Archivio articoli - anno 0

Introdotto un meccanismo capace di portare agevolazioni a coloro che si vogliono avvalere della possibilità di riscattare periodi non coperti da contribuzione, quindi anche i periodi necessari per il conseguimento della laurea. In relazione a tale novità, l’INPS ha fornito specifiche istruzioni. Vediamole nel dettaglio...
Articolo riservato agli abbonati

La disciplina del concordato preventivo viene profondamente innovata dal Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (“CCII”), con norme che entreranno in vigore dal 15 agosto 2020. L’art. 84 (rubricato “Finalità del concordato preventivo”), vera e propria “norma manifesto” e stella polare dell’intero istituto, delinea la differenza tra quello in continuità e quello liquidatorio, laddove nel primo le risorse utilizzate per il soddisfacimento dei creditori derivano dalla prosecuzione dell’attività imprenditoriale, mentre nel secondo dal ricavato della liquidazione. Questo approfondimento ci aiuterà a meglio comprendere la materia...
Articolo riservato agli abbonati


Prorogato (inutilmente) il termine per l’invio dei dati delle liquidazioni periodiche relative al periodo ottobre/dicembre 2018 (quarto trimestre). La nuova scadenza è rappresentata dal 10 aprile prossimo, in luogo di quella precedente del 28 febbraio scorso. Il differimento, oltre ad essere inutile, in quanto concesso ufficialmente a ridosso della scadenza originaria, precede di soli 20 giorni il termine per l’invio della dichiarazione annuale Iva. In tal caso sarebbe stato più opportuno disporre la “cancellazione” dell’adempimento relativo al quarto trimestre dell’anno 2018 in quanto i dati definitivi saranno agevolmente desumibili dal modello di dichiarazione annuale
Articolo ad accesso libero

1) Si applica l’Iva sulle prestazioni della scuola guida
2) Professionista in regime forfettario: ritenuta sui compensi sammarinesi non recuperabile
3) Voucher per la digitalizzazione: prorogato il termine di rendicontazione
4) Verifiche dell’Ordine territoriale sul domicilio professionale effettivo dei Commercialisti
5) Bonus fiscale per le spese di quotazione: ulteriori casi di semplificazione
6) PEC Commercialisti: casella gratuita da 1GB per gli iscritti all’Albo
7) TFR: coefficiente di rivalutazione di febbraio 2019
8) Legale parte vittoriosa munito di delega all’incasso: risoluzione Ade
9) Principi contabili: in G.U. il Regolamento (UE) che modifica IAS 12, IAS 23, IFRS 3, IFRS 11
10) Accesso ai servizi dispositivi tramite Contact Center attraverso le credenziali SPID o CNS
Articolo riservato agli abbonati


Come previsto dalla legge di Bilancio 2019, dal 1° marzo è operativo il bonus fino a 6mila euro per l’acquisto di auto “verdi”; è introdotta, contestualmente, una nuova “ecotassa” fino a 2.500 euro per chi invece continua a scegliere quelle con alte emissioni di CO2
Articolo riservato agli abbonati

Proponiamo alcune riflessioni in merito all'esecutività delle sentenze tributarie dopo gli interventi legislativi degli ultimi anni e alla luce della più recente giurisprudenza di Cassazione in materia
Articolo riservato agli abbonati


E’ frequente, nell’ambito dei rapporti di lavoro, che sia previsto – in favore dei lavoratori (dipendenti o collaboratori, anche a progetto, inclusi gli amministratori) – il rimborso delle spese sostenute da essi nell’espletamento delle mansioni di lavoro. Tale rimborso può essere effettuato anche in aggiunta all’eventuale indennità di trasferta. Di seguito vengono analizzati gli aspetti formali dei rimborsi, in quanto una non corretta gestione documentale potrebbe ingenerare riflessi negativi in ordine alla deducibilità, per il datore di lavoro, delle spese sostenute per le missioni svolte dai lavoratori e ad essi rimborsati
Articolo riservato agli abbonati

