Foglio appunti Commercialista Telematico

Dottore, quale auto mi conviene acquistare? Spesso il commercialista si sente rivolgere questa domanda…

***

 

Split payment: ambito soggettivo ed esclusioni

facciamo il punto sulla corretta applicazione dello split payment dopo la recente e corposa circolare del Fisco e le modifiche introdotte con il collegato fiscale alla legge di Bilancio 2018: l’ambito soggettivo dell’istituto, le pubbliche amministrazioni interessate, i soggetti esclusi…


Il secondo acconto INPS 2017

il 30 novembre scade il termine per il versamento per il secondo acconto 2017 dei contributi INPS (gestioni artigiani e commercianti e gestione separata): riassumiamo le regole per il calcolo e segnaliamo il caso particolare dei contribuenti che svolgono attività di produttori assicurativi di terzo e quarto gruppo e degli affittacamere


WEB TAX: base erosion and profit shifting – prospettive fiscali per il commercio elettronico

commercio elettronico e web tax: il problema della creazione di redditi apolidi e dell’inadeguatezza dei criteri tradizionali per individuare il luogo di produzione dei redditi d’impresa; si stanno elaborando nuovi parametri per l’attribuzione e la tassazione del reddito prodotto da commercio elettronico


La notifica dell’avviso bonario: le responsabilità del Commercialista

in caso di notifica tramite intermediario, l’onere di provare l’omessa notificazione dell’avviso bonario grava sul commercialista-intermediario il quale è tenuto a risarcire il danno provocato al cliente per eventuali sanzioni tributarie dipendenti esclusivamente dalla condotta rilevante del professionista


Contabilità semplificata per cassa: i componenti di reddito soggetti a ritenuta

per alcuni contribuenti è sorto il dubbio se la presunzione di incasso e pagamento, prevista per i contribuenti semplificati che determinano il reddito d’impresa sulla base del particolare metodo della registrazione, possa avere conseguenze e, quindi, trovare analoga applicazione presuntiva anche relativamente agli obblighi propri del sostituto d’imposta (effettuazione della ritenuta fiscale, versamento, certificazione)


Maggiori plusvalenze IRPEF per contenzioso da imposta di registro: la giurisprudenza si adegua

se l’acquirente (ad esempio di un’area edificabile) ha subìto un accertamento ai fini dell’imposta di registro, definendo il relativo valore in adesione con l’Agenzia delle entrate, il valore così determinato non può rappresentare un elemento presuntivo al fine di accertare la maggiore plusvalenza IRPEF in capo al venditore – la giurisprudenza si sta adeguando al decreto internazionalizzazione del 2015


Sgravi contributivi INPS, molto interessanti – Circolare del lavoro del 21 novembre 2017

nelle 23 pagine di circolare del lavoro vediamo: le istruzioni operative per il recupero dello sgravio contributivo dei contratti di solidarietà, l’esonero contributivo per i conducenti che esercitano la propria attività in servizi di trasporto internazionale, i chiarimenti sulla durata massima dei trattamenti di cassa integrazione, i benefici che nascono dalla Legge 104, alcune considerazioni della Cassazione in riferimento al riconoscimento del diritto alla pensione di reversibilità…


Vincolo di giudicato da annualità diverse

nel processo tributario non esiste vincolo di giudicato fra processi diversi riguardanti la medesima fattispecie ma per fatti avvenuti in altre annualità


Rottamazione delle cartelle: alcune proposte di modifiche legislative

il decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio è ancora in corso di approvazione: come l’anno scorso, per la procedura di rottamazione delle cartelle sono evidenti numerose criticità che si possono ancora correggere – le semplici e utili proposte dell’avvocato Maurizio Villani e del Commercialista Telematico


Termine per la detrazione IVA: il 30 aprile non vale per tutti

il termine ultimo per registrare le fatture di acquisto del 2017 ed esercitare il diritto alla detrazione IVA scade il 30 aprile 2018; in realtà tale termine non è univoco, esistono almeno tre eccezioni:
1) la regolarizzazione di fattura non pervenuta entro aprile 2018
2) la detrazione dopo rivalsa
3) gli acquisti intracomunitari di beni