Web tax al 3%

Con il pacchetto di emendamenti del senatore Boccia, arriva il via libero alla web tax. Sarà quantificata al 3% (invece che il 6%), ritenuta da parte del committente (e non più a opera del gestore della carta di credito o della banca) e con nuova soglia quantitativa per far scattare il prelievo, pari a 3 mila operazioni online nell’arco di un anno solare. Le prestazioni di servizi che vi saranno soggette saranno individuate con un decreto Mef, previsto entro il 30 aprile 2018.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it