Sul piano oggettivo, per sovraindebitamento deve intendersi “la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente”. La relativa normativa, in linea di principio, si mostra accessibile a ciascun soggetto che sia tale, a prescindere dalla sua qualità o meno di imprenditore o di lavoratore, autonomo o indipendente. Facciamo il punto in merito all'ambito soggettivo di applicabilità di tale disciplina
Articolo riservato agli abbonati

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto una misura dedicata ai disabili da lavoro che permette al datore di lavoro del soggetto in questione di ottenere – in caso di inserimento mirato alla conservazione del posto di lavoro con predisposizione di uno specifico progetto approvato preventivamente dall’INAIL – il rimborso del 60% della retribuzione corrisposta al medesimo, a far data dal 1° gennaio 2019 o dall’approvazione del progetto se successivo, per una durata massima di 12 mesi
Articolo riservato agli abbonati

Affinchè la risoluzione anticipata di una locazione abbia efficacia contro l'Agenzia è necessario che l'interruzione del rapporto sia registrata. La intervenuta risoluzione del contratto di locazione per inadempimento del locatario, unitamente alla circostanza del mancato pagamento dei canoni relativi a mensilità anteriori alla risoluzione, non è idonea, di per sé, ad escludere che tali canoni concorrano a formare la base imponibile Irpef, salvo che non risulti la inequivoca volontà delle parti di attribuire alla risoluzione stessa efficacia retroattiva
Articolo ad accesso libero

1) Corsi formativi con Iva nello Stato di svolgimento della prestazione
2) Modifiche allo IAS 19: regolamento pubblicato sulla G.U. della UE
3) Azienda agricola e agriturismo: criteri distintivi chiariti dalla Corte di legittimità
4) Maggiori tutele per gli acquirenti di immobili in costruzione: decalogo del Notariato
5) Albo dei curatori fallimentari: l’attivazione non decorre dal 16 marzo 2019
6) Associazioni non profit: la Fondazione GDG sulle responsabilità degli organi direttivi
Articolo riservato agli abbonati

Diverse sono le misure agevolative che interessano i lavoratori impatriati in Italia. In questi giorni abbiamo appreso dalla stampa non specializzata che l’Agenzia delle Entrate sta accertando alcuni ricercatori che hanno chiesto l’agevolazione ex art. 44 D.L. 78/2010. La questione ha destato un particolare scalpore anche all’estero. Nel presente intervento cercheremo di inquadrare il problema evidenziando anche qualche utile spunto di difesa di fronte alle eventuali contestazioni dell’Agenzia
Articolo riservato agli abbonati

Per poter fruire delle detrazioni fiscali previste dal cosiddetto “Sismabonus” è necessario che, su iniziativa del contribuente, le procedure autorizzatorie dell'intervento agevolato siano state avviate a partire dal 1° gennaio 2017. Tuttavia, nei casi più incerti di procedimenti presentati a fine 2016 ed integrati nel 2017, è possibile richiedere all'ufficio tecnico comunale l'attestazione in merito all'effettiva data di inizio della procedura. Inoltre, nell’ipotesi di interventi di ristrutturazione posti in essere in chiave antisismica, che comportino anche una variazione del numero delle unità immobiliari di cui è composto l'edificio, il limite massimo delle spese detraibili, che è pari a 96.000 euro, deve riferirsi alla situazione antecedente ai lavori per i quali il contribuente chiede l’agevolazione. Questi, in estrema sintesi, i principali chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate...
Articolo riservato agli abbonati

Per gli addetti a lavorazioni particolarmente faticose e pesanti è prevista la possibilità di usufruire di un accesso anticipato al pensionamento. Il datore di lavoro è tenuto a darne comunicazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro ed ai competenti istituti previdenziali attraverso la compilazione di apposito modello. Entro il prossimo 1 Aprile 2019 deve essere dunque inviata la comunicazione annuale per il monitoraggio delle lavorazioni usuranti con riferimento all’annualità precedente, attraverso la compilazione del modello LAV-US
Articolo ad accesso libero

