Ultimi Articoli

Ritenute non versate: risponde solo il datore di lavoro – Diario quotidiano del 22 maggio 2019

 

1) Li.pe. Iva 1° trimestre 2019 in scadenza al 31 maggio 2019

2) Ritenute subite ma non versate: risponde solo il datore di lavoro

3) Criteri per compensare le spese nel processo tributario

4) Il mancato pagamento nei termini di crediti pubblici non costituisce causa di forza maggiore

5) Al via “prenota ticket” per fissare l’appuntamento con AdER

6) Regime forfetario: continuano i chiarimenti del fisco

7) Via libera alla definizione agevolata dei PVC anche a fronte dell’irregolare assolvimento dell’Iva

8) Bollo auto: Regioni libere di introdurre esenzioni fiscali

9) Autovalutazione del collegio sindacale: arrivata la norma di comportamento per i commercialisti

10) Altra prassi del fisco del 21 maggio 2019

 

Dal 23 maggio 2019 nulla sarà più come prima nella gestione dello Studio!

 

Parte il tour di MARIO ALBERTO CATAROZZO e COMMERCIALISTA TELEMATICO che porterà in tutta Italia i temi relativi all’innovazione dello studio professionale, alla sua organizzazione, alle novità del mercato professionale, fino a toccare temi di comunicazione, marketing, web e futuro

 

Fiscus di maggio: è tempo di dichiarazioni dei redditi

 

INDICE DEGLI INTERVENTI
L’accesso al Modello 730 precompilato di Devis Nucibella
Modello 730/2019: Analisi delle principali novità di Celeste Vivenzi
Il “Bonus mobili”: le istruzioni per la corretta redazione della dichiarazione dei redditi di Nicola Forte
Il “bonus verde” esordisce nella dichiarazione dei redditi di Nicola Forte
La detrazione dei premi assicurativi per la copertura assicurativa di eventi calamitosi di Nicola Forte
Isa – indicatori sintetici di affidabilità fiscale Esonero dall’apposizione del visto per utilizzo in compensazione/rimborso, di Mario Agostinelli
Prossima la scadenza del 15 Giugno 2019 per la Dichiarazione dei Redditi Americana del 2018 di Enrico Povolo
Le novità del Modello 730/2019 di Massimiliano De Bonis e Danilo Sciuto
VOCI DAI SOCIAL: termini presentazione domanda riduzione contributi INPS commercianti

 

Credito d’imposta per investimenti entro il 2019 nel Mezzogiorno

 

In questo articolo si prendono in considerazione gli aspetti operativi e i requisiti essenziali per l’ottenimento dell’agevolazione, sulla sussistenza dei quali sono mirati i controlli ex post del fisco, fermo restando che i beneficiari possono utilizzare il credito d’imposta maturato ovvero quello corrispondente agli investimenti già realizzati al momento della compensazione per non incorrere nelle previste violazioni sostanziali

 

Incentivo Occupazione Giovani NEET: la proroga per il 2019

 

L’Agenzia Nazionale per le Politiche attive del lavoro ha prorogato per l’anno 2019 l’incentivo occupazionale NEET per l’assunzione di giovani a tempo indeterminato, che risultino iscritti al programma Garanzia Giovani.
Vediamo i principali step per usufruire dell’agevolazione.

 

Redditi 2019: il riporto delle perdite per i soggetti IRES

 

Le novità sul riporto a nuovo delle perdite di periodo e dei primi tre periodi d’imposta alla data di costituzione. Ripercorriamo, con alcuni esempi, la disciplina normativa, alla luce delle interpretazioni di prassi

 

Nuovo documento in appello, ammesso con motivazione

 

La Corte ha affermato che ormai è un principio consolidato nella giurisprudenza quello secondo cui le parti possono produrre in appello nuovi documenti, anche ove preesistenti al giudizio di primo grado. Invero, in tale materia, non trova applicazione il divieto di proporre domanda nuove in appello

 

Nel contenzioso tributario anche il contribuente può esibire dichiarazioni di terzi – Diario quotidiano del 21 maggio 2019

 

1) L’accertamento dei contributi previdenziali agricoli è legittimo
2) E’ nullo l’accertamento Irap al medico convenzionato con il SSN senza motivazione
3) Il professionista, facente parte di uno studio associato, é soggetto ad Irap
4) L’esercizio di professioni in forma societaria costituisce presupposto per l’Irap ma è possibile fornire la prova contraria
5) Promotore finanziario con studio in casa non soggetto ad Irap, compensi e spese sia pure elevati non incidono
6) Nel contenzioso tributario anche il contribuente può esibire le dichiarazioni di terzi
7) Spese sanitarie & dichiarazione precompilata: Dm in G.U.
8) MEF istituisce il forum sul Processo Tributario Telematico
9) Crisi d’impresa e controlli dei Revisori: il Cndcec sull’innalzamento dei parametri
10) Prassi Entrate del 20 maggio 2019

 

Obbligo di fedeltà del dipendente e il patto di non concorrenza

 

Tra datore di lavoro e dipendente intercorre un rapporto complesso, contraddistinto da reciproci diritti e doveri. Tra i diversi obblighi che il dipendente deve rispettare vi è quello di fedeltà, che è connaturato al contratto di lavoro per effetto della legge: scatta automaticamente all’instaurazione del rapporto di lavoro, senza che si renda necessaria alcuna pattuizione individuale in merito.

 

Cosa (non) è la Centrale Rischi

 

Secondo Socrate “esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l’ignoranza”. Ignorare uno strumento gratuito, ricchissimo di dati e informazioni preziose nonché facilmente reperibile quale è la Centrale Rischi è davvero un male.

La Centrale Rischi può essere uno strumento utilissimo per analizzare la situazione finanziaria delle aziende