un click day l’assegnazione del bonus per professionisti e lavoratori autonomi iscritti nelle varie gestioni previdenziali dell’Inps”.

 

venerdì 20 marzo 2020

Bonus partite Iva e Cassa integrazione in attesa dei decreti attuativi

Il decreto Cura Italia, pubblicato in GU il 17 marzo u.s., ha previsto le misure di sostegno alle partite Iva e lavoratori dipendenti ormai note. Ad oggi, però, sono solo state previste quelle misure, per poter ottenere i benefici bisogna attendere i decreti attuativi che si spera vengano pubblicati a stretto giro.

 

venerdì 20 marzo 2020

Cassa integrazione in deroga: come richiederla

Per le aziende che hanno fino a 5 dipendenti è possibile richiedere la Cassa Integrazione in deroga. Come si accede? Dopo un decreto emesso dalle Regioni si potrà presentare la domanda; la domanda è possibile solo nel caso in cui i dipendenti abbiano azzerato permessi e ferie. Al fine è necessario l’utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile, e l’incentivazione delle ferie e dei congedi retribuiti per i dipendenti. Seguirà un nuovo decreto delle Regioni con la lista delle aziende beneficiarie. Solo allora si potrà presentare richiesta all’INPS.

giovedì 19 marzo 2020

Cassa integrazione in deroga: decreto Cura Italia

Alla Cassa integrazione in deroga possono accedere tutti coloro che non possono accedere a quella ordinaria, e viene estesa anche a chi ha meno di 5 dipendenti. Il testo dell’articolo 21: “Le Regioni e Province autonome, con riferimento ai datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro, possono riconoscere, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, previo accordo che può essere concluso anche in via telematica con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale per i datori di lavoro che occupano più di cinque dipendenti, trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo non superiore a nove settimane”.

giovedì 19 marzo 2020

Cassa Integrazione decreto Cura Italia

Il decreto Cura Italia ha previsto la Cassa Integrazione per tutti, nove settimane a partire dal 23 febbraio. Possono accedervi i datori di lavoro che nel corso del 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa a causa dell’emergenza coronavirus. In merito sarà creata una causale specifica – Covid-19 -, con semplificazione delle procedure e dei vincoli di accesso. La domanda deve essere presentata entro la fine del quarto mese dal periodo di sospensione o riduzione dell’attività.

giovedì 19 marzo 2020

Uniemens: da aprile nuovi codici contratto

L’INPS, con il messaggio n. 1162 del 13 marzo 2020, ha comunicato che dal mese di aprile saranno in vigore i nuovi “CodiciContratto” di “DenunciaIndividuale” Uniemens. Saranno utilizzabili con decorrenza dal periodo di paga aprile 2020.

giovedì 19 marzo 2020

Decreto cura Italia: detrazione per la beneficienza

Il decreto 16/03/2020 (cura Italia) all’articolo 66, dispone che le erogazioni liberali in denaro e in natura, elargite nell’anno 2020, a sostegno finanziario delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica, dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore di Stato, Regioni, Enti locali territoriali, Enti o istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, sono detraibili dall’imposta sul reddito nella misura del 30%, per un importo non superiore a 30mila euro.

giovedì 19 marzo 2020

Decreto cura Italia: la specifica della sospensione dei versamenti

Il decreto cura Italia ha spostato nelle date 20 marzo 2020 e 31 maggio 2020 i versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per i mesi di marzo e aprile, il versamento Iva di marzo. Nel dettaglio: si differiscono al 20/03/2020 i versamenti di qualsiasi tributo/contributo per qualsiasi contribuente; si differiscono al 31/05/2020 il versamento di ritenute dipendenti, Iva e contributi previdenziali/premi Inail che scadono tra l’8/03 ed il 31/03 per i soggetti con ricavi/compensi nel 2019 non superiori a 2 milioni di euro. Per gli 11 Comuni situati nella ex zona rossa valgono le previgenti agevolazioni.