E’ rilevante il comportamento che i contribuenti, e coloro che li rappresentano, tengono nel corso delle verifiche fiscali. Spesso, infatti, in virtù di un auspicato rapporto sereno tra verificatori e contribuente al rappresentante della società i verificatori chiedono notizie specifiche e mirate (ricarichi, sfridi, valore rimanenze, calcoli vari, etc.) che, è bene sapere, equivalgono a confessione, impedendo, in molti casi, qualsivoglia futura difesa. Costituisce prova - non indiziaria ma diretta - del maggior imponibile eventualmente accertato nei confronti della società la dichiarazione resa in sede di verifica dal legale rappresentante
Articolo riservato agli abbonati

Il passaggio da un sistema di tassazione ordinario al regime forfettario può determinare alcune difficoltà operative durante la predetta fase transitoria. Gli operatori dovranno prestare particolare attenzione ad applicare correttamente le disposizioni riferibili al regime di determinazione del reddito e dell’Iva in essere. In alcuni casi è possibile che i contribuenti siano tratti in inganno da precedenti comunicazioni o indicazioni risultanti dalle relative fatture emesse durante il periodo di applicazione del precedente regime. Cerchiamo di chiarire le modalità in cui può, in tali casi, operare la ritenuta d'acconto
Articolo riservato agli abbonati

1) La nuova lista nera dei paradisi fiscali
2) Brexit: si và verso l’uscita della Gran Bretagna senza l’accordo?
3) Ecofin: mancato accordo sulla web tax europea
4) Iva online: portale unico europeo solo dal 2021
5) Adempimenti fiscali soppressi (o quasi): sanzioni non più applicabili
6) Indici sintentici di affidabilità fiscale: nuovo adempimento con vecchie regole ma con maggiori tutele
7) Bonus fiscale per ricerca e sviluppo: concorrono anche i costi capitalizzati
8) Trattamento ai fini IVA delle somme corrisposte a titolo risarcitorio
9) Sindaci e Revisori legali: documento del Cndcec sulla relazione unitaria di controllo
10) Precisazione Mef sulla lista nera Ue dei paradisi fiscali ed altre del giorno
Articolo riservato agli abbonati

Nel corso degli ultimi mesi l’Ispettorato del lavoro si è profuso in circolari e pareri con riferimento a una serie veramente notevole di aspetti riguardanti l’attività in concreto svolta dal personale ispettivo. Tale contributo ha l’obiettivo di analizzare uno dei temi da ultimo analizzati dall’Ispettorato, ossia il caso dello sfruttamento di manodopera e dell’intermediazione illecita, con il quale quest’ultimo ha fornito utili strumenti al personale ispettivo per l’individuazione di situazioni di caporalato, o comunque di sfruttamento dei lavoratori, anche con l’aiuto di precisi indici
Articolo riservato agli abbonati

La legge n. 124/2017 - piú nota come Legge sugli obblighi di trasparenza e di pubblicità - ha introdotto la richiesta di riportare le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici ricevuti nel periodo da una Pubblica Amministrazione, che risultino non inferiori complessivamente a 10.000 euro. Il mancato assolvimento dell’obbligo comporta la restituzione delle somme ricevute. L’Assonime con propria circolare ha espresso un’interpretazione che restringe il campo di possibile operativitá dell’obbligo che tuttavia richiede qualche conferma ufficiale
Articolo riservato agli abbonati

Pubblichiamo lo scadenzario degli adempimenti obbligatori del 2019 per i proprietari di impianti fotovoltaici. L'omesso o inesatto adempimento può comportare sanzioni amministrative più o meno gravose da parte dei vari Enti, e in alcuni casi il GSE ha la facoltà di sospendere l’erogazione dell’incentivo fino all’avvenuto adeguamento
Articolo ad accesso libero


Gli enti associativi, che nel periodo di imposta precedente hanno conseguito nell’esercizio di attività commerciali proventi per un importo non superiore a 65.000 euro sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica. Ciò a condizione di aver optato per il regime forfettario. Se tale limite fosse stato superato, le fatture dovranno essere emesse in formato digitale. Tuttavia la fattura dovrà in questo caso essere emessa, per conto dell’ente associativo, dal cessionario soggetto passivo di imposta. Si pone però il problema di comprendere come tale adempimento debba essere assolto, qualora il cessionario soggetto passivo di imposta applichi il regime forfettario
Articolo riservato agli abbonati

