Zone franche urbane: un decreto stabilisce condizioni, limiti, modalità e decorrenza

In relazione alle zone franche urbane delle regioni Calabria, Campania, Sicilia, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 10 aprile 2013 stabilisce le condizioni, i limiti, le modalità e i termini di decorrenza delle agevolazioni fiscali e contributive concesse in favore di micro e piccole imprese localizzate all’interno dei territori. Le agevolazioni previste dal decreto consistono nell’esenzione dalle imposte sui redditi (IRPEF, IRES); dall’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP); dall’imposta municipale propria (IMU); dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente. Ciascun soggetto ammesso alle agevolazioni ne potrà beneficiare tenuto conto di eventuali ulteriori agevolazioni già ottenute all’interno del “de minimis” nell’esercizio finanziario in corso alla data di presentazione della richiesta di agevolazione e nei due esercizi finanziari precedenti, fino al limite massimo di euro 200mila.


Partecipa alla discussione sul forum.