 

giovedì 19 marzo 2020

Decreto cura Italia: gli adempimenti sospesi

Il decreto cura Italia sospende alcuni adempimenti tributarie li sposta al 30 giugno 2020. Ecco quali: elenchi Intrastat; esterometro; dichiarazione IVA. Le Certificazioni Uniche restano fissate al 31 marzo 2020.

mercoledì 18 marzo 2020

Proroga dei versamenti: gli avvisi bonari non sono menzionati

Gli avvisi bonari non sono menzionati nel decreto Cura Italia quando si parla di slittamento delle scadenze. “Sono sospesi i termini di versamento in scadenza dall’8 marzo e fino al 31 maggio 2020 relativi a cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e avvisi di addebito INPS. I pagamenti dovranno essere effettuati in un’unica soluzione entro il termine del 30 giugno 2020”, questo il passaggio del decreto. Pertanto, per gli avvisi bonari non è stata prevista alcuna proroga dei versamenti.

mercoledì 18 marzo 2020

Decreto Cura Italia: credito alle imprese – mutui e altri finanziamenti

Continuando la trattazione delle misure previste in favore del credito alle imprese, per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, senza l’aggiunta di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti. La richiesta di sospensione è a carico delle imprese, che devono presentare un’autocertificazione di aver subito una riduzione parziale o totale dell’attività come conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

mercoledì 18 marzo 2020

Decreto Cura Italia: credito alle imprese

Per le attività imprenditoriali danneggiate dall’emergenza sanitaria, sono previste delle misure di sostegno del credito, bancario/finanziario. Per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, a quella di pubblicazione del decreto, gli importi accordati, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, non possono essere revocati in tutto o in parte fino al 30 settembre 2020. Per i prestiti non rateali che hanno una scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020 i contratti sono prorogati, senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle stesse condizioni.

mercoledì 18 marzo 2020

Misure a sostegno del reddito: la sospensione dei mutui

Il decreto cura Italia prevede la possibilità di sospendere i mutui per imprese e lavoratori autonomi, ma non per tutti. Al fine è possibile beneficiare per 9 mesi del Fondo Gasparrini. Si legge: “l’ammissione ai benefici del Fondo è esteso ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino ai sensi degli articoli 46 e 47 DPR 445/2000 di aver registrato, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, un calo del proprio fatturato, superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza coronavirus; per l’accesso al Fondo non è richiesta la presentazione dell’ISEE.

mercoledì 18 marzo 2020

Decreto Cura Italia: il congedo parentale straordinario

E’ previsto un congedo parentale straordinario per le famiglie con figli fino a 12 anni. Si tratta di un congedo fino a 15 giorni, retribuito al 50% dello stipendio giornaliero. Potrà essere richiesto in alternativa al bonus baby sitter.

mercoledì 18 marzo 2020

ISA: gli interventi e le modifiche necessarie

Sono approvate e pubblicate sulla GU del 13 marzo 2020 le modifiche, che il decreto 28 febbraio 2020 del ministero dell’Economia e delle finanze, ha apportato agli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili al periodo d’imposta 2019.

mercoledì 18 marzo 2020

Decreto Cura Italia: in attesa di pubblicazione sulla GU

Il decreto “cura Italia” è stato approvato ed è in attesa di essere pubblicato sulla GU. Il decreto è solo un primo provvedimento rivolto all’emergenza economica causata dal Coronavirus, ne sarà fatto un ulteriore nel mese di aprile. Tra le varie misure si segnala la sospensione dall’8 marzo al 31 maggio 2020 dei termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

martedì 17 marzo 2020

Piccoli professionisti: esonero provvisorio dall’applicazione della ritenuta d’acconto

Per i piccoli professionisti con sede/domicilio fiscale nel territorio dello Stato con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel periodo di imposta 2019, i ricavi e i compensi percepiti nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore del Dl e il 31 marzo 2020 non sono assoggettati a ritenuta d’acconto Irpef, a condizione che nel mese precedente non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.