1) Dal fisco inviti alla compliance anche per i privati cittadini
2) L’erede deve chiudere la partita Iva dell’ex professionista entro 6 mesi, salvo deroga
3) Detrazioni fiscali per l’efficienza energetica: invio con il sito ENEA 2019 entro 90 giorni
4) Modelli 730-4 resi disponibili con il provvedimento delle Entrate
5) Ecco come pagare il saldo Iva 2018 oltre il 18 marzo 2019
6) La truffa dell’Iban applicata alla fatturazione elettronica
Articolo riservato agli abbonati

La legge n. 145/2018 ha introdotto un regime fiscale agevolato per gli utili reinvestiti per l’acquisizione di beni materiali strumentali e per l’incremento dell’occupazione. La nuova agevolazione, applicabile a decorrere dal 2019, ha sostituito l’ACE, contestualmente abrogata. Nel presente contributo si esaminano i presupposti di accesso, gli effetti e le caratteristiche di funzionamento dell’agevolazione, che in sostanza premia la destinazione a riserva degli utili delle imprese
Articolo riservato agli abbonati

La dichiarazione dei redditi relativi al 2018 vedrà il debutto, nel quadro RU, del credito d’imposta per gli esercenti impianti di distribuzione di carburanti. Analogamente, del nuovo credito si dovrà tener conto anche nella dichiarazione IRAP relativa al 2018, essendo stata introdotta la nuova Sezione XVIII, denominata “Aiuti di Stato”, nel quadro IS, nella quale vanno indicati, come nel caso in questione, anche gli aiuti de minimis riconosciuti in forma automatica. Di seguito, si esaminano i nuovi adempimenti cui saranno chiamati i benzinai in materia di bilancio e di modelli dichiarativi
Articolo riservato agli abbonati

Con la Legge di Bilancio 2019 è prevista la proroga del congedo obbligatorio di paternità anche per l’anno in corso, ma con l’estensione del periodo spettante, che è ora fissato in 5 giorni (anziché in 4 giorni per il 2018). La richiesta deve essere effettuata entro 5 mesi dalla nascita e l’indennità spettante è del 100%; essa inoltre è valida anche per le adozioni e gli affidamenti. Con l’estensione operata dalla Legge di Bilancio, è opportuno però riguardare sia le modalità di richiesta da parte del lavoratore, che gli obblighi in capo al datore di lavoro
Articolo riservato agli abbonati


1) Società personali: litisconsorzio necessario con meno formalismi
2) Documenti non esibiti al fisco producibili nel giudizio tributario
3) Contratto di locazione: imposte locali determinabili tra conduttore e locatore
4) Dichiarazione Iva precompilata dal 2020: assistenza delle Entrate ma da confermare tramite il proprio consulente
5) Assistenza telefonica su temi catastali dall’Agenzia Entrate senza mediazioni
6) INPS: Uniemens verso l’ulteriore semplificazione
Articolo riservato agli abbonati

L’articolo 7 del decreto legge n. 119/2018 detta una disciplina di maggior favore e per tale ragione speciale, avente ad oggetto alcune delle definizioni fiscali riconducibili nella c.d. “pace fiscale”. Le società ed associazioni sportive dilettantistiche, quindi iscritte nel registro del CONI, che hanno in corso un contenzioso, potenziale o effettivo, con il Fisco, potranno chiudere il rapporto beneficiando, in alcuni casi, non solo del “taglio” delle sanzioni e degli interessi, ma anche di buona parte delle imposte
Articolo ad accesso libero

Con il nuovo Codice della crisi di impresa le Srl dovranno adeguarsi a nuovi parametri. La nomina dell’organo di controllo è vincolata al superamento da parte della società, per due esercizi consecutivi, di determinati limiti. In questo contributo cerchiamo di spiegare cosa cambia rispetto alla normativa precedente: nello specifico risultano notevolmente abbassati i limiti superati i quali l'organo di controllo diviene obbligatorio. I limiti troppo bassi previsti dalla Legge rischiano di aggravare di costi e di adempimenti le realtà impreditoriali di dimensioni limitate
Articolo riservato agli abbonati

La Corte di Cassazione ha confermato il principio, reiteratamente affermato, secondo cui, in tema di motivazione "per relationem" degli atti d'imposizione tributaria, l'art. 7, comma 1, dello Statuto del contribuente, nel prevedere che debba essere allegato all'atto dell'amministrazione finanziaria ogni documento da esso richiamato in motivazione, si riferisce esclusivamente agli atti di cui il contribuente non abbia già integrale e legale conoscenza.
Articolo riservato agli abbonati

Nella circolare del lavoro di oggi, in 34 pagine, affrontiamo le tante novità del momento e ricordiamo le prossime scadenze. Tra le notizie di rilievo:
- Lavoro nero stranieri: la sanzione per i datori di lavoro che impiegano migranti irregolari è commisurata al costo medio del rimpatrio, così come sancito dal d.m n. 151/201
- Congedo lavoratori padri 2019: le istruzioni emanate da parte da parte dell’INPS
- A quanto ammontano le aliquote per l’anno 2019 che devono essere accreditate alla Gestione Separata dell’INPS
- "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni" – Reintroduzione del meccanismo delle “finestre” mobili a “quota 100”, ammissione anticipata al trattamento di quiescenza ed “opzione donna”
- Stabilito il nuovo Codice Contratto per il CCNL per i dipendenti da aziende dell’Industria Turistica Federturismo Confindustria - AICA (Associazione Italiana Confindustria Alberghi)
Articolo riservato agli abbonati

Facciamo il punto sulle "nuove" scadenze fiscali ora che è stato pubblicato il decreto di proroga per spesometro, esterometro e comunicazione delle liquidazioni periodiche. Si tratta di scadenze che andranno ad appensantire gli adempimenti previsti per il prossimo mese di aprile
Articolo ad accesso libero

1) In arrivo computer gratuiti anche per enti non commerciali: basta una PEC da inviare entro il 12 aprile 2019 al fisco
2) Mercato immobiliare in crescita, dati Ade
3) Decreto Genova: dal MiSE 109 milioni per le imprese
4)Nota Ifel: definizione agevolata delle liti pendenti con l’Agenzia delle entrate
5) CUP: retromarcia sull’equo compenso non comprensibile
6) Durata dei contratti di locazione ex lege 392/1978: profili giuridici e contabili
7) Non cedibile il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo
8) Indennità giornaliera spettante ai lavoratori dipendenti da imprese adibite alla pesca marittima: regime fiscale
9) Linee guida su intermediazione e sfruttamento del lavoro
Articolo riservato agli abbonati

La Regione Lombardia, attraverso il Bando FABER, intende sostenere le micro e piccole imprese manifatturiere, edili e artigiane per la realizzazione di investimenti produttivi, incluso l’acquisto di impianti e macchinari inseriti in adeguati programmi di investimento aziendali
Articolo ad accesso libero

Il punto di pareggio o Break Even Point è uno degli indici più conosciuti e più studiati, perchè rappresenta il cardine delle scelte imprenditoriali e il motivo è semplice: le aziende lavorano per guadagnare e, solo quando i ricavi superano i costi, l'attività è profittevole. Il concetto è semplice, tuttavia la corretta individuazione del punto di pareggio è attività estremamente complessa perchè vanno analizzate tantissime variabili...
Articolo ad accesso libero

La fase esecutiva dell'accordo è disciplinata dalla Legge n. 3/2012, nell’ambito di quella che è stata definita una procedura duale, in quanto il debitore da un lato deve adempiere alle obbligazioni previste nella proposta e, quindi, rispettare l'impegno negoziale assunto con una porzione qualificata del ceto creditorio, dall'altro deve soddisfare integralmente i creditori estranei all'accordo stesso. E' importante evidenziare che in tale importantissima fase procedimentale il ruolo del giudice, rispetto ai modelli concorsuali tradizionali, è quello tipico del risolutore - terzo ed imparziale - dei conflitti inerenti diritti soggettivi, a fronte di una penetrante funzione che è quella di supporto al debitore e/o al liquidatore, nonché di controllo dell'organismo di composizione della crisi
Articolo riservato agli abbonati