martedì 17 marzo 2020

Cassa Integrazione Lavoro per tutti

Viene estesa la Cassa integrazione guadagni estesa a tutte le aziende per nove settimane. La domanda dovrà essere presentata con causale “emergenza COVID-19”, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 e per una durata massima di nove settimane e comunque entro il mese di agosto 2020.

martedì 17 marzo 2020

Salva economia: bonus lavoratori senza smart working

E’ previsto un bonus di 100 euro ai lavoratori dipendenti che non possono aderire allo smart working, con reddito complessivo annuo non superiore ad euro 40.000. Il bonus spetta per il mese di marzo 2020 e non concorre alla formazione del reddito. Verrà corrisposto in busta paga di aprile. I datori lo compenseranno in F24 da presentare il 16 maggio 2020. 

martedì 17 marzo 2020

INAIL: sospensione di adempimenti e versamento contributi

L’INAIL, nella circolare n. 7 del 2020, ha dato le istruzioni operative riguardanti sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei premi per l’assicurazione obbligatoria prevista in favore delle imprese operanti negli 11 Comuni della Lombardia e del Veneto individuati dal DPCM del 1° marzo 2020. Gli interessati devono trasmettere entro il 15 maggio 2020, a mezzo PEC, alla sede INAIL competente apposita domanda di sospensione, utilizzando il modulo allegato alla circolare. La dichiarazione delle retribuzioni 2019 deve essere inoltrata esclusivamente tramite il servizio Alpi on line, riaperto dal 2 al 15 maggio 2020.

martedì 17 marzo 2020

Ticket online: l’Agenzia rivede alcune regole

L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 12 marzo 2020, rivede alcune delle regole stabilite dal provvedimento del 27 giugno 2019, riguardanti il processo di riconoscimento di idoneità delle biglietterie automatizzate destinate alla vendita online dei titoli di accesso nominativi ad attività di spettacolo. Il provvedimento modifica la procedura di autodichiarazione dell’idoneità dei sistemi di biglietteria automatizzata e proroga dei termini entro cui ottenere il riconoscimento di idoneità.

martedì 17 marzo 2020

Credito d’imposta per sanificazione locali

E’ concesso un credito d’imposta per le operazioni di sanificazione dei locali di lavoro. Il credito è pari al 50% delle spese sostenute per la sanificazione degli ambienti fino ad un massimo di 20.000 euro.

martedì 17 marzo 2020

Decreto salva economia: proroga dei versamenti in modo scaglionato

Ecco il nuovo calendario dei versamenti previsto dal decreto salva economia. La proroga si applica in base all’ubicazione logistica dei contribuenti. Aziende con sede nella prima zona rossa, imprese turistico recettive, le agenzie di viaggio e turismo e tour operator: 31 maggio oppure in cinque rate mensili di pari importo da versare entro ottobre 2020; imprese con volume d’affari inferiore a 2 milioni di euro nel periodo di imposta 2019: 31 maggio oppure con cinque rate mensili di pari importo da versare entro ottobre 2020; imprese che non rientrano nei due elenchi di cui sopra: 20 marzo 2020.

lunedì 16 marzo 2020

Salva economia: bonus a favore di imprese e professionisti

Sono diverse le categorie a cui spetta il contributo una-tantum previsto dal decreto salva economia, si va dai professionisti titolari di partita IVA alla data del 23 febbraio ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla stessa data, iscritti alla Gestione separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; ed ancora: ai lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, agli operai agricoli a tempo determinato, non titolari di pensione, che nel 2019 abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo; ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo, con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione. L’indennità può essere richiesta all’INPS nel limite complessivo di spesa di 170 milioni di euro per il 2020.

lunedì 16 marzo 2020

Salva economia: credito d’imposta per botteghe e negozi

Le misure del decreto salva economia: viene riconosciuto ai soggetti esercenti attività d’impresa un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione di marzo 2020 di immobili rientranti nella categoria catastale C/1. Il bonus non spetta per le attività di commercio al dettaglio e servizi alla persona. Il credito è utilizzabile in compensazione in F24.