Gli elementi passivi indicati non sono fittizi, ma inesistenti, laddove il contribuente non sia in grado di fornire alcuna documentazione che ne dimostri la reale sussistenza. E il reato di dichiarazione infedele è integrato, dopo le modifiche introdotte dal Dlgs. n. 158/15, oltre che dalla condotta di annotazione di componenti positivi del reddito in misura inferiore a quella reale (con superamento della soglia di evasione di imposta), anche dalle condotte di indebita riduzione dell'imponibile con l'indicazione di costi inesistenti (e non più fittizi) e di sottofatturazione, non assumendo rilievo la sola mera violazione dei criteri di competenza e di inerenza di ricavi e di costi oggettivamente esistenti
Articolo riservato agli abbonati

Gli studi professionali di commercialisti e consulenti del lavoro sono spesso caratterizzati da criticità contingenti quali picchi di lavoro che non si riescono a gestire con il personale normalmente e ordinariamente impiegato all’interno degli stessi. Ci riferiamo in particolare a periodi dell’anno durante i quali vi sono scadenze di dichiarativi o adempimenti annuali che si sovrappongono alla ordinaria attività di gestione e amministrazione del personale, elaborazione delle paghe, consulenza fiscale e tributaria ed elaborazione delle contabilità per i clienti degli studi. Trattandosi appunto di criticità contingenti e di durata limitata, esse potrebbero essere gestite con l’impiego di risorse flessibili ma che allo stesso tempo fossero sufficientemente formate e pronte ad eseguire le prestazioni e le attività entro termini e scadenze per loro natura improrogabili. Tra le soluzioni prospettabili esaminiamo il contratto di lavoro intermittente o a chiamata
Articolo riservato agli abbonati

Il Fisco italiano, per sostenere lo sviluppo economico, scientifico e culturale del Paese, ha previsto numerose agevolazioni a favore delle persone che trasferiscono la residenza in Italia per un’attività di lavoro. Alcune misure agevolative sono in vigore da diversi anni, altre invece sono state introdotte recentemente; tutte queste disposizioni normative hanno un obiettivo comune: attirare risorse umane in Italia
Articolo ad accesso libero




Entro il 18 marzo 2019 (il 16 cade di sabato) scade il termine per il pagamento della tassa annuale per la numerazione dei libri e dei registri sociali obbligatori, per i quali sussiste l'obbligo della bollatura presso il Registro delle imprese o un notaio (il versamento deve essere esibito in occasione di ogni richiesta di vidimazione dei libri sociali). Passiamo in rassegna i soggetti a cui compete questo adempimento e quelli esclusi, la determinazione dell'importo e le modalità di pagamento
Articolo riservato agli abbonati

La procura rilasciata dal soggetto che era rappresentante legale consente la legittima proposizione del ricorso dinanzi al giudice di primo grado se, in relazione a quest'ultimo momento, il soggetto perde la suddetta qualità. La sostituzione della persona titolare dell'organo avente il potere di rappresentare in giudizio la persona giuridica non è causa di estinzione dell'efficacia della procura alle liti, la quale continua ad operare a meno che questa non venga revocata dal nuovo rappresentante legale
Articolo riservato agli abbonati

Il nuovo Codice della crisi di impresa riforma i casi in cui nelle Srl è obbligatoria la nomina dell’organo di controllo, che può essere monocratico oppure collegiale oppure di un revisore legale dei conti. Se lo statuto non prevede diversamente, l’organo di controllo è il sindaco unico. Il revisore legale dei conti può essere, oltre che un singolo professionista, anche una società di revisione iscritta nell’apposito registro tenuto dal Ministero dell’Economia
Articolo ad accesso libero

La Corte di Cassazione si adegua all’orientamento comunitario e riconosce il diritto alla detrazione in presenza di tutti i presupposti sostanziali previsti dal D.P.R. n. 633/1972. Eventuali violazioni formali non incidono sull’esercizio del diritto stante l’applicazione del principio fondamentale di neutralità dell’imposta sul valore aggiunto.
Articolo riservato agli abbonati
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it