lunedì 16 marzo 2020

Salva economia: le misure previste

Il decreto salva economia, in fase di pubblicazione, prevede la proroga al 20 marzo 2020 dei versamenti nei confronti della PA, inclusi quelli relativi ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi per l’assicurazione obbligatoria, in scadenza oggi 16 marzo 2020.

lunedì 16 marzo 2020

Bonus bebè 2020: è attiva la procedura

Dallo scorso 11 marzo è attiva la procedura per inviare le domande per il bonus bebè 2020. La domanda va presentata per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. La procedura è raggiungibile sul sito www.inps.it, digitando nel motore di ricerca “Assegno di natalità”.

lunedì 16 marzo 2020

Associazioni: modello EAS entro il 31 marzo

Entro il 31marzo 2020 gli enti associativi sono tenuti alla trasmissione del modello EAS con le eventuali variazioni, intervenute nel 2019, relative ai dati precedentemente comunicati, diversi da quelli che vanno comunicati con il mod. AA. La presentazione è necessaria per poter fruire delle agevolazioni di cui all’art. 148 Tuir. 

lunedì 16 marzo 2020

Agenti di commercio: i contributi Enasarco 2020

Ecco la misura della contribuzione Enasarco 2020 dovuta dagli agenti di commercio. Per i soggetti Irpef (agenti in forma di ditta individuale/società di persone) l’aliquota di ritenuta applicabile è aumentata al 17%, suddivisa al 50% tra agente e mandante; restano invariate le aliquote previste per i soggetti IRES. Cambiano i minimali e i massimali sempre distinti tra gli importi riferiti agli agenti monomandatario (38.523,00 €) e plurimandatario (25.682,00 €).

lunedì 16 marzo 2020

INPS: pensione di inabilità malattie amianto

L’INPS, nella circolare n. 34 del 9 marzo, ha impartito le istruzioni per richiedere la pensione di inabilità per i lavoratori che abbiano contratto malattie legate all’amianto (patologie asbesto-correlate), secondo il comma 250-bis dell’art. 1 della legge n. 232/2016. Gli interessati devono presentare una domanda per il riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio, che unitamente alla domanda di pensione, deve essere presentata in modalità telematica. Tutti coloro che hanno maturato i requisiti entro il 2019 devono presentare la domanda di accesso al beneficio (domanda di pensione di inabilità) e quella per il riconoscimento delle condizioni per accedervi entro il 31 marzo 2020. Dal 2021 le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio dovranno essere presentate entro il 31 marzo di ogni anno.

lunedì 16 marzo 2020

Coronavirus: la proroga delle scadenze

Con un comunicato stampa ufficiale il MEF annuncia la proroga della scadenza delle imposte in scadenza il 16 marzo. Sono ricompresi i versamenti IVA, le ritenute dei sostituti d’imposta, la tassa di vidimazione libri sociali. La proroga sembrerebbe non interessare i contributi INPS.

 

sabato 14 marzo 2020

Coronavirus: voucher di 600 euro per figli fino a 14 anni

Nel decreto in approvazione oggi, riguardante l’emergenza coronavirus, troverebbe posto un voucher baby sitter di 600 euro per figli fino a 14 anni.

 

venerdì 13 marzo 2020

Pace fiscale: il nuovo calendario delle scadenze

Le nuove scadenze di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle: non ci sono ancora conferme ufficiali, ma è quasi certa la proroga delle scadenze per la pace fiscale.

 

venerdì 13 marzo 2020

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it

Emergenza COVID-19

Gentile Lettore,
Commercialista Telematico ha deciso di mantenere attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tanti professionisti e imprese in questo difficile momento e ugualmente è impegnato nell’attuare le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus a protezione dei propri dipendenti e collaboratori. Pertanto, qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a utilizzare la comunicazione via e-mail anziché quella telefonica.
Ti risponderemo ai seguenti indirizzi: info@commercialistatelematico.com o ecommerce@commercialistatelematico.com

#IORESTOACASA